Come Capire se Qualcuno ti Odia

In questo Articolo:Analizzare i SegnaliImparare a Distinguere i Segnali più ImportantiAndare Comunque d'Accordo6 Riferimenti

Se qualcuno dovesse provare una forte antipatia nei tuoi confronti, in alcuni casi te lo farà notare chiaramente, ma spesso la società obbliga le persone a fare di tutto pur di nascondere un'avversione. L'odio è un'emozione complessa, e molto spesso ci sarà qualcuno che odierà quello che farai, ma non quello che sei. Questo articolo ti aiuterà a capire se qualcuno ti odia, e ti darà una mano ad agire di conseguenza.

1
Analizzare i Segnali

  1. 1
    Presta attenzione agli occhi. Molte opinioni considerate decisamente scortesi da dire a voce alta spesso si comunicano con gli occhi. Infatti, alcune emozioni umane vengono riflesse dall'ingrandimento e dal rimpicciolimento delle pupille, che è involontario. Se qualcuno si sente frustrato mentre parla con te, spesso puoi riuscire a capirlo guardandolo negli occhi.
    • Se una persona guarda verso l'alto e a destra, questo è segno di noia.
    • Le pupille si dilatano (ovvero, si ingrandiscono) quando una persona prova interesse, e spesso si rimpiccioliscono in caso di noia [1].
    • Se una persona evita il contatto visivo, probabilmente ti sta nascondendo qualcosa, non si fida o ha paura di te [2].
  2. 2
    Osserva la manifestazione di emozioni intense. Possono indicare che c'è qualcosa che non va nel rapporto con questa persona. In ogni caso, dovresti prestare attenzione e mettere a confronto queste emozioni acute con il comportamento tipico dell'individuo in questione, senza farti disorientare da quello che reputi normale per te stesso o i tuoi amici. Osserva quanto segue:
    • Tensione e rigidità, specialmente nelle spalle.
    • Noia e disinteresse.
    • Comportamento fuori luogo o melodrammatico.
    • Tono della voce diverso.
    • Maggiore velocità o lentezza nelle risposte [3].
  3. 3
    Osserva le differenze. Le persone si comportano in un certo modo perché vengono influenzate dalle sensazioni generate dalle proprie parole o azioni. Esistono tanti indizi sottili (e spesso inconsapevoli) che possono aiutare a distinguere come si sente qualcuno a proposito di un argomento di cui non vuole discutere o su cui mente. L'idea alla base del test del poligrafo, che permette di rilevare le bugie, è quella di scovare differenze minuscole tra il modo in cui risponde qualcuno quando dice la verità e la reazione che ha quando mente [4]. Pur non potendo usare una macchina per individuare le differenze nel comportamento di qualcuno, ci sono alcuni facili indizi che possono aiutarti a capire se ti odia:
    • Esamina tutti gli aspetti che potrebbero suggerirti una possibile menzogna o tentativo di portarti fuori strada. Prova a cogliere segnali che potrebbero farti capire se sta cercando di nascondere un sentimento, perché le persone, quando mentono, spesso si lasciano trasportare dalle emozioni e provano a celarlo [5].
    • Paragona il modo in cui questa persona comunica con te con quello in cui comunica con gli altri.
    • Osserva il suo comportamento quando parli di un argomento a cui deve prestare attenzione (per esempio, se è un collega di lavoro, il vostro impiego) e quando sollevi argomenti di cui non è obbligata a discutere con te.
    • Paragona il modo in cui si comporta quando vuole che tu le faccia un favore con il suo solito atteggiamento. Per esempio, sei bravo a scuola, e questa persona è gentile con te solo quando ha bisogno di aiuto, mentre negli altri casi è scortese. In una situazione del genere, probabilmente non ti apprezza.
    • Osserva come si comporta nelle varie situazioni. Se una persona ti odia, probabilmente con te si comporterà più o meno nello stesso modo nella maggior parte dei casi, a meno che non si presenti un fattore che la costringa a fingere di gradirti. Se si comporta diversamente nelle varie occasioni, può darsi che la motivazione sia un'altra, e il suo atteggiamento non ha niente a che vedere con quello che pensa di te.
  4. 4
    Non confondere l'odio con altre emozioni. A volte, può essere difficile capire la differenza tra emozioni come gelosia, timidezza, paura e disprezzo. Ecco alcuni fattori da considerare per comprenderlo:
    • Questa persona è silenziosa o timida in generale?
    • Hai una posizione o possiedi qualcosa che magari vuole anche lei e ne è gelosa?
    • A volte, ti comporti in maniera insistente o esigente? Potrebbe aver paura di te o della tua reazione?
  5. 5
    Osserva la sua apertura nei tuoi confronti. Nelle varie circostanze, ognuno decide autonomamente quanti fatti personali condividere, ma se una persona si rifiuta regolarmente di darti informazioni che hai invece il diritto di sapere perché riguardano anche te, allora è probabile che abbiate dei problemi [6]. Non è detto che sia odio, può darsi che siano semplici dimenticanze da parte sua, però sarebbe meglio indagare sul perché non è più esplicita nei tuoi confronti. Ecco alcuni aspetti che generalmente vanno condivisi:
    • Qualsiasi dettaglio riguardante un progetto a cui state lavorando insieme.
    • Informazioni che ti aiuterebbero chiaramente a livello professionale, o che ti renderebbero più felice.
    • Messaggi che una persona le ha chiesto di recapitarti.

2
Imparare a Distinguere i Segnali più Importanti

  1. 1
    Non prendere certi atteggiamenti sul personale. Tieni gli occhi aperti, e cerca di capire se questa persona si comporta in maniera scortese o apparentemente annoiata con chiunque interagisca. Può darsi che non sia affatto tu il problema, ma è solo il suo modo di rapportarsi con tutti.
  2. 2
    Esamina delle tendenze. Se si tratta di una persona che hai visto una sola volta in vita tua o che solitamente non si comporta in maniera sgradevole nei tuoi confronti, probabilmente non è niente di grave. Tutti hanno giornate storte, e i momenti no possono rendere le persone irritabili e antipatiche. Per essere sicuro che qualcuno ti odi, dovresti prestare attenzione a come si comporta a lungo termine, invece di concentrarti su uno o due eventi individuali.
  3. 3
    Non confondere la sconsideratezza con l'odio. Questa persona magari non è nemmeno consapevole di ferirti con le sue azioni o le sue parole, specialmente se non la conosci bene. Ci sono individui che hanno grandissime difficoltà a cogliere certi segnali sociali, e spesso non comprendono il motivo di una reazione negativa di fronte a un loro comportamento. Analogamente, molte persone a volte aprono bocca prima ancora di pensare, e questo spesso le induce a fare affermazioni di cui si pentono in un secondo momento. Entrambe queste possibilità vengono espresse da un indicatore ben preciso: si tratta di soggetti che tendono a fare affermazioni offensive nei confronti di molta gente. Questo non è segno di odio verso di te, vuol dire che hanno difficoltà dal punto di vista sociale.
  4. 4
    Presta attenzione alle fonti. Se è stato qualcun altro a dirti che una persona ti odia, considera l'attendibilità di questa informazione. Chiedigli perché è giunto a una conclusione del genere, ed esamina la validità delle sue ragioni. Se è noto per spettegolare e seminare zizzania, valuta se te lo sta dicendo per creare discordia o se sta cercando di facilitare la situazione per tutti.
  5. 5
    Osserva il tuo stesso comportamento. Se la persona in questione si comporta male con te solo quando fai un'azione specifica, considera che forse odia il tuo atteggiamento, non te. Ecco alcuni fattori che potrebbero irritare o far infuriare la gente:
    • Certi argomenti di conversazione.
    • Linguaggio o simboli che potrebbero trovare offensivi.
    • Senso dell'umorismo che considerano inappropriato.
    • Ricevere insistentemente o maleducatamente la richiesta di fare o cambiare qualcosa.
    • Il modo in cui interagisci con gli altri, specialmente con i loro amici più cari o la loro dolce metà.
    • Livello di intimità fisica; per esempio, molti abbracciano tutti quelli che conoscono, mentre altri riservano questo gesto a poche persone scelte con cura. Può darsi che questa persona si senta a disagio a causa della frequenza con cui cerchi di instaurare un contatto fisico con lei.

3
Andare Comunque d'Accordo

  1. 1
    Fai delle domande al diretto interessato. Se hai notato che una persona si comporta in maniera infastidita o arrabbiata quando interagisci con lei, prova a chiederle gentilmente e delicatamente il motivo per cui la fai sentire così. Per riuscire a evitare litigi, chiarisci che sei semplicemente in cerca di spiegazioni, non intendi modificare il suo comportamento. Se non sai come confrontarti personalmente con qualcuno, una lettera o un messaggio vocale può dargli il tempo di pensare bene alla risposta, senza reagire istintivamente. Infatti, se dovesse rispondere in maniera impulsiva, potrebbe solo provare a difendersi, non risolvere il problema. In ogni caso, ricorda che, pur chiedendolo in maniera educata, questa persona potrebbe comunque attaccarti verbalmente, e a quel punto c'è ben poco da fare. Ecco alcuni esempi di domande:
    • "Ultimamente mi sembri molto giù di corda. Posso fare qualcosa per tirarti su di morale o aiutarti a trovare una soluzione?".
    • "Ho la sensazione di essere trattato diversamente da tutti gli altri. Perché ti comporti così nei miei confronti?".
    • "Ho notato che te la prendi quando ______. Cosa posso cambiare per renderti più felice?".
    • "Ho fatto qualcosa che ti ha irritato? Mi sembra che tu sia arrabbiato con me, e non ne capisco il motivo".
  2. 2
    Cerca di metterti nei suoi panni. Considera come reagiresti se qualcuno ti trattasse nel modo in cui tratti questa persona. Ecco alcune possibilità da valutare:
    • Questa persona forse sente che la stai caricando ingiustamente di lavoro.
    • Forse esprimi più emozioni quando sei infastidito dal suo comportamento che quando ti rende felice.
    • Sei in disaccordo con molte sue affermazioni? Pur provando a nascondere il tuo dissenso, questa persona potrebbe comunque percepire il tuo tentativo di celare un'emozione, e quindi preferisce non fidarsi di te.
  3. 3
    Non arrabbiarti. Gridare o essere scortese non serve a risolvere una situazione negativa. Mantieni la calma, e cerca di giungere a un compromesso che soddisfi più o meno entrambi. Ricorda che non puoi obbligare l'altra persona a parlarti in maniera ragionevole. Se non è disposta ad andarti incontro per trovare una soluzione al disaccordo, non puoi fare molto oltre a evitarla.
  4. 4
    Cerca di non essere vittima del suo comportamento. Alcune persone insoddisfatte della propria vita sfogano la rabbia su gente che magari non ha assolutamente niente a che vedere con la causa della loro infelicità. Può essere molto difficile capire se qualcuno ti odia o ti sta usando per sfogare la propria frustrazione, ma, in ogni caso, può esserti di aiuto farti valere, non essere un bersaglio facile. Quando ti denigra, mantieni un tono di voce neutro e fai un'affermazione come:
    • "È molto crudele quello che hai detto".
    • "Con che coraggio riesci a dire una cosa del genere?".
    • "Mi dispiace che tu non gradisca questo vestito, in realtà è il mio preferito" (oppure, prova un'affermazione piuttosto seria, come "Questo era il vestito preferito di mia madre. È morta l'anno scorso").
    • "Mi dispiace che le mie parole ti abbiano ferito, non era mia intenzione offenderti".
  5. 5
    Se pensi di aver fatto qualcosa che ha suscitato rabbia o sconvolgimento in una persona, scusati. Sei stato tu ad aprire il conflitto? Probabilmente pensa che spetti a te concluderlo. Pur essendo successo tanto tempo fa, non è mai troppo tardi per provare a riconciliarsi.

Consigli

  • Ci saranno sempre persone che non ti apprezzeranno, qualunque cosa tu faccia. Se le hai provate veramente tutte per riconciliarti con qualcuno, allora forse è arrivato il momento di lasciare andare e voltare pagina.
  • Sarebbe meglio evitare di frequentare quelle persone che ti provocano stress. Che ti odino o meno, se non riesci a comunicare con loro in un modo accettabile, perdonare e dimenticare è nel tuo migliore interesse.
  • Che qualcuno ti odi o meno, non farne una tragedia, e, se dovessi scoprire che una persona ti detesta, non dovresti essere melodrammatico. Le altre persone che ti circondano, che siano amici, familiari o colleghi, ti ringrazieranno quando eviterai di esasperare le tue emozioni.
  • Se non riesci a giungere a un accordo con qualcuno, allora evitarlo è la soluzione migliore. Non importunarlo nel tentativo di capire se ti odia. Se apparentemente non c'è rimedio, anche cercare di migliorare il rapporto può peggiorare la situazione.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 25 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Gestire Rapporti Difficili

In altre lingue:

English: Tell if Someone Hates You, Español: saber si alguien te odia, Русский: определить, что кто то вас ненавидит, Português: Saber se Alguém te Odeia, Bahasa Indonesia: Melihat Apakah Seseorang Membenci Anda, Français: savoir si quelqu'un vous déteste, Deutsch: Herausfinden, ob dich jemand hasst, Nederlands: Erachter komen of iemand een hekel aan je heeft, 中文: 判断别人是否讨厌你, 日本語: 相手に嫌われていないかを判断する, العربية: معرفة إن كان شخص يكرهك

Questa pagina è stata letta 59 785 volte.
Hai trovato utile questo articolo?