Scarica PDF Scarica PDF

Il latte è ricco di minerali, vitamine, proteine, grassi buoni e carboidrati. Tuttavia, se dovesse andare a male, l'unico risultato che otterresti bevendolo sarebbe ritrovarti con un forte mal di pancia. Anche se la data di scadenza indica che dovrebbe essere ancora buono, devi considerare diversi fattori che possono farlo andare a male prima del tempo. Analizzandone l'odore, la consistenza, il colore, testandolo con il calore oppure osservando se reagisce a contatto con il bicarbonato, potrai capire se il latte è avariato.[1]

Metodo 1 di 4:
Esaminare il Latte

  1. 1
    Assicurati che la data di scadenza non sia stata superata da più di 7 giorni. Se il latte è stato conservato correttamente, durerà per 7 giorni oltre la data di scadenza indicata sulla confezione. Tuttavia, se la data è passata e il latte è stato completamente dimenticato fuori dal frigorifero, è altamente probabile che sia andato a male.[2]
    • La durata del latte dipende dal quantitativo di grasso e lattosio che contiene. Il latte intero ha una durata massima di 5 giorni oltre la data di scadenza. Invece il latte senza lattosio o scremato può durare fino a 10 giorni oltre la data di scadenza consigliata.
    • Se il latte è scaduto da più di una settimana, è preferibile buttarlo via, anche se alla vista e all'olfatto sembra normale.
  2. 2
    Annusa il latte per sapere se ha un cattivo odore. Annusare il latte per capire se è avariato è la prima cosa da fare, nonché probabilmente la più ovvia. Il latte fresco è praticamente inodore, al contrario il latte avariato ha un odore sgradevole. Se annusandolo fai subito un balzo indietro, non c'è dubbio che sia andato a male.[3]
    • Se alla vista il latte sembra buono, ma emana un odore così cattivo da farti sobbalzare, è sicuramente meglio evitare di berlo.
    • Quando hai difficoltà a capire se emana un odore sgradevole, fallo annusare a qualcun altro oppure testalo usando un altro metodo.
  3. 3
    Controlla la consistenza del latte per vedere se ci sono dei grumi. Il latte fresco ha una consistenza poco più densa dell'acqua, a seconda della percentuale di grassi, e quando lo versi fluisce lentamente. La panna e il latte intero sono più densi rispetto al latte scremato, ma quando li muovi o li versi devono apparire fluidi.[4]
    • Se noti che ci sono dei grumi nel latte, significa che è andato a male. I grumi potrebbero essersi depositati sul fondo, quindi fai roteare la confezione prima di versare il latte.
    • Esamina l'interno della confezione del latte. Se ci sono dei residui solidi, significa che è avariato e devi buttarlo via.
  4. 4
    Esamina il colore del latte per vedere se è ingiallito o macchiato. Versalo in un bicchiere di vetro trasparente e osservalo alla luce. Se il latte è ancora buono, sarà di un colore bianco candido. Al contrario, il latte andato a male generalmente è giallognolo o sembra sporco.[5]
    • Se hai difficoltà a valutare il colore del latte, metti un foglio bianco dietro o accanto al bicchiere per fare una comparazione. Se è giallognolo, è molto probabile che sia avariato.
  5. 5
    Determina se il latte è rimasto fuori dal frigorifero. Il latte va conservato al freddo; se rimane a temperatura ambiente per un periodo di tempo prolungato, potrebbe andare a male, indipendentemente dalla data di scadenza. Se sai che il latte è stato lasciato fuori dal frigorifero per più di un'ora, è probabile che sia avariato.[6]
    • Nel caso tu non viva da solo, chiedi agli altri componenti della famiglia se il latte è rimasto fuori dal frigorifero.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Scaldare il Latte nel Microonde per Capire se è Avariato

  1. 1
    Versa il latte in un bicchiere adatto all'uso nel microonde. Quando non basta esaminare il latte per capire se è andato a male, puoi sottoporlo a un ulteriore test. Versane un po' in un bicchiere di vetro trasparente fino a raggiungere l'altezza di 3 cm.[7]
    • Esegui il test solo su una piccola quantità di latte, così se capirai che è ancora buono potrai usare quello restante.
  2. 2
    Scalda il latte nel microonde per 30-60 secondi. Metti il bicchiere nel forno a microonde e scalda il latte per 30-60 secondi, a seconda della potenza utilizzata (se usi la potenza massima, scaldalo per 30 secondi).[8]
    • Nel dubbio è meglio iniziare a scaldare il latte per 30 secondi. Se a quel punto non è ancora abbastanza caldo, potrai scaldarlo per altri 30 secondi.
  3. 3
    Getta via il latte se ha una consistenza anomala. Quando il latte è caldo, fallo roteare nel bicchiere per vedere se rimane liquido o se tende ad addensarsi. Se fa i grumi o diventa più denso dopo averlo scaldato, significa che è avariato.[9]
    • Quando il latte si inacidisce, le proteine si legano a causa dell'elevata acidità e si formano i grumi. Questo è il motivo per cui il latte caglia.
    • Sulla superficie del latte potrebbe formarsi una patina sottile quando lo scaldi. Non preoccuparti: non significa necessariamente che sia avariato. Rimuovi la patina, fai roteare il bicchiere e osserva se si addensa o si formano i grumi. Se rimane liquido, significa che è ancora buono.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Analizzare l'Acidità del Latte

  1. 1
    Versa un cucchiaino (10 g) di bicarbonato in un piattino. Non c'è bisogno di usare una grande quantità di bicarbonato per eseguire questo test: ne basta meno di un cucchiaino per vedere se reagisce a contatto con il latte. Assicurati semplicemente che il bicarbonato non sia troppo vecchio e quindi non sia più attivo, altrimenti il risultato del test sarebbe inattendibile.[10]
    • Se scopri che il bicarbonato in dispensa è scaduto, usa un altro metodo per capire se il latte è avariato.
  2. 2
    Versa alcune gocce di latte sul bicarbonato. Il latte non deve essere stato scaldato in precedenza, quindi prelevalo direttamente dalla confezione. Ne bastano un paio di gocce per vedere se si crea una reazione quando i due elementi entrano in contatto.[11]
  3. 3
    Se il bicarbonato reagisce e si forma una schiuma, significa che il latte è diventato acido. Quando il latte è fresco, il bicarbonato non reagisce in alcun modo, ma se è avariato, l'acidità elevata farà reagire il bicarbonato e si formeranno delle piccole bolle di anidride carbonica. La quantità di schiuma corrisponde al grado di acidità del latte; maggiore è il numero di bolle, tanto più il latte è acido. Getta via il latte anche se le bolle sono quasi impercettibili.[12]
    • Se si forma la schiuma, getta via il latte senza esitazioni, anche se alla vista e all'olfatto sembra ancora buono.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Prolungare la Durata del Latte

  1. 1
    Conservalo a una temperatura inferiore ai 4 °C. Il latte fresco va tenuto sempre in frigorifero. Se rimane a temperatura ambiente per un tempo prolungato, andrà a male più rapidamente.[13]
    • Riponi il cartone del latte in fondo al frigorifero per assicurarti che si mantenga freddo. Se lo tieni nella porta del frigorifero, la temperatura varierà ogni volta che lo apri. Simili sbalzi termici possono accorciare la durata del latte.
  2. 2
    Proteggi il latte dalla luce. Se lo conservi in un bicchiere di vetro o in un contenitore di plastica trasparente, non durerà tanto quanto il latte conservato nella sua confezione originale o in un contenitore di plastica colorato. Il latte deperisce se viene esposto alla luce e anche quei pochi secondi che intercorrono tra quando apri e chiudi la porta del frigorifero possono ridurne la durata.[14]
    • Se il latte è contenuto in una bottiglia trasparente, riponilo vicino alla parete posteriore del frigorifero, nascosto dietro gli altri alimenti per tenerlo al riparo dalla luce.
  3. 3
    Sigilla il contenitore del latte. Se il latte fresco rimane esposto all'aria può andare a male rapidamente, anche se lo conservi in frigorifero, quindi assicurati che il tappo sia avvitato correttamente sul contenitore. Normalmente è meglio conservare il latte nella sua confezione originale che è progettata proprio per quello scopo.[15]
    • Se il contenitore originale è danneggiato, versa il latte in una caraffa dotata di coperchio a chiusura ermetica (o in un contenitore per alimenti). Non lasciarlo esposto all'aria, per esempio in un bicchiere, neanche se lo conservi in frigorifero. Scrivi la data di scadenza sul contenitore.
    • Se il coperchio del contenitore non garantisce una chiusura ermetica, coprilo con la pellicola per alimenti per evitare che il latte rimanga esposto all'aria.
  4. 4
    Congela il latte se vuoi che duri a lungo. Puoi tenerlo nel congelatore fino a 3 mesi. Se vivi da solo o hai l'abitudine di usarlo solo raramente, è un'opzione utile per risparmiare denaro ed evitare sprechi.[16]
    • Quando è il momento di usare il latte, trasferisci il contenitore in frigorifero o tienilo sotto l'acqua corrente fredda.[17]
    • La consistenza e il colore del latte cambiano leggermente quando lo congeli. Una volta scongelato, versandolo potresti notare che ha la consistenza e il colore del latte inacidito, anche se tecnicamente è ancora buono. Anche il gusto potrebbe essere meno desiderabile.
    • Quasi tutte le varietà di latte si possono congelare, anche il latte vegetale e il latticello.
    Pubblicità

Consigli

  • A seconda della marca, il latticello potrebbe contenere delle piccole particelle di burro che non vanno confuse con i grumi del latte avariato.
  • Il latte inacidito si può cuocere o usare per cucinare. Diverse ricette lo richiedono come ingrediente.[18]
  • A lungo andare il latte di origine vegetale, per esempio quello di mandorle, potrebbe separarsi. È un fenomeno naturale e generalmente basta agitare il contenitore per restituirgli la sua vera consistenza. In caso contrario, è meglio buttarlo via.[19]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Smaltire Velocemente una SborniaSmaltire Velocemente una Sbornia
Evitare di Vomitare Quando sei UbriacoEvitare di Vomitare Quando sei Ubriaco
Aprire una Bottiglia Senza Apribottiglie
Ubriacarsi in FrettaUbriacarsi in Fretta
Preparare un Tè MatchaPreparare un Tè Matcha
Aprire una Bottiglia di Vino Senza il Cavatappi
Preparare la VodkaPreparare la Vodka
Preparare gli Orsetti Gommosi alla VodkaPreparare gli Orsetti Gommosi alla Vodka
Preparare uno Jager BombPreparare uno Jager Bomb
Preparare l'IdromelePreparare l'Idromele
Bere la Tequila
Preparare il Tè al Latte
Preparare il Tè alla MarijuanaPreparare il Tè alla Marijuana
Migliorare la Propria Tolleranza all'AlcoolMigliorare la Propria Tolleranza all'Alcool
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 54 135 volte
Categorie: Drinks
Questa pagina è stata letta 54 135 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità