Scarica PDF Scarica PDF

L'ossidazione a nero, o brunitura, è un metodo di trattamento dell'acciaio che ha lo scopo di creare intorno ad esso un rivestimento protettivo. Funziona trasformando l'ossido rosso di ferro, o ruggine (Fe2O3), in ossido nero di ferro (Fe3O4), il cui aspetto blu-nero dà il nome al procedimento. La brunitura può essere eseguita su fogli di metallo, ma è più comune per la canna di una pistola o per altri componenti di un'arma da fuoco. Vi sono diversi metodi per brunire le canne di un'arma, come la brunitura a caldo, la brunitura per evaporazione o quella con ruggine, oppure la brunitura a freddo.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Brunitura a Caldo

  1. 1
    Lucida la canna della pistola e le altre parti da brunire. Servirà a rimuovere ogni parte arrugginita della superficie e gli altri ossidi rossi che si sfalderanno durante il procedimento, così come ogni buco o graffio esistenti. Puoi utilizzare lana d'acciaio numero 000 o la carta vetrata con grana da 600 a 1200 per lucidare il metallo.[1]
  2. 2
    Prepara le parti da immergere nelle soluzioni di pulitura e brunitura. Gli agenti chimici usati nel processo di brunitura sono elementi caustici. Anche il processo di pulitura può essere caustico, in base agli elementi chimici che userai. Oltre a indossare guanti di gomma quando lavori con questi reagenti, è utile tenere ben salde le parti da immergere in modo da poterle rimuovere facilmente dal bagno di brunitura.
    • Taglia un pezzo di cavo morbido più lungo della canna, che sia lungo abbastanza da protendersi da entrambe le estremità. Dopo aver inserito il cavo nella canna, piega entrambe le estremità a gancio in modo che sia aggrappato senza toccare la canna e sia sospeso sui ganci o su un pezzo di corda o di filo esterno al bagno chimico.
    • Le parti più piccole possono essere tenute in un cestello di acciaio inossidabile.
  3. 3
    Immergi le parti della pistola in un bagno di soluzione detergente. Le parti devono essere immerse nel bagno per 10-15 minuti e strofinate mentre sono dentro per eliminare olio, sporcizia o grasso che può poi ritrovarsi nel procedimento di brunitura. Puoi utilizzare uno dei seguenti detergenti chimici, a condizione che tu legga e segua tutte le avvertenze riguardo a come usarli, maneggiarli e smaltirli.
    • Un detergente chimico che a quanto si dice è stato sospeso conteneva silicato di sodio, trovato in un certo numero di prodotti per eliminare la vernice dai pavimenti.[2] Un detergente che può essere utilizzato al suo posto è il trifosfato sodico, un componente di tanti detergenti in commercio.[3]
    • Alcuni fornitori di prodotti per la brunitura raccomandano la nafta, seguita da un lavaggio del metallo con un detergente per stoviglie delicato.[4]
    • Qualcuno che pratica la brunitura per hobby usa uno speciale olio pulente, seguito da una passata di acetone (usato per rimuovere lo smalto per le unghie), mentre altri usano l'alcool denaturato[5] (un tipo di olio detergente, una mistura di oli vegetali e minerali, sali alcalini, acetato benzilico, è in commercio con il nome di "Ballistol").[6] [7]
  4. 4
    Risciacqua in acqua fredda per lavare via la soluzione detergente. Il risciacquo non deve durare più di 2-3 minuti.
    • Se hai usato del detergente per stoviglie per rimuovere gli agenti chimici, dovrai allora usare acqua calda per risciacquare.[8]
  5. 5
    Immergi le parti dell'arma nella soluzione di brunitura. La soluzione usata nella brunitura a caldo è una mistura di sali caustici di nitrato di potassio e di idrossido di sodio conosciuta come "Nero caustico tradizionale".[9] Questa soluzione deve essere riscaldata a una temperatura che va dai 135 ai 155 gradi centigradi, in base alla composizione della soluzione di brunitura.
    • Prima di riscaldare la soluzione di brunitura, mescolala accuratamente per rompere ogni grumo di sali che può formarsi sulla superficie o sul fondo della vasca che contiene la soluzione.
    • Quando immergi la canna della pistola nella soluzione, fallo dandole un'inclinazione in modo da permettere alle bolle d'aria che si formano di uscire. Assicurati di immergere la canna completamente.
    • Fai girare in un vortice all'interno della soluzione il cestello di metallo che contiene i pezzi più piccoli dell'arma, così da assicurarti che le parti siano completamente rivestite dalla soluzione di brunitura.
    • Lascia le parti nella soluzione per un tempo che va dai 15 ai 30 minuti. Controlla quando il metallo ha acquisito la tonalità desiderata, e in quel momento rimuovilo dalla soluzione.
    • Le parti dell'arma in acciaio inossidabile sono immerse in una soluzione chimica diversa, fatta da nitrati e cromati. È riscaldata a temperature simili alla mistura di idrossido di nitrato.[10]
  6. 6
    Risciacqua la soluzione di brunitura in acqua fredda. Fai girare in un vortice le parti nell'acqua per lavar via tutti i sali di brunitura.
  7. 7
    Immergi le parti dell'arma in acqua bollente. Questo farà evaporare tutti i residui della brunitura. Le parti semplici devono essere immerse per 5-10 minuti, quelle complesse e gli ornamenti fino a 30 minuti.
    • Se l'arma ha alcune parti saldate, puoi applicare un elemento chimico sulle parti che colorano la saldatura, in modo da uniformarle al resto del metallo. Usa un tampone in cotone per effettuare questa operazione.
  8. 8
    Immergi le parti trattate in un bagno di olio idrorepellente. Ciò proteggerà le rifiniture dalla ruggine, dal sudore, dai prodotti per il corpo. Lascia le parti nel bagno di olio per 45-60 minuti, finché non si saranno raffreddate.[11]

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Brunitura con Ruggine

  1. 1
    Lucida le parti da brunire. Ancora un volta, la lana d'acciaio con finitura 000 o la carta vetrata con grana 600-1200 potranno rimuovere ruggine rimasta, graffi o buchi del metallo.
    • Se pensi di rimuovere le rifiniture di fabbrica dall'arma prima di brunirla, alcuni raccomandano l'uso di un prodotto per rimuovere la ruggine a base di acido fosforico. Altri usano aceto bianco per questa operazione, in quanto contiene acido acetico.
  2. 2
    Pulisci ogni residuo di sporco, di olio o di grasso che rimane dopo il trattamento chimico. I proprietari di armi che praticavano questo procedimento nel diciannovesimo secolo probabilmente non avevano a disposizione questi elementi chimici detergenti utilizzati per la brunitura a caldo, ma la pulitura chimica ha senza dubbio migliorato l'efficienza della brunitura. Puoi usare qualsiasi sostanza descritta nelle tappe di pulitura per la brunitura a caldo, e poi risciacquare come descritto in precedenza.
  3. 3
    Rivesti le parti metalliche dell'arma con una mistura di acido nitrico e cloridrico. La soluzione stimola il metallo ad arrugginirsi, ma in maniera uniforme.
    • Anziché rivestire le parti con una soluzione acida, puoi mettere un contenitore aperto contenente la soluzione e le parti dell'arma in un armadietto sigillato per un periodo di 12 ore. Gli acidi evaporeranno dal contenitore e condenseranno intorno al metallo dell'arma. Questo metodo è chiamato “brunitura per evaporazione”.
    • Un'altra variazione consiste nel rivestire le parti metalliche dell'arma con la soluzione di brunitura con ruggine e metterle nell'armadietto (in questo caso umido) a evaporare sempre per 12 ore. Spesso, il primo strato applicato può fungere da impronta prima di rivestire una seconda volta il metallo e mettere i pezzi nell'armadietto umido.[12]
  4. 4
    Immergi le parti in metallo in acqua distillata bollente. Questo bloccherà il processo di formazione della ruggine, rimuovendo la soluzione acida.
  5. 5
    Gratta via l'ossido rosso formatosi, lasciando lo strato di ossido nero che si è formato al di sotto. La superficie arrugginita può essere normalmente grattata via con un pennello o un rullo per cardatura, con le caratteristiche setole soffici e sottili.
  6. 6
    Ripeti il trattamento con l'acido, bollendo e grattando finché non avrai raggiunto il livello di brunitura desiderato. In alcuni casi, il metallo può annerirsi più del necessario, rendendo la brunitura inutile e inefficace.
  7. 7
    Rivesti le parti dell'arma con olio. L'olio inibisce la formazione della ruggine e protegge le rifiniture del metallo dallo sporco, dal sudore, dalle creme per il corpo e dall'usura. Una volta applicato l'olio, lascia le parti a riposare per una notte, prima di assemblarle.[13]

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Brunitura a Freddo

  1. 1
    Lucida e pulisci il metallo dell'arma. Puoi lucidare il metallo con lana d'acciaio o carta vetrata come faresti con gli altri procedimenti di brunitura, ma dovrai scegliere come fare a seconda di quello che preferisci: brunire l'intera arma o ritoccare la brunitura esistente.
    • Se pensi di brunire l'intera arma, puoi immergere il metallo in una soluzione detergente come descritto nel procedimento di brunitura a caldo.
    • Se preferisci ritoccare la brunitura esistente, puoi applicare dell'olio detergente nelle zone in cui vuoi rimuovere la vecchia brunitura e preparare il metallo per la brunitura a freddo (l'olio detergente dissolverà la brunitura esistente, se applicato in maniera eccessiva). Usa dei batuffoli di cotone imbevuti d'acetone per rimuovere l'olio detergente. Da questa procedura potranno crearsi dei graffi che dovranno essere levigati o lucidati.
  2. 2
    Riscalda gradualmente il metallo. Sebbene questo processo sia chiamato brunitura a freddo, riscaldare gradualmente il metallo prima di applicare la brunitura può aiutarlo ad assorbire meglio la brunitura stessa, creando una rifinitura migliore. Riscalda il metallo lasciandolo al sole per alcune ore, con una pistola di calore o un asciugacapelli, oppure in un forno tradizionale alla temperatura più bassa.[14]
  3. 3
    Applica la soluzione di brunitura. Applica lentamente la soluzione sull'area da brunire, il più uniformemente possibile, utilizzando un applicatore pulito. Applica la soluzione con una singola passata per coprire le aree piccole, in sezioni non più grandi di 5-7 cm quando copri le aree grandi, poi leviga il tutto utilizzando lana d'acciaio. Ciò eviterà la formazione di chiazze sulla brunitura.[15]
    • Per applicare la brunitura ad aree grandi, sono raccomandabili vecchie T-shirt in cotone o spazzolini da denti nuovi. Per le aree più piccole, si possono usare batuffoli di cotone, tamponi in cotone o stuzzicadenti piatti non più grandi dell'area da rivestire.
    • Puoi mettere direttamente a bagno nella soluzione di brunitura piccole parti come viti o aree difficili da rivestire. Se non hai abbastanza soluzione per bagnare le aree più nascoste, mettila in una bomboletta spray e spruzzala liberamente sulle parti, tenendo al di sotto una vaschetta in vetro o un vassoio in plastica. Una volta rivestita la parte, raccogli il liquido spruzzato, rimettilo nella bomboletta e riutilizzalo.
  4. 4
    Applica la soluzione diverse volte, fino a ottenere il livello di brunitura desiderato. Applica ogni strato con un applicatore fresco, e usa un pezzo di lana d'acciaio nuovo per levigare ogni nuovo strato.
    • Più strati applichi, più scura sarà la brunitura; tuttavia, ogni nuovo strato è progressivamente meno efficiente di quello strato precedente. Nella maggior parte dei casi, sette strati bastano a ottenere rifiniture scure al punto giusto.[16]
    • Se ci sono punti che non riescono a diventare scuri, inizia levigando con carta vetrata con grana 320-400 prima di riapplicare la soluzione. Prova a levigare soltanto i punti che resistono alla brunitura.
  5. 5
    Rifinisci con olio per armi una volta raggiunto il livello di brunitura che desideri. Applica uno strato di olio per armi a intervalli di qualche ora l'uno dall'altro, utilizzando un batuffolo di cotone per rimuovere lo strato precedente prima di applicare il successivo (in sostanza, lavi la soluzione di brunitura con olio per armi, anziché con acqua).
    • Non utilizzare olio detergente per questa procedura, perché toglierà via la brunitura per la quale hai tanto lavorato.[17]

Consigli

  • Il termine scientifico dell'effetto della brunitura è "passivazione". La passivazione avviene naturalmente o può essere indotta in altri metalli, come l'alluminio o il silicio. Nel caso del silicio, la corretta formazione di uno strato ossidato è necessario per assicurarsi prestazioni efficaci del metallo nei circuiti informatici e nei pannelli solari.[18]
  • La brunitura a caldo è il processo che garantisce una maggiore durata tra i metodi di colorazione del metallo, mentre le bruniture con ruggine e per evaporazione proteggono meglio dalla formazione della ruggine.

Avvertenze

  • Prima di intraprendere una qualsiasi delle procedure descritte in precedenza assicurati che l'arma sia scarica! Rimuovi anche l'impugnatura o il calcio.[19]
  • Per tutti i procedimenti di brunitura lavora in un'area molto ventilata. I sali caustici, utilizzati soprattutto nella brunitura a caldo, sono particolarmente nocivi.
  • Non provare la brunitura a caldo sull'alluminio. Provocherebbe una violenta reazione con i sali caustici del bagno, un fenomeno che può generare gravi ustioni chimiche. La brunitura a caldo è sconsigliata anche per fucili antichi o a doppia canna, saldati o bronzati con saldature in argento, perché i sali della brunitura possono dissolvere la saldatura.[20]

Cose di cui hai bisogno

Per tutti i procedimenti:

  • Lana d'acciaio (sottigliezza 000)
  • Carta vetrata (grana da 600 a 1200)
  • Guanti in lattice o in gomma
  • Occhiali di sicurezza
  • Agenti chimici detergenti (leggi l'articolo per gli esempi)
  • Olio per armi protettivo e lubrificante
  • T-shirt in cotone, batuffoli o tamponi; spazzolini da denti; stuzzicadenti

Per la brunitura a caldo:

  • Sali caustici (di solito il nitrato di potassio e il sodio idrossido)
  • Bacinelle, vasche o serbatoi (per pulire, brunire, bollire)
  • Acqua (per risciacquare e bollire)
  • Fonti di calore

Per la brunitura con ruggine o per evaporazione:

  • Mistura di acido nitrico e cloridrico
  • Applicatore per la mistura (per la brunitura con ruggine)
  • Armadietto sigillato grande abbastanza da contenere le parti dell'arma e il contenitore con la soluzione (per la brunitura per evaporazione)
  • Bacinelle, vasche o serbatoi (per la pulitura e la bollitura)
  • Acqua
  • Pennello o rullo per cardatura

Per la brunitura a freddo:

  • Soluzione per la brunitura a freddo (di solito diossido di selenio)[21]
  • Modi per riscaldare il metallo dell'arma prima di applicare la soluzione di brunitura (sole, forno, pistola di calore, asciugacapelli)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 20 085 volte
Categorie: Fai da Te
Questa pagina è stata letta 20 085 volte.

Hai trovato utile questo articolo?