Scarica PDF Scarica PDF

La Sindrome da Immunodeficienza Felina (Feline Immunodeficiency Virus - FIV) è una malattia infettiva dovuta a un virus che causa l'immunosoppressione nei gatti con conseguenti infezioni secondarie. In genere i gatti si trasmettono il virus quando si azzuffano, nel momento in cui la saliva infetta entra in contatto con il sangue sano. La FIV non può essere trasmessa agli esseri umani. Non ci sono molti metodi immediati per capire se il tuo gatto è affetto dalla FIV. Tuttavia, questo articolo ti aiuterà a identificare alcuni segnali e sintomi, e a darti informazioni su come viene diagnosticato il virus in laboratorio.

Parte 1 di 2:
Riconoscere i Sintomi di un'Infezione

  1. 1
    Sappi che i sintomi della FIV potrebbero non presentarsi per molti mesi dopo il contagio. La FIV agisce lentamente e dopo che il gatto contrae il virus (di solito in una zuffa) possono anche passare dai due ai sei mesi per notare i primi sintomi dell'infezione.
    • Dopo una zuffa, il gatto potrebbe avere dei graffi, tagli o al massimo degli ascessi provocati da infezioni batteriche, ma la presenza della FIV non è identificabile.
  2. 2
    Verifica se ci sono dei sintomi transitori dell'infezione. Il gatto inizierà a mostrare i primi sintomi transitori solo dopo 2 o 6 mesi dalla contrazione del virus. Questi sintomi comprendono: febbre, letargia, linfonodi ingrossati e perdita di appetito. Tali segnali spariscono dopo una o due settimane.
    • Questa fase coincide con l'espansione del virus nel flusso sanguigno, conosciuta come viremia.
    • Quando questi sintomi si placano, il gatto è apparentemente sano per mesi o addirittura per anni, fino a quando la FIV non lo farà ammalare nuovamente.
  3. 3
    La fase secondaria dell'infezione presenta sintomi specifici. In questa fase, la malattia è causata dal virus che gradualmente attacca i globuli bianchi usati per combattere l'infezione stessa.
    • Di conseguenza, il sistema immunitario del gatto si indebolisce e delle semplici infezioni potrebbero diventare gravi.
    • La fase secondaria della FIV può essere identificata dai sintomi descritti nei prossimi passaggi.
  4. 4
    Controlla se il gatto ha stomatiti o gengiviti. Anche se un gatto è completamente sano, la sua bocca è piena di batteri. Nel caso in cui l'animale dovesse avere un sistema immunitario debole, i batteri si moltiplican,o causando l'infiammazione del cavo orale (stomatite) e delle gengive (gengivite).
  5. 5
    Osserva il tuo gatto per notare eventuali sintomi di rinite. La rinite è un'infezione dei passaggi nasali. Normalmente, il naso agisce come filtro per i batteri presenti nell'aria. Quando il sistema immunitario è debole, l'invasione di batteri e di eventuali infezioni alle cavità nasali potrebbe essere immediata.
    • Durante la fase secondaria sono comuni anche le infezioni toraciche che si sviluppano nello stesso modo di quelle delle vie nasali.
  6. 6
    Controlla se il tuo gatto ha delle infezioni micotiche. I funghi sono praticamente ovunque, ma di solito non comportano nessun problema in quanto il sistema immunitario protegge la pelle e impedisce che si verifichino delle micosi.
    • Tuttavia, un sistema immunitario compromesso comporta altri problemi come per esempio la tigna o appunto le micosi.
    • Anche la pelle ne risente: i batteri della sua superficie aumentano a dismisura provocando infezioni.
  7. 7
    Fai caso se il tuo gatto soffre frequentemente di diarrea. Durante la fase secondaria della FIV, l'equilibrio della flora intestinale non è sotto controllo e potrebbero verificarsi casi di diarrea.
  8. 8
    Fai caso alle condizioni cliniche generali del gatto. Quando un gatto contrae la FIV, altri virus, che di solito non comportano nessun tipo di problema, travolgono il sistema immunitario indebolito causando infezioni secondarie, come il vaiolo da bestiame che provoca ulcere e infiammazioni gravi della pelle.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Fare le Analisi per la Diagnosi della FIV

  1. 1
    Chiama il tuo veterinario per prenotare delle analisi. Se il tuo gatto è malato e il veterinario sospetta che abbia la FIV, i primi test da fare sono quelli di tipo ELISA. Il veterinario preleverà circa 1 ml di sangue dal gatto per farlo analizzare in laboratorio. Di solito i risultati sono pronti dopo 15 minuti.
    • Se il test è negativo, ma il gatto presenta comunque i sintomi della FIV, è meglio ripeterlo dopo circa 6 settimane.
    • Solo se il secondo test è negativo il veterinario può assicurarti che il gatto non abbia la FIV.
  2. 2
    Se il test ELISA è positivo, fai prelevare un campione di DNA del felino e richiedi una PCR. Questo test viene effettuato in un laboratorio esterno e i risultati possono arrivare anche dopo 2 settimane, ma è in grado di identificare anche minime quantità di DNA appartenenti a un contaminante. Se il risultato è positivo, significa che il gatto ha la FIV nel sangue.
    • Se il risultato del test è positivo, è sempre meglio confermarlo con un altro esame per evitare errori. La maggior parte dei veterinari inviano il campione di sangue a dei laboratori commerciali per una PCR.
    • Se la PCR è positiva, sfortunatamente il gatto ha la FIV. Se è negativa, è possibile che il tuo gatto stia combattendo l'infezione. In queste circostanze, si consiglia di ripetere il test ELISA dopo 6 settimane; se i risultati sono negativi vuol dire che il gatto era esposto alla FIV ma il suo sistema immunitario è riuscito a sconfiggerlo.
  3. 3
    Capire le procedure di diagnosi. Diagnosticare la FIV è complicato, ma in generale la combinazione dei risultati di questi test indica che un gatto ha contratto il virus e in futuro si ammalerà:
    • Un risultato del test ELISA positivo, seguito da una PCR positiva.
    • Due risultati del test ELISA positivi, confermati da una PCR positiva.
    • Un risultato della PCR positivo.
  4. 4
    Considera che un gatto sano con la FIV potrebbe non avere nessun tipo di problema di salute per molti anni.
    • Anche se il tuo gatto è sano, è importante ricordarsi sempre che la FIV indebolisce il sistema immunitario del corpo e il gatto sarà più predisposto a prendersi delle infezioni che potrebbero causare complicazioni. Tuttavia, un'adeguata terapia antibiotica somministrata tempestivamente è in genere sufficiente per evitare complicazioni.
    • Sempre più gatti affetti dalla FIV riescono a vivere a lungo e spesso non muoiono per l'infezione, ma di vecchiaia!
  5. 5
    Parla con il tuo veterinario in merito alle possibilità di guarigione se il tuo gatto ha i sintomi della FIV. Se le analisi sono state fatte perché il gatto è malato e non risponde alle terapie farmacologiche, non ci sono tante possibilità che rimanga in vita. Se ha delle infezioni gravi, come la polmonite, il suo sistema immunitario potrebbe non riuscire a combatterla.
    • Il tuo gatto potrebbe avere delle buone possibilità di guarigione (con antibiotici e altri medicinali), ma se ha già sviluppato serie infezioni che hanno eliminato del tutto i globuli bianchi, potrebbe non riuscire a vincere la battaglia contro il virus.
    Pubblicità

Consigli

  • Ci sono altri due tipi di analisi che puoi far fare al tuo gatto. Di solito, però, sono molto costose e non vengono effettuate nei laboratori dei veterinari. Queste analisi si chiamano Western Blot test e il test di isolamento virale. Chiedi informazioni al veterinario se vuoi far fare queste analisi al gatto.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Capire se una Gatta è IncintaCapire se una Gatta è Incinta
Capire se la Gatta sta PartorendoCapire se la Gatta sta Partorendo
Capire se il tuo Gatto ha i VermiCapire se il tuo Gatto ha i Vermi
Preparare in Casa un Repellente Per GattiPreparare in Casa un Repellente Per Gatti
Sapere se il vostro Gatto non sta BeneSapere se il vostro Gatto non sta Bene
Tenere Lontani i GattiTenere Lontani i Gatti
Calmare una Gatta in CaloreCalmare una Gatta in Calore
Evitare che il Gatto usi il Giardino come LettieraEvitare che il Gatto usi il Giardino come Lettiera
Comunicare con il vostro GattoComunicare con il vostro Gatto
Liberare il Gatto dagli Acari alle OrecchieLiberare il Gatto dagli Acari alle Orecchie
Rimuovere l'Odore di Urina del GattoRimuovere l'Odore di Urina del Gatto
Capire se il tuo Gatto ha un IctusCapire se il tuo Gatto ha un Ictus
Tenere i Gatti Lontani dal GiardinoTenere i Gatti Lontani dal Giardino
Trovare un Gatto SmarritoTrovare un Gatto Smarrito
Pubblicità

Riferimenti

  1. Feline immunodeficiency, ABCD guidelines on prevention and management. Hosie, Addie, Belak. J. Feline Medicine and Surgery. 11, 575-584
  2. Feline Immunodeficiency Virus. Hopper, Sparkes, Harbour. Feline Medicine and Therapeutics. Blackwell Science

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 10 641 volte
Categorie: Gatti
Questa pagina è stata letta 10 641 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità