Come Calcolare il Costo del Capitale di Debito

Scritto in collaborazione con: Michael R. Lewis

In questo Articolo:Comprendere il Debito SocietarioCalcolare il Costo del Capitale di Debito al Netto delle TasseCalcolare il Costo Medio del Capitale di DebitoCalcolare il Costo del Capitale di Debito al Lordo delle Tasse12 Riferimenti

Il costo del capitale di debito è il tasso di interesse effettivo che un'azienda paga sui fondi presi in prestito da istituti finanziari o da altre fonti. Questi debiti possono essere delle obbligazioni, dei prestiti o altre forme di finanziamento. Le società possono calcolare il costo del capitale di debito prima o dopo il pagamento delle tasse; dato che gli interessi sono in genere deducibili, è prassi comune considerare il costo al netto delle imposte. Si tratta di un'informazione utile per trovare il finanziamento con il tasso di interesse più adatto alla situazione economica di un'azienda; si utilizza inoltre per misurare il rischio di una compagnia, considerato che quelle meno solide hanno generalmente un costo del capitale di debito maggiore.

Parte 1
Comprendere il Debito Societario

  1. 1
    Studia i concetti fondamentali del debito societario. Il debito è il denaro che viene concesso in prestito da un soggetto terzo e che deve essere restituito entro una data concordata. La compagnia che prende il denaro in prestito è detta debitrice, mentre quella che lo mette a disposizione è chiamata creditrice. Le aziende ottengono il denaro accendendo mutui, finanziamenti oppure emettendo obbligazioni.[1]
  2. 2
    Comprendi il significato di mutuo e finanziamento. Le banche o gli altri istituti di credito offrono dei finanziamenti commerciali che le aziende usano per diversi scopi, come acquistare beni strumentali, aumentare la forza lavoro, comprare o rinnovare delle proprietà, acquisire altre società o fondersi con esse.[2]
    • I creditori non hanno alcuna titolarità sull'azienda debitrice.
    • I creditori non hanno alcun potere di voto nel consiglio di amministrazione dell'azienda debitrice.
    • Gli interessi pagati sul debito sono deducibili dalle tasse.
    • Il debito non pagato è una passività.
  3. 3
    Studia i vari tipi di obbligazioni societarie. Le aziende che devono prendere in prestito grandi somme di denaro emettono in genere delle obbligazioni che gli investitori comprano con denaro contante. Alla scadenza dell'obbligazione, l'azienda che l'ha emessa restituisce il capitale e gli interessi.[3]
    • Gli investitori che comprano obbligazioni non acquisiscono alcuna titolarità sull'azienda.
    • L'interesse pagato agli investitori è quello dichiarato all'atto di emissione dell'obbligazione e può differire dai tassi di interesse stabiliti dalle banche centrali.
    • Le fluttuazioni dei tassi di interesse stabiliti dalle banche centrali possono far variare il valore delle obbligazioni per gli investitori, ma non modificano il tasso di interesse pagato dall'azienda che le ha emesse.

Parte 2
Calcolare il Costo del Capitale di Debito al Netto delle Tasse

  1. 1
    Comprendi il motivo per cui si calcola questo valore. Gli interessi che un'azienda paga sul debito sono deducibili dalle tasse; di conseguenza, è più preciso considerarli come un risparmio fiscale quando si calcola il costo del capitale di debito. Il costo netto del capitale di debito è pari all'interesse pagato meno la quota deducibile dalle tasse.[4] Tale valore fornisce agli investitori maggiori informazioni in merito alla solidità di un'azienda; le compagnie con un costo del capitale di debito elevato, rappresentano un rischio maggiore.[5]
  2. 2
    Determina l'aliquota dell'imposta sul reddito della società. Lo Stato impone una tassazione differenziata, in scaglioni, in base al reddito imponibile.[6]
    • Per i redditi dell'anno 2015, lo Stato italiano ha imposto una tassazione sul reddito compresa fra il 23 e il 43% e suddivisa in cinque scaglioni.[7] La prima aliquota si applica ai redditi fino a € 15.000 annui, mentre l'ultima aliquota ai redditi che superano i € 75.000.
    • Per conoscere lo scaglione in cui rientra un'azienda si devono tenere in considerazione le spese dedotte.
    • La normativa in merito alle aliquote, alle spese deducibili e detraibili è suscettibile a continue modifiche; verifica le leggi in vigore prima di procedere ai calcoli.
  3. 3
    Determina il tasso di interesse sul debito. Quelli che vengono applicati sui prestiti dipendono dal valore del capitale concesso, dal tipo di istituto di credito a cui ci si rivolge e al genere di attività economica che viene finanziato con tale denaro; queste informazioni sono reperibili sui documenti messi a disposizione dall'istituto di credito. I tassi di interesse sulle obbligazioni sono dichiarati all'atto dell'emissione dell'obbligazione stessa.
  4. 4
    Calcola il tasso di interesse modificato. Moltiplica il tasso di interesse per 1 meno l'aliquota fiscale a cui è soggetta l'azienda.
    • Ad esempio, considera una società che deve pagare il 35% di tasse e che emette un'obbligazione con tasso di interesse nominale pari al 5%. Il tasso di interesse modificato si ottiene dall'equazione 0,05 x (1 - 0,35) = 0,0325. In questo esempio, il tasso di interesse al netto della pressione fiscale è pari a 3,25%. Il costo del capitale di debito al netto delle tasse dovrebbe essere calcolato usando questo valore.[8]
    • Nei calcoli finanziari dell'industria, il costo del capitale di debito viene rappresentato usando il tasso di interesse modificato invece che una somma di denaro.[9]
  5. 5
    Calcola il costo annuale del capitale di debito. Per farlo, moltiplica il tasso di interesse al netto dei tributi per il capitale di debito.
    • Ad esempio, supponi che il valore del capitale di un'obbligazione sia di € 100.000 e che il tasso di interesse al netto delle imposte sia del 3%. Il costo annuale del capitale di debito è pari a: € 100.000 x 0,03 = € 3.000. In tal caso, il costo annuale dell'obbligazione è di € 3.000.

Parte 3
Calcolare il Costo Medio del Capitale di Debito

  1. 1
    Sappi il motivo per cui si calcola questo valore. Per molte aziende, soprattutto quelle particolarmente grandi, il capitale che origina dai finanziamenti è composto da più di un tipo di debito. A un livello più semplice, la maggior parte delle compagnie ha differenti tipi di prestito, ad esempio per l'acquisto di numerose vetture e un mutuo per una proprietà immobiliare. In ogni caso, è necessario sommare il costo del capitale di debito di ciascun prestito per trovare quello totale dell'azienda.
    • Il valore medio unisce i costi ponderati dei capitali di debito per ciascun finanziamento richiesto. Per ottenere dei dati precisi, si usano i calcoli al netto delle imposte, dato che è il metodo utilizzato dalle aziende nella vita reale.
  2. 2
    Calcola il costo ponderato del capitale di debito. A questo scopo, devi calcolare quello relativo a ciascun tipo di prestito ottenuto dalla società. Usa il metodo descritto in precedenza per ottenere i dati al netto delle tasse; in seguito, devi trovare il costo medio ponderato calcolando la media dei singoli costi in rapporto alla quota che rappresentano del debito totale.
    • Per maggiori informazioni in merito, leggi questo articolo.
    • Per esempio, immagina che la compagnia abbia un debito totale di € 100.000. Questo è formato da un prestito di € 25.000 e da € 75.000 in obbligazioni che hanno un costo al netto delle tasse rispettivamente pari al 3 e al 6%.
    • Il costo medio del capitale di debito dovrebbe essere calcolato moltiplicando il costo del prestito per la quota che rappresenta sul totale (€ 25.000 / € 100.000 = 0,25) e aggiungendo al risultato il costo delle obbligazioni moltiplicato per la quota che rappresentano sul totale (€ 75.000 / € 100.000 = 0,75).
    • Di conseguenza, il costo medio ponderato del debito è: 0,25*3% + 0,75*6%=0,75% + 4,5%= 5,25%.
  3. 3
    Comprendi l'utilità di questa informazione. Una volta che conosci il costo del capitale di debito di un'azienda, puoi analizzare il suo stato finanziario o eseguire ulteriori calcoli; conoscere tale dato ti permette di confrontare più società.
    • Un costo del capitale di debito elevato è associato a compagnie meno solide e a rischio maggiore;[10] gli investitori osservano in genere questo dato per valutare una potenziale azienda in cui investire.

Parte 4
Calcolare il Costo del Capitale di Debito al Lordo delle Tasse

  1. 1
    Comprendi il motivo per cui si calcola questo dato. Conoscere il costo del debito al lordo delle imposte è fondamentale nel caso le leggi fiscali cambiassero. Se un anno le normative vengono modificate e all'azienda non è più concesso di dedurre gli interessi sui prestiti, questa deve saper calcolare il costo del capitale di debito al lordo della pressione fiscale.[11]
  2. 2
    Calcola il costo del capitale di debito. Si moltiplica il tasso di interesse per il capitale finanziato. Ad esempio, per un'obbligazione di € 100.000 con un tasso di interesse del 5% (prima delle tasse), il costo è € 100.000 x 0,05 = € 5.000.
    • Il secondo metodo sfrutta il tasso di interesse modificato al netto delle tasse e l'aliquota fiscale dell'azienda.
  3. 3
    Calcola il costo del debito usando il tasso di interesse modificato al netto delle tasse. Se l'azienda non è in grado di calcolare il costo del prestito al lordo delle imposte, ma ha bisogno di tale informazione, può ricavarla grazie al tasso di interesse al netto della pressione fiscale. Ad esempio, considera un'azienda soggetta a un'aliquota fiscale pari al 40% che ha emesso delle obbligazioni per € 100.000 con un costo dopo le tasse pari a € 3.000.[12]
    • Esprimi l'aliquota fiscale in decimali usando la formula: 40 / 100 = 0,40. Sottrai il risultato da 1: 1 - 0,40 = 0,60.
    • Calcola il costo del capitale di debito al lordo dei tributi dividendo il costo netto per il risultato che hai ottenuto. Nell'esempio precedente: € 3.000 / 0,60 = € 5.000: questo è il costo del capitale di debito al lordo delle tasse.
  4. 4
    Calcola il costo del capitale di debito prima delle tasse per tutta la durata del prestito. Moltiplica il costo calcolato in precedenza per la durata (in anni) del finanziamento.
    • Ad esempio, supponi che l'azienda abbia emesso un'obbligazione di due anni. Il costo totale del debito prima delle tasse si ottiene moltiplicando quello annuale per 2. Di conseguenza: € 5.000 x 2 = € 10.000. Nell'esempio considerato, il costo totale del capitale di debito prima delle imposte è pari a € 10.000.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Michael R. Lewis. Michael R. Lewis è un dirigente aziendale in pensione, un imprenditore e un consulente di investimento che vive in Texas. Ha oltre 40 anni di esperienza nel settore di Business e Finanza.

Categorie: Finanza Business e Materie Legali

In altre lingue:

English: Calculate the Cost of Debt, Português: Calcular o Custo da Dívida, Русский: вычислить стоимость займа, Español: calcular el costo de deuda, Deutsch: Die Kosten einer Geldschuld berechnen, Français: calculer le cout de la dette, Bahasa Indonesia: Menghitung Biaya Utang, Tiếng Việt: Tính chi phí sử dụng nợ

Questa pagina è stata letta 11 701 volte.
Hai trovato utile questo articolo?