Come Buttare gli Assorbenti Interni

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 13 Riferimenti

In questo Articolo:Gettare l'Assorbente a CasaGettare l'Assorbente Quando si è Fuori CasaTogliere Correttamente l'Assorbente InternoUsare gli Assorbenti Interni in Modo Sicuro

Gli assorbenti interni vengono usati durante le mestruazioni per assorbire, appunto, il sangue mestruale. Potresti avere dei dubbi sulle tecniche per rimuoverli e gettarli correttamente, soprattutto se stai cercando di agire con discrezione. Dovresti seguire le procedure giuste per evitare i rischi per la salute correlati. Inoltre, dovresti sempre utilizzare i tamponi interni in maniera sicura, per evitare problemi di carattere medico.

1
Gettare l'Assorbente a Casa

  1. 1
    Non buttarlo mai nella tazza del WC. Una volta rimosso, dovresti smaltirlo in maniera corretta. Questo significa non lasciarlo mai cadere nel water e poi tirare lo sciacquone, altrimenti potresti ingorgare lo scarico e danneggiare le tubature.[1]
  2. 2
    Avvolgilo in un pezzo di carta igienica. Dovresti prendere un segmento di carta in cui mettere l'assorbente usato. Così facendo, eviti che il sangue goccioli ovunque e allo stesso tempo proteggi le mani dal contatto diretto.[2]
    • Avvolgendolo nella carta igienica lo nascondi meglio e rendi la sua presenza più discreta. Questo è il metodo più adatto per coprire il tampone.
  3. 3
    Mettilo nella spazzatura. Assicurati di gettarlo fra i rifiuti subito dopo averlo rimosso, in questo modo eviti di sporcare l'ambiente circostante e allo stesso tempo te ne sbarazzi in maniera discreta.
    • A volte, gli assorbenti interni iniziano a puzzare quando vengono lasciati esposti per alcuni giorni; dovresti quindi usare un cestino della spazzatura a loro dedicato, disposto vicino a quello normale oppure in un armadietto del bagno. Ricorda di svuotare questa piccola pattumiera ogni giorno o due.

2
Gettare l'Assorbente Quando si è Fuori Casa

  1. 1
    Copri il tampone con la carta igienica. Forse devi buttarlo in un bagno pubblico oppure in quello della casa di un'amica da cui ti fermi a dormire o con cui devi uscire. Dovresti sempre cominciare avvolgendo l'assorbente nella carta igienica; in questo modo, proteggi le mani dal sangue ed eviti che il flusso goccioli sul pavimento, sul WC e che sporchi tutto il cestino della spazzatura.[3]
    • Puoi decidere di usare parecchi strati di carta, soprattutto se ti trovi a casa di un'amica e vuoi gettare il tampone in maniera discreta.
  2. 2
    Usa il cestino della spazzatura dei bagni pubblici. Se devi togliere l'assorbente in questi ambienti, puoi trovare spesso un piccolo secchio di metallo vicino al WC, che puoi aprire e in cui puoi mettere il tampone usato. Potrebbe esserci un'etichetta con la scritta "solo assorbenti interni" oppure "solo assorbenti igienici".[4]
    • Fai in modo di chiudere il coperchio del bidone di metallo, una volta gettato l'assorbente. Questi contenitori vengono in genere svuotati una volta al giorno dallo staff delle pulizie.
  3. 3
    Riponi l'assorbente interno nel bidone della spazzatura della casa di un'amica. Se ti trovi in casa sua per un pigiama party o per una serata in compagnia e devi sbarazzarti del tampone usato, dovresti metterlo nel cestino dei rifiuti. Non gettarlo mai nel WC, perché potresti ostruire lo scarico.
    • Dovresti anche evitare di metterlo in tasca o in borsa, anche se l'hai avvolto nella carta igienica. Gli assorbenti interni emettono un odore intenso a causa del sangue mestruale e non vorrai certo ritrovarti con un tampone puzzolente in tasca o in borsa.
  4. 4
    Mettilo in un sacchetto di carta se non c'è un bagno. Se sei in campeggio o non hai accesso a un bagno per qualche ragione, dovresti avvolgere il tampone nella carta igienica, nella carta da cucina o in un foglio. In seguito, trasferiscilo in un sacchetto di plastica o di carta, per evitare che il sangue goccioli e sporchi ovunque. Infine, cerca di buttarlo in un bidone della spazzatura il prima possibile.

3
Togliere Correttamente l'Assorbente Interno

  1. 1
    Siediti sul water. L'operazione di estrazione è più semplice in questa posizione, perché puoi allargare le gambe e avere accesso al tampone. Inoltre, puoi piegare meglio le dita per far scivolare l'assorbente fuori dal corpo.[5]
    • Sedendoti sulla tazza sei certa che il sangue che gocciolerà dopo la rimozione cadrà direttamente nel water, evitando di sporcare la tua biancheria intima o il pavimento del bagno.
  2. 2
    Trova il cordino collegato al tampone. Gli assorbenti interni sono dotati di una corda sottile che penzola da una estremità; dovresti guardare fra le gambe e individuare il cordino che esce dalla vagina.[6]
    • Se non lo vedi, potrebbe essersi incastrato all'interno nel corso della giornata. Il cordino si rompe o si aggroviglia spesso quando fai attività fisica e potresti essere costretta a usare le dita per cercarlo all'interno dell'apertura vaginale.[7]
  3. 3
    Tira delicatamente il cordino e togli il tampone. Una volta individuato il cordino, afferralo delicatamente con due dita e tiralo per far scivolare l'assorbente fuori dal corpo. Non dovresti incontrare una grande resistenza alla trazione.[8]
    • Se il tampone non esce o hai la sensazione che sia incastrato, potresti aver bisogno dell'intervento del ginecologo. A volte, gli assorbenti interni restano incastrati se rimangono nel corpo per troppo tempo, se il cordoncino si blocca nella vagina o se hai dei rapporti sessuali mentre li indossi. Dovresti farti togliere l'assorbente il prima possibile da un medico; in caso contrario corri il rischio di soffrire della sindrome da shock tossico.[9]

4
Usare gli Assorbenti Interni in Modo Sicuro

  1. 1
    Cambia sempre l'assorbente ogni 4-8 ore. Dovresti cercare di sostituirlo sempre con questa frequenza, altrimenti rischi di sviluppare la sindrome dal shock tossico. Potrebbero essere necessari diversi assorbenti interni al giorno, in base al tuo flusso, ma dovrebbe essere un dettaglio che già conosci.[10]
    • Se tendi a dimenticare di cambiarlo, imposta un allarme sul cellulare ogni otto ore circa, che ti ricordi questo "appuntamento". Dovresti inoltre usare gli assorbenti interni quando dormi solo se prevedi di svegliarti entro otto ore. Usa un metodo di protezione differente, se pensi di dormire per un tempo maggiore.
  2. 2
    Usa il tipo di assorbente adatto al tuo flusso. Dovresti cercare quelli che hanno il livello di assorbenza corretto per l'abbondanza del flusso. In questo modo, sei sicura di avere tutta la protezione che ti serve e che stai usando la soluzione giusta per le tue esigenze. Se hai un flusso molto abbondante, soprattutto nei primi due o tre giorni delle mestruazioni, dovresti scegliere un tampone con una grande assorbenza. Se hai un flusso leggero, soprattutto negli ultimi giorni del ciclo, dovresti optare per un modello con minore assorbenza.[11]
    • Puoi determinare quale tipo di assorbente ti serve osservando l'aspetto di quello usato quando lo estrai. Se ti sembra asciutto, forse stai usando un modello troppo assorbente; se ti sembra inzuppato, te ne serve uno con una maggiore capacità di assorbimento.
    • Non usare mai un tampone per gestire le perdite vaginali. Questi prodotti sono studiati per essere utilizzati solo durante le mestruazioni.
  3. 3
    Vai al pronto soccorso se manifesti un qualunque sintomo di sindrome da shock tossico (TSS). Dovresti essere visitata immediatamente da un medico nel caso soffrissi di qualunque disturbo legato a questa patologia mentre indossi un assorbente interno. La TSS è un'infezione causata dall'accumulo di batteri nella vagina.[12] Potresti manifestare uno o due sintomi contemporaneamente, fra cui:[13]
    • Febbre improvvisa (38,8 °C e più);
    • Vomito;
    • Diarrea;
    • Eruzione cutanea arrossata sul corpo;
    • Vertigini o debolezza quando stai in piedi.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Igiene Personale

In altre lingue:

English: Dispose of Tampons, Español: desechar tampones, Русский: правильно выбросить тампон, Deutsch: Tampons entsorgen, Français: jeter les tampons hygiéniques

Questa pagina è stata letta 25 535 volte.
Hai trovato utile questo articolo?