Come Calcolare la Percentuale di Aumento di un Costo

3 Metodi:Trovare le Informazioni sui CostiCalcolare la Percentuale di Incremento del CostoUsare la Percentuale di Incremento

Dato che i prezzi di molti beni d'uso comune aumentano, può essere necessario calcolare tale incremento per fare delle previsioni di spesa o per questioni contabili. Uno dei valori utili a questo scopo è la percentuale di aumento del costo di un oggetto o degli oggetti che acquisti regolarmente, per uso sia personale sia aziendale, soprattutto se stai stilando un budget per l'economia familiare o della società oppure se stai aiutando altre persone a gestire le proprie finanze (ad esempio, stai insegnando a dei bambini a organizzare le spese). Per calcolare questo dato, è sufficiente conoscere il prezzo passato e attuale del bene ed eseguire alcune operazioni matematiche.

1
Trovare le Informazioni sui Costi

  1. 1
    Cerca di ricordare il prezzo precedente di un oggetto. Il modo più semplice per recuperare questo dato è fare affidamento sulla memoria. Forse hai acquistato per anni un bene al supermercato o al negozio di alimentari sempre allo stesso prezzo; potrebbe essere un prodotto basilare della tua spesa settimanale oppure un capo di abbigliamento che compri regolarmente. Ad esempio, supponi che il prezzo di un litro di latte sia da diversi anni di € 2,50; questo valore rappresenta il costo passato che ti serve per eseguire i calcoli.
  2. 2
    Verifica il prezzo attuale. Se il costo di un bene ha subito un incremento, puoi calcolare la percentuale dell'aumento. Tuttavia, devi conoscere anche il prezzo applicato attualmente, verifica quindi in negozio il dato in questione. Per esempio, immagina che un litro di latte costi ora € 3,50 contro i € 2,50 del passato; grazie a queste informazioni, puoi calcolare la percentuale di incremento.
    • Prima di confrontare i prezzi, accertati che entrambi i prezzi (attuale e passato) facciano riferimento al medesimo prodotto; se un bene è di qualità migliore rispetto all'altro, i due valori non sono comparabili.[1]
  3. 3
    Svolgi alcune ricerche in merito al costo. A volte, recuperare le informazioni che riguardano i prezzi passati di un bene non è così semplice come appellarsi alla propria memoria. Ad esempio, quando confronti i prezzi di parecchio tempo fa con quelli attuali di beni che non hai mai comprato, devi trovare i dati in qualche altro modo. Lo stesso vale per i parametri di misura dei costi (invece che per i prezzi dei beni), come l'indice dei prezzi al consumo (che permette di conoscere il prezzo medio dei beni acquistati in un Paese) o il potere d'acquisto dell'euro.[2]
    • In questi casi, devi fare alcune ricerche online per conoscere i prezzi precedenti; prova a digitare il nome del bene a cui sei interessato e l'anno di riferimento aggiungendo le parole "costo" oppure "prezzo" per trovare i dati che desideri.
    • Puoi consultare il sito dell'Istat o di altri organismi analoghi.
  4. 4
    Trova il prezzo attuale. Per ogni informazione pregressa di costo hai bisogno di conoscere anche il valore del momento per procedere a un confronto. Cerca di individuare la versione moderna del bene o del parametro che stai studiando che sia la più simile possibile a quella del passato; accertati che non ci siano differenze di qualità o caratteristiche aggiuntive e utilizza i dati più recenti dell'anno in corso.[3]

2
Calcolare la Percentuale di Incremento del Costo

  1. 1
    Impara la formula della percentuale di aumento. Tale equazione permette di trovare la percentuale dell'incremento del prezzo di un bene in relazione al suo costo precedente. Scritta per esteso la formula si presenta in questo modo: . Il termine alla fine dell'equazione converte il valore decimale in percentuale.[4]
  2. 2
    Sottrai il valore del costo passato da quello attuale. Inizia a eseguire i calcoli sostituendo le variabili con i dati in tuo possesso; semplifica poi la parte dell'equazione che si trova fra parentesi eseguendo la sottrazione.[5]
    • Ad esempio, se hai comprato un litro di latte un mese fa a € 2,50 e ora costa € 3,50, sottrai € 2,50 da € 3,50 per trovare l'incremento in euro che in questo caso è pari a € 1,00.
  3. 3
    Dividi il risultato per il costo precedente. Il passaggio successivo consiste nell'eseguire la divisione; questo calcolo permette di trasformare l'incremento in un dato proporzionale rispetto al prezzo precedente.[6]
    • Nell'esempio considerato finora, dovresti dividere € 1,00 (il risultato della sottrazione) per € 2,50 (il vecchio prezzo del latte).
    • Il quoziente è 0,40, rappresenta un numero adimensionale e non è accompagnato dall'unità di misura, in questo caso l'euro.
  4. 4
    Converti il valore ottenuto in una percentuale. Ti basta moltiplicarlo per 100 e ottenere di conseguenza la percentuale di incremento. Questo numero esprime in percentuale l'aumento subito dal vecchio prezzo del bene per arrivare a quello attuale.[7]
    • Per quanto riguarda l'esempio in questione, il calcolo è: , cioè 40%.
    • Il prezzo di un litro di latte è aumentato del 40% rispetto al dato precedente che hai preso in considerazione.

3
Usare la Percentuale di Incremento

  1. 1
    Calcola l'aumento delle spese. Puoi usare i risultati delle tue valutazioni per sapere di quanto sono aumentate le uscite. Puoi tenerne traccia nel corso del tempo e renderti conto se il prezzo di un bene aumenta più o meno rapidamente rispetto a un altro; in seguito, confronta questi valori con l'aumento (o la stabilità) delle tue entrate per capire se il tuo salario "mantiene il ritmo" con il costo della vita.[8]
  2. 2
    Controlla gli aumenti delle uscite di un'azienda. Le società possono utilizzare questi dati percentuali per conoscerne gli effetti su un progetto o sull'attuale margine di profitto. Tale informazione è utile per soppesare i risparmi ottenuti cambiando fornitori o per giustificare l'aumento dei prezzi di vendita. Ad esempio, se un'azienda nota un costante aumento dei prezzi delle materie prime, può scegliere se affidarsi a un altro fornitore o cambiare prodotto; in alternativa, può decidere di incrementare i prezzi di vendita dei suoi beni o servizi.[9]
  3. 3
    Determina l'aumento del valore dei beni da collezione. Questi prodotti, come le macchine antiche, gli orologi e i pezzi d'arte, possono aumentare di valore con il passare del tempo; puoi misurare tale incremento usando lo stesso procedimento descritto in precedenza. Confronta il costo precedente con quello attuale di mercato per valutare la differenza di prezzo. Ad esempio, se un orologio era venduto nel 1965 a € 100,00 ma ora sul mercato dell'usato vale € 2000,00 significa che ha goduto di un incremento del 1900%.[10]
  4. 4
    Sfrutta il medesimo procedimento per gli altri tipi di incremento percentuale. Puoi utilizzare la stessa formula con altri valori, ad esempio per calcolare l'errore percentuale (la differenza fra il valore atteso e quello reale), la differenza percentuale di due periodi o di qualsiasi coppia di numeri confrontabili.[11]

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Finanza Business e Materie Legali

In altre lingue:

English: Calculate Cost Increase Percentage, Español: calcular el incremento porcentual de un precio, Português: Calcular o Aumento Percentual no Preço de um Produto, Русский: вычислить прирост стоимости в процентах, Bahasa Indonesia: Menghitung Persentase Kenaikan Harga, Français: calculer le pourcentage d'augmentation d'un prix, Nederlands: Procentuele prijsstijging berekenen, Deutsch: Den Kostenanstieg in Prozent berechnen

Questa pagina è stata letta 12 801 volte.

Hai trovato utile questo articolo?