Gli utili sono la porzione del reddito netto di un'azione che viene trattenuta dall'azienda e non viene data come dividendi agli azionisti. Questo denaro di solito viene reinvestito nell'azienda, e diventa la fonte principale per la crescita continua della compagnia, o viene usato per pagare i debiti.[1] Fare il calcolo degli utili e preparare una dichiarazione degli utili è una parte importante del lavoro di un contabile. In genere, gli utili per un determinato periodo sono calcolati sottraendo i dividendi che una compagnia ha pagato agli azionisti dal profitto netto.[2]

Parte 1 di 2:
Capire cosa sono gli utili

  1. 1
    Informati su dove sono registrati gli utili di un'azienda. Gli utili sono un resoconto permanente che appare nel bilancio di un'azienda sotto il titolo "Patrimonio netto". Il saldo del conto rappresenta i guadagni cumulativi della compagnia dalla formazione, che non stati distribuiti agli azionisti sotto forma di dividendi. Se il conto degli utili ha un saldo negativo, si chiama "disavanzo accumulato".
    • Conoscere gli utili cumulativi di un'azienda dalla formazione, consente di trovare il saldo degli utili dopo il successivo periodo di riferimento. Per esempio, se la compagnia ha degli utili cumulativi di 300.000€ e fa 160.000€ in utili durante il presente periodo di riferimento, saprai che il nuovo valore cumulativo per gli utili è 460.000€. Nel periodo successivo, se ottiene 450.000€ in utili, avrai un totale di 910.000€. In altre parole, dalla formazione dell'azienda, hai guadagnato abbastanza da "mantenere" 910.000€ per l'azienda, dopo aver pagato i salari, i costi operativi, i dividendi per gli azionisti, ecc.
  2. 2
    Comprendi la relazione tra gli investitori di un'azienda e gli utili. Gli investitori di una società redditizia si attendono un ritorno sull'investimento, come pagamento sotto forma di dividendi. Gli investitori, tuttavia, sono interessati alla crescita della società e che diventi più redditizia, così che i prezzi delle azioni aumentino. Gli investitori guadagneranno più denaro a lungo termine. Perché un'azienda possa crescere efficientemente, deve poter reinvestire i propri utili. Di solito, questo significa usare gli utili per migliorare in efficienza e/o espandere l'attività aziendale. In caso di successo, questo reinvestimento causa la crescita dell'azienda, aumentandone i redditi e i prezzi delle azioni; gli investitori guadagneranno così più denaro di quanto avessero fatto, se avessero richiesto inizialmente dividendi maggiori.
    • Se un'azienda genera dei profitti e ritiene una quantità significante di guadagni, ma non cresce, gli investitori di solito richiedono dei dividendi più alti, perché il denaro che consentono all'azienda di "mantenere" non è usato efficientemente per fare più soldi.[3]
    • Se un'azienda non fa degli utili "o" paga i dividendi, è improbabile che riesca a trovare degli investitori.
  3. 3
    Comprendi quali sono le forze che influenzano gli utili. Gli utili di un'azienda possono fluttuare da un periodo di riferimento all'altro. Questo, tuttavia, non è sempre il risultato di un cambiamento nel flusso di reddito. Sotto sono elencati dei fattori che possono influire sul saldo degli utili di un'azienda:
    • Un cambiamento nel reddito netto
    • Un cambiamento nella somma di denaro pagata come dividendi agli investitori.
    • Un cambiamento nel costo delle merci vendute
    • Un cambiamento nelle spese amministrative
    • Un cambiamento nelle tasse
    • Un cambiamento nella strategia di attività di un'azienda
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Calcolo degli utili di un'azienda

  1. 1
    Se è possibile, raccogli i dati necessari dai rendiconti dell'azienda. Le aziende devono documentare ufficialmente la propria storia finanziaria. Se possibile, anziché calcolarteli tutti da te, è più facile calcolare gli utili correnti usando questi valori ufficiali riguardanti gli utili aggiornati, il reddito netto e i dividendi pagati di un'azienda. Gli utili aggiornati al periodo più recente e la quota di partecipazione dovrebbero essere mostrati sul corrente bilancio, mentre il reddito netto dovrebbe trovarsi su un attuale conto economico.
    • Se riesci a trovare tutte queste informazioni, in pratica quello che devi fare per calcolare gli utili è seguire la formula qui sotto: Reddito netto - dividendi pagati = utili.
      • Quindi, per trovare gli utili cumulativi, aggiungi il valore degli utili appena calcolato al saldo degli utili più recente.
    • Per esempio, assumiamo che alla fine del 2011 la tua attività abbia avuto degli utili cumulativi pari a 512 milioni di Euro. Nel 2012, l'azienda ha avuto un reddito netto di 21,5 milioni di Euro e ha pagato 5,5 milioni di Euro in dividendi. Il saldo corrente per gli utili è:
      • 21,5 - 5,5 = 16
      • 512 + 16 = 528. L'azienda ha fatto degli utili di 528 milioni di Euro.
  2. 2
    Se non puoi avere le informazioni sul reddito netto, incomincia calcolando il margine lordo. Se non hai accesso a un singolo valore definitivo per il reddito netto, puoi calcolare gli utili di un'azione usando una procedura un po' più lunga. Inizia calcolando il margine lordo. Il margine lordo è una figura mostrata su un conto economico a stadi multipli, ed è determinato sottraendo i costi delle merci vendute dal denaro generato dalle vendite.[4]
    • Per esempio, assumiamo che un'azienda faccia 150.000€ nelle vendite per un trimestre, ma abbia dovuto spendere 90.000€ per comprare le merci necessarie per fare quei 150.000 €. Il margine lordo per questo trimestre è 150.000€ - 90.000€= 60.000€.
  3. 3
    Calcolala il reddito operativo. Il reddito operativo rappresenta il reddito di un'azienda dopo tutte le spese di vendita "e" dopo che tutte le spese operative, come i salari, sono state pagate. Per calcolarlo, sottrai i costi operativi di un'azienda (a parte il costo della merce venduta) dal margine lordo.
    • Diciamo che, nello stesso trimestre in cui l'azienda ha fatto un margine lordo di 60.000€, ha pagato 15.000€ in spese amministrative e salari. Il reddito operativo sarebbe 60.000€ - 15.000€ = 45.000€.
  4. 4
    Calcola il reddito netto ante imposte. Per fare ciò, sottrai le spese dovute a interessi, deprezzamento, ammortamento, dal reddito operativo dell'azienda. Deprezzamento e ammortamento, la riduzione in valore degli attivi (tangibile e intangibile) durante la loro durata, sono registrati sotto la voce spese nei conti economici.[5] Se una compagnia acquista un pezzo di equipaggiamento di 10.000€ con una durata di 10 anni, risulterà in spese di deprezzamento di 1.000€ all'anno, assumendo che il suo valore si deprezzi a un tasso regolare.
    • Assumiamo che l'azienda abbia delle spese in interessi di 1.200€ e spese di deprezzamento di 4.000€. Il reddito netto ante imposte sarà di 45.000€ - 1.200€- 4.000€ = 39.800€.
  5. 5
    Calcola il reddito netto post imposte. Le spese finali da considerare sono le tasse. Per fare ciò, prima applica l'aliquota d'imposta dell'azienda al reddito netto ante imposte (moltiplicandoli tra loro). Quindi, per ottenere il reddito netto post imposte, sottrai questo valore dalla figura ante imposte.
    • Nel nostro esempio, assumiamo che l'aliquota forfettaria sia del 34%. Le spese per le imposte saranno 34%(0,34) × 39.800€ = 13.532€.
    • Quindi, sottraiamo il risultato dalla somma ante imposte come segue: 39.800€ - 13.532€ = 26.268€.
  6. 6
    Per finire, sottrai i dividendi pagati. Ora che abbiamo trovato il reddito netto dell'azienda, dopo aver considerato tutte le spese, abbiamo un valore che possiamo usare per trovare gli utili per il periodo di riferimento attuale. Per trovare questo valore, sottrai i dividendi pagati dal reddito netto post imposte.
    • Nel nostro esempio, assumiamo questo trimestre di avere pagato agli investitori 10.000 Euro. Gli utili dell'attuale periodo saranno 26.268€ - 10.000€ o 16.268€.
  7. 7
    Calcola il saldo attuale del conto degli utili. Non dimenticare che gli utili sono un conto cumulativo che considera il cambiamento netto negli utili dalla formazione di un'azienda al momento attuale. Per ottenere gli utili totali, aggiungi gli utili per il periodo corrente al saldo del conto riferito alla fine dell'ultimo periodo.
    • Assumiamo che l'azienda abbia ritenuto 30.000€ in guadagni fino ad oggi. Il conto degli utili avrà un saldo di 30.000€ + 16.268€ = 46.268€.
    Pubblicità

Consigli

  • Da notare che gli esempi descritti sopra sono validi per qualsiasi valuta.

Pubblicità

Cose che ti serviranno

  • Un bilancio
  • Un conto economico

wikiHow Correlati

Come

Calcolare l'Equivalente a Tempo Pieno (FTE)

Come

Avviare un Linea di Abbigliamento in Proprio

Come

Calcolare l'Indice di Rotazione del Magazzino

Come

Iniziare un Business Senza Soldi

Come

Calcolare il Margine Lordo

Come

Usare un Registratore di Cassa

Come

Calcolare i Costi Variabili

Come

Aprire un'Attività

Come

Avviare una Piccola Impresa

Come

Calcolare il Margine di Contribuzione

Come

Vendere un Prodotto

Come

Creare una Brochure con Microsoft Word

Come

Guadagnare Subito dei Soldi Senza Chiederli in Prestito

Come

Avviare la tua Linea di Gioielli
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 8 728 volte
Categorie: Business
Questa pagina è stata letta 8 728 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità