Come Calcolare i Kilowatt Usati dalle Lampadine

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 12 Riferimenti

In questo Articolo:Kilowatt e KilowattoraCalcolare i Costi

Ti sei mai chiesto quanto ti costa tenere accesa una lampadina? Vale davvero la pena passare alle lampade fluorescenti compatte (CFL) o a quelle a LED? Per scoprirlo, ti basta conoscere il wattaggio della lampadina e il costo dell'elettricità a casa tua. Sostituendo una vecchia lampadina a incandescenza con alternative più efficienti da un punto di vista energetico, potrai risparmiare qualche euro già dal primo anno e ancora più soldi nel lungo periodo.

Parte 1
Kilowatt e Kilowattora

  1. 1
    Scopri il wattaggio della lampadina. Spesso troverai questo valore stampato direttamente sul bulbo, seguito da una W. Se così non fosse, controlla la confezione. Il watt è l'unità di misura della potenza, ovvero dell'energia usata dalla lampadina in un secondo.
    • Ignora le frasi come "equivalente a 100 watt", utilizzate per confrontare la luminosità di due lampade. Scopri l'effettivo numero di watt assorbiti dalla lampadina.
  2. 2
    Dividi il numero per mille. In questo modo otterrai la potenza assorbita dalla lampadina in kilowatt. Per dividere per mille ti basta spostare la virgola di tre cifre a sinistra.
    • Esempio 1: una tipica lampadina a incandescenza assorbe 60 watt di potenza, ovvero 60 / 1000 = 0,06 kW.
    • Esempio 2: una tipica lampadina fluorescente consuma 15 watt, ovvero 15 / 1000 = 0,015 kW. Questo modello assorbe circa un quarto della potenza rispetto a quello a incandescenza.
  3. 3
    Stima il numero di ore in cui la lampadina resta accesa in un mese. Per calcolare il valore della bolletta, devi sapere per quanto tempo utilizzi la lampadina. Presumendo che tu riceva la bolletta dell'elettricità ogni mese, conta le ore in cui la lampadina resta accesa in 30 giorni.
    • Esempio 1: la tua lampadina da 0,06 kW resta accesa 6 ore al giorno, tutti i giorni. In trenta giorni, il totale equivale a (30 giorni al mese * 6 ore al giorno) 180 ore al mese.
    • Esempio 2: la tua lampadina fluorescente da 0,015 kW resta accesa per 3 ore al giorno, tre giorni a settimana. In un mese, le ore di utilizzazione sono circa (3 ore al giorno * 3 giorni a settimana * 4 settimane al mese) 28.
  4. 4
    Moltiplica i kilowatt consumati per il numero di ore. La società elettrica che ti fornisce l'energia ti fa pagare ogni "kilowattora" (kWh), ovvero ogni kilowatt di potenza utilizzato per un'ora. Per scoprire quanti kilowattora consuma la tua lampadina in un mese, moltiplica il consumo in kilowatt per il numero di ore per le quali resta accesa.
    • Esempio 1: la lampadina a incandescenza utilizza 0,06 kW di potenza e resta accesa per 180 ore al mese. Il suo consumo di energia equivale a (0,06 kW * 180 ore al mese) 10,8 kilowattora al mese.
    • Esempio 2: la lampadina fluorescente utilizza 0,015 kW ed è accesa per 28 ore al mese. Il suo consumo di energia equivale a (0,015 kW * 28 ore al mese) 0,42 kilowattora al mese.

Parte 2
Calcolare i Costi

  1. 1
    Calcola il costo di utilizzo della lampadina. Controlla sulla bolletta il costo di ogni kilowattora di elettricità (il costo medio del kWh è di 0,20 € in Europa e di 0,12 $ negli Stati Uniti.[1]). Moltiplica tale valore per il numero di kWh consumati dalla lampadina in un mese per stimare quanto ti costa l'energia assorbita da essa.
    • Esempio 1: la tua società elettrica ti fa pagare 20 centesimi di euro al kWh, ovvero 0,2 €. La lampadina a incandescenza consuma 10,8 kWh al mese, quindi ti costa (0,2 €/kWh * 10,8 kWh al mese) 2,16 € al mese.
    • Esempio 2: se il costo dell'energia resta invariato, la lampada fluorescente ti costa (0,2 €/kWh * 0,42 kWh al mese) 0,084 € al mese, o circa 8 centesimi.
  2. 2
    Risparmia sulla bolletta della luce. Le lampadine costituiscono circa il 5% della spesa per l'energia elettrica nelle nostre abitazioni.[2] Anche se altri metodi di risparmio energetico hanno effetti maggiori sulla bolletta, sostituire le lampadine a incandescenza è sempre una scelta oculata, nel lungo periodo:[3][4]
    • Recupererai il costo della sostituzione di una lampadina a incandescenza con una CFL in circa nove mesi. La nuova lampada durerà anche nove volte di più di quella vecchia, facendoti risparmiare ancora più denaro nel lungo periodo.
    • Le luci a LED sono ancora più efficienti e hanno una vita utile di circa 50.000 ore (quasi sei anni di uso costante). Prima di doverle cambiare, ti faranno risparmiare circa 10 € l'anno.[5]
  3. 3
    Scegli i modelli più adatti per sostituire le lampadine che possiedi. Considera gli aspetti seguenti per ottenere il massimo risparmio:[6][7][8]
    • Le lampadine CFL scadenti possono bruciarsi rapidamente. Acquista solo modelli con una classificazione A+ o superiore.
    • Se sei fortunato, sulla confezione troverai riportati i "lumen", ovvero un'indicazione della luminosità del prodotto. In caso contrario, segui questa approssimazione: una lampadina a incandescenza da 60 watt brilla con la medesima intensità di una lampada CFL da 15 watt o da una luce a LED da 10 watt.
    • Cerca una descrizione del colore della luce. "Bianco caldo" è la luce più simile al tono giallo delle lampadine a incandescenza. Il colore "Bianco freddo" acuisce i contrasti, creando una sensazione sgradevole negli ambienti residenziali.[9]
    • Le lampade a LED "direzionali" concentrano la loro luce in una piccola zona, invece di illuminare tutta una stanza.

Consigli

  • I watt sono l'unità di misura della potenza, non della luminosità. Una lampadina CFL da 15 W brilla con la stessa intensità di una a incandescenza da 60 W, perché è più efficiente. Le luci a LED sono ancora più efficienti e possono produrre la stessa luminosità con meno di 8 watt di potenza.[10]
  • Non credere al mito che lasciando accese le lampadine fluorescenti tu possa risparmiare. In effetti, accendere quelle lampade richiede un consumo di energia notevole, ma lasciandole accese consumeranno certamente di più.[11]

Avvertenze

  • Verifica le caratteristiche della lampada prima di passare a una lampadina a maggiore assorbimento di potenza. Ogni lampada ha un wattaggio massimo. Usando un modello troppo potente potresti provocare un corto circuito o danni di altro tipo.
  • Una lampadina realizzata per un voltaggio superiore a quello fornito dal tuo sistema elettrico userà meno watt di quelli indicati sulla confezione. I kilowattora assorbiti saranno di meno, ma la luce sarà più fioca e più gialla.[12] Ad esempio, una lampadina da 60 watt e 130 V alimentata da un circuito da 120 V assorbirà meno di 60 watt ed emetterà una luce più gialla e fioca rispetto a un modello progettato per operare a 120 V.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Manutenzione Domestica

In altre lingue:

English: Calculate Kilowatts Used by Light Bulbs, Español: calcular los kilovatios usados por las bombillas, Português: Calcular os Kilowatts Usados Pelas Lâmpadas, Русский: рассчитать, сколько киловатт потребляют ваши лампочки, Français: calculer le nombre de kilowatts consommés par une ampoule, Bahasa Indonesia: Menghitung Konsumsi Kilowatt pada Bola Lampu, Nederlands: Het verbruik van een lamp in kW berekenen, Deutsch: Kilowatt berechnen die von Glühbirnen verbraucht werden

Questa pagina è stata letta 47 443 volte.
Hai trovato utile questo articolo?