Come Calibrare il Tuo Monitor

Espora questo Articolo Cose da Fare Prima della Calibrazione Calibrare il Monitor del Tuo Computer Articoli Correlati Riferimenti

Per vedere le immagini nel modo corretto, il tuo monitor deve essere calibrato. Se sei un web designer, un fotografo digitale o un grafico, questo è molto importante: rischieresti di perdere ore a scegliere una sfumatura perfetta di colore solo per ottenere un pasticcio sul monitor di qualcun altro o su una stampa. Ecco come calibrare il tuo monitor in modo che quello che vedi è quello che ottieni.

Parte 1
Cose da Fare Prima della Calibrazione

  1. 1
    Regola i livelli di luce e pulisci lo schermo. Assicurati che nessun riflesso, riverbero o luce diretta e intensa raggiungano il tuo schermo. La stanza non dovrebbe essere buia, ma le luci ambientali non dovrebbero interferire con quello che vedi sullo schermo. Se sul tuo schermo sono presenti strisciate o sporco visibili, puliscilo bene prima di continuare.
    • Se ti occupi di fotoritocco o altre operazioni in cui i colori sono importanti, è fondamentale che i livelli di luce non cambino nel corso della giornata o tra una sessione di lavoro e l'altra.
  2. 2
    Controlla la risoluzione dello schermo. Se stai usando un monitor LCD, controlla sul manuale o sulla scatola la risoluzione "nativa", oppure fai riferimento all'elenco seguente. Per tutti i tipi di monitor, scegli la risoluzione più alta che ti permette di leggere comodamente del testo e visualizzare le piccole immagini.
    • I monitor LCD più comuni, hanno le seguenti risoluzioni native, secondo le dimensioni; 19 pollici: 1280 x 1024; 20 pollici: 1600 x 1200; 22 pollici: 1680 x 1050; 24 pollici: 1900 x 1200.[1]
  3. 3
    Regola il numero di colori. Imposta il monitor su "milioni di colori", oppure, se è presente solo un'opzione generica, alla profondità di colore più alta. La profondità del colore è il numero di bit usati per determinare il colore di ogni pixel, o il numero di bit usati per determinare ogni componente di base del pixel (Rosso, Verde e Blu).[2] Queste due definizioni rendono la terminologia un po' confusa: 8-bit, 24-bit, e "milioni di colori" sono tutti equivalenti su un monitor moderno. 16-bit o "migliaia" rappresenta un notevole peggioramento ma ti permette di usare meno memoria della scheda video, mentre le modalità di visualizzazione più vecchie a 8-bit o "256 colori" non sono adatte ai monitor moderni. Le impostazioni a 30-bit e superiori offrono miglioramenti ulteriori che la maggior parte degli utenti non noteranno.[3]
    • La profondità massima dei colori è limitata dal monitor, dalla scheda grafica e dal sistema operativo. Dovrai controllare le specifiche di ognuno di essi per poter migliorare la tua impostazione.
    • Su Windows, clicca con il tasto destro sul desktop e seleziona Proprietà Grafiche o Risoluzione Schermo. Su Windows 7, dovrai poi aprire AdattatoreElenca Tutti i Modi.[4]
    • Su Mac, apri le Preferenze di Sistema, poi seleziona Schermi. Molti Mac moderni non hanno altre opzioni, e offrono come impostazione predefinita la visualizzazione a 24-bit.
  4. 4
    Stampa una foto di confronto (facoltativa). Salta questo passaggio a meno che tu non voglia usare il tuo computer per modificare immagini che dovrai stampare. Questo passaggio potrebbe anche non esserti utile a meno che tu non abbia una stampante di alta qualità e della carta fotografica.
    • Idealmente, dovresti stampare più foto su una pagina, incluse foto in bianco e nero, foto di giorno e foto a bassa illuminazione, oltre a soggetti con diversi toni di pelle.
    • Lascia asciugare l'inchiostro lontano dalla luce del sole diretta per fissare correttamente i colori.
  5. 5
    Continua una volta che il monitor si è stabilizzato. Se hai completato molto rapidamente i passaggi precedenti, assicurati di lasciare acceso il monitor per almeno 30 minuti prima di iniziare la calibrazione, soprattutto se si tratta di un monitor CRT.[5] Questo ti garantirà che il tuo computer abbia raggiunto la sua temperatura di lavoro tipica, che può influenzare la visualizzazione dei colori.
    • Se non stai usando il computer, modifica le impostazioni sulla sospensione dello schermo per impedire che si spenga durante l'attesa.

Parte 2
Calibrare il Monitor del Tuo Computer

  1. 1
    Esplora le opzioni di calibrazione gratuite. Leggi dopo questo passaggio per trovare la guida integrata nel tuo computer, o usare uno strumento online come Photo Friday o displaycalibration.com. Una volta scelto uno strumento, potrai seguire le istruzioni sullo schermo e i passaggi di questa guida come riferimento.
    • Su un computer Windows, clicca sul pulsante Start, poi su Pannello di Controllo. Cerca "Calibra schermo" nella barra di ricerca del pannello di controllo, poi clicca su "Calibra colori schermo". Potresti dover inserire la password da amministratore..[6]
    • Su un Mac, apri le Preferenze di Sistema, poi seleziona Schermi → la scheda ColoriCalibra.... Se non vedi questa voce, cerca "Calibra" nelle barra di ricerca delle Preferenze di Sistema.
  2. 2
    Considera se acquistare un programma. Anche se non è necessario per la maggior parte degli utenti, i grafici professionisti e i fotografi digitali potrebbero usufruire di un programma di calibrazione professionale. Cercane uno con un colorimetro abbinato, e assicurati che abbia l'opzione di scegliere la gamma e la temperatura del colore.[7]
    • Alcune versioni di Photoshop hanno integrato il programma "Adobe Gamma", ma si tratta di un programma datato, pensato solo per i monitor CRT e i vecchi sistemi operativi.
  3. 3
    Regola luminosità e contrasto. Queste impostazioni si trovano sulla parte frontale del monitor o sullo schermo nei controlli di calibrazione. Tipicamente, la guida di calibrazione ti mostrerà due o tre forme in scala di grigio per aiutarti a regolare queste impostazioni. Segui le istruzioni sullo schermo. Per risultati migliori, l'immagine sullo schermo dovrebbe includere almeno quattro colori: nero, grigio scuro, grigio chiaro e bianco.
    • Strizzare gli occhi e allontanarti dal monitor può aiutarti nelle regolazioni più fini.
    • Molti computer portatili non hanno l'impostazione del contrasto.
  4. 4
    Imposta la gamma. Quando il tuo computer ha l'istruzione di rendere un pixel più luminoso, aumenta il voltaggio del monitor. La relazione tra voltaggio e luminosità è però complessa, e deve essere regolata in una relazione lineare usando la "correzione gamma", che prende il nome da uno termini matematici coinvolti. Alcune impostazioni di calibrazione ti permettono di usare un selettore secondo le tue preferenze, ma ci sono solo due impostazioni usate più comunemente:[8]
    • Una gamma di 2,2 è la più comune per i monitor. Questo ti permetterà di vedere immagini e video nell'intervallo di luminosità corretto, e di riprodurre le grafiche web come compaiono agli altri utenti.
    • Una gamma di 1,8 ti permette di visualizzare le immagini in modo più simile a come compariranno su carta dopo la stampa. Sarà anche più facile notare le ombre durante lavori di editing nel dettaglio.
    • Nota che i programmi di modifica delle immagini spesso regoleranno automaticamente la gamma a questo valore.[9]
  5. 5
    Imposta il punto bianco. Definito anche temperatura del colore, questo punto determina la tinta di colore generale dello schermo. L'impostazione più comune per i monitor dei computer è D65 (o 6500), una tinta leggermente blu. Questo dà un effetto luminoso familiare per le persone che usano computer o televisioni. Alcuni professionisti della grafica specializzati in stampe preferiscono l'impostazione D50 (o 5000), una tinta neutra o leggermente gialla che imita meglio i materiali di stampa e la luce del giorno.[10]
    • Su alcuni monitor è possibile regolare questa impostazione direttamente con i pulsanti esterni. Provaci se non trovi alcuna impostazione sul punto bianco o sulla temperatura del colore nella guida di calibrazione dei colori. Usa "caldo", se non sono disponibili numeri.[11]
  6. 6
    Pianifica la prossima calibrazione. Calibra il tuo monitor ogni 2-4 settimane per mantenerlo conforme alle tue necessità. I professionisti dovrebbero calibrarlo prima di ogni progetto importante.

Consigli

  • Alcuni monitor non offrono un'illuminazione uniforme su tutto lo schermo. Trascina un'immagine sullo schermo e nota se sembra più luminosa o scura in alcuni punti.[12] Non c'è modo di correggere questo problema se non sostituendo il monitor, ma se sai della sua esistenza, puoi guardare solo una zona dello schermo durante la calibrazione, per evitare di ottenere risultati scorretti.
  • Alcuni monitor hanno un pulsante di calibrazione esterno, anche se potresti controllare i risultati prima di fidarti.

Avvertenze

  • Non eseguire più di un programma di calibrazione contemporaneamente, o potrebbero crearsi dei conflitti.
  • Ogni marca di stampanti produrrà colori diversi, così come marche diverse di carta. Potrai calibrare anche la tua stampante, ma per farlo è necessario un programma specializzato.
  • Se stai usando Windows Vista, perderai le informazioni sull'impostazione dei colori al momento della disconnessione.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Manutenzione & Riparazione

In altre lingue:

English: Calibrate Your Monitor, Español: calibrar un monitor, Deutsch: Einen Monitor kalibrieren, Português: Calibrar o Monitor do Computador, Русский: откалибровать монитор, 中文: 校准显示器, Français: étalonner votre moniteur informatique, Nederlands: Je monitor kalibreren, Bahasa Indonesia: Melakukan Kalibrasi Monitor, ไทย: calibrate หน้าจอคอม, Tiếng Việt: Hiệu chỉnh màn hình máy tính, Türkçe: Monitör Kalibrasyonu Nasıl Yapılır

Questa pagina è stata letta 67 266 volte.
Hai trovato utile questo articolo?