Come Capire Se Ti Stanno Mentendo

4 Metodi:Individuare le Bugie nel Viso e negli OcchiIndividuare le Bugie nelle Risposte VerbaliIndividuare le Bugie Grazie ai TicIndividuare le Bugie con un Interrogatorio

Lo studio delle espressioni facciali di una persona per capire se mente può metterti al riparo da truffe e pericoli. Può aiutarti anche a decidere se fidarti del tuo cuore e accettare il corteggiamento di un attraente sconosciuto. Chi analizza le giurie sfrutta l'individuazione delle menzogne per selezionare i candidati migliori; la polizia fa lo stesso durante gli interrogatori. Persino i giudici usano queste tecniche per decidere a favore di chi pronunciarsi. Per adottarle anche tu, devi imparare a leggere le microespressioni del viso e del corpo che la maggior parte delle persone non notano. Serve un po' di pratica, ma possedere questa capacità è davvero affascinante! Per cominciare, continua a leggere...

1
Individuare le Bugie nel Viso e negli Occhi

  1. 1
    Cerca le microespressioni. Sono quelle espressioni facciali che compaiono sul volto di una persona per una frazione di secondo e rivelano le sue vere emozioni, sotto il velo di menzogna. Alcune persone riescono a riconoscerle naturalmente, ma tutti possono imparare a individuarle.
    • Di solito, le persone che mentono mostrano microespressioni di disagio, caratterizzate dalle sopracciglia che si alzano verso il centro della fronte, provocando la comparsa di rughe.
  2. 2
    Nota se la persona si tocca il naso o si copre la bocca. Le persone hanno la tendenza a toccarsi di più il naso quando mentono.[1] Questo forse è dovuto alla scarica di adrenalina nei capillari del naso, che provoca prurito.[2][3] Chi mente, spesso si copre la bocca con le mani oppure le tiene vicine a essa, come se volesse nascondere le bugie che sta per dire. Se la bocca del tuo interlocutore sembra tesa e le sue labbra sono arricciate, probabilmente è nervoso.[4][5]
  3. 3
    Nota i movimenti degli occhi della persona. Spesso puoi capire se una persona sta cercando di ricordare o inventare qualcosa sulla base dei suoi movimenti degli occhi. Quando ricordiamo un dettaglio, i nostri occhi si muovono in alto e a sinistra; quando invece inventiamo qualcosa, gli occhi si muovono in alto e a destra (per i mancini vale l'opposto). Le persone hanno anche la tendenza a sbattere le palpebre più rapidamente quando mentono. Un altro segnale di falsità, più comune negli uomini che nelle donne, è strofinarsi gli occhi.[1]
    • Osserva le palpebre. Quando una persona vede o sente qualcosa con cui non è d'accordo, spesso chiude le palpebre più a lungo di quanto fa normalmente.[4] Questo può essere un cambiamento quasi impercettibile, perciò devi conoscere le abitudini di chi stai esaminando per fare un confronto accurato. Se porta le mani o le dita agli occhi, probabilmente è un altro segnale che sta cercando di "bloccare" la verità.[4]
    • Fai attenzione quando cerchi di valutare la veridicità di un'affermazione sulla base dei soli movimenti degli occhi. Degli studi scientifici recenti hanno fatto emergere dei dubbi sull’ipotesi che guardare in una direzione specifica sia un chiaro indicatore di una menzogna.[6][7] Molti scienziati ritengono che la direzione degli occhi sia un segnale poco rilevante dal punto di vista statistico per stabilire la sincerità di un'affermazione.
  4. 4
    Non usare il contatto visivo o la mancanza di esso come unico indicatore per riconoscere una bugia. Contrariamente a quanto si crede, i bugiardi non evitano sempre il contatto visivo.[1] Le persone possono distogliere lo sguardo naturalmente e osservare oggetti inanimati per riuscire a concentrarsi e ricordare. Un bugiardo potrebbe guardarti volontariamente negli occhi per sembrare più sincero; è possibile allenarsi in questa tecnica fino a superare ogni disagio e usarla come metodo per "provare" di dire la verità.
    • In effetti, è stato dimostrato che alcuni bugiardi hanno la tendenza a guardare di più le persone negli occhi, consci del fatto che gli investigatori considerano spesso la mancanza di contatto visivo come segnale sospetto.[4] Per questo, devi considerare che una persona che distoglie lo sguardo sta semplicemente dimostrando il proprio disagio perché deve rispondere a una domanda difficile.[4]

2
Individuare le Bugie nelle Risposte Verbali

  1. 1
    Fai attenzione alla voce della persona. Si tratta di un buon indicatore di sincerità. Il tuo interlocutore potrebbe incominciare improvvisamente a esprimersi più rapidamente o più lentamente del normale, oppure la tensione potrebbe portarlo ad alzare il tono o a parlare in modo incerto. Anche chi balbetta o si mangia le parole potrebbe mentire.
  2. 2
    Fai attenzione ai dettagli esagerati. Nota se una persona ti sembra raccontare troppo. Un esempio è il seguente: "Mia mamma vive in Francia, non è bellissimo lì? Non ti piace la torre Eiffel? Dentro è pulitissima". Troppi dettagli possono indicare quanto una persona desideri disperatamente farti credere a ciò che dice.
  3. 3
    Considera le reazioni emotive impulsive. Il tempismo e la durata di una reazione sono spesso fuori luogo quando una persona mente. Questo perché ha provato già la sua risposta (o si aspetta di ricevere domande) oppure perché è disposta a dire qualunque cosa pur di riempire il silenzio.
    • Se poni una domanda a qualcuno e la sua risposta arriva appena hai finito di parlare, c'è la possibilità che stia mentendo. Questo perché i bugiardi spesso provano in anticipo le loro risposte o pensano già a cosa dire per levarsi un peso.
    • Un altro segno rivelatore è l'omissione di particolari rilevanti sui tempi, ad esempio: "Sono andato al lavoro alle 8:00 e quando sono tornato a casa alle 17:00, l'ho trovato morto". In questo esempio, tutto ciò che è accaduto tra le azioni descritte è stato tralasciato.
  4. 4
    Fai molta attenzione alla reazione di una persona alle tue domande. Chi dice la verità non sente il bisogno di difendersi, perché non ha niente da nascondere. Chi mente, invece, può provare a compensare per il proprio inganno andando all'attacco, deviando la discussione o usando altre tattiche di stallo.
    • Chi è sincero spesso risponde con spiegazioni ancora più dettagliate alle espressioni di incredulità di chi ascolta la sua storia. Chi invece cerca di ingannare non è pronto a rivelare molto altro, ma continua a ripetere ciò che ha già detto.[5]
    • Ascolta e cerca delle brevi esitazioni nelle risposte. Una risposta sincera arriva rapida alla memoria. Le bugie richiedono una veloce revisione mentale delle altre menzogne che sono state dette per evitare incongruenze e inventare nuovi dettagli. Nota che quando le persone guardano verso l'alto per ricordare, non significa che stanno mentendo — può essere il loro istinto naturale.
  5. 5
    Fai attenzione all'uso delle parole del tuo interlocutore. Le espressioni verbali possono darti degli indizi per capire se una persona sta mentendo. Questi indizi includono:
    • Ripetere le tue esatte parole quando risponde a una domanda.
    • Tattiche di stallo, come chiedere che una domanda sia ripetuta.[4] Altre strategie includono dire che si tratta di un'ottima domanda, usare parole e frasi come "In pratica..." o "Ciò che è accaduto è...", dire che non è possibile rispondere alla domanda con un semplice sì o no, oppure risposte conflittuali quali "Dipende da cosa intendi per X" oppure "Dove hai saputo questa informazione?".[4]
    • Evitare di usare abbreviazioni e scandire con freddezza ogni parola. Questi sono tentativi da parte del bugiardo di far capire chiaramente, oltre ogni dubbio, ciò che sta dicendo.[4]
    • Pronunciare frasi convolute che non hanno senso; i bugiardi spesso si fermano a metà delle frasi, ripartono e non finiscono i concetti che esprimono.[5]
    • Usare l'umorismo e il sarcasmo per evitare l'argomento.
    • Usare frasi come "A essere sincero", "Francamente", "Per essere del tutto sincero", "Sono stato educato a non mentire mai", ecc. Queste espressioni possono essere segnali di malizia.[4]
    • Rispondere troppo rapidamente con un'affermazione negativa. Ad esempio rispondere a "Hai lavato male queste tazzine?" con "No, non ho lavato male quelle tazzine", come tentativo di evitare di ritardare la propria difesa.[4]
  6. 6
    Nota quando una persona ripete delle frasi. Se il sospetto usa quasi sempre le stesse parole, probabilmente sta mentendo. Quando qualcuno inventa una bugia, spesso cerca di ricordare una frase che sembri convincente. Quando gli sarà chiesto di spiegare nuovamente la situazione, il bugiardo userà ancora la stessa frase "convincente".
  7. 7
    Nota i salti a metà di una frase. Questo avviene quando un astuto bugiardo tenta di distogliere l'attenzione da sé interrompendosi a metà di una frase e parlando di qualcos'altro. Il tuo interlocutore potrebbe cercare di cambiare argomento in questo modo intelligente: "Stavo andando — ehi, hai un nuovo taglio di capelli?"
    • Fai particolare attenzione ai complimenti. I bugiardi sanno che le persone reagiscono bene ai complimenti e che spesso grazie ad essi possono evitare un interrogatorio. Fai attenzione a chi ti rivolge un apprezzamento inatteso.

3
Individuare le Bugie Grazie ai Tic

  1. 1
    Controlla la sudorazione. Le persone hanno la tendenza a sudare di più quando mentono.[8] In effetti, la misurazione del sudore prodotto è uno dei segnali rilevati dal test del poligrafo (la "macchina della verità" che si vede in molti film) per determinare se una persona sta mentendo.[9] Considera però che, se preso da solo, questo fattore non è un segnale inequivocabile di una bugia. Alcune persone possono iniziare a sudare molto perché sono nervose, sono timide o soffrono di altre condizioni che le portano a sudare più del normale. Si tratta di un indicatore da valutare insieme a molti altri segnali, come tremolio, arrossamento e difficoltà a deglutire.
  2. 2
    Osserva quando la persona annuisce. Se il tuo interlocutore annuisce o scuote la testa in contrasto con ciò che sta dicendo, questo può essere un segnale rivelatore. Questo particolare comportamento è detto "incongruenza".
    • Ad esempio, potrebbe dire "Ho pulito quelle tazzine benissimo" mentre scuote la testa, rivelando che in realtà quelle tazzine sono state appena sciacquate. Solo le persone bene addestrate sono in grado di evitare questo errore inconscio e tale risposta fisica rivela spesso la verità.[1][4]
    • Inoltre, una persona potrebbe esitare prima di annuire quando risponde. Chi dice la verità spesso annuisce per sostenere la propria affermazione nello stesso momento in cui la pronuncia; chi cerca di ingannarti, invece, può esitare.[1]
  3. 3
    Fai attenzione ai movimenti delle mani. Spesso chi mente giocherella con il proprio corpo o con oggetti casuali intorno a sé. Questo comportamento nasce dalle energie nervose prodotte dalla paura di essere scoperti. Per rilasciare questa tensione, i bugiardi spesso toccano la propria sedia, un fazzoletto o una parte del corpo.
  4. 4
    Osserva il livello di imitazione. Le persone hanno la tendenza naturale a imitare i comportamenti di coloro con i quali interagiscono. Si tratta di un modo per stabilire un rapporto e dimostrare il proprio interesse. Quando una persona mente, potrebbe smettere di imitarti perché si sta concentrando sul creare una realtà fittizia. Ecco alcuni esempi di questo atteggiamento che possono suggerirti che qualcosa non va:
    • Inclinarsi indietro. Quando una persona dice la verità o non ha niente da nascondere, spesso si sporge verso chi la ascolta. Un bugiardo, invece, resta spesso seduto indietro, perché non vuole rivelare più informazioni di quanto sia necessario.[4] Inclinarsi indietro può anche indicare disprezzo o disinteresse. La persona vuole uscire dalla situazione in cui si trova.
    • Le persone che dicono la verità spesso imitano i movimenti della testa e i gesti del corpo di chi li ascolta, per creare un legame; invece, chi cerca di ingannarti potrebbe essere riluttante a farlo, perciò, se noti questo particolare, il tuo interlocutore forse cerca di nascondere qualcosa. Potresti persino notare un'azione volontaria per spostare una mano in una certa posizione o per girarsi in un'altra direzione.
  5. 5
    Osserva la gola della persona. Chi mente prova spesso a lubrificare la gola deglutendo, ingoiando la saliva o schiarendosi la voce. Il nervosismo stimola la produzione di adrenalina, che provoca un aumento della salivazione. Quando la persona sente troppa saliva in bocca, potrebbe deglutire. Quando la saliva non è più così abbondante, potrebbe schiarirsi la voce.
  6. 6
    Controlla la respirazione della persona. Chi mente ha la tendenza a respirare velocemente, con una serie di brevi respiri seguiti da uno più profondo.[4] Può anche avere la bocca secca (e per questo schiarirsi la voce), perché si sente stressato, ha il battito cardiaco accelerato e, di conseguenza, ha bisogno di più aria nei polmoni.
  7. 7
    Nota i movimenti di altre parti del corpo. Osserva le mani, le braccia e le gambe della persona. In una situazione rilassata, le persone si sentono a proprio agio e riempiono molto spazio con movimenti ampi di braccia e mani, oppure allargando le gambe. Chi mente invece ha la tendenza a compiere movimenti limitati, rigidi e vicini al corpo.[4] Potrebbe toccarsi il volto, le orecchie o la nuca con le mani. Le braccia conserte, le gambe incrociate e la mancanza di movimenti delle mani sono segnali di una persona che non vuole rivelare informazioni.
    • I bugiardi spesso evitano di gesticolare con le mani come fanno normalmente. Con alcune eccezioni, quasi tutti i bugiardi evitano di indicare, di esporre i palmi aperti e di unire le dita a triangolo, ecc.[4]
    • Controlla le nocche. I bugiardi che stanno fermi spesso stringono i lati della propria sedia o un altro oggetto fino a far diventare bianche le nocche, senza neppure rendersene conto.[4]
    • I bugiardi spesso sistemano il proprio aspetto, ad esempio giocando con i capelli, aggiustandosi la cravatta o toccando nervosamente la manica della camicia.[5][10]
    • Due eccezioni da ricordare:
      • I bugiardi possono tenere volontariamente una postura rilassata per apparire a proprio agio.[4] Sbadigliare e mostrarsi annoiati possono essere segnali di una persona che cerca di essere troppo naturale per nascondere la verità. Solo perché una persona sembra rilassata, non significa che non stia mentendo.
      • Ricorda che questi segnali possono indicare nervosismo e non malizia. Non sempre il tuo interlocutore è agitato perché sta mentendo.

4
Individuare le Bugie con un Interrogatorio

  1. 1
    Fai attenzione. Anche se è possibile capire quando una persona mente o è disonesta, è possibile vedere un inganno dove questo non è presente. Molti fattori possono dare l'impressione che una persona stia mentendo, quando, in realtà, i segnali che vedi possono essere provocati da imbarazzo, timidezza, vergogna o senso di inferiorità. Chi è sotto stress può spesso sembrare un bugiardo, perché alcune manifestazioni della tensione imitano gli indicatori delle menzogne. Per questa ragione è importante formulare la propria valutazione sulla sincerità di una persona su una serie di comportamenti ingannevoli e non su un solo segnale rivelatore.[4]
  2. 2
    Considera il contesto. Quando analizzi il linguaggio del corpo, le risposte verbali e gli altri segnali che indicano che una persona sta mentendo, valuta i seguenti fattori:[1]
    • La persona è generalmente stressata, non solo a causa della situazione in cui si trova?
    • Sono coinvolti dei fattori culturali? Forse il comportamento della persona è appropriato in una cultura, ma è considerato disonesto in un'altra.
    • Hai dei pregiudizi nei confronti della persona? Vuoi che questa persona menta? Fai attenzione a non cadere in questa trappola!
    • La persona ha dei precedenti di disonestà? Ha esperienza nel mentire?
    • La persona ha un buon motivo per mentire?
    • Sei abile nell'individuare le bugie? Hai considerato l'intero contesto e non ti sei focalizzato solo su uno o due possibili indicatori?
  3. 3
    Trova il tempo per stabilire un rapporto con il presunto bugiardo e per creare un'atmosfera rilassata. Per farlo, non dare l'impressione di avere dei sospetti nei suoi confronti e impegnati a imitare il suo linguaggio del corpo e il suo ritmo di conversazione. Quando gli fai delle domande, comportati in modo comprensivo e non aggressivo. Questo approccio ti aiuterà a far abbassare la guardia al tuo interlocutore e a interpretare con più chiarezza i suoi comportamenti.
  4. 4
    Stabilisci un riferimento di base. Devi capire come si comporta una persona quando non mente; questo ti sarà utile per capire se il tuo interlocutore si comporta in modo diverso da come fa normalmente. Inizia facendo la sua conoscenza e continua da lì – le persone spesso rispondono con sincerità alle domande semplici su di loro. Se conosci già la persona con cui stai parlando, per creare un riferimento puoi porle delle domande di cui sai già la risposta.
  5. 5
    Impara a individuare i tentativi di deviazione. Di solito, quando una persona mente, racconta storie vere, ma che non rispondono direttamente alla tua domanda. Se la risposta del tuo interlocutore alla domanda "Hai mai picchiato tua moglie?" è "Amo mio moglie, perché dovrei picchiarla?", il sospetto sta tecnicamente dicendo la verità, ma sta evitando di rispondere alla tua domanda originaria. Questo può indicare che sta mentendo o che sta cercando di nascondere la verità.
  6. 6
    Chiedi alla persona di ripetere la sua versione dei fatti da capo. Se non sei sicuro che qualcuno sia sincero, chiedigli di ripetere la sua storia molte volte. È difficile tenere traccia delle informazioni inventate: durante la ripetizione della storia, un bugiardo spesso dice qualcosa di incoerente, di falso o che rivela il suo inganno.
    • Chiedi alla persona di raccontare la sua storia al contrario.[5] Questo è molto difficile da fare, soprattutto quando è importante non perdere dei dettagli. Persino un bugiardo professionista può avere difficoltà a non tradirsi.
  7. 7
    Osserva il presunto bugiardo con uno sguardo incredulo. Se sta mentendo, in breve tempo si sentirà a disagio. Se invece ti sta dicendo la verità, spesso proverà rabbia o frustrazione (terrà le labbra unite, le sopracciglia abbassate, le palpebre superiori tese e abbassate).
  8. 8
    Usa il silenzio. È molto difficile per un bugiardo evitare di riempire il silenzio.[4] Vuole convincerti che le menzogne che ha detto sono vere; non parlando non gli permetti di capire se hai abboccato alla sua storia. Essendo paziente e restando in silenzio, spingerai molte persone disoneste a parlare, aggiungendo dettagli alla propria storia e magari tradendosi, senza neppure dover fare alcuna domanda!
    • I bugiardi cercano di capire se credi a ciò che hanno detto.[5] Se non mostrerai alcun segnale degno di nota, li metterai a disagio.
    • Le persone più brave ad ascoltare evitano di interrompere il proprio interlocutore, un'ottima tecnica per lasciare che lui racconti tutta la sua storia. Esercitati a non interrompere gli altri se hai la tendenza a farlo; questo ti aiuterà non solo a individuare le menzogne, ma anche a migliorare le tue capacità di ascolto.
  9. 9
    Approfondisci quanto viene detto. Se ne hai la possibilità, controlla la veridicità di ciò che sostiene il bugiardo. Un abile bugiardo può inventare delle ragioni per le quali non dovresti parlare con la persona che può confermare o negare la sua storia. Probabilmente anche quelle sono menzogne, perciò può valere la pena di superare la tua riluttanza e chiedere informazioni alla persona in questione. Dovresti controllare sempre tutti i fatti che puoi verificare.

Consigli

  • Guarda programmi televisivi come Forum o il telefilm Lie to Me per fare pratica. Fidati del tuo istinto e giungi alle tue conclusioni nel corso della storia, per poi sapere se avevi indovinato! In tal caso, avrai più possibilità di smascherare un bugiardo.
  • Dovresti controllare se ciò che ti viene detto ha senso. Chi mente spesso si sente nervoso e inventa storie prive di una coerenza logica. Anche chi rivela troppi dettagli può mentire. Chiedi al tuo interlocutore di ripetere più volte la sua storia e assicurati che mantenga una coerenza accettabile.
  • Non dubitare se non ne sei sicuro: potresti rovinare un rapporto per nulla di concreto.
  • Meglio conosci una persona, più diventerai bravo a riconoscere il suo modo di pensare e meglio riuscirai a individuare le sue bugie.
  • I bugiardi possono usare gli oggetti intorno a loro per ispirarsi ad aggiungere dettagli alle loro bugie. Per esempio, se c'è una penna sul tavolo, questa persona potrebbe inserirla nella storia.
  • Chi mente spesso cambia argomento o fa dell'ironia. Può anche assumere un atteggiamento difensivo, distogliere lo sguardo da te oppure provare a convincerti guardandoti dritto negli occhi. In alcuni casi comincerà a farti domande per distrarti. Alcuni sono bugiardi davvero abili e non mostrano alcun segno rivelatore; in questi casi puoi fare affidamento solo al tuo istinto.
  • Alcuni comportamenti tipici di un bugiardo possono coincidere con quelli di una persona che, in realtà, non sta mentendo. Le persone nervose, timide, spaventate o soggette ai sensi di colpa sono molto sensibili alla pressione e hanno un grande senso di onestà e giustizia. Di conseguenza, sebbene possa sembrare che stiano mentendo, sono solo sotto shock.
  • Se pensi che una persona stia mentendo, chiedile maggiori dettagli. Se lei esita o si tocca il volto, potrebbe mentire!
  • Alcune persone hanno la reputazione di mentire. Ricordalo, ma non lasciare che i pregiudizi offuschino la tua valutazione. Le persone possono cambiare e dovresti sempre concedere a chi ha sbagliato in passato la possibilità di voltare pagina. La reputazione precedente non è tutto — così come i segnali dati da una persona che mente, devi considerare sempre tutto il contesto, caso per caso. Troppo spesso a chi ha una reputazione di disonestà sono attribuite le colpe di altri.
  • È più facile capire se sta mentendo una persona che conosci bene.
  • La maggior parte delle persone dice spesso la verità e preferisce che la propria reputazione si basi sui fatti. I bugiardi tendono invece a creare da soli la propria reputazione per sembrare più credibili o desiderabili di quello che siano davvero.
  • Alcune persone sono semplicemente timide; non mentono quando giocano nervosamente con le dita e non ti guardano negli occhi. Considera sempre questa possibilità.
  • Alcune persone sono esperte bugiarde, riescono a inventare storie perfettamente credibili e impeccabili. In realtà, i nostri ricordi sono restaurati un po' ogni volta che li raccontiamo di nuovo, quindi aggiungere particolari per ingannare se stessi non è così raro.
  • I bugiardi non parlano molto. Se chiedessi: "Sei stato tu?", risponderebbero con un semplice sì o no. Fai attenzione.

Avvertenze

  • Alcune persone non perdono il contatto visivo con l'interlocutore solo perché si sono allenate a farlo o perché pensano che sia segno di cortesia.
  • Fai attenzione a quanto spesso valuti l'onestà degli altri. Se cerchi sempre di scoprire le bugie, le persone potrebbero evitarti per paura di subire un interrogatorio. Essere aggressivo e sospettare di tutti non significa essere vigile — è un segnale di mancanza di fiducia ossessiva nel prossimo.
  • Il linguaggio del corpo è un indicatore ma non un fatto. Non punire qualcuno solo perché i movimenti del suo corpo non coincidono con le sue parole. Cerca sempre delle prove prima di trarre conclusioni. Se da un lato hai il diritto di sentirti tradito o ferito, dall'altro non ti conviene gridare allo scandalo. Essere sempre alla ricerca di bugie, stare sulla difensiva e sospettare di tutti sono tendenze che dimostrano una mancanza ossessiva di fiducia nei confronti del prossimo.
  • Un sorriso forzato indica che il tuo interlocutore sta cercando di fare una buona impressione su di te e mostrarti rispetto.
  • Alcune persone hanno spesso la gola secca e deglutiscono in modo spontaneo o si schiariscono la gola spesso.
  • Alcune persone giocano nervosamente con le dita quando devono andare in bagno o hanno troppo caldo o troppo freddo.
  • Esistono studi che dimostrano che gli interrogatori dei sospetti dovrebbero sempre essere effettuati nella lingua madre dell'imputato poiché, quando si parla un idioma straniero, non si hanno le stesse reazioni, sia dal punto di vista dei termini pronunciati che da quello del linguaggio del corpo.
  • Considera le disabilità del tuo interlocutore. Una persona disabile interagisce in modo diverso, perciò non utilizzare gli standard che cerchi nelle altre persone per valutare il suo comportamento. Scopri che atteggiamento ha normalmente e cerca di notare dei cambiamenti. Non accusare mai queste persone se non sei assolutamente certe che stiano mentendo.
    • Le persone autistiche (incluse coloro che soffrono della sindrome di Asperger) possono giocherellare ed evitare il contatto visivo come parte del loro linguaggio del corpo.
    • L'ansia (in particolare l'ansia sociale e il disturbo da stress post-traumatico) può dare l'impressione che una persona stia mentendo; chi soffre di questo problema evita il contatto visivo, rifugge le persone ed è nervoso.
    • Le persone non udenti o dall'udito molto debole devono guardarti le labbra e non gli occhi per capire ciò che dici.
    • I sintomi del disturbo bipolare (disturbo maniaco-depressivo) includono la locuzione accelerata durante un episodio maniacale.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Interazioni Sociali

In altre lingue:

English: Detect Lies, Español: saber si alguien miente, Deutsch: Lügen entlarven, Português: Detectar Mentiras, Русский: узнать, что вам лгут, 中文: 甄别谎言, Čeština: Jak odhalit lži, Bahasa Indonesia: Mendeteksi Kebohongan, Français: détecter les mensonges, Nederlands: Leugens herkennen, ไทย: จับโกหก, 한국어: 거짓말을 알아채는 방법, Tiếng Việt: Phát hiện Nói dối, العربية: كشف الكذب, हिन्दी: झूठ का पता लगाएँ, 日本語: うそを見破る

Questa pagina è stata letta 274 748 volte.

Hai trovato utile questo articolo?