Scarica PDF Scarica PDF

Stiamo male all'idea di essere usati da una persona a cui vogliamo bene o che fa parte della nostra vita, ma esistono segnali e campanelli d'allarme che possono metterci in guardia. Se la relazione sembra a senso unico, evita di chiudere un occhio o accontentarti, ma cerca di capire sotto quale aspetto potrebbe essere fortemente sbilanciata dal punto di vista emotivo prima di affrontare la situazione.

Parte 1 di 3:
Riflettere sulla propria Relazione

  1. 1
    Considera il tuo ruolo nella situazione. Una persona può usarti solo se glielo permetti, quindi cerca di capire se questa è la dinamica che si sta verificando. Una scarsa autostima combinata con un'eccessiva disponibilità può indurti a essere troppo accondiscendente col risultato che ti senti usato.
    • Tuttavia, non tormentarti se qualcuno approfitta della tua vulnerabilità, ma concentrati sul futuro.
  2. 2
    Chiedi un chiarimento sulla relazione. Talvolta, la situazione sentimentale all'interno di una coppia non è del tutto chiara quando uno dei due è contrario a darle una definizione o non riesce a discernere i sentimenti che prova nei confronti dell'altro da quelli che nutre verso terze persone. Può capitare anche quando uno dei due è restio a considerare e definire l'altro come il proprio compagno o la propria compagna, per di più in presenza di individui estranei alla coppia. Se ti rispecchi in uno di questi casi, esistono buone probabilità che chi ti sta accanto ti stia usando. La stessa cosa può capitare quando il tuo migliore amico qualifica altri come persone altrettanto speciali confondendo il vostro rapporto con quello di tanti conoscenti e inevitabilmente ti sorge più di un dubbio sulla vera natura della vostra amicizia.
    • Spesso queste dinamiche hanno luogo quando una delle due persone è contenta della situazione venutasi a creare, non vuole precludersi altre occasioni o non desidera perdere i benefici derivanti dalle attenzioni dell'altra.[1] [2] [3]
    • In questi casi, chiedi all'altra persona come definisce la vostra relazione ed eventualmente quale direzione le piacerebbe prendesse in futuro.
    • Se la sua risposta non collima con le tue esigenze, valuta la possibilità di chiudere o modificare le tue aspettative nei suoi confronti e verso la vostra relazione.
  3. 3
    Analizza i momenti che trascorrete insieme. Dovresti mettere in discussione le sue motivazioni se noti che: a) vi vedete quando è annoiata oppure desidera o ha bisogno di qualcosa (ad esempio, qualcuno che l'ascolti quando sua madre si lamenta del fatto che va a farle visita molto di rado); b) ti chiama quando non ha niente da fare (per esempio, la sera tardi); c) ti cerca quando ha bisogno di riempire un buco (ad esempio, perché le serve compagnia per un evento o qualcuno con cui giocare a bowling).
    • In queste circostanze, non solo antepone i suoi bisogni e i suoi desideri ai tuoi, ma detta legge anche su uno degli aspetti fondamentali di qualunque relazione: quando vedersi.[4] [5] [6] [7]
    • Pertanto, se non tolleri il suo comportamento, chiediti se ciò che ricevi dalla vostra relazione riesce a compensare questi problemi. Inoltre, cerca di capire se è il caso di chiarire all'altra persona come ti senti e come valuti la situazione.
  4. 4
    Fai attenzione alle sue assenze. Per esempio, raramente ti invita a cena a casa sua? Dopo le riunioni d'ufficio passa sistematicamente da te per fare una copia dei tuoi appunti, ma dimentica ogni volta di includerti nei pranzi con altri colleghi? Non riesci mai a rintracciarla quando hai bisogno di qualcosa? Anche se qualche disattenzione può capitare, il fatto che continui a evitarti o escluderti indica che il vostro rapporto non ti sta dando quello che pensi o desideri.
    • Se le cose stanno in questo modo, tieni conto che può decidere tanto di negarsi e tenerti alla larga quanto di cercarti e stare insieme.[8] [9]
    • Pertanto, devi stabilire come comportarti: parlarle e vedere se le cose cambiano oppure staccarti emotivamente da un rapporto che probabilmente desideri, ma che in realtà non esiste.
  5. 5
    Rifiuta le chiacchiere non sostenute da fatti. Quando qualcuno dice che farà qualcosa, ma poi non dà alcun seguito alle proprie parole, la situazione potrebbe peggiorare, soprattutto se questo atteggiamento diventa un'abitudine. A lungo andare, rischi di perdere fiducia nei suoi confronti o non credere più nel vostro rapporto.[10] [11] Spesso si fanno promesse in vista di una contropartita. Quindi, presta attenzione se cerca (o pretende) qualcosa quando prende un impegno o fa un programma a cui poi si sottrae.
    • Se ti ritrovi in questa situazione, rifiutati di fare quanto ti chiede oppure discuti del problema direttamente con l'interessato.
  6. 6
    Non tollerare le promesse disattese. Chi usa le persone è abituato a non tenere fede alle promesse fatte, dando priorità a qualcosa o qualcun altro, più spesso a se stesso. Questo comportamento indica chiaramente che non ha intenzioni serie nei tuoi confronti, che non ti considera una persona importante o che ti vede come una preda mansueta, che non crea problemi neanche quando qualcuno se ne approfitta.[12] [13] [14]
    • In questo caso, non esitare a dire all'altra persona quello che pensi.
    • Se non cambia niente, forse è arrivato il momento di tagliare tutti i ponti. Esistono legami più solidi e gratificanti grazie ai quali amici, parenti, colleghi e partner mantengono la parola data.
  7. 7
    Rifletti sui messaggi contraddittori. Cerca di capire se quello che ti dice è diverso da quello che dice su di te. Ad esempio, tua sorella ti inonda di affetto e attenzioni, ma poi si lamenta con vostra madre del fatto che non ci sei mai quando le servi? Un collega si è complimentato con te per il prezioso aiuto che gli hai dato in un progetto, ma poi si è lamentato con altri colleghi dicendo che sei così incapace con il computer che avrebbe anche potuto fare tutto da solo?
    • Se una persona ti dice una cosa, ma poi fa tutt'altro, ti manca di rispetto. Ricorda che le azioni parlano più delle parole.
    • Se qualcuno ti parla alle spalle o si comporta in modo diverso quando sono presenti altre persone, nella tua mente dovrebbe accendersi un'enorme spia che a caratteri cubitali riporti le parole "secondo fine" e "gelosia".
    • Chiediti che cosa rappresenta per te questa persona e stabilisci il modo migliore per liberartene (non devi necessariamente essere amico di tutti) o gestire un rapporto in cui sai di non poterti fidare (con qualcuno devi pur lavorare).[15]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Comunicare in Modo Efficace

  1. 1
    Fai in modo da spostare il fulcro delle conversazioni quando parli con questa persona. Bastano poche parole per definire una persona siffatta: "ruota tutto intorno a lei". Non fa che parlare della sua famiglia, del suo lavoro, dei suoi problemi, dei suoi successi, di quello che desidera e di quello che crede siano le sue esigenze. Di solito non le importa se ti fa perdere tempo o di quello che potresti fare nel frattempo, perciò non smette di parlare di cose che riguardano solo lei.
    • Quando ti trovi in queste situazioni, cambia argomento portando la conversazione su qualcosa che potrebbe interessarle, ma che non la riguarda direttamente. In alternativa, dacci un taglio: magari coglie il messaggio.
  2. 2
    Cerca di capire se ti ascolta. Chiediti quanto ti conosce. Il tuo ragazzo sa perché detesti il luogo in cui sei cresciuta? Hai l'impressione che il tuo vicino, a cui manca sempre qualcosa, scappi via appena gli accenni una preoccupazione che riguarda il lavoro o i tuoi figli? In genere, chi si comporta in questo modo pensa solo a se stesso. Se non gli interessa niente di te o della tua vita, vuol dire che ti considera solo per il suo tornaconto personale.[16] [17]
    • Affronta questo problema con l'altra persona e, quando si verifica, faglielo notare.
  3. 3
    Esigi rispetto nella comunicazione. Di solito, una persona abituata a usare gli altri non richiama al telefono e non risponde a e-mail e messaggi, a meno che non sia lei a prendere l'iniziativa. Se avete contatti solo quando decide lei, facendoti sentire una ruota di scorta, probabilmente lo sei davvero oppure ha bisogno di qualche favore da parte tua, come fare da autista a un addio al celibato.[18] [19]
    • Quando si verifica una situazione del genere, spiegale che trovi scortese il suo comportamento e chiedile di rispondere quando la contatti. Se questo approccio non funziona, rifiutati di accontentarla qualunque cosa ti abbia chiesto finché non si farà di nuovo viva.
  4. 4
    Spiega che anche il tuo parere è importante. La persona in questione considera quello che pensi e di cui hai bisogno prima di prendere una decisione o prima di prenderla al posto tuo? Per esempio, il tuo coinquilino dà per scontato che sia sempre tu a guidare trascurando le tue esigenze (che consistono, per esempio, nel risparmiare soldi sul carburante o non aumentare il chilometraggio dell'auto se presa a noleggio)? Se i tuoi desideri, bisogni e opinioni non hanno nessuna importanza all'interno di un rapporto, sei tu a subirne le conseguenze peggiori.[20]
    • Confrontati con l'altra persona dicendole che si sta approfittando di te e che ti sta dando per scontato. Insisti per chiarire la situazione prima che uno prenda una decisione che coinvolga inevitabilmente anche l'altro.
  5. 5
    Affronta gli atteggiamenti evasivi. Chiedi chiarimenti, ma non ottieni risposte oppure quelle che ricevi non sono chiare? Qualunque sia la situazione, cerchi sempre di sapere che cosa succede e come vanno le cose?[21] È il momento di essere più diretto. Ad esempio, chiedi al tuo partner perché non ti invita mai a cena o alle serate in compagnia dei suoi amici e delle loro rispettive compagne; invita a pranzo il tuo socio in affari e rappresentagli le tue preoccupazioni in merito a un progetto che non prende forma perché non risponde ad alcune e-mail.
  6. 6
    Reagisci di fronte ai paragoni e alle rivalità. Esistono persone insicure che cercano di dominare sugli altri nel tentativo di sentirsi meglio con se stesse. I loro mezzi, metodi ed esperienze sono sempre migliori rispetto a quelli degli altri. Spesso instaurano legami sentimentali o frequentazioni platoniche (durante le quali non perdono occasione di correggere l'altra parte) che servono ad alimentare la loro autostima. Usano gli altri per ricavarne vantaggi di ordine emotivo.[22]
    • Se noti che questo schema comportamentale si ripete spesso, prova a chiedere all'altra persona per quale motivo cerca la tua compagnia se ti considera inadeguato e ritiene inutile ciò che fai e come lo fai.
  7. 7
    Fai attenzione al tradimento. Un vero rapporto di amicizia, in cui uno ha a cuore gli interessi dell'altro, si fonda sulla fiducia. "Ciò che diciamo rimane tra noi" è un concetto insito nella grammatica emotiva di una persona oppure è completamente assente. Se non puoi fidarti di qualcuno, sii prudente. Non esporti se temi di essere giudicato. Purtroppo, è una lezione che spesso impariamo brutalmente a nostre spese, quando qualcuno tradisce la fiducia che avevamo riposto in lui.[23]
    • Tuttavia, in futuro puoi limitare questo rischio ricordando le persone su cui puoi davvero contare ed evitando di fare affidamento su chi non merita credito.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Trovare un Equilibrio

  1. 1
    Non prodigarti in aiuti. Corri a destra e a manca per sbrigare commissioni che non rientrano nelle tue mansioni lavorative? Fai continuamente da babysitter ai figli di tua cugina? Risolvi tutti i guai in cui tuo figlio si caccia appena ti giri dall'altra parte? Svolgi anche il lavoro del tuo socio per finire tutto in tempo? Cancelli i tuoi programmi perché una persona ha avuto una giornata dura e ha bisogno di parlare? Se tutto questo fa parte del comportamento abituale, devi prendere seriamente in considerazione l'idea che gli altri stiano approfittando della tua disponibilità.[24] [25] [26]
    • Pensa a tutte le volte che qualcuno fa qualcosa per te. Ad esempio, il tuo compagno lascia i piatti nel lavello e si aspetta che sia tu a lavarli e persino preparare la cena? Questa è mancanza di rispetto.[27]
    • Quando hai a che fare con qualcuno che approfitta della situazione, devi stabilire dei limiti in modo da arginare gli effetti del suo comportamento nei tuoi confronti. Ad esempio, potresti dirgli che non risponderai al telefono dopo le 21:00, anche se si tratta di un'emergenza e comportati di conseguenza se non rispetta i limiti che hai stabilito.[28]
    • A meno che non faccia altrettanto per te, anche sotto altri aspetti, non concedergli più il tuo sostegno. Probabilmente si opporrà, quindi spiega garbatamente il motivo. A questo punto, la situazione sarà nelle sue mani.
  2. 2
    Cerca di farti restituire ciò che hai prestato. L'affitto scade fra tre giorni, ma la tua amica non ti ha ancora restituito i 300 euro che le hai prestato tre settimane fa? Un collega "mutua" una tua idea e alla fine se ne prende il merito tra il plauso di tutto l'ufficio?[29] [30] Se qualcuno non si fa scrupolo di portarti via qualcosa senza restituire mai niente (o riconoscertene il merito), fondamentalmente ti sta derubando. Derubare e usare gli altri sono due facce della stessa medaglia e tu non ne uscirai arricchito in nessun modo.
    • Nel caso di oggetti dati in prestito, chiedi alla persona interessata di restituirteli, prima di dimostrarti nuovamente generoso nei suoi confronti. In caso contrario, non darle più niente.
    • Se si tratta di un'idea presa in prestito, chiediti se non rischi di peggiorare la situazione affrontando direttamente la questione. In caso contrario, parlane e in futuro fai più attenzione a cosa e con chi condividi le tue intuizioni.
  3. 3
    Non dedicare più tempo di quanto tu possa permetterti. Prendi la tua calcolatrice e fai la somma di quanto tempo stai investendo su qualcuno. Per esempio, la tua metà vive in casa con te senza dare nessun contribuito o paga solo le bollette? Quando esci con la tua famiglia, sei sempre tu a mettere mano al portafoglio? Se dal calcolo finale esce una somma importante, vuol dire che nel migliore dei casi questa relazione è fortemente sbilanciata (e magari anche il tuo conto corrente). Nell'ipotesi peggiore, invece, l'altra persona se ne approfitta sia economicamente sia emotivamente.[31] [32] [33] A questo punto decidi che cosa puoi permetterti oppure chiediti se vuoi smettere di sostenere del tutto l'altra persona.
    • Per le spese più importanti che riguardano la vita di tutti i giorni, comunica la tua decisione e il motivo per cui l'hai presa, oltre al modo e al momento in cui procederai ad adottare i cambiamenti annunciati.
    • Per le spese più piccole, come le consumazioni al bar, limitati a pagare le tue. Se "dimentica" opportunamente il portafogli, la prossima volta che la incontri per bere qualcosa insieme falle capire con qualche battuta di portare con sé i soldi quando cambia borsa.
  4. 4
    Smetti di soccorrere. Conta quante emergenze disperate (come la necessità di un furgone per il trasloco) e quante necessità fondamentali sorte all'ultimo momento (come accudire il suo amico peloso mentre era in vacanza) alle quali solo tu puoi provvedere, sei riuscito a risolvere. A questo aggiungi la frequenza con cui si ritrova in situazioni terribili e ti cerca immediatamente. Dopodiché sottrai le volte in cui si spende per te quando sei tu ad aver bisogno di un aiuto o un consiglio (soprattutto nelle situazioni di una certa gravità): il risultato ti dirà se ti sfrutta o no.[34] [35]
    • In effetti, ripensa all'ultima volta in cui ti ha fatto un favore senza che tu glielo avessi chiesto o ti ha sorpreso con un regalo, un biglietto o una cena.
    • Ora stabilisci se il tuo investimento in termini di energie emotive è redditizio e gratificante.
  5. 5
    Resisti alla tentazione di impegnarti ulteriormente. Se ti senti spinto a portare avanti questa relazione, potresti spendere ancora più energie per farla funzionare, a dispetto del fatto che tu sia e ti senta usato. Spesso, fai talmente tanto da trascurare le tue stesse esigenze. Talvolta, ti convinci che la cosa non ti disturba perché ami l'altra persona o hai l'impressione che abbia bisogno di te. Eppure, sono sentimenti passeggeri perché sai che una relazione sana è basata sulla reciprocità: dare e ricevere. In altre occasioni, invece, ti senti bloccato perché si tratta di un rapporto difficile da evitare, come quelli lavorativi o che riguardano alcuni membri della famiglia.[36] [37]
    • Fai attenzione a non diventare un infermiere o un martire. Prendersi cura degli altri può farti sentire prezioso e necessario e persino appagare alcuni bisogni insoddisfatti. Tuttavia, a lungo andare è dannoso.
    • Quando vuoi andare incontro alle esigenze o richieste dell'altra persona, chiediti con quali sentimenti e motivazioni accompagni questa scelta e scrivi se la tua disponibilità nei suoi confronti a) mette in secondo piano i tuoi bisogni; b) non è adeguatamente apprezzata; c) non risolve il problema.
    • Se la risposta a tutte e tre le domande è sì, concentrati su te stesso.
  6. 6
    Non nascondere il tuo risentimento. Quando lo squilibrio all'interno della relazione diventa così evidente da non poter essere più ignorato, è naturale nutrire verso l'altra persona un certo livore, che può generare anche irritazione. A seconda del carattere, può manifestarsi sotto varie forme, alcune delle quali possono portare a conseguenze di cui non vorresti pagare il prezzo, che possono farti sentire in colpa o costringerti a vivere nel rimpianto.[38]
    • Per non arrivare a questo punto, scegli un luogo neutro e speiga tranquillamente all'altra persona il tuo stato d'animo. Probabilmente le cose prenderanno una piega diversa da quella che ti aspetti, ma tieni presente che neanche prima funzionavano molto bene.
    Pubblicità

Consigli

  • Segui il tuo istinto. A volte, quando la testa ti dice una cosa e il cuore un'altra, probabilmente dovresti seguire quest'ultimo.
  • Per scoprire se qualcuno ti sta usando per denaro, taglia ogni aiuto economico. Se non lo vedrai più, avrai la tua risposta.
  • Non avere paura di difenderti. Se una persona ti tratta male, hai tutto il diritto di farle sapere che te ne rendi perfettamente conto, ma anche che non tolleri più il suo comportamento.
  • Ricorda quanto vali. Se qualcuno continua a usarti, non avere paura di voltargli le spalle e andare via.
  • Fai tesoro delle tue esperienze in modo da capire fin dall'inizio se qualcuno si sta approfittando di te e non permettergli di continuare.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Fargli Sentire la Tua MancanzaFargli Sentire la Tua Mancanza
Smettere di Amare Qualcuno Che Non Ti AmaSmettere di Amare Qualcuno Che Non Ti Ama
Capire se Non Sei Più Innamorato del Tuo PartnerCapire se Non Sei Più Innamorato del Tuo Partner
Capire se un Ragazzo Non è Più Interessato a TeCapire se un Ragazzo Non è Più Interessato a Te
Capire se un Ragazzo ti Cerca solo per il SessoCapire se un Ragazzo ti Cerca solo per il Sesso
Dire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere RespintoDire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere Respinto
Dimenticare una Persona che AmiDimenticare una Persona che Ami
Superare l'Ossessione per una PersonaSuperare l'Ossessione per una Persona
Capire se la Relazione è FinitaCapire se la Relazione è Finita
Dimenticarsi di una PersonaDimenticarsi di una Persona
Comportarsi con un NarcisistaComportarsi con un Narcisista
Capire Quando la Tua Ragazza Vuole LasciartiCapire Quando la Tua Ragazza Vuole Lasciarti
Dimenticare un Ex che Ami AncoraDimenticare un Ex che Ami Ancora
Capire se l'Ex Tiene Ancora a TeCapire se l'Ex Tiene Ancora a Te
Pubblicità
  1. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me
  2. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you/11/
  3. http://www.hercampus.com/love/dating-hooking/how-tell-if-he-s-just-using-you
  4. https://www.psychologytoday.com/blog/just-listen/201201/beware-horny-men-bearing-empty-promises
  5. https://www.psychologytoday.com/blog/lights-camera-happiness/201005/why-keeping-your-promise-is-good-you
  6. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/3/
  7. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you/12/
  8. http://www.canadianliving.com/relationships/friends_and_social_life/5_signs_youre_being_used_in_a_friendship_2.php
  9. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/2/
  10. http://madamenoire.com/62516/10-ways-to-tell-that-you%e2%80%99re-being-used/7/#sthash.BU2k8oSP.dpuf
  11. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you/8/
  12. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me
  13. http://madamenoire.com/62516/10-ways-to-tell-that-you’re-being-used/2/
  14. http://www.canadianliving.com/relationships/friends_and_social_life/5_signs_youre_being_used_in_a_friendship.php
  15. http://thoughtcatalog.com/lady-goodman/2014/01/9-signs-you-do-too-much-for-your-friends/
  16. http://www.yourtango.com/201088143/7-signs-hes-dating-you-your-money/page/2
  17. http://www.businessknowhow.com/manage/toxiccoworker.htm
  18. Allison Broennimann, Ph.D. Psicologa Clinica. Intervista all'Esperto. 11 December 2020.
  19. https://psychcentral.com/lib/10-way-to-build-and-preserve-better-boundaries/
  20. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/4/
  21. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/7/
  22. http://www.askmen.com/money/body_and_mind/55_better_living.html
  23. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you
  24. http://thoughtcatalog.com/lady-goodman/2014/01/9-signs-you-do-too-much-for-your-friends/
  25. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/6/
  26. http://www.canadianliving.com/relationships/friends_and_social_life/5_signs_youre_being_used_in_a_friendship.php
  27. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me
  28. ttp://thoughtcatalog.com/lady-goodman/2014/01/9-signs-you-do-too-much-for-your-friends/
  29. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me/

Informazioni su questo wikiHow

Allison Broennimann, Ph.D
Co-redatto da:
Psicologa Clinica
Questo articolo è stato co-redatto da Allison Broennimann, Ph.D. La Dottoressa Allison Broennimann è una psicologa clinica abilitata con uno studio privato nella San Francisco Bay Area che offre servizi di psicoterapia e neuropsicologia. Con oltre 10 anni di esperienza, è specializzata in psicoterapia del profondo e il suo obiettivo è quello di offrire trattamenti mirati alla soluzione di ansia, depressione, problemi relazionali, dolore, problemi di adattamento, stress traumatico e fasi di transizione. Inoltre, nella sua pratica della neuropsicologia integra psicoterapia del profondo e riabilitazione cognitiva per pazienti che hanno subito un trauma cranico. Si è laureata in Psicologia alla University of California - Santa Cruz. Si è poi specializzata e ha realizzato un dottorato di ricerca in Psicologia Clinica alla Palo Alto University. Ha ottenuto l’abilitazione dal California Board of Psychology ed è membro dell'American Psychological Association. Questo articolo è stato visualizzato 18 526 volte
Questa pagina è stata letta 18 526 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità