Come Calcolare Beta

4 Metodi:Calcolo di Beta Usando una Semplice EquazioneUso di Beta per Determinare il Tasso di Rendimento di un TitoloUso dei Grafici di Excel per Calcolare BetaComprendere il Significato di Beta

Beta rappresenta la volatilità, o il rischio, di un particolare titolo, relativo alla volatilità dell'intero mercato azionario.[1]Beta è un indicatore di quanto un certo titolo sia rischioso ed è usato per calcolare il suo tasso di rendimento. Beta è uno dei fondamenti che gli analisti dei titoli considerano quando scelgono i titoli per il loro portfolio, insieme al rapporto prezzo-utili, il capitale netto, il rapporto debiti/fondi e altri fattori.

1
Calcolo di Beta Usando una Semplice Equazione

  1. 1
    Trova il tasso esente da rischio. Questo è il tasso di rendimento che un investitore si aspetta da un investimento in cui il suo denaro non è a rischio, come gli U.S Treasury Bills (titoli del tesoro americani), per gli investimenti in dollari americani o i German Government Bills (i titoli di stato tedeschi) e per gli investimenti in euro. Questa cifra di solito è espressa in percentuale.
  2. 2
    Determina i rispettivi tassi di rendimento per il titolo e per il mercato o indice rappresentativo. Anche queste cifre sono espresse in percentuali. Di solito i tassi di rendimento sono numeri che prendono in considerazione diversi mesi.
    • Entrambi o uno di questi valori possono essere negativi, il che significa che un investimento in quel titolo o mercato (indice) nel suo insieme porterà a una perdita rispetto all'investimento in quel periodo. Se uno solo dei due tassi è negativo, beta sarà negativa.
  3. 3
    Sottrai il tasso esente da rischio dal tasso di rendimento del titolo. Se il tasso di rendimento del titolo è 7 percento e il tasso esente da rischio è 2 percento, la differenza sarà 5 percento.
  4. 4
    Sottrai il tasso esente da rischio dal tasso di rendimento del mercato (o indice). Se il tasso di rendimento del mercato o indice è 8 percento e il tasso esente da rischio è di nuovo 2 percento, la differenza sarà 6 percento.
  5. 5
    Dividi la differenza tra il tasso di rendimento del titolo e il tasso esente da rischio per il tasso di rendimento. del mercato (o indice) meno il tasso esente da rischio. Questo restituisce beta, di solito espresso come un numero decimale. Nell'esempio sopra, beta sarà 5 diviso per 6, o 0,833.
    • Il beta del mercato stesso, o il suo indice rappresentativo, è per definizione 1,0, perché il mercato viene messo a confronto con se stesso e qualsiasi numero diverso da zero diviso per 1 rimane invariato.[2] Un beta minore di 1 indica che il titolo è meno volatile del mercato nel suo insieme, mentre un beta maggiore di 1 indica che il titolo è più volatile del mercato nel suo insieme. Il valore di beta può essere minore di zero, indicando due possibili scenari: il titolo sta perdendo denaro mentre il mercato sta guadagnando (più probabile); oppure il titolo sta guadagnando mentre il mercato sta perdendo denaro (meno probabile).
    • Quando si calcola beta, è comune, sebbene non necessario, usare l'indice rappresentativo del mercato in cui il titolo è scambiato. Per i titoli statunitensi, di solito si usa l'indice S&P 500, anche se una migliore analisi dei titoli industriali è fornita facendo il confronto con l'indice industriale Dow Jones. Per i titoli internazionali, il MSCI EAFE (che rappresenta Europa, Australasia ed Estremo Oriente) è un indice rappresentativo adatto.

2
Uso di Beta per Determinare il Tasso di Rendimento di un Titolo

  1. 1
    Trova il tasso esente da rischio. Si tratta dello stesso valore descritto sopra in "Calcolo di beta per un titolo". Per questa sezione, useremo lo stesso valore di 2 percento, come sopra.
  2. 2
    Determina il tasso di rendimento per il mercato o il suo indice rappresentativo. In questo esempio, useremo lo stesso 8 percento usato sopra.
  3. 3
    Moltiplica il valore di beta per la differenza tra il tasso di rendimento del mercato e il tasso esente da rischio. Per questo esempio, useremo il valore di beta di 1,5. Usando 2 percento per il tasso esente da rischio e 8 percento per il tasso di rendimento di mercato, darà 8 - 2, o 6 percento. Moltiplicato per un beta di 1,5, darà 9 percento.
  4. 4
    Aggiungi il risultato al tasso esente da rischio. Questo restituisce una somma di 11 percento, che è il tasso di rendimento previsto per il titolo.
    • Più alto è il valore di beta, più elevato sarà il tasso di rendimento previsto per quel titolo. Questo tasso di rendimento più elevato, tuttavia, è associato a un maggior rischio, il che rende necessario considerare altri fondamenti del titolo, prima di decidere se quel titolo sarà parte del portfolio di un investitore.

3
Uso dei Grafici di Excel per Calcolare Beta

  1. 1
    In Excel crea tre colonne dei prezzi. La prima colonna conterrà la data. Nella seconda colonna, inserisci i prezzi dell'indice; questo sarà il "mercato nel suo insieme" che metterai a confronto con il beta. Nella terza colonna, inserisci i prezzi dei titoli rappresentativi per cui stai calcolando beta.
  2. 2
    Inserisci i punti dati nel foglio di calcolo. Incomincia con intervalli mensili. Prendi una data, per esempio, l'inizio o la fine del mese, e inserisci il valore corrispondente per l'indice di mercato del titolo (prova ad usare il S&P 500) e poi il titolo rappresentativo per quel giorno. Scegli 15 o 30 recenti date, magari andando indietro di uno o due anni. Annota il prezzo dell'indice e il prezzo del titolo rappresentativo per quelle date.
    • Il calcolo di beta sarà più accurato, se si sceglie un intervallo più lungo. Il beta storico varia quando si monitora il titolo e l'indice per un periodo più lungo.
  3. 3
    A destra delle colonne dei prezzi crea due colonne di rendimento. Una colonna sarà per i rendimenti dell'indice; l'altra per i rendimenti del titolo. Userai una formula di Excel per calcolare i rendimenti, che imparerai nel prossimo passaggio.
  4. 4
    Inizia il calcolo dei rendimenti per l'indice di mercato del titolo. Nella seconda cella della colonna del rendimento di indice, digita un "=" (segno dell'uguale). Con il cursore, clicca la "seconda" cella nella colonna dell'indice, digita un "-" (segno meno) e poi clicca la prima cella nella colonna dell'indice. Digita un "/" (segno della divisione) e poi clicca di nuovo la prima cella nella colonna dell'indice. Clicca su "Invio".
    • Poiché il rendimento è un calcolo "durante un certo periodo", non metterai niente nella prima cella; lasciala vuota. Hai bisogno di almeno due punti dati per calcolare i rendimenti: ecco perché incominci dalla seconda cella della colonna dei rendimenti dell'indice.
    • Quello che devi fare è sottrarre il valore più recente da quello più vecchio e poi dividere il risultato con il valore più vecchio. Questo ti restituisce solamente la perdita o il guadagno percentuale per quel periodo.
    • La formula nella colonna dei rendimenti deve essere: =(B3-B2)/B2
  5. 5
    Usa la funzione di riempimento automatico per ripetere questa procedura per tutti i punti dati nella colonna dei prezzi dell'indice. Per fare questo clicca sul piccolo quadrato in basso a destra della cella rendimento dell'indice e trascinalo nel punto dati più in basso. In questo modo chiedi a Excel di replicare la stessa formula usata per ciascun punto dati.
  6. 6
    Ripeti la stessa procedura per il calcolo dei rendimenti, questa volta per il singolo titolo. Una volta fatto, dovresti avere due colonne, formattate in percentuali, che elencano i rendimenti per ogni indice di titolo e singolo titolo.
  7. 7
    Rappresenta i dati in un grafico. Evidenzia tutti i dati nelle due colonne dei rendimenti e clicca sull'icona Grafico in Excel. Dall'elenco delle opzioni seleziona un grafico a dispersione. Chiama l'asse delle X con l'indice che stai usando (es. S&P 500) e l'asse delle Y con il titolo che stai usando.
  8. 8
    Aggiungi al grafico una linea di tendenza. Lo puoi fare selezionando il layout di linea di tendenza nella versione di Excel più recente; oppure trovalo manualmente cliccando Grafico e Aggiungi linea di tendenza. Fai attenzione a mostrare l'equazione sul grafico e anche il valore R2.
    • Fai attenzione a scegliere una linea di tendenza lineare e non polinomiale o della media mobile.
    • Come fare a mostrare l'equazione e il valore R2 sul grafico, dipende dalla versione di Excel. Con le versioni più recenti, si può fare clic su Layout rapido di grafico e trovare il layout dell'equazione per il valore R2.
    • Nelle versioni più vecchie, naviga a Grafico, Aggiungi linea di tendenza, Opzioni. Spunta quindi entrambe le caselle vicine a "Visualizza equazione su grafico" e Visualizza valore R2 su grafico", rispettivamente.
  9. 9
    Trova il coefficiente per il valore "x" nell'equazione della linea di tendenza.[3] L'equazione della linea di tendenza sarà scritta nella forma "'y = βx + a. Il coefficiente della x è beta.

    • Il valore R2 rappresenta la relazione tra la varianza dei rendimenti del titolo e la varianza dei rendimenti del mercato nel suo insieme. Un numero grande, per esempio 0,869, indica una varianza tra i due molto correlata . Un numero basso, per esempio 0,253, indica una varianza tra i due meno correlata .[4]

4
Comprendere il Significato di Beta

  1. 1
    Impara a interpretare beta. Beta è il rischio, relativo a un intero mercato azionario, che un investitore assume, possedendo un certo titolo. Ecco perché devi confrontare i rendimenti di un singolo titolo con i rendimenti di un indice. L'indice è il punto di riferimento. Il rischio di un indice è fissato a 1. Un beta "minore" di 1 significa che il titolo è meno rischioso dell'indice con cui è confrontato. Un beta "maggiore" di 1 significa che il titolo è più rischioso dell'indice con cui è confrontato.
    • Considera questo esempio. Diciamo che il beta di Gino's Germ Exterminator è calcolato a 0 ,5. Questo significa che avrà un rischio dimezzato rispetto al S&P 500, il punto di riferimento con cui Gino's è confrontato. Se S&P va giù del 10%, il prezzo del titolo Gino's avrà una tendenza a scendere solo del 5%.
    • Come altro esempio, immagina che Frank's Funeral Service abbia un beta di 1,5 in confronto al S&P. Se il S&P scende del 10%, devi prevedere che il prezzo del titolo Frank's scenderà di "più" del S&P, o di circa il 15%.
  2. 2
    Impara che il rischio è anche correlato con il rendimento. Rischio elevato, elevato rendimento; rischio basso, rendimento ridotto. Un titolo con un beta basso non perderà quanto il S&P in discesa, ma nemmeno guadagnerà quanto il S&P quando farà registrare dei guadagni. D'altro canto, un titolo con un beta sopra all'1 perderà di più del S&P quando questo è in discesa, ma guadagnerà di più del S&P quando questo farà registrare un guadagno.
    • Per esempio, immagina che Vermeer's Venom Extraction abbia un beta di 0,5. Quando il mercato azionario sale al 30%, Vermeer's guadagna solo il 15%. Ma quando il mercato azionario perde il 30%, Vermeer's perde solo il 15%.
  3. 3
    Devi sapere che un titolo con un beta uguale a 1 varierà con il mercato. Se calcoli un beta del titolo che stai analizzando uguale a 1, non sarà più o meno rischioso dell'indice che hai usato come punto di riferimento. Il mercato sale del 2%, il tuo titolo sale del 2%; il mercata cala dell'8%, il tuo titolo cala dell'8%.
  4. 4
    Inserisci nel tuo portfolio sia titoli con un beta elevato che titoli con un beta basso, per una diversificazione adeguata. Una buona combinazione di titoli con beta alto e basso ti aiuterà a superare qualsiasi calo considerevole che potrebbe colpire il mercato. Naturalmente, poiché i titoli con un basso beta sono meno efficienti del mercato azionario nel suo insieme, durante un mercato in rialzo, una buona miscela di beta significa anche perdersi il meglio del meglio quando i tempi sono buoni.
  5. 5
    Nota che, come la maggior pare degli strumenti di previsioni finanziarie, beta non può prevedere il futuro. In realtà beta misura la volatilità di un titolo nel passato. Di solito facciamo una proiezione della volatilità nel futuro, ma non sempre in modo accurato. Il beta di un titolo può cambiare drasticamente da un anno all'altro. L'uso di un beta storico, quindi, non è sempre un modo accurato per predire la volatilità di un titolo.

Consigli

  • Beta analizza la volatilità di un titolo in un intervallo di tempo, senza considerare se il mercato fosse in rialzo o in discesa. Come con altri fondamenti, la prestazione passata che analizza non è una garanzia di come sarà la prestazione del titolo in futuro.

Avvertenze

  • Beta da solo non può determinare quali di 2 titoli è più rischioso, se il titolo con una volatilità più alta ha una correlazione più bassa dei suoi rendimenti con quelli del mercato e, se il titolo con una volatilità più bassa ha una correlazione più alta dei suoi rendimenti con quelli del mercato.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Matematica

In altre lingue:

English: Calculate Beta, Español: calcular beta, Português: Calcular Beta, 中文: 计算股票的 Beta 系数, Deutsch: Beta Faktor berechnen, Русский: найти бета коэффициент, Français: calculer le bêta, Bahasa Indonesia: Menghitung Beta, Tiếng Việt: Tính hệ số Beta

Questa pagina è stata letta 9 533 volte.

Hai trovato utile questo articolo?