Il digiuno per pulire i reni, conosciuto anche come disintossicazione renale, è una procedura che viene eseguita per migliorare la funzione di questi organi ed evitare i calcoli. Per valutare se la disintossicazione renale è opportuna per il tuo caso specifico, devi prima capire i suoi effetti sul corpo. Questo articolo ti mostrerà come agisce sul corpo un digiuno per la pulizia dei reni.

Passaggi

  1. 1
    Conosci la funzione dei reni e del sistema urinario. Nel corpo ci sono due reni, che costituiscono il sistema urinario, insieme all’uretere e alla vescica. I reni svolgono diverse di funzioni, tra cui il bilanciamento dei fluidi corporei e delle sostanze chimiche del corpo, l’eliminazione dei prodotti di scarto e il rilascio degli ormoni essenziali. Sono fondamentali per gli altri organi perché elaborano e liberano il corpo dai rifiuti, compresi i prodotti chimici, il sale e l'acqua in eccesso. I prossimi passaggi analizzano come gli elementi del digiuno per pulire i reni influiscono sul corpo.
  2. 2
    Consulta il tuo medico prima di iniziare un digiuno disintossicante.
    • Alcune persone sono a rischio di malattie renali. Se qualcuno nella tua famiglia ha avuto malattie renali, è opportuno prima sottoporti a un controllo della pressione del sangue e a un esame del sangue e delle urine per analizzare la salute generale dei reni.
    • Un digiuno potrebbe anche inibire l'assorbimento di farmaci.
  3. 3
    Riduci la quantità di cibo che mangi durante i giorni che precedono il digiuno.
    • Il digiuno aumenta spesso la sensazione di fame. Se inizi prima a ridurre il cibo, puoi aiutare a frenarla.
    • Per alcune persone questa potrebbe essere l'unica azione necessaria; seguire una dieta sana e aumentare l'assunzione di liquidi può essere sufficiente per purificare i reni.
    • Molti pazienti affetti da malattie renali devono limitare l’assunzione di cibo ad alto contenuto di proteine, colesterolo e sodio. I reni sono i responsabili dell'elaborazione di queste sostanze e questo cambiamento nella dieta permette ai reni di riposare prima, durante e dopo la pulizia.
  4. 4
    Stabilisci quali tipi di liquidi è opportuno assumere durante il digiuno. La maggior parte dei digiuni terapeutici dura circa 3 giorni e in questo periodo si dovrebbero consumare liquidi equivalenti alla trentesima parte del proprio peso corporeo. Per esempio, se pesi 80 kg dovresti bere 2,66 l di acqua ogni giorno.
    • I fluidi sono essenziali per un accurato digiuno disintossicante, perché il filtro dei reni pulisce in media 189,27 l di liquidi dal sangue ogni giorno. Circa 187,377 l vengono assorbiti, mentre 1,89 l continuano il percorso verso la vescica per formare l'urina.
    • Per molti digiuni disintossicanti è consigliata l’acqua purificata, perché non contiene minerali come invece l'acqua di rubinetto. Questo permette ai reni di riposare riducendo la quantità di minerali che dovrebbero assorbire.
  5. 5
    Adotta una dieta liquida per 3 giorni che includa acqua, succhi di frutta, tisane e brodo vegetale. Evita l'alcool, la caffeina e i prodotti lattiero-caseari.
    • I liquidi aiutano a reidratare il corpo, componenti essenziali per prevenire i calcoli renali, dei depositi cristallini che si formano quando una persona è disidratata e nelle urine c’è troppa presenza di una sostanza, come il calcio.
    • Il tè a base di semi di sedano o di ortiche agisce come diuretico naturale. Il prezzemolo e l’uva ursina sono spesso aggiunti nel tè aiutando il sistema digerente e delle vie urinarie.
    • Alcool, caffeina e prodotti lattiero-caseari agiscono come diuretici e portano a urinare più frequentemente e a sbarazzarti dei fluidi molto rapidamente. In questo modo disidratano il corpo prima che i fluidi essenziali vengano assorbiti.
    • Il brodo vegetale viene preparato facendo bollire verdure o bucce di vegetali, tra cui le carote, il sedano e le barbabietole, per un'ora; dopodiché viene filtrato e può essere bevuto perché ricco di sostanze nutritive. Bevilo 2 o 3 volte al giorno per combattere la perdita di elettroliti e di potassio.
  6. 6
    Mangia l’anguria per purificare i reni dopo il digiuno di 3 giorni.
    • L'anguria è un diuretico naturale, ma a differenza dell’alcool e della caffeina, non sembra sforzare i reni. Una pulizia con questo frutto aiuta il fegato a processare l’ammoniaca, uno scarto dell’elaborazione delle proteine e farla confluire nell’uretra. Questo alleggerisce anche la pressione dei reni, mentre libera il corpo dai liquidi in eccesso.
    • Ci sono molti modi per ottenere questo beneficio dall’anguria. Puoi tagliarla e mangiare tutto (compresi i semi) o farne un succo. I semi possono essere messi nel tè e con la polpa puoi fare una zuppa.
  7. 7
    Recupera lentamente una normale alimentazione mangiando verdure crude.
    • Qualsiasi cambiamento nella dieta dovrebbe essere adottato lentamente per evitare vertigini, nausea o fame. Dopo aver mangiato le verdure per un paio di giorni, inserisci piccole quantità di proteine e poi torna a una normale dieta sana.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Crescere In Altezza

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Farsi un Clistere

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Far Durare il Sesso Più a Lungo

Come

Eseguire la Manovra di Epley

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 4 028 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 4 028 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità