Come Bucare una Vescica

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

Le vesciche sono solitamente provocate dalla frizione contro la pelle, che causa un deposito di fluidi sotto la sezione che viene sfregata. Molti dottori e dermatologi consigliano di non bucare le vesciche, in modo da prevenire cicatrici e infezioni, ma se davvero vuoi farlo, segui questi passaggi per evitare di correre rischi.

Parte 1 di 3:
Decidere se Bucare

  1. 1
    Considera le raccomandazioni dei medici. I professionisti della salute sconsigliano generalmente di bucare le vesciche, perché servono a proteggere zone della pelle che sono danneggiate e coprono un ambiente sterile. Bucandole, la pelle viene esposta a possibili infezioni.[1]
  2. 2
    Valuta la situazione. Chiediti se è necessario bucare la vescica.[2]
    • Dove si trova la vescica? Bucare una vescica nel piede è solitamente più sicuro rispetto a bucare un'ulcera fredda sul labbro o in bocca. Dovresti farti visitare da un medico se hai una vescica in bocca.
    • Sembra infetta? Se la vescica secerne pus giallo, è probabilmente infetta e dovresti recarti dal medico.[3]
    • La vescica interferisce con la tua vita quotidiana? Ti impedisce per esempio di camminare? Se la risposta è affermativa e puoi bucarla in sicurezza, potrebbe valerne la pena.
  3. 3
    Non bucare le vesciche dovute a scottature o altre bruciature. Se hai delle vesciche causate dall'esposizione al sole, si tratta di un'ustione di secondo grado ed è abbastanza grave da richiedere una visita medica. Non bucarle, perché proteggono la pelle sottostante che si sta rigenerando dopo l'ustione. Consulta un medico per ricevere le cure e proteggi la pelle dal sole mentre guarisce.[4]
    • Le ustioni di secondo grado che producono vesciche devono essere curate delicatamente, con una crema per le ustioni che richiede una prescrizione. Consulta il tuo medico per ricevere la prescrizione e impara a prenderti cura delle vesciche.[5]
  4. 4
    Non toccare le vesciche piene di sangue. Le vesciche di questo tipo, in alcuni casi chiamate pulcisecche, sono ecchimosi rossastre-viola-nere sotto la pelle, dovute alla rottura dei vasi sanguigni sotto l'epidermide. La frizione in prossimità di speroni ossei, come la parte posteriore del tallone, può portare alla rottura dei vasi sanguigni e al rilascio del sangue nella pelle.[6]
    • Le vesciche piene di sangue indicano che l'infortunio è collocato in profondità nei tessuti. Di solito guariscono da sole, ma alcune persone le confondono per melanomi, quindi se hai dei dubbi, consulta il tuo medico.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Prepararsi a Bucare

  1. 1
    Lavati le mani. Insapona le mani nell'acqua calda per 20 secondi prima di risciacquarle.[7]
    • Usa del normale sapone privo di fragranze per lavarti le mani. In questo modo eviti che agenti chimici irritanti possano aggravare la vescica e previeni la trasmissione di batteri dalle mani alla pelle fragile sotto la vescica.
  2. 2
    Lava la zona della vescica con acqua e sapone, alcol o disinfettante.[8]
    • Puoi trovare disinfettanti come il betadine in molte farmacie. Tuttavia, fai attenzione con questo farmaco, perché può macchiare la pelle, i vestiti e le altre superfici.
    • Versa delicatamente il betadine o l'alcol sulla vescica e sulla zona circostante. Se stai lavando l'area con acqua e sapone, usa un normale sapone privo di fragranze, insapona le mani, lava delicatamente la zona colpita, facendo attenzione a non bucare la vescica, infine risciacqua.
  3. 3
    Prepara l'ago o la lama. È meglio usare una lama da bisturi o un ago sterile monouso preconfezionati, che puoi trovare in molte farmacie.[9]
    • Se decidi di usare un ago da cucito che hai in casa, immergilo nell'alcol prima di cominciare.
    • Non inserire l'ago o la lama in una fiamma, che produce particelle di carbone in grado di irritare la pelle e aumentare il rischio di infezione.[10]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Bucare la Vescica

  1. 1
    Bucala sui lati. Perfora la vescica in 2 o 3 punti e la gravità farà il resto, drenandola. Bucala sui lati, vicino al bordo inferiore.[11]
    • Non provare il metodo che suggerisce di far passare letteralmente ago e filo attraverso la vescica. Questo metodo aumenta il rischio di infezione.
  2. 2
    Prosciuga la vescica. Lascia che il liquido all'interno dreni naturalmente grazie alla gravità, oppure applica una pressione delicata verso il basso, dal punto più alto della vescica verso il punto che hai perforato, facendo drenare il fluido attraverso i fori.[12]
    • Non spingere con forza e non lacerare la vescica per far uscire il fluido. Potresti ferire la pelle sottostante.
  3. 3
    Non strappare la pelle. Tirare la pelle morta che componeva la vescica può irritare la pelle sana circostante ed esporla alle infezioni. Lava la ferita con acqua e sapone o con un disinfettante, poi coprila con una benda.[13]
  4. 4
    Applica una pomata antibiotica sulla vescica e coprila con una benda. In questo modo i batteri non entreranno nella ferita e avvertirai meno pressione sulla zona della vescica.[14]
    • Applica di nuovo la pomata e cambia la fasciatura tutti i giorni finché la pelle non è guarita completamente. Dovrebbe volerci circa una settimana.[15]
    • Se la possibilità di contrarre un'infezione non ti preoccupa particolarmente, puoi usare la vaselina o l'Aquaphor invece di una pomata antibiotica.
  5. 5
    Lava periodicamente il corpo, i piedi o le mani una volta bucata la vescica. I sali di Epsom aiutano a drenare ulteriormente i fluidi. Per i giorni seguenti, versa mezza tazza di sali di Epsom nell'acqua calda e immergi la zona colpita per 20 minuti una volta al giorno.[16]
  6. 6
    Nota i segni di infezione. Se la vescica diventa rossa, si gonfia, ti fa male o secerne pus è possibile che sia infetta e dovresti consultare un medico che ti prescriverà degli antibiotici.[17]
    • Potresti avere un'infezione se la zona intorno alla vescica diventa più rossa e gonfia. Potrebbe venirti la febbre sopra 37 °C. Se la zona ti fa più male di quando la vescica era intatta e noti gli altri sintomi descritti, potresti avere un'infezione.
    • Il pus è una secrezione giallastra che viene prodotta da una zona infetta. Se la vescica secerne questo liquido giallastro, consulta un medico.
  7. 7
    Previeni le vesciche in futuro. Non fare pressione sulle zone in cui le ossa sporgono di più. Usa delle protezioni contro le vesciche se necessario. Se corri, puoi acquistare un nuovo paio di scarpe o di calze che facciano traspirare il piede e che si adattino perfettamente al tuo piede, in modo da ridurre la frizione.[18]
    • Se fai canottaggio, indossa guanti specifici per gli sport acquatici oppure crea un grip per il tuo remo con del nastro, in modo da ridurre la frizione quando lo impugni.[19]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Alcune vesciche sono provocate da patologie, come il pemfigo, le malattie pemfigoidi o da infezioni come l'impetigine bollosa. Se le tue vesciche si presentano senza una causa evidente, se ne hai molte o se si ripresentano spesso, dovresti consultare il tuo medico.
Pubblicità

Consigli

  • Assicurati che tutto (mani, ago, zona circostante, zona della vescica) sia sterile, in modo da prevenire le infezioni.
  • Assicurati che l'ago sia pulito prima di usarlo, altrimenti potrebbe provocare un'infezione.
  • Puoi anche chiedere al tuo medico, al dermatologo o a un infermiere di aspirare (o drenare) la tua vescica con un ago sterile. Questo consiglio è particolarmente utile in caso di vesciche di grandi dimensioni.[20]

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.
Categorie: Incidenti & Ferite
Questa pagina è stata letta 15 068 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità