Come Camminare nello Spirito

In questo Articolo:Combattere sul Piano SpiritualeVivere Giorno per Giorno

Camminare nello Spirito è un aspetto importante nella vita spirituale di ogni cristiano. Per farlo, devi seguire il percorso che lo Spirito Santo ha tracciato per te. Perciò, dovrai conoscere l'ambiente circostante e agire di conseguenza.

Parte 1
Combattere sul Piano Spirituale

  1. 1
    Affronta la battaglia. Anche se non ti sembrerà di affrontarla nella vita quotidiana, per camminare nello Spirito dovrai prendere parte alla battaglia spirituale che è in atto intorno a te. La malvagità e la corruzione cercheranno sempre di portarti fuori strada. È necessario essere consapevoli di questi pericoli per evitarli.
    • Il tuo "spirito" è in costante lotta con la tua "carne". Il lato che otterrà il controllo delle tue convinzioni e delle tue azioni, avrà il controllo della tua anima e sarà vincitore.
    • Camminare nello Spirito significa camminare con lo Spirito Santo in modo da consentire al proprio spirito di avere il controllo.
  2. 2
    Conosci il tuo nemico. In sostanza, dovrai affrontare tre nemici diversi, ma collegati: il diavolo, il mondo e la carne.
    • Sappi che la frase "Il diavolo me l'ha fatto fare" non è esatta. Anche se il diavolo ha potere e influenza nel mondo, non può costringere chi si è salvato, camminando nello Spirito, a fare alcunché. Il diavolo può tentare, ma cadere in quella tentazione dipende da te.
    • L'influenza del diavolo è nel mondo e, come tale, il mondo spesso cercherà di portarti lontano da ciò che è buono e giusto.
    • Individua la carne. La carne non è il tuo corpo, anche se le due componenti sono collegate. La carne è semplicemente la parte di te stesso che desidera i piaceri mondani e rifiuta la virtù spirituale.
    • Opponendo il tuo rifiuto alla carne ogni giorno, rafforzerai il tuo spirito. Per dominare la carne, dovrai dire "no" ai desideri mondani e "sì" a Dio.
  3. 3
    Conosci il campo di battaglia. Più precisamente, conosci entrambi i campi di battaglia. Dovrai prepararti ad affrontare la malvagità sia internamente che esternamente.
    • Il campo di battaglia della mente è interno e si riferisce al modo di pensare e di sentire il mondo che ti circonda e le persone presenti al suo interno. Il campo di battaglia del comportamento è esterno e si riferisce al modo di agire e parlare in varie situazioni.
    • Questi due campi sono collegati. Se la tua mente è intrisa di malvagità, alla fine si ripercuoterà sulle tue azioni. Se indulgi continuamente in comportamenti malvagi, la tua mente li giustificherà gradualmente.
  4. 4
    Accetta te stesso per quello che sei. La tua identità è divisa in due componenti. Innanzitutto, devi riconoscerti come essere umano, il che significa ammettere le tue debolezze e i tuoi limiti. In secondo luogo, devi vederti per quello che sei in Cristo e capire la forza che ti è conferita da questa nuova identità.
    • Sei un essere vivente in un corpo fisico. Come tale, il vero benessere si riferisce allo stato della tua anima più che allo stato del tuo corpo.
    • Da solo non sarai al sicuro contro il peccato, il vizio e la morte dello spirito.
    • Accettare Dio e la tua identità in Cristo significa comprendere che Dio ti ama e che è dalla tua parte.
  5. 5
    Individua con onestà i tuoi punti deboli. Ogni persona ha a che fare con le tentazioni, ma non nello stesso modo. Le tentazioni di fronte alle quali ti senti più debole non possono essere le stesse tentazioni del tuo vicino di casa. Individua le tue più grandi debolezze in modo da proteggerti da quelle nel modo più efficace.
    • Puoi stare certo che il diavolo conosce le tue debolezze e che le attaccherà il più spesso possibile. La buona notizia, tuttavia, è che anche Dio le conosce e sa come prepararti ad affrontarle.
  6. 6
    Appoggiati sul tuo più grande alleato, lo Spirito Santo. Una volta che avrai capito la battaglia che stai combattendo e il rischio che corri di andare fuori strada, dovrai riconoscere che il tuo più grande alleato in questo conflitto è lo Spirito Santo. Solo camminando nello Spirito puoi sperare di vincere il potere della carne.
    • Lo Spirito Santo ti darà la forza e la resistenza necessarie per combattere la battaglia e vivere una vita virtuosa. Tuttavia, correrai sempre il rischio di scivolare e inciampare, ma facendo affidamento sullo Spirito, il tuo cammino spirituale conoscerà un esito positivo.

Parte 2
Vivere Giorno per Giorno

  1. 1
    Dai priorità alla tua vita spirituale. Se davvero intendi camminare nello Spirito, è necessario fare uno sforzo cosciente nel quotidiano. Il tuo cammino spirituale è l'aspetto più importante della tua vita. Se lo ignori o anteponi altri problemi a quello, rischi di perdere l'equilibrio.
    • Riconosci quali sono le priorità. La vita quotidiana è fatta di varie preoccupazioni – famiglia, lavoro, scuola e così via – e ciascuna di loro ha il suo posto. Il tuo cammino spirituale, però, viene prima di ogni altra cosa e devi riconoscerlo se vuoi avanzare con sicurezza.
    • Un ottimo modo per avvicinare la tua mente allo Spirito è pregare per rinnovare la tua fede ogni mattino quando ti svegli e preferibilmente prima di fare qualsiasi altra cosa.
    • Quando analizzi una situazione o una circostanza, pensa se è compatibile con il Regno dei Cieli prima di capire se va bene da una prospettiva mondana. Chiediti se Dio sarebbe soddisfatto di qualcosa, prima di domandarti che cosa penseranno gli altri.
  2. 2
    Prega. Chiedi a Dio di orientarti e di assisterti lungo il tuo cammino. Ancora più importante, prega e poi ascolta. Probabilmente non udirai alcuna risposta, ma Dio troverà un modo per dirti che cosa devi sapere.
    • Solitamente lo Spirito sussurra qualche avvertimento al tuo cuore quando devi affrontare qualcosa di sbagliato o pericoloso per il tuo benessere spirituale. Per imparare a interpretare questi sussurri, occorrerà fare pratica, ma con l'esperienza potrai arrivare a comprenderli.
    • Considerali come una conversazione in cui l'altra persona parla tutto il tempo e non ti dà possibilità di esprimerti. Quando rivolgi le tue preghiere "a" Dio facendo semplicemente una lista di richieste, non gli dai l'opportunità di risponderti. Invece di agire in questo modo, dovresti trascorrere del tempo in contemplazione e meditazione, quando preghi.
    • Dio potrebbe parlarti introducendo nella tua mente un pensiero nuovo o sistemando le circostanze in modo che tu veda il suo intervento. Tieni gli occhi, la mente e il cuore aperti nella vita quotidiana.
  3. 3
    Esamina la tua coscienza. Anche se il costante senso di colpa per i tuoi peccati può impedirti di andare avanti, devi esaminare la tua coscienza regolarmente ed essere onesto con te stesso sugli errori che hai commesso. Solo riconoscendo questi difetti, potrai sperare di evitarli in futuro.
    • Considera l'immagine di un giardino. Esaminando il giardino della tua vita spirituale, potrai individuare le erbacce e rimuoverle prima di iniziare a sradicare le piante e i frutti sani. Se recidi tutto con noncuranza, finirai per distruggere l'erba malvagia quanto quella buona. Se non rimuovi nulla, però, il male rischierà alla fine di soffocare il bene.
  4. 4
    Ascolta, abbi fiducia e obbedisci. Lascia che Dio comunichi con te e abbi fiducia nella Sua volontà. Una volta che imparerai a fidarti di Lui, naturalmente sarà più facile obbedire. Nel frattempo, dovrai seguire la volontà e i comandamenti di Dio, anche se vanno contro il tuo istinto o i desideri umani.
    • Dovrai rispettare la legge di Dio (le regole generali che si applicano a tutta l'umanità), ma anche le Sue istruzioni riguardo alla tua vita individuale. La legge di Dio è descritta nella Bibbia, ma dovrai essere attento a come Dio ti parla per decifrare le Sue personali istruzioni.
    • A volte, il cammino indicato dallo Spirito sarà evidente, ma spesso lo scopo dietro quel cammino non sembra avere senso. È in quei momenti che la fiducia nello Spirito Santo diventa importante. Se credi che Dio ti ami e che voglia il meglio per te, ne consegue che nella Sua onniscienza e onnipotenza ti guiderà verso il futuro nel miglior modo possibile.
    • Capisci che obbedire a Dio significa obbedirGli immediatamente. Rimandare, in realtà, è una forma di disobbedienza.
  5. 5
    Cerca i frutti dello Spirito nella tua vita. Quando comincerai a trovare i "frutti dello Spirito" lungo il tuo cammino, potrai essere certo che stai avanzando verso di Lui, proprio come dovresti. Questi frutti non saranno la fonte della tua salvezza, ma il risultato naturale della tua salvezza e di un sano percorso che ti porta verso lo Spirito.
    • I frutti dello Spirito, secondo Galati 5:22-23, sono amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza e autocontrollo.
    • Capisci che prima di tutto viene il cammino e in seguito i frutti. Cercare di riprodurre i frutti dello Spirito nella tua vita non sarà sufficiente per camminare sulla strada giusta, soprattutto perché sarà impossibile a lungo andare rappresentare veramente quei frutti nel pensiero e nelle azioni. In primo luogo devi seguire lo Spirito, dopodiché il frutto si svilupperà naturalmente.
    • Non devi scoraggiarti se non vedrai tutti questi frutti lungo il percorso. La battaglia spirituale probabilmente ti accompagnerà per tutta la vita. La cosa importante è lasciare che Dio ti faccia evolvere in base ai Suoi tempi.
  6. 6
    Evita le fonti di lotte e di conflitti. Quando inevitabilmente arriverà il conflitto, dovrai conservare la tua fermezza. Detto questo, è necessario avere uno spirito in pace e amore, per quanto tu sia coinvolto con le azioni. Per il bene del tuo cammino spirituale evita di combattere. Dovresti anche astenerti dal diffondere il conflitto per il bene degli altri.
    • In breve, "non andare in cerca di guai". Quando ti trovi nei pasticci, lascia che sia Dio a guidarti. Sapendo che Dio ti condurrà attraverso le difficoltà, non hai alcun motivo di creartene altre da solo.
  7. 7
    Pesa ciò che dici. Le parole hanno un potere più grande di quanto la gente comunemente creda. Le parole che scegli, il modo e i momenti in cui parli determinano la tua capacità di avanzare lungo il cammino.
    • Ascolta anzitutto gli altri e prendi in considerazione ciò che senti prima di parlare.
    • Lascia che lo Spirito Santo guidi le tue parole e le motivazioni che stanno dietro ciò che dici.
    • Evita di dire qualcosa di sconsiderato. Non parlare male di qualcuno e non usare le parole per danneggiare gli altri. Ricorda che non potrai più "riprendere" quello che hai detto. Una volta che avrai parlato, le parole restano sospese nell'aria, indipendentemente dai tentativi che farai per scusarti in seguito.
  8. 8
    Controlla la tua rabbia. Ci sono momenti in cui ti senti giustamente arrabbiato, e non importa. Tuttavia, bisognerebbe evitare la rabbia e l'ira accecante, perché tendono a distruggere piuttosto che ad arricchire. La collera distruttiva serve solo a rendere il tuo cammino più difficile da gestire.
    • Non cedere all'ira. Non permettere che la rabbia prenda il sopravvento e controlla il tuo comportamento in mezzo agli altri.
    • Quando ti arrabbi, chiediti da che cosa scaturisce la tua rabbia. La collera giusta ha radici spirituali e si dirige contro il peccato e l'ingiustizia. La rabbia distruttiva, invece, ha radici terrene e spesso si trasforma in rancore, sovente nutrito verso determinate persone.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Religione

In altre lingue:

English: Walk in the Spirit, Français: marcher avec l'Esprit, Español: caminar en el Espíritu, Русский: ходить в Святом Духе, Português: Caminhar no Espírito, Bahasa Indonesia: Berjalan di Dalam Roh

Questa pagina è stata letta 3 198 volte.
Hai trovato utile questo articolo?