Come Capire se il Salmone è Andato a Male

3 Metodi:Controllare il Salmone CrudoCapire se gli Avanzi di Salmone sono Ancora BuoniAssicurarsi che il Salmone sia Cotto Correttamente

Il salmone è un pesce delizioso e salutare, purché venga conservato e cucinato nella maniera corretta. Controlla che il salmone crudo non presenti segni di deterioramento prima di spendere tempo ed energie a cucinarlo. Butta gli avanzi, se hanno più di due giorni o se non li hai conservati correttamente in frigorifero. Assicurati che il pesce sia ben cotto prima di mangiarlo.

1
Controllare il Salmone Crudo

  1. 1
    Assicurati che il pesce non abbia un cattivo odore. Annusa il salmone: se ha un odore troppo forte o sa di ammoniaca, probabilmente è andato a male. Il salmone fresco ha un profumo molto delicato.[1]
  2. 2
    Guarda se è ricoperto da una patina biancastra. Uno dei segni che indicano che il pesce è andato a male è la presenza di una patina bianca e traslucida. Assicurati che non ce ne sia sulla superficie del salmone prima di cucinarlo. Se noti un qualsiasi tipo di strato opaco sul pesce, buttalo via.[2]
  3. 3
    Controlla la consistenza del salmone. Se maneggiandolo sembra sfaldarsi, buttalo. Il salmone fresco deve sempre avere una consistenza compatta.[3]
  4. 4
    Osserva gli occhi. Se hai comprato un salmone intero, con la testa ancora attaccata, controlla l'aspetto degli occhi: quelli di un salmone fresco sono brillanti e limpidi, con una pupilla scura al centro; se invece appaiono opachi, il pesce è in cattive condizioni.[4]
    • Gli occhi, inoltre, dovrebbero essere leggermente sporgenti. Se sono infossati, il salmone è probabilmente andato a male.[5]
  5. 5
    Controlla il colore. Il salmone fresco è di un acceso colore rosa o arancione; se il pesce ha invece un colore pallido e spento, probabilmente è avariato.[6]
    • Un altro indizio di freschezza è la presenza di sottili linee bianche lungo la superficie.
  6. 6
    Controlla la data di scadenza. Se hai dei dubbi sulle condizioni del salmone, guarda la data di scadenza indicata sulla confezione. Non è una previsione certa del momento in cui il pesce andrà a male, ma dà un'indicazione di quando potrebbe accadere.[7]
    • In linea di massima, il salmone fresco può essere conservato in frigorifero fino a 1-2 giorni dopo l'acquisto.

2
Capire se gli Avanzi di Salmone sono Ancora Buoni

  1. 1
    Annusa gli avanzi. Se hanno un cattivo odore, buttali immediatamente. Un odore forte e acre indica chiaramente che sono andati a male. Non mangiare il salmone a meno che non abbia un profumo delicato e invitante.[8]
  2. 2
    Controlla la consistenza. Un chiaro segno che gli avanzi del salmone sono andati a male è una consistenza viscida. Se il salmone ha perso la propria consistenza spessa e friabile, è meglio non mangiarlo. Buttalo via.[9]
  3. 3
    Non lasciare il salmone cotto a temperatura ambiente per più di 2 ore. Se non viene messo in frigo entro 2 ore dalla cottura, cominciano a crescervi dei batteri e dovresti buttarlo via. Segnati sempre l'ora in cui lo hai cucinato o ordinato a un ristorante e l'ora in cui lo hai messo in frigo.[10]
  4. 4
    Butta gli avanzi che hanno più di 2-3 giorni. Passati 3 giorni dalla cottura, butta via il salmone, a prescindere dal fatto che sembri ancora buono o meno. Se non sei sicuro delle condizioni del pesce dopo 2 giorni, gettalo via. Potrebbe essere stato attaccato da batteri e non vale la pena rischiare di stare male.[11]

3
Assicurarsi che il Salmone sia Cotto Correttamente

  1. 1
    Usa la forchetta per testare la consistenza del salmone. Infilza il trancio o il filetto di salmone con la forchetta: se il pesce è cotto al punto giusto, dovrebbe sfaldarsi; se invece è troppo compatto o gommoso, non è stato cotto bene.[12]
  2. 2
    Controlla il colore. Per verificare se il salmone è completamente cotto, taglia la parte più spessa e osserva bene il colore: se è opaco, il pesce è ben cotto; se invece il salmone appare traslucido, deve ancora finire di cuocere.[13]
  3. 3
    Controlla la temperatura del pesce. Se hai a disposizione un termometro per alimenti, usalo per controllare la temperatura del salmone. Per avere un risultato preciso, infilalo nella parte più spessa e lasciacelo per un minuto. Se il salmone è ben cotto dovrebbe arrivare a circa 60 °C.[14]
    • Per ottenere una lettura quanto più precisa possibile, usa un termometro digitale.

Consigli

  • Alcuni ritengono che il salmone selvaggio sia più sano di quello di allevamento, ma in realtà sono entrambi ricchi di vitamine e nutrienti, come gli acidi grassi omega-3 o la vitamina A.[15]
  • Conserva il salmone nella confezione originaria o in un contenitore ben chiuso per mantenerlo fresco.
  • Conservare il salmone nel congelatore può prolungarne la durata di conservazione di 2-3 mesi.[16]
  • Anche stagionare e affumicare il salmone sono ottimi modi per conservarlo più a lungo.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Pesce & Frutti di Mare

In altre lingue:

English: Know if Salmon Is Bad, Español: saber si un salmón está en mal estado, Português: Saber se um Salmão Está Estragado

Questa pagina è stata letta 756 volte.

Hai trovato utile questo articolo?