Come Cablare una Casa Prefabbricata

Ecco come cablare una struttura esistente per internet, TV e molto altro.

Passaggi

  1. 1
    Per prima cosa è necessario stabilire il “percorso” dei cavi attraverso l’abitazione. Ricorda che, nella maggior parte dei casi, i montanti saranno posizionati in verticale, dal pavimento al soffitto. La posizione dei travetti del soffitto varia a seconda del costruttore, della casa, del codice di costruzione etc. Vai in mansarda, se ne hai una, e guardati intorno, o pratica un piccolo foro da qualche parte nel soffitto e controlla la situazione.
  2. 2
    Ricordati che è sempre meglio fare meno lavoro. Cerca di pensare ad un percorso che ti permetta di tenere al minimo i tagli e le perforazioni. I soffitti integrati (come in una casa a due piani) sono più complicati, dato che dovrai tagliare molto muro a secco per far correre i cavi attraverso i travetti e non lungo di essi.
  3. 3
    Per fini illustrativi, poniamo di dover installare un cavo Ethernet Cat5 da un router che si trova sul primo piano ad uno studio al secondo piano di casa nostra. Sostituisci cavo “Ethernet” con qualsiasi tipologia di cavo ti interessi. L’unica variabile sono i connettori alle estremità.
    • Il nostro router si trova nell’angolo più lontano dall’ufficio (giusto per complicare le cose). INOLTRE, i travetti del soffitto sono disposti in modo da intralciare il nostro percorso prefissato (ancora peggio). A volte è meglio trovare una zona con un impianto già esistente, come una presa elettrica o una presa video. Potai quindi far passare la linea attraverso i fori già esistenti. In tal caso è consigliabile piazzare il nostro contenitore da parete nelle vicinanze.
  4. 4
    Assicurati di sapere dove posizionare il punto di ingesso nell’ufficio al piano di sopra.
    • Ricorda:
      • Puoi cavartela più facilmente se nella casa è presente una cornice da soffitto. Fora la cornice con un piccolo piede di porco. Assicurati di farti aiutare da qualcuno per questo passaggio e cerca di fare attenzione, soprattutto con una modanatura di una certa età, che tenderà a rompersi ancora più facilmente in caso di lavoro precipitoso. Fai quindi passare il cavo all’interno della modanatura, per poi farlo scendere nelle pareti come descritto di seguito.
    • Spiegazione sui contenitori da parete:
      • Esistono principalmente due tipi di contenitore da parete. Alcuni contenitori sono pensati per essere montati in edifici di nuova costruzione, in cui non è presente il muro a secco. In genere sono pensati per essere montati senza l’intralcio di un muro a secco o altri ostacoli.
      • Il secondo tipo, invece, va montato in una casa già finita, in cui non c’è più il lusso di uno spazio aperto. In genere questa tipologia presenta delle piccole alette che penetrano dietro al muro a secco e fissano la scatola alla parete una volta avvitata. È il tipo che ci servirà per il nostro lavoro.
  5. 5
    Usa un cercamontanti per trovare i montanti nella parete e sapere dove posizionare il contenitore.
  6. 6
    Contrassegna la posizione del montante con una matita.
    • I montanti in genere vengono posizionati a distanza di 40 cm l’uno dall’altro. A volte possono però trovarsi più lontani, a seconda del codice di costruzione, se si tratta di un muro non portante e per limitare i costi.
  7. 7
    Rimuovi eventuali modanature pericolanti. Posiziona un telo sul pavimento.
  8. 8
    INDOSSA SEMPRE UNA PROTEZIONE PER GLI OCCHI!
  9. 9
    DISATTIVA gli interruttori nella stanza in cui stai lavorando. Così facendo garantirai la tua sicurezza nel caso dovessi toccare o tagliare dei cavi presenti nella parete. È consigliabile farlo tutte le volte che si lavora all’interno di una parete.
  10. 10
    Usa un taglierino per tagliare un foro delle dimensioni del contenitore da parete. Ricorda, la linguetta esterna della scatola servirà a “fissarla” contro il muro a secco, tenendo le alette sul retro. Non tagliare un foro troppo grande. È meglio che sia un poco più piccolo, dato che potrà essere comunque allargato successivamente.
  11. 11
    Guarda all’interno della parete per individuare impianti o altri punti problematici.
    • Da qui in avanti le cose si complicano. Dato che i nostri cavi dovranno attraversare i travetti, l’unica possibilità è tagliare il muro a secco del soffitto. Ricorda che si tratta di un soffitto incassato fra due piani. In casa tua, comunque, la situazione potrebbe essere meno complessa: quest’articolo tratta volutamente lo scenario peggiore possibile.
  12. 12
    Usa un metro a nastro per tracciare una linea diritta lungo. Tracciala preferibilmente vicino alla parete (a 20-25 cm di distanza) per nascondere eventuali imperfezioni quando sostituiremo il muro a secco.
  13. 13
    Taglia un foro nell’angolo del soffitto da cui vogliamo far partire i cavi. Controlla all’interno della parete che non ci siano ostacoli. Una volta stabilito che la strada è libera, potreo realizzare dei lunghi tagli attraverso il soffitto. Assicurati che questi pezzi di muro a secco siano rimontabili in seguito. Inoltre cerca di tagliare nel mezzo dei travetti, in modo da avere una struttura a cui riattaccare il muro a secco.
    • Ora avremo davanti a noi una bella apertura su cui lavorare. Prendi una punta da trapano a lancia e realizza una serie di fori diritti lungo il travetto, attraverso cui far passare i cavi. Realizza i fori abbastanza in alto, in modo che se dovessimo decidere di rimontare il muro a secco non danneggeremo i cavi.
  14. 14
    Dovremo ripetere questi passaggi per tutte le zone del soffitto attraverso le quali dovremo far passare i cavi. Se dovessimo far correre i cavi lungo i travetti, invece, basterebbe tagliare un foro all’inizio e uno alla fine, usando un passacavi per far passare il filo nel soffitto. Dato che abbiamo stabilito in partenza il percorso, dovremmo avere già capito dove tagliare.
  15. 15
    Dovremmo trovarci con un passaggio per far correre i cavi fino al secondo piano.
  16. 16
    Vai nello studio e taglia un foro per un contenitore da parete dove preferisci, seguendo i passaggi descritti in precedenza. Controlla all’interno della parete per verificare l’assenza di ostacoli.
    • Il tuo amico (chiamiamolo Gianni) sarà rimasto al primo piano per aiutarci a trovare il punto perfetto da trapanare. Usa un martello o qualsiasi altro attrezzo per picchiettare il pavimento lungo il foro, fino a quando entrambi non troverete il punto esatto.
  17. 17
    Usa ancora una volta la punta da trapano a lancia per forare dal primo piano al secondo. Lo faremo fare a Gianni, così da poter osservare e controllare che il foro arrivi nel punto giusto, che in genere sarà un set di tavole più spesso, dato che si tratta di una struttura portante.
    • Se tutto andrà nel modo giusto, dovremmo essere pronti a far passare i cavi. Se qualcosa non va, sistemala.
  18. 18
    Inizia dall’alto, in modo da sfruttare il più possibile la gravità. Fai passare il cavo attraverso i fori e tiralo con gentilezza. Quando dovrai fare una curva, tira tanto più cavo possibile prima di girare, in modo da ridurre la pressione sul cavo stesso.
  19. 19
    Se devi usare un passacavi e non l’hai mai fatto, è semplice. Srotolalo tutte le volte necessarie, fallo passare attraverso l’apertura fino a farlo arrivare a destinazione e attaccalo al cavo usando del nastro da elettricista. Quindi tiralo indietro con delicatezza. Non c’è altro da sapere.
  20. 20
    Ora tutto ciò che dobbiamo fare è far passare le estremità del cavo nei rispettivi contenitori da parete, attaccare eventuali connettori etc. e controllare i cavi prima di richiudere tutto.
  21. 21
    Dato che abbiamo fatto un ottimo lavoro e tutto funziona per il meglio, è arrivato il momento di rimontare il muro a secco.
  22. 22
    Avvita o incolla il muro a secco in modo da riattaccarlo alle pareti (usando una qualsiasi colla da costruzioni). Fissalo e trattalo. Levigalo e dipingilo. Quindi sostituisci eventuali modanature rotte nel processo.
  23. 23
    Ecco come si cabla una struttura esistente. I casi specifici potrebbero presentare variazioni significative rispetto a questa guida. Fai tutte le modifiche opportune, ma ora sarai sicuramente in possesso delle basi necessarie per eseguire questo lavoro.

Consigli

  • Se non hai mai fatto un lavoro simile prima d’ora, è consigliabile fare qualche ricerca online o chiedere aiuto a un amico più esperto.

Avvertenze

  • Possibile pericolo di natura elettrica
  • Possibili danni a casa o persone
  • Stai attento se scegli di cimentarti in questo lavoro
  • Non provare a farlo se non sei sicuro delle tue capacità o hai una conoscenza limitata, o inesistente, del mondo delle costruzioni, del cablaggio, delle tubazioni, etc.
  • Possibile pericolo agli impianti idraulici.
  • Basta usare il buon senso. Se non sei sicuro al 100% di potercela fare, assumi un professionista.
  • Quest’articolo si basa sulle conoscenze e sull’esperienza dell’autore. Non provare a seguire queste istruzioni se non sei pratico degli strumenti e del loro utilizzo.
  • Quest’articolo è pensato come guida generica e il suo autore non si assume responsabilità alcuna per eventuali danni o perdite di qualsiasi tipo.

Cose che ti Serviranno

  • Conoscenza di base delle costruzioni e dell’utilizzo degli attrezzi
  • Passacavi. (Un cavo lungo e retrattile che serve a far passare i cavi attraverso le pareti). Puoi trovarlo in qualsiasi negozio di fai da te.
  • Un trapano
  • Una punta per trapano a lancia da 1,25-2,50 cm, a seconda del cavo.
  • Punta da trapano lunga per perforare pavimenti e architravi
  • Nastro da elettricista
  • Contenitori da parete, lastre e connettori
  • Taglierino
  • Martello
  • Cercamontanti
  • Pila
  • Metro a nastro
  • Cavi
  • Uno o due amici
  • Conoscenza di muro a secco e finiture (se applicabile)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Casa & Giardino

In altre lingue:

English: Install Cabling in a Pre Built Home, Español: instalar cableado en una casa prefabricada, Русский: проложить кабель в сборном доме

Questa pagina è stata letta 2 169 volte.
Hai trovato utile questo articolo?