Come Calcolare l'Intensità di un Vettore

In questo Articolo:Calcolare l'Intensità di un Vettore che Parte dall'Origine del Piano CartesianoCalcolare l'Intensità di un Vettore Lontano dall'Origine del Piano CartesianoRiferimenti

I vettori sono elementi che compaiono molto frequentemente nella risoluzione dei problemi legati alla fisica. I vettori vengono definiti con due parametri: l'intensità (o modulo o magnitudine) e la direzione.[1] L'intensità rappresenta la lunghezza del vettore, mentre la direzione rappresenta la direzione verso cui è orientato. Calcolare il modulo di un vettore è un'operazione semplice che si compie con pochi passaggi. Esistono altre operazioni importanti che si possono eseguire fra vettori, tra cui sommare e sottrarre due vettori, individuare l'angolo compreso fra due vettori e calcolare il prodotto vettoriale.

1
Calcolare l'Intensità di un Vettore che Parte dall'Origine del Piano Cartesiano

  1. 1
    Determina le componenti di un vettore. Ogni vettore può essere rappresentato graficamente in un piano cartesiano utilizzando le componenti orizzontali e verticali (relative rispettivamente all'asse X e Y).[2] In questo caso verrà descritto da una coppia di coordinate cartesiane v = (x, y).
    • Ad esempio, immaginiamo che il vettore in oggetto abbia una componente orizzontale pari a 3 e una verticale pari a -5; la coppia di coordinate cartesiane sarà la seguente (3, -5).
  2. 2
    Disegna il vettore. Rappresentando le coordinate vettoriali sul piano cartesiano otterrai un triangolo rettangolo. L'intensità del vettore sarà uguale all'ipotenusa del triangolo ottenuto; quindi, per calcolarla potrai utilizzare il teorema di Pitagora.
  3. 3
    Utilizza il teorema di Pitagora per risalire alla formula utile a calcolare l'intensità di un vettore. Il teorema di Pitagora afferma quanto segue: A2 + B2 = C2. "A" e "B" rappresentano i cateti del triangolo che nel nostro caso sono le coordinate cartesiane del vettore (x,y), mentre "C" è l'ipotenusa. Dato che l'ipotenusa è esattamente la rappresentazione grafica del nostro vettore, si dovrà utilizzare la formula base del teorema di Pitagora per individuare il valore di "C":
    • x2 + y2 = v2.
    • v = √(x2 + y2).
  4. 4
    Calcola l'intensità del vettore. Utilizzando l'equazione del passaggio precedente e i dati del vettore di esempio, puoi procedere a calcolarne l'intensità.
    • v = √(32+(-5)2).
    • v =√(9 + 25) = √34 = 5,831
    • Non preoccuparti se il risultato non è rappresentato da un numero intero; l'intensità di un vettore può essere espressa da un numero decimale.

2
Calcolare l'Intensità di un Vettore Lontano dall'Origine del Piano Cartesiano

  1. 1
    Determina le coordinate di entrambi i punti del vettore. Ogni vettore può essere rappresentato graficamente in un piano cartesiano utilizzando le componenti orizzontali e verticali (relative rispettivamente all'asse X e Y).[3] Quando il vettore nasce nell'origine degli assi del piano cartesiano, viene descritto da una coppia di coordinate cartesiane v = (x, y). Dovendo rappresentare un vettore lontano dall'origine degli assi del piano cartesiano, si avrà invece la necessità di utilizzare due punti.
    • Ad esempio, il vettore AB è descritto dalle coordinate del punto A e del punto B.
    • Il punto A ha una componente orizzontale pari a 5 e una verticale pari a 1, quindi la coppia di coordinate è (5, 1).
    • Il punto B ha una componente orizzontale pari a 1 e una verticale pari a 2, quindi la coppia di coordinate è (1, 1).
  2. 2
    Utilizza la formula modificata per calcolare l'intensità del vettore in oggetto. Dato che in questo caso il vettore è rappresentato da due punti del piano cartesiano, dobbiamo sottrarre le coordinate X e Y prima di poter utilizzare la formula nota per calcolare il modulo del nostro vettore: v = √((x2-x1)2 +(y2-y1)2).[4]
    • Nel nostro esempio il punto A è rappresentato dalle coordinate (x1, y1), mentre il punto B dalle coordinate (x2, y2).
  3. 3
    Calcola l'intensità del vettore. Sostituiamo le coordinate dei punti A e B all'interno della formula data e procediamo all'esecuzione dei relativi calcoli. Usando le coordinate del nostro esempio otterremo quanto segue:
    • v = √((x2-x1)2 +(y2-y1)2)
    • v = √((1-5)2 +(2-1)2)
    • v = √((-4)2 +(1)2)
    • v = √(16+1) = √(17) = 4,12
    • Non preoccuparti se il risultato non è rappresentato da un numero intero; l'intensità di un vettore può essere espressa da un numero decimale.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 12 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Fisica

In altre lingue:

English: Find the Magnitude of a Vector, Español: encontrar la magnitud de un vector, Português: Achar a Magnitude de um Vetor, 中文: 得到向量的大小, Русский: найти величину вектора, Français: trouver la norme d'un vecteur, Bahasa Indonesia: Mencari Besar Vektor, Nederlands: De grootte van een vector bepalen, Tiếng Việt: Tính độ lớn của véc tơ, العربية: حساب مقدار المتجهات, ไทย: หาขนาดของเวกเตอร์

Questa pagina è stata letta 44 492 volte.
Hai trovato utile questo articolo?