Hai la sensazione che un cristallo della tua collezione non stia funzionando come dovrebbe e sospetti che possa essere falso, ma come capire se è realmente così? Ci sono molti indizi che possono aiutarti a distinguere un cristallo vero da uno falso, a partire dal negozio fino ad arrivare alla sensazione che ti dà quando lo tieni in mano. Abbiamo deciso di stilare una guida pratica per aiutarti a identificare i cristalli falsi e a usare i cristalli sintetici o trattati con il calore. Se sei pronto a mettere alla prova i cristalli della tua collezione, prosegui nella lettura!

Cose che dovresti sapere

  • Stai alla larga da venditori incompetenti o impreparati, dai prezzi troppo bassi e dai cristalli eccessivamente colorati, trasparenti o perfetti.
  • I cristalli naturali sono freddi al tatto, non si graffiano facilmente, presentano delle imperfezioni e solitamente sono più pesanti rispetto a quelli falsi.
  • I cristalli sintetici o quelli termotrattati non sono considerati al 100% falsi e possono essere comunque utilizzati per meditare, curare o attrarre.

1
Indizi di un cristallo falso

  1. 1
    Peso irrisorio. I cristalli naturali contengono metalli e altri composti che li rendono pesanti, mentre quelli falsi, generalmente, sono composti principalmente da vetro. Un cristallo reale può arrivare a pesare quanto uno falso di dimensioni doppie.[1]
  2. 2
    Calore eccessivo al tatto. I cristalli veri non trattengono a lungo il calore e dovrebbero essere freddi al tatto. Prendi in mano il cristallo per sentirne la temperatura. Se è vero, sarà più freddo rispetto alla tua mano e probabilmente anche della temperatura ambiente. Se è caldo o a temperatura ambiente, è probabile che sia falso.[2]
  3. 3
    Colore molto vivido rispetto ad altre pietre. Esistono anche cristalli veri brillanti e luminosi, ma si tratta comunque di colori tenui che tendono al trasparente in confronto a quelli falsi che sono stati tinti. Se un cristallo è molto colorato o vivace (pensa per esempio al giallo o al rosa fluo), ci sono buone probabilità che sia stato tinto per risultare più attrattivo.[3]
    • Osserva la superficie del cristallo per cercare delle piccole crepe o fessure. Se in quei punti il colore è più scuro è perché è stata usata una tinta per colorarlo che si è accumulata nelle fessure.[4]
  4. 4
    Presenza di piccole bolle d'aria all'interno del cristallo. Quando un cristallo si forma in modo naturale sotto la crosta terrestre, è presumibile che non sia perfetto e presenti piccole crepe, graffi o contenga delle particelle estranee, ma mai delle bolle d'aria. Le bolle d'aria sono un indizio inequivocabile e indica che quello che hai davanti è un pezzo di vetro tagliato in modo da sembrare un cristallo.[5]
    • Le piccole bolle d'aria potrebbero sfuggire a uno sguardo superficiale. Per questo dovresti osservare il cristallo da molto vicino o usando una lente di ingrandimento.
  5. 5
    Il cristallo è troppo perfetto, trasparente o simile al vetro. Sono molto pochi i cristalli naturali che sono perfettamente trasparenti, in special modo le gemme colorate come smeraldi e topazi, e l'elevata trasparenza rende queste pietre rare estremamente costose.[6] La maggior parte dei cristalli veri presenta delle fratture o delle venature interne o superficiali. Ricerca questi particolari quando sei alla ricerca di un cristallo da acquistare (anche se stai guardando delle foto online). Se non ci sono venature o crepe, è probabile che si tratti di semplice vetro.[7]
    • I cristalli falsi hanno angoli netti e definiti, mentre è raro che i cristalli veri vengano tagliati con una simile precisione.[8]
    • Tieni il cristallo che sospetti sia falso sopra un testo scritto. I cristalli veri distorcono le lettere in diverse direzioni, mentre dietro il vetro comune le lettere risultano semplicemente ingrandite.[9]
    • Confronta il prezzo del cristallo con la sua trasparenza. Per esempio, se vedi uno smeraldo grande e perfetto che non ha un costo di migliaia di euro, è molto probabile che sia sintetico.[10]
  6. 6
    Il cristallo si frantuma e si graffia facilmente. Molti (ma non tutti) i cristalli usati comunemente per scopi curativi sono mediamente duri (almeno di grado 6 sulla scala di durezza di Mohs). Sono quindi abbastanza resistenti ai graffi e alle cadute. Il vetro, invece, ha una durezza di soli 5,5 punti sulla scala di Mohs.[11] Se pensi che un cristallo sia falso, controlla il supposto grado di durezza e fai un test provando a usarlo per graffiare una lastra di vetro. Se è autentico e della durezza corretta, dovrebbe lasciare un segno.[12]
    • Questo test non funziona per i cristalli morbidi, come la selenite o la fluorite, che hanno un grado di durezza inferiore a 5 sulla scala di Mohs.
    • In alternativa, puoi provare a lasciare cadere il cristallo. I cristalli duri, come il quarzo che ha un grado di durezza pari a 7 sulla scala di Mohs, non si rompono, mentre il vetro tende ad andare in frantumi o a rompersi internamente se lo lasci cadere.[13]
  7. 7
    Il cristallo fuma, emana odore o si fonde quando viene esposto a una fiamma. Se sospetti che uno dei tuoi cristalli sia falso, tienilo sopra a un accendino per 10 o 20 secondi. Se contiene della plastica, si deformerà o inizierà a sciogliersi. Anche i cristalli veri si modificano con il calore, ma non quando vengono esposti alla fiamma di un accendino o a una temperatura relativamente bassa.[14]
    • Questo trucco è utilissimo per capire se un cristallo è falso e contiene della plastica, ma non funziona per rilevare la presenza di vetro.
    • Esegui questo test in casa, con i cristalli già in tuo possesso e non con quelli in vendita nei negozi perché molto probabilmente i negozianti non sarebbero d'accordo.
    • I cristalli in plastica sono inoltre più leggeri rispetto a quelli veri e si graffiano con maggiore facilità.[15]
  8. 8
    Il cristallo ha un nome eccentrico, strano o che ricorda quello di un frutto. Alcuni cristalli hanno nomi accattivanti, ma generalmente quelli che suonano troppo "graziosi" o descrittivi sono il frutto di un'operazione di marketing volta a rendere più interessanti dei prodotti falsi. Un quarzo di un colore rosa intenso potrebbe essere un pezzo di vetro colorato che viene presentato come quarzo rosato o quarzo fragola (che esiste realmente, ma è raro) mentre in realtà è un falso.[16]
    • Se il cristallo ha un nome strano e inoltre è fin troppo trasparente, brillante o perfetto, le probabilità che sia falso sono molto alte.
  9. 9
    Il prezzo sembra troppo basso per un cristallo di qualità. Se hai scovato un affare, ma hai la sensazione che si tratti di un'offerta troppo vantaggiosa per essere vera, è probabile che sia così (in special modo online). Cerca lo stesso cristallo presso altri venditori per farti un'idea di quali siano le dimensioni, la fascia di prezzo e la qualità standard. Un prezzo basso non significa necessariamente che si tratti di un falso, ma bisogna fare attenzione e cercare dei segnali che ne provino l'autenticità.[17]
  10. 10
    Il venditore sembra inesperto. Gli appassionati di cristalli fanno domande a cui un venditore affidabile dovrebbe saper rispondere facilmente e nel dettaglio. Se incontri un venditore che ti fornisce delle risposte vaghe, poco chiare, potrebbe essere perché i cristalli in vendita nel suo negozio sono falsi.[18] Se stai acquistando online, leggi le recensioni lasciate dai clienti per valutare l'affidabilità del venditore. Se qualcuno sostiene che propone dei prodotti falsi, stai alla larga![19]
    • Valuta quanti cristalli rari sono presenti nel negozio. Se sono presenti diverse pietre non comuni, ci sono buone probabilità che almeno in parte non siano autentiche.
    • I cristalli veri hanno un'energia che puoi percepire. Fidati del tuo intuito se hai la sensazione che i cristalli in vendita non sono veri.
    Pubblicità

2
I cristalli termotrattati si considerano falsi?

  1. I trattamenti a caldo valorizzano le caratteristiche dei cristalli naturali e non li rendono falsi. Molti cristalli usati a scopo curativo, come il quarzo citrino e l'acquamarina, vengono scaldati per migliorarne il colore. Il calore è un elemento naturale sotto la crosta terrestre dove si formano i cristalli e solo un esperto dotato di microscopio può capire se un cristallo è stato esposto al calore prima o dopo la sua estrazione.[20]
    • A livello energetico, i cristalli termotrattati vibrano praticamente allo stesso modo degli altri e vengono usati a scopo curativo dagli esperti con ottimi risultati.[21]
    • Gli effetti provocati dal calore sotto la crosta terrestre o in laboratorio sono praticamente identici.
    • Anche i gioiellieri più esperti generalmente etichettano le gemme e i cristalli come "probabilmente termotrattati", dato che distinguere le due tipologie di cristalli è estremamente complicato.

3
In che cosa si distingue un cristallo sintetico da un cristallo autentico?

  1. I cristalli sintetici sono chimicamente identici a quelli veri, ma possiedo un livello energetico più debole. Vengono creati in laboratorio e sono talmente ben fatti che è difficile distinguerli dai cristalli veri di cui sono una replica quasi perfetta. Solitamente, sono più trasparenti e non presentano le strutture geometriche complesse che si possono trovare in natura. Ne consegue che a livello energetico vibrano solo per un terzo rispetto a quelli che si formano naturalmente sotto la crosta terrestre.[22]
    • I cristalli sintetici sono una buona opzione per chi è alla ricerca di un cristallo da esporre che sia bello da vedere, ma economico e sono un'alternativa più etica rispetto a quelli naturali.
    • Esegui una ricerca per capire qual è la fascia di prezzo del cristallo a cui sei interessato. Se un venditore lo vende a un prezzo molto più basso rispetto agli altri, è probabile che sia un cristallo prodotto in laboratorio.
    • I cristalli naturali che si formano sotto la crosta terrestre devono la loro energia a una combinazione unica di elementi chimici, calore, pressione e fato.
    Pubblicità

4
Quali sono i cristalli più imitati?

  1. Quarzo, ametista, moldavite e turchese sono tra i cristalli più imitati. Sono piuttosto comuni e richiesti e i venditori disonesti approfittano della loro popolarità per vendere pezzi finti in plastica o vetro colorati. Esamina questo tipo di cristalli con estrema attenzione prima di acquistarli:[23]
    • La moldavite è popolare su TikTok ed è difficile distinguere se è reale, dato che si tratta di un vetro naturale vulcanico. Anche altri vetri di origine vulcanica, come l'ossidiana, vengono copiati spesso.[24]
    • Tutti i quarzi sono molto imitati e con buoni risultati, in special modo il quarzo rosa e il quarzo ialino. Solitamente quelli falsi sono fatti di vetro.[25]
    • I vetri colorati vengono fatti passare spesso anche per ametiste, dato che capire se un'ametista è autentica può essere complicato.
    • Lapislazzuli, agata, turchese, agata corniola, giada rosa o viola e quarzo citrino generalmente vengono falsificati tingendo delle pietre meno preziose per farle sembrare di qualità superiore.[26]
    • Tra i cristalli che vengono imitati frequentemente ci sono anche la malachite, la fluorite, il larimar e il peridoto.

Consigli

  • I cristalli falsi non sono in alcun modo pericolosi. L'unico lato negativo è che probabilmente non funzioneranno come vorresti se intendi usarli per curarti, manifestare qualcosa o per meditare.
  • Fai attenzione alle informazioni che trovi sui social network riguardo ai cristalli. Molti influencer non hanno una conoscenza reale e approfondita dell'argomento nonostante spesso sostengano il contrario. Fidati solo dei venditori e dei terapeuti realmente esperti.
  • Alcuni cristalli, come l'ossidiana, sono dei vetri naturali, ma ci sono degli impostori che vendono dei vetri comuni colorati per farli passare come autentici cristalli.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Ipnotizzare una PersonaIpnotizzare una Persona
Usare l'Alcool per Trattare un RaffreddoreUsare l'Alcool per Trattare un Raffreddore
Eseguire l'AutoipnosiEseguire l'Autoipnosi
Caricare i Cristalli con la Luce della LunaCaricare i Cristalli con la Luce della Luna
Usare la LiquiriziaUsare la Liquirizia
Bruciare la SalviaBruciare la Salvia
Abbassare la Pressione senza Usare FarmaciAbbassare la Pressione senza Usare Farmaci
Usare la Lampada di Sale HimalayanoUsare la Lampada di Sale Himalayano
Fare una Tisana
Abbassare la Febbre senza MedicinaliAbbassare la Febbre senza Medicinali
Fare l'Olio Medicinale di MarijuanaFare l'Olio Medicinale di Marijuana
Prendere la TriphalaPrendere la Triphala
Ipnotizzare Qualcuno per Fargli Compiere Azioni DivertentiIpnotizzare Qualcuno per Fargli Compiere Azioni Divertenti
Preparare l'Olio di Lavanda
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Staff di wikiHow - Redazione
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Questa pagina è stata letta 67 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità