Molti viaggiatori si procurano la valuta del Paese di destinazione prima della partenza, così da avere già in tasca il denaro per il taxi e per le spese da effettuare immediatamente dopo l’arrivo. Negli aeroporti, porti e hotel si trovano quasi sempre degli uffici di cambio, che però chiedono di solito delle commissioni maggiori rispetto alle banche (la percentuale richiesta può arrivare fino al 7% della cifra che si intende cambiare). Le carte di credito sono una buona alternativa, e in alcuni casi il bancomat. Questo articolo ti aiuterà a pianificare in anticipo questo aspetto del tuo viaggio per poter cambiare la valuta a un costo inferiore.

Passaggi

  1. 1
    Informati sul rapporto di cambio attuale tra la tua valuta e quella del Paese di destinazione usando un convertitore automatico. Questa conoscenza ti aiuterà a capire se hai trovato una buona occasione per cambiare il denaro oppure no.
    • Anche dopo aver verificato il rapporto, ricordati che l’ufficio di cambio potrebbe aggiungere delle proprie commissioni fisse, oppure variabili in base alla somma totale da cambiare.
  2. 2
    Prima della partenza recati nella tua banca e cambia del denaro per poter avere con te della valuta straniera, evitando quindi di dover correre agli uffici di cambio non appena arrivi.
    • Se temi di non riuscire a cambiare il denaro al momento dell’arrivo, valuta l’idea di cambiare una somma necessaria per le spese dei primi giorni.
    • Se sei sicuro di poter cambiare il denaro, cambia solo la somma sufficiente a coprire le spese del taxi, di un pasto e dell’hotel della prima sera.
  3. 3
    Richiedi alcune informazioni alla compagnia che ha emesso la tua carta di credito, scopri qual è il costo per effettuare spese o un prelievo all’estero.
    • Le compagnie che emettono carte di credito (per esempio Visa, Master Card e American Express) possono addebitare sul tuo conto una commissione non solo per i prelievi, ma anche per i pagamenti effettuati all’estero.
    • Le banche potrebbero inoltre richiedere una loro commissione, che spesso varia in base alla somma di denaro richiesta.
  4. 4
    Recati nella tua banca e informati se è conveniente oppure no usare il tuo bancomat quando sei all’estero.
    • Chiedi qual è il tasso di cambio adottato dalla tua banca.
    • Chiedi quali sono le commissioni per un prelievo all’estero.
    • Informati se è possibile utilizzare il tuo bancomat nel Paese di destinazione, e se la tua banca ha degli sportelli anche all’estero. Eviterai di pagare una commissione maggiore.
    • Localizza gli sportelli esteri compatibili con il circuito della tua carta di credito. Stampa una mappa con gli indirizzi trovati. I circuiti Visa e Master Card sono i più comuni.
    • Molti sportelli bancomat all’estero non accettano un codice pin superiore alle 4 cifre. Informati sulla procedura alternativa in base alle regole della tua banca.
  5. 5
    Localizza nel Paese di destinazione tutte le banche, o gli uffici di cambio, che offrono un rapporto tra le due valute più vantaggioso per te.
    • Se la tua banca ha una filiale nel Paese di destinazione, potresti risparmiare sulle commissioni.
    Pubblicità

Consigli

  • Le grandi compagnie come Visa, Master Card e American Express ti offriranno delle condizioni di cambio migliori rispetto alle piccole compagnie.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 3 544 volte
Questa pagina è stata letta 3 544 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità