Gli antistaminici agiscono bloccando le istamine, sostanze prodotte dalle cellule che prevengono le infezioni.[1] Se il tuo corpo individua una sostanza estranea, le cellule producono istamine, che provocano l'infiammazione dei vasi sanguigni. Solitamente si tratta di una reazione utile. Quando però il tuo organismo considera le sostanze innocue, come il polline, come sostanze dannose, le istamine possono provocare le cosiddette allergie stagionali.[2] Gli antistaminici sono comunemente noti per il trattamento delle allergie stagionali, ma esistono molti altri usi per gli antistaminici da banco e per quelli prescritti da un medico. Prima di prendere questi farmaci, impara a comprendere il loro funzionamento e quali sintomi curano.

Parte 1 di 3:
Conoscere gli Antistaminici

  1. 1
    Impara gli effetti collaterali più comuni. Questi includono sonnolenza, vertigini, bocca secca, sensazione di eccitazione o nervosismo, riduzione dell'appetito, dolori addominali, costipazione e visione sfuocata.[3][4]
    • Gli effetti collaterali, in particolare la sonnolenza, sono più pronunciati per la "prima generazione" di antistaminici come clorfenamina, difenidramina, prometazina, e idrossizina. Il più comune antistaminico da banco di prima generazione è la difenidramina, il principio attivo del Benadryl.
    • Gli antistaminici di seconda e terza generazione hanno, generalmente, meno effetti collaterali. Gli antistaminici di seconda generazione includono cetirizina (Zirtec) e loratadina (Claritin). Quelli di terza generazione includono desloratadina (Aerius, Clarinex) e fexofenadina (Telfast). Questi farmaci possono provocare meno sonnolenza degli altri antistaminici.[5][6]
  2. 2
    Considera le interazioni tra farmaci. Gli antistaminici possono provocare reazioni con altri farmaci o sostanze. Dovresti, ad esempio, evitare gli alcolici. Gli antistaminici possono interagire anche con i rilassanti muscolari (come carisoprodolo e ciclobenzaprina), sonniferi (come zolpidem), e sedativi (come le benzodiazepine) perciò evita di assumerli in combinazione con questi farmaci.[7]
    • Se soffri di glaucoma, vescica iperattiva o hai problemi a urinare, problemi respiratori come asma, problemi al cuore o ipertensione, problemi ai reni o al fegato o disturbi alla tiroide, assicurati di chiedere consiglio al tuo medico prima di assumere antistaminici.[8]
  3. 3
    Scegli tra antistaminici da banco e con prescrizione. Prova a prendere antistaminici da banco se hai sintomi leggeri o di media intensità, prevedibili, intermittenti e di breve durata (poche settimane) come starnuti, prurito, naso che cola, occhi che lacrimano o lievi irritazioni della pelle. Se questi farmaci non hanno effetto o provocano effetti collaterali, quelli con prescrizione potrebbero essere un'opzione migliore.[9]
  4. 4
    Prendi gli antistaminici in modo corretto. Segui le indicazioni sulla confezione per il farmaco che stai assumendo. Dovresti prendere quasi tutti gli antistaminici orali ogni giorno mentre soffri dei sintomi dell'allergia. Se l'allergia è grave e non migliora grazie ai farmaci, dura più della comune allergia stagionale o è cronica, contatta il tuo medico.[10]
    • Se sei anziano, hai altri problemi di salute, prendi farmaci o integratori, o devi trattare un bambino con allergie, consulta un medico prima di assumere antistaminici da banco. Il tuo medico potrebbe suggerirti farmaci o trattamenti più adatti a te.
  5. 5
    Scegli un antistaminico di potenza adatta ai bambini. Molti antistaminici sono disponibili in formule adatte ai bambini. Il tuo pediatra o farmacista può consigliarti il prodotto migliore per tuo figlio. Non far assumere mai a un bambino piccolo antistaminici pensati per gli adulti.[11]
    • Gli antistaminici per bambini sono disponibili in sciroppi, gomme da masticare, capsule e tavolette.
    • Segui le indicazioni sulla confezione. Generalmente gli antistaminici per bambini sono approvati per le età da 2 anni in su. Alcuni sono adatti da 6 mesi in su. Consulta il pediatra se tuo figlio ha meno di 2 anni.[12][13]
  6. 6
    Impara quando andare dal medico. Dopo aver assunto antistaminici, parla con il tuo medico se i sintomi sono gravi o peggiorano. Dovresti chiamarlo anche se soffri di epistassi o altri sintomi al naso. Comunica al medico se i sintomi non si affievoliscono o non scompaiono. I più comuni includono:[14]
    • Vertigini
    • Bocca secca
    • Sensazione di irritabilità, eccitazione o nervosismo
    • Problemi di visione, come vista sfuocata
    • Perdita dell'appetito
    • Se noti problemi di respirazione o fiato corto, contatta subito il pronto intervento. Potresti soffrire di una reazione anafilattica.
  7. 7
    Riconosci i sintomi di un'emergenza nei bambini. I bambini sono particolarmente vulnerabili all'overdose da farmaci. Se noti uno dei sintomi seguenti dopo aver dato degli antistaminici a tuo figlio, chiama il pronto intervento e chiedi assistenza medica d'emergenza:[15][16][17]
    • Sonnolenza estrema
    • Confusione
    • Agitazione
    • Dolori muscolari
    • Convulsioni
    • Allucinazioni
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Scegliere un Antistaminico per i Tuoi Sintomi

  1. 1
    Prendi un antistaminico orale per i sintomi dell'allergia come starnuti, prurito o lacrimazione degli occhi o naso che cola. Se soffri di rinite allergica o febbre da fieno, puoi prendere antistaminici di prima o seconda generazione. Gli antistaminici di prima generazione, però, come la difenidramina (Benadryl) o la clorfenamina, possono provocare sonnolenza e altri effetti collaterali. Sono disponibili nella versione da banco. Quelli di seconda o terza generazione sono un'opzione migliore per i sintomi cronici della febbre da fieno.
    • Gli antistaminici di seconda e terza generazione richiedono solitamente una o due dosi giornaliere, e sono di conseguenza più facili da assumere.
    • Gli antistaminici di seconda generazione come cetirizina (Zirtec), fexofenadina (Telfast), o loratadina (Claritin) provocano molta meno sonnolenza e ridotti effetti collaterali.
    • Gli antistaminici di terza generazione includono la desloratadina (Clarinex) e la levocetirizina dicloridrato (Xyzal) e potrebbero essere un'opzione migliore se gli altri antistaminici da banco provocano effetti collaterali.
  2. 2
    Usa uno spray nasale antistaminico per i sintomi come naso che prude o cola, starnuti, congestione nasale o gocciolamento retronasale. Gli spray sono usati per trattare direttamente i sintomi nasali del raffreddore e quelli legati all'allergia. Sono disponibili con prescrizione e includono azelastina (Astelin, Astepro) e olopatadina (Patanase).[18]
    • Gli effetti collaterali di questi antistaminici sono leggermente diversi da quelli dei farmaci orali e includono cattivo sapore, fatica e aumento di peso, sensazione di bruciore nelle narici e possibile sonnolenza.[19] Use as directed by your doctor.
  3. 3
    Considera un collirio antistaminico per alleviare gli occhi rossi che prudono e lacrimano. Puoi trovare soluzioni da banco o con ricetta. Ad esempio, potresti provare l'azelastina (Allergodil) o l'olopatadina (Opatanol) con prescrizione. Oppure, prova il ketotifene (Zaditen) o la feniramina (Stillergy, Tetramil) da banco.[20] Gli effetti collaterali possono includere mal di testa, sensazione di bruciore e occhi secchi.
    • Per applicare correttamente il collirio, lava le mani con acqua calda e sapone. Poi, rimuovi le lenti a contatto, inclina la testa indietro, guarda verso l'alto e tira in basso la palpebra inferiore. Applica il numero di gocce indicato nella posologia. Tieni gli occhi chiusi per 1 o 2 minuti. Metti un dito nell'angolo interno dell'occhio e applica una delicata pressione. Questo impedirà al farmaco di colare via. Attendi 10 minuti prima di rimettere le lenti a contatto.
  4. 4
    Usa un farmaco per il raffreddore con antistaminici per i sintomi come la congestione nasale, gli starnuti e il naso che cola.[21] Gli antistaminici nei farmaci per il raffreddore possono alleviare i sintomi associati al raffreddore e favorire il recupero[22], anche se sono più efficaci per i bambini più grandi e gli adulti e non tutti gli studi mostrano un beneficio significativo.[23] Molti farmaci per il raffreddore contengono una combinazione di antistaminici e decongestionanti.
    • Prendi il farmaco con un bicchier d'acqua. Non schiacciare e non masticare le tavolette.[24]
    • Gli esempi di questi farmaci includono fexofenadina e pseudoefedrina (Allegra-D) o loratadina e pseudoefedrina (Clarinase). Entrambi sono disponibili come trattamenti di 12 o 24 ore, assunti due volte al giorno o una, rispettivamente.
  5. 5
    Prova un antistaminico per la tosse secca. Se hai la tosse secca, un antistaminico può essere una buona prima opzione per trattarla.[25] Quasi tutti gli antistaminici curano in modo efficace questa condizione.[26]
    • Prova la difenidramina (Benadryl) di notte o un prodotto come cetirizina (Zirtec) o fexofenadina (Telfast), che non provocano altrettanta sonnolenza, durante il giorno.
  6. 6
    Trova un antistaminico in grado di prevenire nausea, vertigini o vomito associati con il mal di mare. Certi antistaminici da banco possono essere usati per trattare questi problemi. Molti prodotti agiscono sulla parte del cervello che previene la nausea, e per questo alcune persone li assumono prima di viaggiare in aeroplano o in barca. Solitamente dovresti prenderli un'ora prima dell'attività o della partenza.
    • Le opzioni a lunga durata e che provocano poca sonnolenza includono: dimenidrinato (Xamamina, Travelgum), meclizina (Antivert), e ciclizina (Marzine, Motozina). Anche la prometazina (Fargan) è prescritta per il trattamento della nausea o del vomito, il mal di mare e le reazioni allergiche, ma può provocare più sonnolenza.[27]
  7. 7
    Prendi un antistaminico orale per irritazioni pruriginose della pelle. Le irritazioni possono essere provocate da una produzione eccessiva di istamine e gli antistaminici di seconda o terza generazione possono interromperne la produzione.[28] Parla con il tuo medico per assumere quotidianamente uno di questi farmaci:
    • Cetirizina (Zirtec)
    • Fexofenadina (Telfast)
    • Loratadina (Claritin)
    • Levocetirizina (Xyzal)
    • Desloratadina (Aerius)
    • Se gli antistaminici di nuova generazione non funzionano, il tuo medico potrebbe consigliarti un antistaminico di prima generazione come la difenidramina (Benadryl). Prendilo prima di andare a dormire ogni notte, perché può provocare sonnolenza.
  8. 8
    Applica un antistaminico topico se hai prurito o un'irritazione dovuta a morsi d'insetti o infiammazioni. Gli antistaminici topici sono disponibili come lozioni o crema e possono essere applicati direttamente alla zona colpita, fino a 4 volte al giorno. Solitamente contengono difenidramina, spesso in combinazione con un prodotto per la protezione della pelle come la calamina.[29] Se sviluppi dolore, arrossamento, gonfiore, irritazioni o difficoltà di respirazione dopo un morso di insetto, contatta subito il pronto intervento. Si tratta dei sintomi di una reazione allergica.[30]
    • Se noti pus o gonfiore, o se l'eruzione cutanea diventa più grande, cambia colore o non guarisce in pochi giorni, consulta il medico. Potrebbero essere sintomi di un diverso problema della pelle, che richiede altri farmaci con ricetta.
    • Non usare antistaminici topici in combinazione con quelli orali, perché potrebbero far salire troppo la concentrazione di antistaminici nel corpo. Assicurati di non applicare questi farmaci su aree troppo grandi della pelle o se questa è ferita o presenta vesciche.[31]
    • Se hai morsi di insetti o irritazioni su parti estese del corpo, prova invece un antistaminico orale. Consulta il medico, se i morsi o le irritazioni sono molto gravi.
  9. 9
    Sfrutta gli antistaminici che causano sonnolenza se hai problemi a dormire. Alcuni dei prodotti da banco contro le allergie sono pubblicizzati come sonniferi, grazie ai loro effetti collaterali. È possibile però sviluppare una tolleranza alla sonnolenza provocata da questi farmaci. Quindi più a lungo li usi, meno saranno efficaci. Considera che possono provocare sonnolenza e intontimento anche nel giorno seguente.[32]
    • Le opzioni includono difenidramina (Benadryl) o doxilamina succinato (Vicks Medinait).
    • Prendi antistaminici che provocano sonnolenza solo prima di andare a dormire. Non guidare e non usare macchinari pesanti dopo aver preso quei farmaci.
  10. 10
    Parla con il medico per usare antistaminici contro l'ansia. Alcuni di questi farmaci possono aiutare a controllare l'ansia, grazie alla loro azione sedativa. L'antistaminico descritto più comunemente per questo scopo è l'idrossizina.
    • Il dosaggio di questo farmaco è di 50-100 mg per via orale ogni 6 ore. Gli effetti collaterali includono bocca secca, sonnolenza e tremore.[33]
  11. 11
    Chiedi informazioni al tuo medico in merito all'uso degli antistaminici nel trattamento del Parkinson. Questi farmaci possono aiutare a controllare i movimenti anomali nei pazienti affetti da Parkinson. In alcuni casi può essere utilizzata la difenidramina, che blocca i neurotrasmettitori. Aiuta a controllare i movimenti anomali associati ai primi stadi della malattia o agli effetti collaterali di altri farmaci.[34]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenzione

  1. 1
    Evita gli allergeni. Evita gli elementi che scatenano le tue allergie. Gli allergeni più comuni includono cibi, polvere, morsi d'insetti, forfora di animali, farmaci, lattice, muffa e insetti.[35]
    • Quando mangi fuori, comunica al cameriere tutte le tue allergie alimentari. I ristoranti solitamente adottano politiche alimentari rigide per evitare le reazioni allergiche.
    • Rimani in casa tra le 5:00 e le 10:00, se soffri di allergia al polline. La conta dei pollini è al valore massimo in queste ore.[36]
    • Indossa una mascherina e una protezione per gli occhi, se lavori in giardino. Fatti la doccia subito dopo aver finito, per rimuovere polvere e polline.
    • Applica un repellente per insetti quando esci, per evitare i morsi.
  2. 2
    Gestisci gli allergeni in casa. È più difficile evitare gli allergeni nei luoghi pubblici, ma ci sono molte cose che puoi fare per rendere la tua casa a prova di allergia.[37][38]
    • Spolvera e passa l'aspirapolvere regolarmente. Procurati un aspirapolvere con un filtro antiparticolato in grado di eliminare le particelle che provocano le allergie.
    • Copri i cuscini e i materassi con coperture contro gli acari della polvere. Puoi acquistarle su internet o in molti negozi di articoli per la casa.
    • Acquista prodotti detergenti che rimuovono gli allergeni e usali su imbottiture, tappeti e tende.
    • Non fumare mai in casa.
    • Usa detergenti antibatterici per la cucina e il bagno. Aera la cucina e il bagno con delle ventole, per evitare la crescita di muffe.
    • Fai il bagno ai tuoi animali una volta alla settimana per ridurre la loro forfora. Se hai gravi allergie agli animali, non dormire con loro.
    • Lava le coperte in acqua calda ogni settimana o due. Questo servirà a eliminare gli acari della polvere.[39]
  3. 3
    Consulta un allergologo per un test delle allergie. Se hai ridotto la presenza di allergeni in casa e hai usato degli antistaminici senza successo, consulta un allergologo per sottoporti a un test. Questi test permettono al tuo medico di determinare con esattezza le tue allergie e trovare un piano di trattamento adatto a te.[40]
    • Potresti soffrire di reazioni allergiche ad alcuni test. È importante far eseguire i test delle allergie a un allergologo professionista.
    • I test per le allergie possono essere eseguiti con analisi del sangue o skin test. Gli skin test sono rapidi e permettono di testare molti allergeni contemporaneamente. Gli esami del sangue sono usati spesso se hai gravi problemi della pelle o se potresti soffrire di una grave reazione allergica agli skin test.[41]
  4. 4
    Prova i rimedi naturali. Alcuni trattamenti naturali possono aiutare a ridurre i sintomi delle allergie. Dovresti sempre consultare il tuo medico prima di provare un trattamento, inclusi quelli naturali o erboristici. Persino i trattamenti naturali possono interferire con problemi medici e farmaci con prescrizione.[42]
    • Gli integratori con vitamina C (2.000 mg al giorno) possono aiutare ad alleviare i sintomi dell'allergia.[43][44]
    • La spirulina, un tipo di alga blu-verde, può aiutare a ridurre i sintomi come scarico nasale, starnuti e congestione. Può anche migliorare la risposta immunitaria, anche se sono necessari altri studi. Prendi 4-6 tavolette da 500mg al giorno.[45][46]
    • È stato dimostrato che il farfaraccio (Petasites hybridus) è efficace nella riduzione dei sintomi dell'allergia come il prurito agli occhi. Può anche alleviare le allergie nasali.[47][48] Le donne incinte e in allattamento non dovrebbero usare il farfaraccio. Prendi 500 mg al giorno, o secondo le indicazioni del medico.[49]
    • Biminne è un prodotto erboristico sviluppato dalla medicina tradizionale cinese. È stato dimostrato che è efficace nella cura dei sintomi delle allergie.[50] Parla con il tuo medico prima di assumerlo.[51]
  5. 5
    Considera l'agopuntura. Alcuni studi suggeriscono che l'agopuntura possa aiutare ad alleviare i sintomi delle allergie, anche se sono necessarie più informazioni.[52][53] Parla con il tuo medico per valutare se l'agopuntura è un'opzione adatta a te.
    • Per maggiori informazioni sull'agopuntura e per trovare un medico agopuntore nella tua zona visita il sito della Associazione Italiana Agopuntura. Assicurati di farti sempre curare da un medico agopuntore autorizzato.[54]
    • L'agopuntura non è quasi mai coperta dai piani sanitari aziendali.
    Pubblicità

Consigli

  • Alcuni antistaminici agiscono sulla parte del cervello che controlla nausea e vomito.[55]
  • Come per tutti i colliri, evita di toccare il contenitore con l'occhio, perché potresti contaminarli.[56]
  • Una buona igiene del sonno include:[57] andare a letto e svegliarsi alla stessa ora ogni giorno, evitare gli stimoli prima di dormire, evitare le attività come esercizio fisico, televisione, lavoro al computer, alcool e caffeina prima di dormire. Dovresti associare il letto al sonno. Non leggere e non lavorare a letto.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non assumere mai gli antistaminici per lunghi periodi di tempo senza consultare un medico. Controllando i sintomi, potrebbero mascherare altre patologie.
  • Fai attenzione gli effetti collaterali negativi, tra cui mal di testa, mal di stomaco, secchezza degli occhi e della bocca.
  • Non assumere antistaminici prima di consultare un medico, se stai prendendo anche altri farmaci (inclusi integratori con vitamine o erboristici).
  • Poiché gli antistaminici possono causare grave sonnolenza, dovresti evitare di guidare o di usare macchinari quando li assumi.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Crescere In Altezza

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Farsi un Clistere

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Far Durare il Sesso Più a Lungo

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue

Come

Eseguire la Manovra di Epley

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno
Pubblicità
  1. http://emedicine.medscape.com/article/134825-medication
  2. https://www.healthychildren.org/English/health-issues/conditions/allergies-asthma/Pages/Allergy-Medicines.aspx
  3. http://www.medscape.com/viewarticle/410914_3
  4. http://www.medscape.com/viewarticle/410914_4
  5. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/patientinstructions/000549.htm
  6. http://www.medscape.com/viewarticle/410914_6
  7. http://adc.bmj.com/content/87/5/400.full
  8. http://www.wfsb.com/story/25847521/preventing-overdosing-on-allergy-medications-for-children
  9. http://www.aaaai.org/conditions-and-treatments/treatments/drug-guide/nasal-medication.aspx
  10. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/meds/a697014.html#side-effects
  11. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/allergies/in-depth/allergy-medications/art-20047403
  12. http://www.entnet.org/content/antihistamines-decongestants-and-cold-remedies
  13. http://www.aafp.org/afp/2004/0801/p486.html
  14. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12917904
  15. http://reference.medscape.com/drug/allegra-d-pseudoephedrine-fexofenadine-343394
  16. http://www.health.harvard.edu/staying-healthy/that-nagging-cough
  17. http://www.healthline.com/health/allergies/hay-fever-cough
  18. http://emedicine.medscape.com/article/2060606-medication
  19. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/chronic-hives/basics/treatment/con-20031634
  20. http://www.medscape.com/viewarticle/554692_4
  21. http://acaai.org/allergies/types/insect-sting-allergies
  22. http://www.pharmacytimes.com/publications/issue/2011/April2011/Combating-Contact-Dermatitis-
  23. http://www.pharmacytimes.com/publications/issue/2011/April2011/Combating-Contact-Dermatitis-
  24. http://reference.medscape.com/drug/atarax-vistaril-hydroxyzine-343395#4
  25. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/meds/a682539.html# why
  26. http://acaai.org/allergies/types
  27. http://www.bidmc.org/Centers-and-Departments/Departments/Medicine/Divisions/Allergy-and-Inflammation/Allergies/Common-Allergens/Tips-on-How-to-Avoid-Common-Allergens.aspx
  28. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1112904/
  29. http://acaai.org/resources/tools/home-allergy-management
  30. http://www.bidmc.org/Centers-and-Departments/Departments/Medicine/Divisions/Allergy-and-Inflammation/Allergies/Common-Allergens/Tips-on-How-to-Avoid-Common-Allergens.aspx
  31. http://acaai.org/allergies/treatment/allergy-testing
  32. http://acaai.org/allergies/treatment/allergy-testing
  33. http://umm.edu/health/medical/altmed/condition/allergic-rhinitis
  34. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/vitamin-c-ascorbic-acid
  35. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7919130
  36. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18343939
  37. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/spirulina
  38. https://nccih.nih.gov/health/butterbur
  39. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23711828
  40. http://umm.edu/health/medical/altmed/condition/allergic-rhinitis
  41. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12027069
  42. http://umm.edu/health/medical/altmed/condition/allergic-rhinitis
  43. http://www.healthline.com/health/allergies/acupuncture
  44. http://umm.edu/health/medical/altmed/condition/allergic-rhinitis
  45. http://www.agopuntura.it/
  46. http://familydoctor.org/familydoctor/en/drugs-procedures-devices/over-the-counter/antihistamines-understanding-your-otc-options.html
  47. http://reference.medscape.com/drug/pataday-patanol-olopatadine-ophthalmic-343635#91
  48. http://sleepfoundation.org/ask-the-expert/sleep-hygiene

Informazioni su questo wikiHow

Laura Marusinec, MD
Co-redatto da
Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato co-redatto da Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995. Questo articolo è stato visualizzato 67 474 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 67 474 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità