Come Calcolare la Differenza in una Tabella Pivot

Le tabelle pivot sono molto utili per analizzare e spiegare i dati in Excel, ma possono essere anche fonte di confusione. Per funzionare correttamente, alcune funzioni – come il calcolo delle differenze – devono essere eseguite in modo appropriato. Purtroppo il procedimento non è ben spiegato nella sezione di aiuto di Excel, quindi ecco come calcolare la differenza in una tabella pivot senza dover ricorrere a formule estranee.

Passaggi

  1. 1
    Avvia Microsoft Excel.
  2. 2
    Apri il foglio elettronico contenente i dati della tabella pivot con cui stai lavorando.
  3. 3
    Seleziona la scheda del foglio contenente i dati di origine.
    • Potrebbe trattarsi o meno dello stesso foglio in cui si trova la tabella pivot.
  4. 4
    Determina il calcolo che desideri eseguire.
  5. 5
    Inserisci una colonna per gli importi delle differenze.
    • Per esempio, supponiamo tu voglia che la tabella pivot includa un campo che mostri la differenza tra le colonne G e H, contenenti entrambi dei campi numerici.
    • Clicca con il tasto destro sulla colonna I e scegli "Inserisci colonna" dal menu a comparsa. Verrà inserita una colonna a destra della colonna H, e tutte le colonne di dati successive verranno spostate di una posizione verso destra.
  6. 6
    Inserisci un nome per la colonna, come ad esempio "Differenza".
  7. 7
    Crea una formula nella prima cella della nuova colonna per calcolare la differenza.
    • Utilizzando l'esempio precedente, la formula sarà simile a "=H1-G1" nel caso tu voglia sottrarre la colonna G dalla colonna H; "=G1-H1" per eseguire l'operazione contraria.
    • Assicurati che la sintassi della formula sia corretta affinché restituisca il numero positivo o negativo desiderato.
  8. 8
    Copia e incolla la formula in tutte le altre celle della nuova colonna.
  9. 9
    Clicca sulla scheda del foglio contenente la tabella pivot, se diversa dalla posizione dei dati di origine.
  10. 10
    Modifica i dati di origine della tabella pivot.
    • In Excel 2003, riavvia la procedura guidata della tabella pivot cliccando sulla tabella e scegliendo "Wizard" dal menu a comparsa.
    • In Excel 2007 o 2010, clicca sul pulsante "Modifica origine dati" sulla scheda "Opzioni strumenti pivot".
    • Clicca e trascina per evidenziare un nuovo intervallo, o modifica semplicemente la formula già presente nel campo "Intervallo" per includere la colonna seguente.
  11. 11
    Aggiorna la tabella pivot cliccando sul relativo pulsante.
  12. 12
    Aggiungi la colonna delle differenze alla tabella pivot cliccando sul nome della colonna e trascinandolo nel campo "Valori" della procedura guidata.
    • Affinché le colonne appaiano nell'ordine corretto nella tabella pivot, potrebbe essere necessario riordinare i nomi delle colonne nella sezione "Valori". Per modificare l'ordine delle colonne, clicca e trascina i nomi dalla sezione "Valori" o direttamente all'interno della tabella pivot.
    Pubblicità

Consigli

  • Verifica e controlla gli importi totali restituiti nella tabella pivot, confrontandoli con quelli dei dati di origine. Assicurati che l'intervallo dei dati della tabella non includa la riga del totale presente nella tabella dei dati di origine. La tabella pivot potrebbe interpretarla come una riga di dati aggiuntiva, e non una riga del totale.
  • Ricorda che tutte le modifiche ai dati effettivi riportati in una tabella pivot devono essere effettuate all'interno della tabella dei dati di origine. Non è possibile modificare o alterare il contenuto delle celle in una tabella pivot.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Office
Questa pagina è stata letta 11 469 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità