Come Capire se un Bambino è Transgender

3 Parti:Osserva Tuo FiglioCapire Cosa Significa “Transgender”Aiutare Tuo Figlio a Sentirsi a Suo Agio

Se tuo figlio esce regolarmente dagli stereotipi di genere, potresti domandarti se sia transgender. Puoi chiedere a tuo figlio come percepisce le identità di genere e prestare attenzione alle sue tendenze gender non-conforming, ma stai attento a non fare troppe congetture, dal momento che molti ruoli di genere in realtà non sono che convenzioni. Per esempio, un ragazzino a cui piace giocare con le bambole, non è necessariamente transgender. In ogni situazione, il tuo obiettivo deve essere di aiutare tuo figlio ad esplorare le sue sensazioni e la sua identità. Se è transgender, offrigli amore, supporto e buoni consigli.

Parte 1
Osserva Tuo Figlio

  1. 1
    Nota le tendenze gender non-conforming di tuo figlio. Nel caso di una bambina, potresti aver notato che le piace giocare con giocattoli generalmente considerati “da maschio”. Tieni comunque a mente che tua figlia non è transgender solo perché le piace giocare con i camion. Ad ogni modo, una preferenza sistematica per oggetti che non corrispondono alle aspettative di genere potrebbe essere un segnale. [1][2]
    • Un bambino diverso dagli altri sotto vari punti di vista potrebbe semplicemente essere gender non-conforming. Invece, è più probabile che sia transgender se per molti aspetti è fuori dal comune e se diventa estremamente infelice quando forzato a comportarsi in base al sesso che gli è stato assegnato alla nascita.
    • Ricorda, molte nozioni sul genere sono stereotipi. I ragazzi non sono geneticamente predisposti a preferire il colore blu, ad esempio.
  2. 2
    Rintraccia i segnali. Il comportamento di un bambino transgender normalmente fornisce molti indizi sul suo genere reale. I suoi giochi immaginari di solito possono dare indicazioni sul suo genere, così come il suo modo di vestire e sistemarsi. Ecco i tipici comportamenti di un bambino transgender:[3]
    • Insistere sul comprare vestiti dal reparto femminile/maschile;
    • Scegliere per sé un nome da maschio/femmina;
    • Preferire amici del sesso opposto (che hanno il genere desiderato dal bambino);
    • Preoccuparsi molto del taglio dei capelli;
    • Fingere frequentemente di essere il personaggio di un libro o di un film che abbia il genere da lui/lei desiderato;
    • Odiare i propri genitali;
    • Guardare a ragazzi/ragazze più grandi desiderando di essere come loro;
    • Desiderare libri o giocattoli con la scritta “per ragazzi” o “per ragazze”;
    • Voler rinascere in un corpo del sesso che sente proprio;
    • Piangere per il sesso assegnatogli alla nascita[4];
    • Essere molto più felice quando gli viene concesso di fare qualcosa che comunemente viene associato al genere che sente proprio.
  3. 3
    Nota se mostra segni di infelicità quando viene costretto ad adeguarsi a ruoli di genere che non sente propri. Ad esempio, è molto probabile si tratti di transgenderismo se tuo “figlio” si oppone al taglio dei capelli urlando, perché non vuole averli corti oppure se tua “sorella” piange quando le viene detto che non può comprare i vestiti del reparto maschile. Il genere va preso sul serio, perciò tuo figlio potrebbe reagire come se fosse la fine del mondo, quando costretto a fingere di essere ciò che non è.
    • Nota se fa le bizze quando si tratta di tagliare i capelli, comprare vestiti, indossare/non indossare il colore rosa e curare l’aspetto esteriore. Ti sembrerà di doverlo costringere a conformarsi a un genere predefinito.
    • Presta attenzione durante le discussioni. Per esempio, se dici “Anche i ragazzi possono indossare i vestiti” e “lui” reagisce dicendo “Ma io non sono un ragazzo con un vestito! Io sono una ragazza!”, allora potrebbe effettivamente essere transgender come afferma.[5]
    • Fai attenzione a problemi comportamentali, segni di depressione e infelicità. I bambini forzati entro i confini del genere che non sentono proprio, potrebbero essere sconvolti e comportarsi male. Potrebbero inoltre interiorizzare sentimenti negativi, che rischierebbero di portare ad una futura instabilità emotiva. Fortunatamente, la transizione di solito risolve la maggior parte dei problemi.
  4. 4
    Ascolta le parole che tuo figlio usa per definirsi. Potrebbe esprimere la propria identità a modo suo. Se tuo figlio sente con forza la propria identità di genere, potrebbe essere fermo nell’affermarla e di conseguenza potrebbe dire cose tipo “Io so di essere un ragazzo!”, anche se è stato considerato femmina alla nascita.[6]
    • Oppure potrebbe dire “No, sono davvero una ragazza!”, pur essendo stata considerata un maschio alla nascita.
  5. 5
    Sappi che il genere si sviluppa sin da piccoli. Solitamente si assume consapevolezza del proprio genere attorno ai 3 anni, ma alcuni iniziano anche prima, all’età di 2 anni o 18 mesi.[7][8]
  6. 6
    Presta attenzione alla frequenza degli episodi. Se tua figlia ha insistito affinché venisse chiamata “John” durante lo scorso fine settimana, potrebbe non essere necessariamente una indicazione sul fatto che sia transgender. È abbastanza tipico per i bambini passare una fase in cui fingono di essere di un genere diverso. Se tuo figlio insiste sistematicamente nell’affermare di essere di un genere diverso, allora potrebbe essere effettivamente transgender.[9]
    • Un bambino che giornalmente insiste sul suo genere è molto probabilmente transgender. La transizione può aiutarlo a sviluppare le sue attitudini sociali, a concentrarsi a scuola e a raggiungere il benessere emotivo, riducendo i problemi comportamentali.[10]
    • Alcuni bambini attraversano una prolungata fase di identificazione con un genere diverso durante l’infanzia. Questa fase tipicamente si conclude attorno ai 9 o 10 anni.[citazione richiesta]
  1. 1
    Sappi che alcuni bambini non riescono a comprendere quale sia il loro vero genere fino alla pubertà e oltre. Tuo figlio potrebbe non mettere affatto in dubbio la propria identità di genere finché non sarà più grande. È comune che i preadolescenti si chiedano quale sia il proprio genere durante la pubertà. I cambiamenti fisici e ormonali possono far sì che i ragazzi prestino maggiore attenzione al proprio corpo e a come esso li fa sentire.[11]
    • La pubertà e gli anni successivi costituiscono il momento tipico in cui i ragazzi cominciano ad esplorare la propria identità. Ascolta tuo figlio, potrebbe iniziare a dire di sentirsi del genere opposto.
  2. 2
    Se tuo figlio lo desidera, avvia un periodo di prova. Può davvero essere utilissimo per tuo figlio lasciare che esplori fino in fondo la propria identità di genere. Se tuo figlio pensa di essere transgender, stabilisci un weekend o un paio di giorni in cui lasciare che per un po’ “diventi” del genere opposto. Questo potrebbe voler dire, per esempio, chiamarlo “Jennifer” e supportare la sua decisione di indossare vestiti e gonne.[12]
    • Lascia che sia tuo figlio a condurre in piena autonomia questo esperimento. Non mettergli pressione affinché provi a fare cose che non vuole (ad esempio, essere chiamato con un nome diverso).
    • Osserva tuo figlio durante il periodo di prova. Sembra più felice o più sicuro di sé? Si sta divertendo più del solito? Il suo comportamento ti aiuterà a capire se è questo ciò che vuole davvero.
  3. 3
    Lascia che tuo figlio esplori la sua identità di genere con l’aiuto di un terapista o di un consulente. Tuo figlio potrebbe non sentirsi pienamente a suo agio nel parlarne con te o tu potresti sentirti non in grado di dare a tuo figlio tutto il supporto di cui ha bisogno. Prova a trovargli un terapista o un consulente con cui lavorarci su.[13]
    • Cerca un professionista autorizzato che abbia esperienza con i bambini transgender.

Parte 2
Capire Cosa Significa “Transgender”

  1. 1
    Comprendi il significato di “transgender”. La comunità di esperti sta ancora discutendo su quale sia la definizione più corretta e il significato del termine ha subito una notevole evoluzione negli ultimi anni. C’è consenso nel definire “transgender” una persona che abbia un’identità di genere o un’espressione di genere differente dalle norme culturali relative al genere originariamente assegnatole alla nascita.[14]
  2. 2
    Impara cosa è che rende transgender un bambino. Tuo figlio non ha scelto di essere transgender. Inoltre, il suo genere non dipende dal modo con cui lo hai cresciuto. È tipico che i genitori si chiedano cosa abbiano sbagliato. La risposta è “Niente”. I bambini transgender lo sono sin dalla nascita, non lo diventano.[15]
    • Cerca di capire che essere transgender non è “anormale”. Molti bambini sono transgender sin dalla nascita. Se è questo il caso di tuo figlio, allora dovresti sostenerlo. Non farti prendere dalla preoccupazione di cosa sia o non sia “normale”.
  3. 3
    Sappi che alcune persone ci mettono più tempo degli altri a capire ed esprimere il proprio genere. Mentre alcuni bambini dichiarano ad alta voce il loro vero genere già dall’età di 3 anni, altri ci mettono più tempo a comprendere che stanno tentando di vivere forzandosi ad essere ciò che non sono. Ecco alcune cose che possono ritardare il coming out:[16]
    • Scarsa conoscenza dell’argomento;
    • Paura del rifiuto;
    • Aver assistito ad episodi di stigma sociale;
    • Essere stati presi in giro quando si è provato ad esprimere se stessi.
  4. 4
    Informati sull’argomento leggendo fonti attendibili. Non dare ascolto a miti e dicerie. Ritagliati del tempo per indagare seriamente su cosa voglia dire essere transgender.[17]
    • Puoi anche andare alla biblioteca locale e chiedere al bibliotecario di consigliarti qualche buon libro sul transgenderismo.
    • Ascolta le storie personali delle persone transgender. Avendolo vissuto in prima persona, possono aiutarti a comprendere cosa si provi a essere transgender.
  5. 5
    Distingui tra una fase transitoria e l’essere transgender. Se tuo figlio insiste costantemente sul suo genere, allora è molto, molto probabile che non si tratti soltanto di una fase.[18][19]
    • Se tuo figlio pensa che possa essersi trattato soltanto di una fase, prima di ogni altra cosa parlatene. Un figlio che dice si sia trattato soltanto di una fase potrebbe mentire, magari perché ha subito maltrattamenti o perché ha paura tu possa volergli meno bene nel caso sia transgender. Assicurati che sappia che lo ameresti comunque.
  6. 6
    Parla con un medico. Se hai domande riguardo al transgenderismo, parlane col medico di tuo figlio. Se hai domande sull’impatto psicologico, consulta un terapeuta. Ricorda che anche tu, in quanto genitore, potresti attraversare un periodo di confusione. Prendi in considerazione di chiedere supporto esterno ad un consulente, in modo che ti aiuti a metabolizzare il fatto che tuo figlio stia esplorando la sua identità di genere.[20]
    • I professionisti sono di solito molto cauti e non spingeranno tuo figlio verso qualcosa per cui non è pronto.[21] Tieni a mente che solo perché tu non ti senti pronto, non significa che anche tuo figlio non lo sia o che non lo ferisca il dover aspettare che tu lo comprenda.

Parte 3
Aiutare Tuo Figlio a Sentirsi a Suo Agio

  1. 1
    Segui il volere di tuo figlio. Se sai ascoltarlo, ti farà capire cosa desidera per se stesso e saprai distinguere tra un bambino che dice di essere una ragazza ed un bambino a cui semplicemente piace indossare vestiti.
    • La scelta di transizionare (o non transizionare) dovrebbe basarsi sui bisogni e sulla felicità di tuo figlio, non su cosa tu ritieni che debba fare. Non impedirgli di essere se stesso perché la sua transessualità ti mette a disagio e non spingere un ragazzo gender-nonconforming verso la transizione se non sembra interessato a farlo.[22]
  2. 2
    Sappi che il tuo supporto fa un’enorme differenza sul futuro del tuo bambino. Bambini transgender con famiglie che li sostengono finiscono molto meno col tentare il suicidio, diventare senzatetto o affrontare seri problemi di salute mentale.[23] Una famiglia che incoraggi il bambino può anche aiutarlo a fronteggiare problemi come bullismo e discriminazione, riducendo le possibili conseguenze negative sulla sua salute mentale.[24] Accettando e sostenendo il bambino, lo proteggi dai molti problemi che possono affliggere le persone transgender.
    • Gli studi dimostrano che bambini che hanno effettuato la transizione hanno le stesse probabilità dei coetanei cisgender di soffrire di depressione e solo una probabilità leggermente superiore di soffrire di disturbi d’ansia.[25]
    • Al contrario, i transgender che non hanno effettuato la transizione hanno una probabilità molto alta di soffrire di disturbi mentali.[26]
  3. 3
    Supporta il tuo bambino. Se tuo figlio esprime cambiamenti di identità di genere, evita di avere reazioni negative. Non criticarlo e non dirgli che non vuoi saperne nulla. Piuttosto, lascia che tuo figlio esplori la sua identità, facendogli provare nuove attività o vestiti diversi. Se sei preoccupato, parlane con il tuo partner o con il medico del bambino, ma non mostrarti preoccupato davanti a tuo figlio.[27]
    • Ama tuo figlio per ciò che è. Potrebbe attraversare un periodo difficile, perciò rassicuralo, facendo in modo che sappia che il tuo amore è incondizionato.
    • Puoi dirgli “So che stai attraversando un periodo di cambiamenti, però ricordati che ti voglio bene a prescindere da tutto”.[28]
  4. 4
    Difendi tuo figlio. Se tuo figlio esce fuori dagli stereotipi di genere, potrebbe venir preso in giro o essere vittima di bullismo. Per esempio, gli altri bambini potrebbero deridere tua figlia perché le piace vestirsi da maschio. Aiuta tuo figlio ad affrontare il problema. Fagli sapere che parlerai agli insegnanti o ai genitori degli altri bambini.[29]
    • Se senti qualcuno fare commenti negativi sulle persone transgender, fagli notare che commenti del genere non vanno bene e non dovrebbe farne ancora.
  5. 5
    Incoraggia una transizione sociale. La transizione sociale consiste nella scelta di vivere come un altro genere. Sforzati di appoggiare la decisione di tuo figlio: se vuole vestire in modo diverso, lasciaglielo fare; se vuole essere chiamato con un altro nome, rispetta la sua scelta.[30]
    • La transizione sociale è reversibile, nel caso tuo figlio cambi idea. Se si scopre che si trattava di una fase, allora tuo figlio può tornare indietro, cambiando di nuovo taglio di capelli e guardaroba. Soprattutto, tuo figlio si ricorderà del tuo supporto mentre si stava interrogando sul suo genere e te ne sarà grato.
    • Non farti prendere dal panico riguardo la transizione sociale. Molti genitori fanno fatica ad accettarne l’idea all’inizio, ma tu ricorda quanto invece sia importante per tuo figlio e che comunque si può tornare indietro, nel caso venga fuori che tuo figlio non è felice così.[31]
  6. 6
    Fai attenzione a segnali di depressone o ansia. I bambini transgender potrebbero sentirsi molto sotto pressione e soffrire a causa di bullismo, discriminazione e mancanza di accettazione da parte della comunità o anche da parte di alcuni membri della famiglia. Ciò potrebbe pesare sul benessere del bambino. Tutti i bambini gener-nonconforming rischiano di più rispetto agli altri di soffrire di disturbi mentali. Se noti dei sintomi, porta tuo figlio da un esperto di salute mentale. Fai attenzione a:[32]
    • Sonno eccessivo;
    • Improvviso aumento o perdita di peso;
    • Mancanza di interesse verso attività che precedentemente gli piacevano;
    • Rilevanti sbalzi d’umore.
  7. 7
    Se tuo figlio è transgender, esplora le opzioni mediche. Tuo figlio potrebbe voler cambiare il proprio corpo per sentircisi più a suo agio. Le opzioni mediche sono fatte per dare supporto a tuo figlio, non per “curare” la sua transessualità. Parla con il medico del bambino per valutare se queste opzioni sono adatte a lui.[33]
    • Per i preadolescenti, i bloccanti della pubertà possono evitare il trauma di crescere con i caratteri sessuali secondari che non si desiderano. I bloccanti si limitano a ritardare la pubertà e sono completamente reversibili.[34] Questa “scelta neutrale” è la migliore ed aiuta a ridurre il rischio di disturbi mentali.[35]
    • Da adolescente o da adulto, tuo figlio potrebbe iniziare a prendere gli ormoni per andare incontro alla pubertà che si addice al suo genere.
    • Da adulto potrebbe scegliere di sottoporsi a chirurgia . Alcuni ne sentono il bisogno, mentre altri vivono bene senza.

Consigli

  • Sappi sono molti i bambini transgender.
  • Sostieni sempre tuo figlio. Se pensi possa servire, chiedi il supporto di uno specialista.
  • Se tuo figlio afferma di essere transgender, non rispondere dicendogli che è una fase e non impedirgli di identificarsi col genere che preferisce.

Avvertenze

  • Evita pericolose “conversioni” o “terapie reparative” che tentano di cambiare l’identità di genere di un bambino. Queste possono danneggiare la sua salute mentale e non è da escludere che possano portarlo al suicidio.[36]

Fonti e Citazioni

  1. https://www.genderspectrum.org/explore-topics/parenting-and-family/
  2. https://www.hrc.org/resources/transgender-children-youth-ask-the-expert-is-my-child-transgender
  3. http://www.parents.com/parenting/my-transgender-child-this-is-how-i-know/
Mostra altro ... (33)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Altro

In altre lingue:

English: Determine if a Child is Transgender, Español: determinar si un niño es transgénero, Português: Saber Se uma Criança É Trans, Deutsch: Bestimmen ob ein Kind transgender ist, Français: savoir si son enfant est transgenre, Bahasa Indonesia: Menentukan Apakah Seorang Anak Termasuk Transgender, Nederlands: Vaststellen of een kind transgender is

Questa pagina è stata letta 3 429 volte.

Hai trovato utile questo articolo?