Come Cambiare il Vaso a un'Orchidea

3 Parti:Conoscere la tua OrchideaPreparare l'OccorrenteCambiare il Vaso dell'Orchidea

C'è qualcosa di magico nelle orchidee, non credi? I loro colli eleganti e i petali luminosi sono roba da scene di foreste antiche, eppure prosperano in un ambiente casalingo con poca manutenzione. Cambiare il vaso alle orchidee evita che le radici diventino troppo fitte, favorendo la produzione di stupendi boccioli per anni e anni a venire. Vedi il primo passaggio per determinare quando un'orchidea è pronta per il cambio del vaso e come spostarla in un nuovo contenitore senza danneggiare le radice.

Parte 1
Conoscere la tua Orchidea

  1. 1
    Determina se è il momento di cambiare il vaso. Il tempo ideale per cambiare il vaso di un'orchidea è appena dopo la fine della fioritura, quando comincia a produrre la nuova crescita.[1] Comunque, non devi cambiare il vaso ogni volta che succede. Piuttosto, dovresti farlo non più spesso di una volta ogni 18-24 mesi. Se non sei sicuro di quando è stata l'ultima volta che hai cambiato il vaso e sembra crescere al di fuori di quello attuale, probabilmente vuol dire che avresti dovuto eseguire questa operazione già da un bel po'. Osserva l'orchidea e cerca i seguenti segnali per sapere se è pronta al cambio del vaso:
    • Ci sono diverse radici che crescono al di fuori del vaso. Se vedi molte radici - non solo una o due - che penzolano oltre il vaso, la tua orchidea ha bisogno di più spazio, ed è tempo di spostarla in uno più grande.
    • Alcune delle radici stanno marcendo. Se sembrano fradice e il terriccio del vaso non drena più come dovrebbe, dovrai provvedere al cambio.
    • La pianta sta crescendo oltre il bordo del vaso. Se il corpo della pianta sta pendendo di molto oltre il bordo, ha bisogno di più spazio.
  2. 2
    Non cambiare il vaso a meno che non sia necessario. Troppo zelo nella sostituzione del vaso può sbilanciare il ciclo di crescita delle tue orchidee. Un'orchidea dovrebbe essere ripiantata solo se i sintomi elencati sono evidenti. Se sembra sana e ben contenuta nel suo attuale vaso, rimanda il cambio al prossimo anno. Per un'orchidea è meglio affollarsi un pochino che non essere spostata troppo spesso.[2]
  3. 3
    Scopri che tipo di terriccio ti serve. Ora che sai che è il momento di ripiantare la tua orchidea, è importante rendersi conto di che tipo di terriccio devi usare. Molte orchidee usate come piante casalinghe sono epifitiche, piuttosto che terrestri, il che significa che non crescono nel terreno.[3] Questi tipi di orchidea moriranno se le ripianti in comune terriccio per vasi.
    • Una combinazione di corteccia d'abete, sfagno, carbone e gusci di cocco è appropriata per molti generi di orchidee. La maggior parte delle orchidee comuni cresce bene in questa mistura:[4]
      • 4 parti di corteccia d'abete o gusci di cocco
      • 1 parte di carbone medio
      • 1 parte di perlite
    • Se non sei esattamente sicuro riguardo al tipo di orchidea che hai, i mix preconfezionati per vasi di orchidee sono una carta sicura per la maggior parte delle orchidee epifitiche. Puoi trovarli in molti vivai e centri per articoli da casa e giardino.
    • Se hai un'orchidea terrestre, ti servirà del terriccio che sia friabile e trattenga bene l'acqua. Dovrebbe avere un alto contenuto di perlite e materiale legnoso.[5] Chiedi presso il vivaio locale il mix particolare adatto al tuo tipo di orchidea.
  4. 4
    Decidi quale dimensione di vaso usare. Quando ripianti un'orchidea, ti servirà un vaso più grande di soli 2,5 cm o poco più. È opportuno fornire uno spazio leggermente maggiore, ma non troppo - altrimenti, l'orchidea concentrerà le sue energie nel mettere radici, e non vedrai fiori per molti mesi. Cerca un vaso di plastica, argilla o ceramica adatto alla misura della tua orchidea.
    • Assicurati che il nuovo vaso abbia buchi di drenaggio. Se non drena appropriatamente, le orchidee marciranno.[6]
    • Alcune specie di orchidee hanno radici in grado di fare la fotosintesi. Se hai una Phalaenopsis, considera l'idea di prendere un vaso di plastica o vetro trasparente per lasciar entrare la luce.
    • Se devi scegliere un vaso un po' più grande di quanto ti serve, forse è bene aggiungere dei cocci di terracotta sul fondo. Aiuterà a drenare meglio il terriccio al centro del vaso, che normalmente tende a ristagnare.

Parte 2
Preparare l'Occorrente

  1. 1
    Misura il terriccio per vaso necessario in un grosso secchio o catino. Riempi il nuovo vaso per l'orchidea con il mix, poi versalo in un contenitore di circa il doppio della sua misura. Per preparare il mix per l'orchidea, dovrai lasciarlo riposare in acqua per una notte. Questo permetterà al terriccio di trattenere abbastanza umidità per sostenere l'orchidea.[7]
  2. 2
    Copri il mix con acqua calda. Vai avanti e riempi il secchio o il catino fino all'orlo con acqua calda. Non usare acqua fredda, in quanto il materiale per l'invasatura non è in grado di assorbirla. Assicurati che il terreno sia a temperatura ambiente prima di rinvasare l'orchidea.
  3. 3
    Filtra il terriccio. Puoi usare un setaccio che normalmente usi per il cibo (è bene lavarlo con cura dopo) o un grosso pezzi di mussolina. Drena tutta l'acqua in modo che ciò che rimane sia solo terriccio umido. Fai scorrere altra acqua calda attraverso il mix per lavare via la polvere.
  4. 4
    Rimuovi l'orchidea dal vecchio vaso. Solleva con attenzione l'orchidea dal suo vaso, allentando ogni radice individualmente. Se le radici sono attaccate al vaso, usa un paio di forbici o un coltello sterilizzati per liberarle. È molto importante usare strumenti puliti, perché le orchidee sono spesso soggette a malattie.
    • Puoi sterilizzare i tuoi strumenti da taglio con la fiamma di un accendino o strofinandole con dell'alcool su un panno.
  5. 5
    Rimuovi il vecchio mix e le radici morte. Usa le dita e un paio di forbici pulite per ripulire accuratamente le radici. Separa il mix morto - carbone, schegge di legno, muschio e così via - e buttalo. Usa le forbici per tagliare via le radici morte o marcite, avendo cura di non danneggiare le parti in salute.
    • Le radici soffici e cedevoli sono probabilmente morte, quindi non esitare a rimuoverle.
    • Districa con cura le radici separandole gentilmente con le dita.
  6. 6
    Tieni pronto il nuovo vaso. Se stai usando un vaso che hai usato in precedenza per le orchidee, puliscilo e sterilizzalo con acqua bollente per sbarazzarti delle tossine e uccidere potenziali vettori di malattie. Se il vaso è grande e profondo, foderalo con cocci di terracotta o tasselli di polistirolo per aiutare il drenaggio. Se stai usando un vaso corto, questo passaggio non è necessario.

Parte 3
Cambiare il Vaso dell'Orchidea

  1. 1
    Posiziona l'orchidea nel vaso. La crescita più vecchia dovrebbe andare verso il fondo del vaso, mentre quella più nuova dovrà essere rivolta ai lati, dove avrà più spazio per espandersi. La parte superiore della massa delle radici dovrebbe essere allo stesso livello a cui era nel vecchio vaso. Questo significa che i nuovi germogli dovrebbero essere al di sopra della superficie del vaso, con la maggior parte delle radici al di sotto della superficie.
  2. 2
    Pressa il mix di terriccio nel vaso. Versane un po' intorno alle radici, agita il vaso e picchietta sul lato dello stesso in modo che il terriccio si ammassi leggermente intorno alle radici. Se usi le dita, pressa delicatamente in modo che le radici vive non siano danneggiate. Assicurati che non ci siano grosse sacche d'aria. Se una parte delle radici resta scoperta, non cresceranno come si deve.
    • È utile versare solo un po' di mix di terriccio per volta. Lavora intorno alle radici con le dita, poi versa dell'altro mix e continua.
    • Continua a pressare il mix all'interno del vaso fino a che non sarà allo stesso livello del bordo.
  3. 3
    Assicurati che la pianta sia in grado di stare dritta quando hai finito. Usa un paletto per tenerla dritta o fissala con delle clip ai lati del vaso in modo che non cada né cresca storta.
  4. 4
    Continua a curare la tua orchidea come prima. Mettila in un luogo temperato e parzialmente all'ombra. Innaffiala saltuariamente o secondo le sue necessità.

Consigli

  • Se è troppo difficile togliere l'orchidea dal vaso, rompi il vaso per liberarla.
  • Prepara il tuo spazio da lavoro ricoprendo l'area con carta di giornale o plastica.

Avvertenze

  • Non cambiare la mistura del vaso di un'orchidea per puro capriccio. Se pensi che un mix diverso possa favorire la pianta, informati al riguardo e aspetta il momento giusto per cambiare il vaso.
  • Scegli sempre un vaso con buchi di drenaggio sul fondo. Se l'acqua si accumula e ristagna, le radici potrebbero marcire.

Cose che ti Serviranno

  • Vaso
  • Terriccio per vasi
  • Acqua
  • Coltello
  • Strumenti da taglio
  • Tasselli di polistirolo o pezzi rotti di terracotta
  • Paletto e clips per piante

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Giardinaggio

In altre lingue:

English: Repot an Orchid, Español: trasplantar una orquídea, Português: Replantar uma Orquídea, Русский: пересадить орхидею, Français: rempoter une orchidée, 中文: 移植兰花, Deutsch: Orchideen umtopfen, Bahasa Indonesia: Mengganti Pot Anggrek, Tiếng Việt: Thay chậu cho hoa lan, العربية: نقل نبات الأوركيد في وعاء, Nederlands: Een orchidee verpotten

Questa pagina è stata letta 68 568 volte.

Hai trovato utile questo articolo?