Come Capire se Qualcuno ti Sta Usando

Non sapere se puoi fidarti dell'onestà di un'altra persona, soprattutto nel caso di qualcuno che ti è presumibilmente vicino, è quacosa di penoso e disorientante. Magari, per il momento, hai deciso di ignorare la cosa o di affrontarla, oppure, semplicemente, non sei sicuro di cosa pensare; dopotutto, usare una persona richiede una certa dose di manipolazione. Per fortuna esistono dei segnali d'allarme che ti mettono in guardia contro le situazioni nelle quali vieni usato. Devi solo essere disposto a rendertene conto e prendere delle decisioni su come affrontarle.

Metodo 1 di 3:
Riflettere sulla tua Relazione

  1. 1
    Chiedi un chiarimento sullo stato della relazione. A volte, in un rapporto, potresti non essere sicuro di come stanno veramente le cose, perché l'altra persona è contraria a etichettarlo oppure non distingue coerentemente i sentimenti che prova nei tuoi riguardi da quelli che nutre per gli altri. Questa situazione potrebbe verificarsi quando un uomo o una donna è riluttante a chiamare l'altra persona "la sua ragazza" o "il suo ragazzo", rivolgendosi a lei o a lui oppure agli altri, o magari di fronte ad altre persone. In casi come questo, ci sono buone probabilità che ti stia usando. La stessa cosa potrebbe accadere anche quando, per esempio, il tuo "miglior amico" chiama altre persone allo stesso modo, portandoti a interrogarti sulla vera natura della vostra amicizia.
    • Spesso questa situazione si verifica quando l'altra persona è soddisfatta della situazione così com'è o vuole lasciare aperte delle alternative, oppure non desidera perdere i benefici che derivano dall'essere speciale per te.[1][2][3][4]
    • Se ti trovi in questa situazione, chiedi all'altra persona come definirebbe la situazione e, se la cosa è appropriata, in che direzione le piacerebbe che si muovesse, in futuro.
    • Se la sua risposta non corrisponde a ciò che desideri tu, potresti valutare la possibilità di troncare i legami o di modificare le tue aspettative nei confronti dell'altra persona e della vostra relazione.
  2. 2
    Osserva in quali occasioni trascorrete del tempo assieme. Potrebbe essere saggio mettere in dubbio le sue motivazioni se tu scoprissi che a) generalmente passate del tempo assieme quando l'altra persona si annoia oppure desidera o ha bisogno di qualcosa (come qualcuno che l'ascolti; per esempio, tua suocera che inveisce su quanto poco vede tuo marito), b) il momento che trascorrete assieme, in realtà, lo passi da solo (per esempio, a tarda notte), oppure c) è un'occasione in cui bisogna riempire un buco (come un appuntamento per un evento o un compagno per il bowling dell'ultimo minuto).
    • Nel fare questo, l'altra persona non si limita a dimostrare indifferenza per i tuoi bisogni e desideri, ma detta legge anche su uno degli aspetti fondamentali di qualunque relazione: quando incontrarsi.[5][6][7][8]
    • Se questo è il caso, e supponendo che la cosa ti turbi, devi stabilire se ciò che stai ricavando dalla relazione compensi questi problemi. Devi anche decidere se discutere o no dei tuoi sentimenti e/o della tua decisione con l'altra persona.
  3. 3
    Fai attenzione ai momenti che non passate assieme. Per esempio, vieni raramente invitato a cena a casa del tuo presunto amico? Al lavoro, una donna si ferma coscienziosamente alla tua scrivania dopo le riunioni d'ufficio per fare delle copie dei tuoi appunti, ma ti esclude tutti i giorni dai pranzi con "le ragazze"? Non riesci mai a rintracciare l'altra persona, quando hai bisogno di qualcosa? Anche se qualche svista occasionale può capitare, continuare a evitarti o escluderti indica che la relazione potrebbe non essere ciò che pensavi o desideravi.
    • Allo stesso modo in cui l'altra persona detta legge sui momenti da passare assieme, lo stesso accade sui momenti che non trascorrete in compagnia.[9][10]
    • Anche in questo caso, devi decidere una linea d'azione: parlare con l'altra persona e verificare se le cose cambiano, oppure allontanarti emotivamente da un rapporto che potresti aver desiderato ma che in realtà non hai.
  4. 4
    Rifiuta un comportamento fatto di sole chiacchiere e nessun fatto. Quando qualcuno dice che farà qualcosa ma poi non dà alcun seguito alle proprie parole, la cosa può diventare irritante, soprattutto se diventa un'abitudine. Alla fine, un comportamento come questo ti fa perdere fiducia nella persona o nella relazione.[11][12] In molti casi, l'impegno viene preso mentre l'altra persona ti sta anche chiedendo qualcosa. Quindi, presta attenzione ai casi in cui ti viene chiesto qualcosa quando vengono presi degli impegni o fatti dei programmi che vengono poi disattesi.
    • Se ti accorgi di trovarti in questa situazione, rifiutati di fare quanto ti viene chiesto oppure discuti del problema direttamente con l'interessato.
  5. 5
    Non accettare promesse non mantenute. Le persone che usano gli altri infrangono costantemente le promesse che fanno e, nel mentre, scelgono continuamente di anteporre a te qualcosa o qualcuno. Spesso, si tratta proprio di loro stessi. Si tratta anche di un segnale affidabile del fatto che potrebbe non avere intenzioni molto serie nei tuoi confronti, oppure che tu non sia particolarmnte importante o che venga considerato come un debole che non crea problemi anche quando viene sfruttato.[13][14][15]
    • Se ti trovi in questa situazione, esprimi all'altra persona i tuoi sentimenti.
    • Se non cambia niente, potrebbe essere il momento di dire addio. Esistono senz'altro altri lidi dove amici, parenti, colleghi e partner sentimentali mantengono la parola data.
  6. 6
    Rifletti su qualunque messaggio contrastante. Stabilisci se ciò che è stato detto a te è diverso da quanto è stato detto su di te. Tua sorella ti copre di affetto e ti dice quanto sei importante, ma poi si lamenta con vostra madre del fatto che non ci sei mai quando ha bisogno di te? Un tuo collega ti ha lodato per aver svolto un magnifico lavoro per un progetto in cui lo hai aiutato, ma poi si è lamentato con altri colleghi, dicendo che con il computer eri un tale inetto che avrebbe anche potuto fare tutto da solo?
    • Se qualcuno mette in giro delle maldicenze sul tuo conto o si comporta con te in modo diverso da come farebbe se tu ti trovassi in mezzo agli altri, nella tua mente dovrebbero accendersi alcuni segnali d'allarme che riportano a chiare lettere le parole "secondo fine" e "gelosia".
    • Pensa a che cosa questa persona rappresenta veramente per te e decidi qual è il modo migliore di liberartene (non devi necessariamente essere amico di tutti) o di gestire un rapporto con una persona di cui non puoi fidarti (con qualcuno dovrai pur lavorare).[16]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Pensare alle Comunicazioni che Hai con gli Altri

  1. 1
    Distogli la conversazione dall'interlocutore. In questo caso, tre parole dicono tutto: "riguarda solo lui". Non parla che della sua famiglia, del suo lavoro, dei suoi problemi, dei suoi successi, di quello che desidera e di ciò che crede di aver bisogno, generalmente da te. Di solito non si preoccupa molto di disporre del tuo tempo o di cosa potresti fare tu, in modo da potersi dilungare a parlare di se stesso.[17][18]
    • Quando ti accorgi che sta accadendo qualcosa del genere, cambia argomento e parla di qualcosa che interessi all'altra persona ma che non la riguardi direttamente. Oppure dai un taglio alla conversazione: è auspicabile che, in questo modo, colga il messaggio.
  2. 2
    Controlla quanto poco ti ascolti. Presta attenzione a quanto l'altra persona sa di te. Il tuo ragazzo sa per quale motivo odiavi crescere nel tuo paese natale? Ti accorgi che il tuo vicino, che rimane sempre senza qualche cosa, scappa via di corsa dalla porta non appena menzioni qualcosa che ti preoccupa, a proposito del lavoro o dei ragazzi? Il motivo risiede in quelle tre parole: riguarda solo lui. Se a una persona non importa minimamente di conoscere te o la tua vita, allora per te nutre un altro interesse che, solitamente, non è a tuo vantaggio.[19][20]
    • Discuti di questo problema con l'altra persona e, quando si verifica, faglielo notare.
  3. 3
    Insisti per avere una comunicazione costante. Di solito, una persona che sta usando qualcun altro non richiama al telefono e non risponde a e-mail e messaggi, a meno che non sia lei a volerlo. Quando le vostre comunicazioni si svolgono in momenti esclusivamente scelti dall'altra persona, facendoti sentire come se fossi il piano B, è un segnale del fatto che, probabilmente, sei davvero il piano B, oppure che ha bisogno di qualche favore da te, come, per esempio, fare da autista per l'addio al celibato di un conoscente.[21][22]
    • Quando si verifica una situazione come questa, spiega all'altra persona che trovi scortese il suo comportamento e chiedile di rispondere ai tuoi tentativi di comunicare con lei. Se questo approccio non funziona, rifiutati di fare qualunque cosa voglia che tu faccia, quando alla fine torna a farsi viva per mettersi in contatto con te.
  4. 4
    Chiarisci il fatto che la tua opinione conta. La persona in questione prende in considerazione i tuoi bisogni e pensieri, prima di prendere una decisione, oppure prima di prenderla per te? Per esempio, il tuo coinquilino dà per scontato che sarai sempre tu a guidare, senza considerare i tuoi bisogni (che consistono, per esempio, nel risparmiare soldi per la benzina, non nell'aggiungere chilometri alla tua auto)? Se i tuoi desideri, bisogni e opinioni non sono previsti nel bilancio della relazione, sei tu quello che ne sta subendo le conseguenze peggiori.[23][24]
    • Di' all'altra persona che pensi che si stia approfittando di te e che ti stia dando per scontato. Insisti perché la cosa venga discussa prima che uno di voi due prenda qualche decisione che riguardi l'altro.
  5. 5
    Affronta direttamente l'evasività. Rivolgi delle domande, ma non ottieni risposte, oppure quelle che ricevi non sono chiare? In ogni occasione e in qualunque situazione, cerchi sempre con inquietudine di capire cosa sta accadendo esattamente e dove stanno andando le cose?[25] È il momento di essere diretto. Chiedi al tuo partner sentimentale perché ha sempre qualche ragione per non invitarti mai alla cena e alle bevute del venerdì sera a cui partecipa ogni settimana con la sua cerchia di amici e le loro metà. Invita a pranzo il tuo socio d'affari e parla delle preoccupazioni che nutri nei riguardi del progetto che non si sta materializzando perché non risponde a certe e-mail.
  6. 6
    Reagisci ai confronti e alle gare al rialzo. Ci sono persone insicure che cercano di dominare gli altri sforzandosi di sentirsi meglio con se stesse e la propria vita. Dispongono sempre di una versione, uno stile, un metodo, un'esperienza che sono migliori dei tuoi. Questi personaggi sono spesso "con" te sentimentalmente oppure trascorrono con te del tempo platonicamente (per esempio, per insegnarti la maniera giusta di piegare i vestiti e la biancheria) per sostenere la propria autostima; usano gli altri per ricavarne dei vantaggi emotivi.[26]
    • Se ti accorgi che questa situazione si ripete spesso, potresti chiedere all'altra persona per quale motivo desidera la tua compagnia se giudica chiaramente deludenti te, le tue cose o il modo in cui le fai.
  7. 7
    Fai attenzione al tradimento. L'amicizia sincera, nella quale ognuno di voi ha a cuore gli interessi dell'altro, si fonda sulla fiducia. "Ciò che diciamo rimane tra noi" è un concetto che è o non è presente nel vocabolario dell'altra persona. Se non puoi confidarti fiduciosamente con qualcuno, sii cauto. Se non puoi farlo senza provare il timore di essere giudicato, evita di confidarti. Purtroppo, di solito si tratta di una lezione che devi imparare nella maniera più difficile: vedendo tradita la tua fiducia.[27]
    • Ciononostante, puoi ridurre le possibilità di un danno futuro ricordando di chi puoi e di chi non puoi fidarti, ed evitando quindi di confidarti con queste persone.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Trovare un Compromesso

  1. 1
    Riduci la quantità di aiuto che fornisci. Ti ritrovi a sbrigare una gran quantità di commissioni per il tuo capo che non rientrano nelle tue mansioni lavorative? Fai continuamente da babysitter ai figli di tua cugina? Togli tuo figlio dai guai in cui si caccia ogni volta che ti volti dall'altra parte? Svolgi il lavoro di "studio" del tuo socio in modo che tu possa finire il tuo? Annulli dei programmi perché l'altra persona ha avuto una giornata dura e ha bisogno di parlare? Se fai regolarmente e in modo gratuito questo genere di cose, purtroppo dovresti considerare la possibilità di essere sfruttato.[28][29][30][31][32]
    • A meno che gli altri non facciano altrettanto per te, anche in altri modi, ritira il tuo sostegno. Probabilmente incontrerai una certa resistenza, quindi esponi gentilmente le tue ragioni. A questo punto, la situazione si trova in mano loro.
  2. 2
    Cerca di farti restituire ciò che hai prestato. L'affitto scade fra tre giorni, ma la tua amica non ti ha ancora restituito i 300 euro che le hai prestato tre settimane fa? Un collega "prende in prestito" una tua idea e poi se ne gode gli allori, mentre gli altri si entusiasmano per la sua genialità?[33][34] Se qualcuno prende continuamente qualcosa in prestito da te, ma non lo restituisce (o non te ne riconosce il merito), fondamentalmente quella persona ti sta derubando proprio sotto il tuo naso. Derubarti e usarti sono la stessa faccia della moneta, e non si tratta del lato che ti porta fortuna.
    • Nel caso di oggetti dati in prestito, chiedi all'altra persona di restituirteli, prima di prestarle qualcos'altro. In caso contrario, non darle più niente.
    • Per quanto riguarda le idee che presti, invece, decidi se il sollevare la questione non possa creare un problema più grande. Se non è così, parlane con l'altra persona e, in futuro, fai più attenzione a cosa condividi e con chi.
  3. 3
    Non dedicare all'altra persona più tempo di quanto tu possa permetterti. Prendi la tua calcolatrice e fai la somma di quanto tempo stai investendo su di lei. Per esempio, la tua metà vive con te a titolo gratuito o si limita a pagare le bollette? Quando esci con la tua famiglia, sei sempre tu quello che prende il conto del ristorante? Se dal totale del calcolo risulta una cifra molto alta, come minimo la tua relazione manca di equilibrio (e magari lo stesso accade con il libretto degli assegni). Nell'ipotesi peggiore, invece, stai venendo usato, sia economicamente che emotivamente.[35][36][37] A questo punto decidi cosa puoi permetterti, oppure se desideri smettere del tutto di assistere l'altra persona.
    • Per le cose più grosse come le spese primarie, fai conoscere all'altra persona la tua decisione e il motivo per cui l'hai presa, oltre al modo e al momento in cui applicherai i cambiamenti.
    • Per le cose più piccole, come il conto del bar, limitati a pagare la tua consumazione. Se la tua amica ha opportunamente "dimenticato" il portafogli, la prossima volta che la incontri per bere qualcosa insinua qualcosa di subdolo come: "Ehi, se vuoi che ci scambiamo di nuovo le borsette, non dimenticare il portafogli".
  4. 4
    Smetti di andare così spesso in soccorso di quella persona. Fai il conto delle emergenze catastofiche a cui solo tu puoi provvedere (come la necessità di un furgone per traslocare dei mobili), e il numero di necessità dell'ultimo minuto, ma fondamentali, che solo tu puoi soddisfare (come tenere il suo animale domestico mentre lei è in vacanza). A questo aggiungi la frequenza con la quale finisce per trovarsi in qualche genere di tragedia e aver bisogno di te immediatamente. Poi sottrai la cadenza con cui lei è presente per te quando sei tu ad aver bisogno di aiuto o devi parlare con qualcuno (soprattutto in occasioni di una certa gravità): il risultato sarà strettamente correlato al fatto che tu venga o no usato.[38][39]
    • In effetti, ripensa all'ultima volta in cui quella persona ti ha fatto un favore senza che tu glielo chiedessi, oppure ti ha sorpreso con un regalo, un biglietto o una cena.
    • Ora stabilisci se il tuo investimento è redditizio.
  5. 5
    Resisti al desiderio di sforzarti ancora di più. Dal momento che senti il bisogno di trovarti in questa relazione, potresti sorprenderti a lavorare ancora più duramente per farla funzionare, a dispetto del fatto che sei e ti senti usato. Spesso, fai così tanto che eviti di prenderti cura dei tuoi stessi bisogni. Talvolta convinci te stesso che la cosa non ti disturba, perché ami quella persona o senti che lei ha bisogno di te. Eppure, solitamente si tratta di un sentimento passeggero, perché le relazioni sane consistono in un dare e ricevere. In altre occasioni, invece, ti senti bloccato, perché si tratta di un rapporto che non puoi evitare facilmente, come quelli che hai al lavoro o persino quelli che rigurdano alcuni membri della famiglia.[40][41]
    • Quando ti accorgi di voler compiacere l'altra persona, prendi nota dei tuoi sentimenti e dei motivi per cui li provi, e scrivi se mettere in pratica ciò che hai programmato di fare per l'altra persona a) sminuisce i tuoi bisogni, b) viene sottovalutato e c) non riesce a risolvere il problema.
    • Se la risposta a tutte e tre le domande è sì, fai invece qualcosa per te stesso.
  6. 6
    Parla dei tuoi sentimenti o del tuo scontento. Quando riconosci la presenza di uno squilibrio nella relazione e non sei più in grado di ignorarlo, spesso cominci a nutrire del risentimento, che potrebbe portarti a sentirti infastidito dall'altra persona. A seconda della tua personalità, questa irritazione può manifestarsi in una gran varietà di maniere, alcune delle quali potrebbero portare a conseguenze di cui non vorresti pagare il prezzo, farti stare male con te stesso oppure cotringerti a vivere nel rimorso.[42]
    • Per evitare di arrivare a questo punto, parla tranquillamente con l'altra persona, in un ambiente neutrale, di quanto ti senti amareggiato. E ricorda: le cose potrebbero non andare nella maniera che desideri, ma non funzionavano molto bene nemmeno prima della conversazione.
    Pubblicità

Consigli

  • Ascolta il tuo istinto. A volte, quando la testa ti sta dicendo una cosa e il cuore un'altra, probabilmente dovresti seguire quest'ultimo.
  • Per scoprire se qualcuno ti sta usando per denaro, dai un taglio a questo aspetto del vostro rapporto. Se non vedrai più quella persona, avrai la tua risposta.
  • Non aver paura di difenderti. Se vieni maltrattato, hai ogni diritto di far sapere all'altra persona che te ne rendi conto, ma anche che, in futuro, non lo tollelerai più.
  • Ricorda quanto vali. Se una persona continua a usarti, non aver paura di andartene.
  • Impara dalle tue esperienze, in modo da non permettere a nessun'altra persona di usarti, oppure da rendertene conto fin dall'inizio.

Pubblicità
  1. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/2/
  2. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me
  3. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you/11/
  4. http://www.hercampus.com/love/dating-hooking/how-tell-if-he-s-just-using-you
  5. https://www.psychologytoday.com/blog/just-listen/201201/beware-horny-men-bearing-empty-promises
  6. https://www.psychologytoday.com/blog/lights-camera-happiness/201005/why-keeping-your-promise-is-good-you
  7. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/3/
  8. http://www.blessingmeadowsministries.com/use.htm
  9. http://everydaylife.globalpost.com/handle-relatives-advantage-9416.html
  10. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you/12/
  11. http://www.canadianliving.com/relationships/friends_and_social_life/5_signs_youre_being_used_in_a_friendship_2.php
  12. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/2/
  13. http://madamenoire.com/62516/10-ways-to-tell-that-you%e2%80%99re-being-used/7/#sthash.BU2k8oSP.dpuf
  14. http://everydaylife.globalpost.com/handle-relatives-advantage-9416.html
  15. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you/8/
  16. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me
  17. http://madamenoire.com/62516/10-ways-to-tell-that-you’re-being-used/2/
  18. http://www.canadianliving.com/relationships/friends_and_social_life/5_signs_youre_being_used_in_a_friendship.php
  19. http://thoughtcatalog.com/lady-goodman/2014/01/9-signs-you-do-too-much-for-your-friends/
  20. http://www.blessingmeadowsministries.com/use.htm
  21. http://www.yourtango.com/201088143/7-signs-hes-dating-you-your-money/page/2
  22. http://www.businessknowhow.com/manage/toxiccoworker.htm
  23. http://everydaylife.globalpost.com/stop-others-taking-advantage-26782.html
  24. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/4/
  25. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/7/
  26. http://www.askmen.com/money/body_and_mind/55_better_living.html
  27. http://love.allwomenstalk.com/warning-signs-that-he-is-just-using-you
  28. http://thoughtcatalog.com/lady-goodman/2014/01/9-signs-you-do-too-much-for-your-friends/
  29. http://lifestyle.allwomenstalk.com/telling-signs-your-friend-is-using-you/6/
  30. http://www.canadianliving.com/relationships/friends_and_social_life/5_signs_youre_being_used_in_a_friendship.php
  31. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me
  32. ttp://thoughtcatalog.com/lady-goodman/2014/01/9-signs-you-do-too-much-for-your-friends/
  33. http://www.yourtango.com/experts/zynnyme-kelly-higdon-miranda-palmer/are-you-taking-advantage-me/

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 24 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Interazioni Sociali
Questa pagina è stata letta 12 738 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità