La dermatofitosi è un'infezione causata da funghi chiamati dermatofiti, dei microscopici microrganismi che si alimentano di tessuti morti della pelle, capelli e unghie. L'infezione è anche chiamata tigna e si manifesta con delle vesciche circolari; quando si diffonde rende la pelle squamosa.[1] Puoi contrarla entrando in contatto con persone e animali malati o condividendo degli oggetti come cappelli, spazzole, pettini, asciugamani e indumenti con persone infette.[2] Si tratta di un disturbo facile da curare, se si interviene prontamente.

Se vuoi avere maggiori informazioni in merito ai trattamenti per la tigna leggi questo articolo.

Parte 1 di 3:
Riconoscere i Sintomi della Tigna del Cuoio Capelluto

  1. 1
    Controlla il cuoio capelluto alla ricerca di chiazze di pelle squamosa. Questa micosi può provocare delle piccole aree di pelle secca che possono creare dolore e prurito.[3]
    • A volte le scaglie sono della semplice forfora e non indicano la tigna. Se inizi a notare questi sintomi, fatti esaminare il cuoio capelluto da un dermatologo per avere la certezza che si tratti proprio di questa micosi.
  2. 2
    Osserva se perdi i capelli. L'alopecia causata dalla dermatofitosi in genere inizia con piccole chiazze glabre dal diametro di una moneta. Man mano che l'infezione progredisce, le aree dove cadono i capelli iniziano a diventare più grandi e assumono una forma ad anello.[4]
    • I capelli possono anche spezzarsi conferendo al cuoio capelluto l'aspetto tipico della "barba trascurata da due giorni". In tal caso le aree interessate sembrano ricoperte da piccoli punti neri. Le zone calve possono essere squamose e gonfie.
  3. 3
    Cerca delle piccole piaghe rosse sul cuoio capelluto. Quando la tigna progredisce, possono iniziare a formarsi delle lesioni piene di pus, chiamate kerion. La pelle inizia anche a formare delle croste, simili a pelle squamosa molto secca che comincia a staccarsi. Questi sono tutti segnali che l'infezione si è aggravata e richiede un immediato intervento medico.[5]
    • Se noti la fuoriuscita di secrezioni dal cuoio capelluto e la formazione di piaghe, devi intervenire tempestivamente e trovare delle cure mediche, perché potrebbero svilupparsi delle cicatrici e alopecia permanenti.
    • Se hai i kerion, probabilmente avrai anche febbre e gonfiore ai linfonodi. Il corpo cerca di combattere l'infezione alzando la temperatura interna, inducendo quindi la febbre. Anche l'edema dei linfonodi è una reazione dell'organismo alla dermatofitosi nel tentativo di espellere l'infezione dal sangue.[6]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Riconoscere i Sintomi della Dermatofitosi sul Corpo e sui Piedi

  1. 1
    Presta attenzione a qualunque vescica presente su viso, collo o mani. La tigna della cute in genere si sviluppa soprattutto in queste aree, nella maggioranza dei casi sotto forma di vesciche rosse a forma di anello.[7]
    • Se l'infezione ha colpito il viso e il collo, probabilmente provi prurito, la pelle è gonfia e forma delle croste secche. Tuttavia, queste lesioni possono anche non avere la forma circolare. Se la micosi intacca la barba potresti notare intere chiazze senza peli.
    • Quando colpisce le mani, rende la pelle dei palmi e delle dita più spessa o sollevata. Può coinvolgere una o entrambe le mani e queste possono sembrare normali su un lato, mentre la cute sull'altro lato è ispessita e in rilievo.
    • Nei casi più gravi le vesciche rosse possono diffondersi, crescendo di dimensioni e fondendosi tra loro. Queste bolle sono leggermente sollevate quando le tocchi e provocano molto prurito. Attorno all'anello dell'infezione possono anche iniziare a formarsi delle piaghe piene di pus.
  2. 2
    Verifica se hai la tigna dell'inguine. Questa patologia, conosciuta anche come infezione micotica dell'inguine, è una dermatofitosi che generalmente si sviluppa nell'area dell'interno cosce e attorno ai glutei. Controlla se si formano delle piaghe rosse o marroni in questa zona, anche se non hanno la forma ad anello. Anche in questo caso, le lesioni possono essere piene di pus.[8]
    • Potresti inoltre presentare delle grandi chiazze di pelle pruriginosa o arrossata nella zona dell'interno coscia e dei glutei. Tuttavia, sappi che di solito questo tipo di tigna non colpisce l'area genitale.
  3. 3
    Cerca delle eruzioni cutanee arrossate e squamose tra le dita dei piedi. Quando la micosi colpisce il piede (in questo caso si parla di "piede d'atleta"), cominciano a svilupparsi degli sfoghi cutanei tra le dita. Solitamente l'infezione crea una sensazione di prurito di cui non riesci a sbarazzarti; man mano che progredisce puoi iniziare a provare un senso di bruciore o pizzicore alle dita e a tutto il piede.[9]
    • Controlla anche la pianta del piede e i lati alla ricerca di pelle screpolata che sembra squamosa. Se la dermatofitosi è giunta a questo punto, devi rivolgerti immediatamente al medico per dei trattamenti.
    • La tigna potrebbe anche aver invaso le unghie; in questo caso si parla di onicomicosi. Queste potrebbero diventare nere, bianche, gialle o grigie; potrebbero diventare fragili e cadere oppure la pelle circostante potrebbe formare delle piaghe.[10]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Conoscere i Fattori di Rischio

  1. 1
    Sii molto cauto quando ti rechi nelle palestre e negli spogliatoi pubblici. Come tutte le infezioni fungine, anche la dermatofitosi prospera negli ambienti umidi. Limita l'esposizione agli agenti patogeni indossando le ciabatte infradito quando sei negli spogliatoi e lava sempre le mani prima e dopo l'allenamento. Dovresti anche pulire sempre accuratamente l'attrezzatura da ginnastica — compreso il materassino — prima e dopo l'uso per evitare la diffusione di qualunque infezione.[11]
    • Non appena concludi la sessione di esercizi fisici dovresti cambiare subito l'abbigliamento, in modo da non tenere sul corpo indumenti sudati che promuovono la crescita e lo sviluppo dei funghi. Inoltre non dovresti mai condividere l'asciugamano che usi per l'allenamento e dovresti lavare ogni capo d'abbigliamento — asciugamano compreso — dopo ogni uso.
    • Se nuoti in una piscina pubblica, pratica una buona igiene quando vai nello spogliatoio. Indossa sempre le ciabattine e fai la doccia prima e dopo essere entrato in acqua.
  2. 2
    Non condividere spazzole, pettini, asciugamani, indumenti o altri oggetti personali. Se vuoi evitare la diffusione di questa infezione micotica, non devi prestare alcun oggetto per la cura della persona, soprattutto se la tigna ha già infettato qualcuno della tua classe o del tuo ufficio al lavoro. Mantieni puliti il pettine, la spazzola o l'asciugamano per non incoraggiare lo sviluppo di funghi come la tigna.[12]
  3. 3
    Ispeziona anche il tuo animale domestico alla ricerca di micosi. Se ha il pelo o la pelliccia, fai attenzione alla presenza di eventuali zone di alopecia, di vesciche rosse o pelle squamosa. Portalo dal veterinario per verificare se soffre di dermatofitosi, in quanto è possibile contrarre l'infezione anche da un animale malato.[13]
    • Se ha la tigna evita di toccarlo e indossa dei guanti quando ti avvicini. Assicurati anche di lavarti le mani prima e dopo aver toccato qualunque altro animale, nell'eventualità che abbia contratto un'infezione fungina.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Sbarazzarti di un Brufolo in una Notte

Come

Eliminare l'Arrossamento di un Brufolo

Come

Eliminare un Brufolo Sottopelle

Come

Far Sparire un Succhiotto

Come

Curare una Bolla di Sangue Sottopelle

Come

Sbarazzarsi del Prurito della Pelle con Rimedi Casalinghi

Come

Rimuovere un Fibroma Pendulo dal Collo

Come

Curare Velocemente l'Herpes Labiale

Come

Sbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il Seno

Come

Riconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIV

Come

Far Sparire una Crosta

Come

Eliminare le Verruche

Come

Trattare l'Eczema Attorno agli Occhi

Come

Eliminare i Fibromi Penduli
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 13 937 volte
Questa pagina è stata letta 13 937 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità