Scarica PDF Scarica PDF

Le vene possono collassare in seguito a iniezioni intravenose frequenti o svolte scorrettamente. Il problema è quasi sempre associato all'uso di attrezzature scadenti e all'abuso di droghe. Se un ago o una sostanza iniettata irritano il rivestimento interno di una vena, questo può gonfiarsi, provocando il collasso dovuto alla mancanza di pressione sanguigna. Le vene inoltre possono collassare se un'iniezione viene praticata in modo scorretto e provoca un'aspirazione all'interno della vena. Se c'è la possibilità che tu o una persona che conosci abbiate una vena collassata, contatta subito il tuo medico curante.

Metodo 1 di 3:
Riconoscere i Sintomi

  1. 1
    Cerca dei cambiamenti nella zona dell'iniezione. I sintomi più comuni del collasso di una vena sono decolorazione, dolore localizzato e gonfiore. Osserva se nella zona della puntura sono presenti lividi, decolorazioni o sensibilità al tocco.[1]
    • Il collasso di una vena di grandi dimensioni può provocare anche sensazione di freddo nelle estremità, ma di solito questo sintomo è più spesso dovuto al collasso di un'arteria, un problema diverso e di maggiore gravità.
  2. 2
    Ispeziona il punto dell'iniezione. Se la vena è collassata, avvertirai un dolore intenso dove ti è stata fatta la puntura. La zona inoltre può presentare lividi, diventare blu e nera o dare prurito.[2]
  3. 3
    Non grattarti. Se il punto dell'iniezione inizia a pruderti, è un buon segno. Anche se è la conferma che la vena è collassata, il prurito indica che il sangue sta iniziando a riaprire la vena e a ricircolare. Tuttavia, grattandoti potresti fermare questo processo e rischierai danni permanenti.[3]
  4. 4
    Considera gli effetti a lungo termine. Quasi tutte le persone che fanno uso di droghe per via intravenosa soffrono un collasso. Spesso, le vene si riaprono da sole. Quando questo non accade, possono nascere gravi complicazioni permanenti per la salute, inclusi problemi di circolazione.[4]
    • In definitiva, non è possibile fare molto per una vena collassata. Di conseguenza, è fondamentale prevenire la comparsa del problema.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Cercare Trattamenti

  1. 1
    Riconosci la gravità di una vena collassata. In molti casi, le vene collassate non guariscono. Inoltre, i danni permanenti possono presentarsi in brevissimo tempo. Se ritieni di avere una vena collassata, chiama un medico o una clinica per discutere delle opzioni di trattamento.[5]
    • Perché la vena abbia le probabilità migliori di guarire, non iniettare più nulla al suo interno.
  2. 2
    Chiedi a un medico quali integratori possono aiutarti. La vitamina C e altri integratori possono contrastare l'infiammazione all'interno della vena. Detto questo, nessun integratore può eliminare il rischio di collasso, né garantirti che una vena collassata guarisca del tutto. È sempre meglio consultare subito un medico se ritieni di avere questo problema.[6]
  3. 3
    Preparati alle terapie farmacologiche o all'intervento chirurgico. Se ti è stata diagnosticata una vena collassata, il medico può prescriverti degli anticoagulanti che diluiscano il sangue e favoriscano la circolazione. In altri casi, possono consigliarti un intervento chirurgico per riparare il più possibile le vene danneggiate.[7]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Evitare Che le Vene Collassino

  1. 1
    Fatti aiutare a smettere di drogarti. Il modo migliore per evitare che le vene collassino è eliminare i comportamenti che provocano il problema. Non è facile smettere di fare uso di droghe, specie se è da tempo che hai questa abitudine. Fortunatamente, hai delle risorse a disposizione in grado di aiutarti. Inizia dal primo passo e chiedi assistenza.[8]
  2. 2
    Scambia i tuoi aghi. Se hai deciso di non smettere, puoi prendere delle precauzioni per rendere meno pericoloso l'uso di droghe. Per prima cosa, trova un programma di scambio di aghi nella tua zona e sfruttalo.[9]
    • Gli aghi usati con le estremità spuntate sono tra le cause più comuni delle vene collassate.
  3. 3
    Non praticare ripetutamente le iniezioni nello stesso punto. Le vene collassate sono spesso il risultato di traumi ripetuti nella stessa zona. Evita di farti punture regolari sulla stessa vena e non iniettare mai nulla nelle aree visibilmente gonfie o livide.[10]
  4. 4
    Non praticare le iniezioni nelle mani o all'inguine. Le vene delle mani sono piccole e collassano facilmente. Allo stesso modo, le punture all'inguine possono provocare problemi di circolazione molto pericolosi.[11]
  5. 5
    Pulisci la zona e l'ago prima di praticare l'iniezione. Lo sporco e altri detriti possono entrare nella vena e provocare irritazioni che portano al collasso. Per questo motivo, pulisci bene la zona della puntura e l'ago prima di utilizzarlo.[12]
  6. 6
    Pratica le iniezioni lentamente e con attenzione. Ci sono molti aspetti pericolosi delle iniezioni intravenose che non avvengono per scopi medici. Ad esempio, non dovresti mai stringere con troppa forza il laccio emostatico e dovresti rimuovere lentamente l'ago dopo la puntura.[13]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Crescere più Velocemente il SenoFar Crescere più Velocemente il Seno
Crescere In AltezzaCrescere In Altezza
Distinguere il Dolore Renale dal Dolore LombareDistinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare
Diventare Più Alti NaturalmenteDiventare Più Alti Naturalmente
Usare un Preservativo
Farsi un ClistereFarsi un Clistere
Fumare una Sigaretta
Fluidificare il Sangue in Modo NaturaleFluidificare il Sangue in Modo Naturale
Aumentare la Saturazione dell'OssigenoAumentare la Saturazione dell'Ossigeno
Fare Sesso Durante il CicloFare Sesso Durante il Ciclo
Ingoiare una PillolaIngoiare una Pillola
Determinare il tuo Gruppo SanguignoDeterminare il tuo Gruppo Sanguigno
Fare una Iniezione IntramuscolareFare una Iniezione Intramuscolare
Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al CuoreCapire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Janice Litza, MD
Co-redatto da:
Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato co-redatto da Janice Litza, MD. La Dottoressa Litza è un Medico di Medicina Generale Iscritta all'Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Esercita la professione di Medico e ha lavorato come Docente Clinica per 13 anni dopo aver conseguito la Laurea in Medicina presso la University of Wisconsin-Madison School of Medicine and Public Health nel 1998. Questo articolo è stato visualizzato 3 816 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 3 816 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità