Sei mai stato in un bagno, in uno spogliatoio o in un’altra zona privata con uno specchio dove hai avuto l’impressione di essere osservato? Puoi accertarti che uno specchio sia semiriflettente osservando come è stato montato e usando qualche semplice tecnica per capire se dietro c’è qualcuno. Forse avrai già sentito parlare del test dell’unghia, ma ci sono altri metodi, più precisi, a tua disposizione.

Parte 1 di 2:
Valutare il Luogo

  1. 1
    Osserva come è stato montato lo specchio. Cerca di capire se è stato appeso al muro o se invece è parte integrante della parete. Se è appeso, prova a sbirciarci dietro per vedere la superficie del muro. Se invece è integrato nella parete, ci sono alcune possibilità che si tratti di uno specchio semiriflettente, dato che per poter “funzionare” deve proprio essere inserito nel muro e non appeso. In questo modo le persone che si trovano dall’altra parte possono osservare chi si guarda nello specchio.
    • Uno specchio semiriflettente è un vetro rivestito da uno strato metallico di poche decine di atomi. Se ti trovi sul lato trattato, puoi vedere la tua immagine riflessa, mentre dall’altro lato vedi ciò che si trova oltre un vetro leggermente oscurato.
    • Se vedi un muro dietro lo specchio, allora si tratta di uno specchio qualunque.
  2. 2
    Verifica l’illuminazione. Guardati attorno e considera se la luce ambientale è particolarmente brillante. In questo caso potresti trovarti davanti a uno specchio semiriflettente. Al contrario, se la stanza in cui ti trovi è relativamente poco illuminata e non riesci a vedere immediatamente attraverso lo specchio, allora si tratta di uno specchio normalissimo.
    • Affinché uno specchio semiriflettente sia efficace, la luce dalla parte riflettente deve essere 10 volte più intensa rispetto all’altro lato. Se l’illuminazione è più fioca di così, allora potresti vedere attraverso il vetro.
  3. 3
    Prendi in considerazione il luogo in cui ti trovi. Se sei in un posto pubblico e in una zona in cui ti aspetti che venga rispettata la privacy, come una toilette, allora ci sono poche probabilità che ci sia uno specchio semiriflettente (dato che sarebbe anche illegale). Al contrario, queste strutture sono molto usate dalle forze dell’ordine. Ad esempio i grandi specchi semiriflettenti non possono mancare nelle stanze per gli interrogatori e per i confronti all’americana.
    • L’uso di questi specchi è strettamente legato a problemi di privacy individuale e ai diritti costituzionali. Molti Paesi hanno emanato delle leggi contro l’installazione di questi specchi in bagni, spogliatoi, docce, camerini e stanze di albergo. Se il luogo dove ti trovi prevede l’uso di specchi semiriflettenti o altri mezzi di videosorveglianza, deve esserci un cartello che lo rende noto.
    • In molti posti, come le stazioni di servizio, puoi trovare degli specchi in metallo perché quelli in vetro possono essere rotti dalle persone. Se trovi uno specchio in metallo, sappi che è impossibile che sia semiriflettente.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Controllare lo Specchio

  1. 1
    Cerca di scrutare attraverso il vetro. Appoggia il volto allo specchio e metti le mani a coppa vicino agli occhi per creare una zona d’ombra il più possibile riparata dalla luce ambientale. Se la luce della stanza di osservazione è maggiore rispetto a quella che si trova nello spazio delimitato dal tuo viso e mani, allora dovresti essere in grado di vedere attraverso lo specchio.
  2. 2
    Punta una luce sullo specchio. Se non sei ancora convinto, accendi una torcia e puntala verso lo specchio (va benissimo anche quella del tuo smartphone). Se si tratta di uno specchio semiriflettente, la stanza di osservazione viene illuminata e puoi vederla.
  3. 3
    Ascolta il suono. Picchietta lo specchio con le nocche. Se è un modello normale produce un suono pieno e sordo, dato che è appoggiato alla parete. Uno specchio di osservazione, invece, rimanda un suono “vuoto” che riverbera, dato che dall’altra parte c’è una stanza.
    • Alcuni descrivono il suono emesso da uno specchio semiriflettente come acuto e “brillante” rispetto a quello sordo e basso di uno specchio ordinario.
  4. 4
    Esegui il test dell’unghia. Sebbene non sia un metodo estremamente preciso, puoi usarlo per capire se lo specchio è la prima o seconda superficie riflettente. Metti l’unghia contro lo specchio: se si tratta di una seconda superficie riflettente non puoi toccare l’immagine del dito e noterai uno spazio causato da un secondo strato di vetro sulla superficie dello specchio. Quando il dito si appoggia su una prima superficie specchiata, invece, puoi toccare l’immagine, dato che non c’è un altro strato di vetro. Gli specchi con una prima superficie riflettente sono molto rari, quindi, se ti imbatti in uno di essi, significa che c’è una ragione speciale per la sua presenza e potrebbe essere semiriflettente. Gli specchi con una seconda superficie sono quelli di uso comune.
    • Dato che questo test è influenzato da molte variabili, come la luce e il materiale dello specchio, può essere molto difficile essere certi se si sta toccando l’immagine o meno. A volte potresti pensare di toccare una prima superficie quando invece non è così.
    • Inoltre, c’è la possibilità che uno specchio semiriflettente possegga due superfici. Se altre condizioni come il tipo di montaggio dello specchio e l’illuminazione della stanza ti indicano che si tratta di una superficie semiriflettente, non basarti sul test dell’unghia per avere una conferma.
  5. 5
    Come misura estrema, valuta di rompere lo specchio (assicurandoti di frapporre del materiale spesso come il tuo giaccone tra il tuo corpo e il vetro, per evitare di ferirti). Se si tratta di un modello normale, andrà in mille pezzi e dietro ci sarà solo una parete o la base dello specchio. Se invece ti trovi di fronte a un modello semiriflettente, allora vedrai una stanza dietro di esso. Dovresti considerare questa eventualità solo se ti senti in pericolo o sotto minaccia. Rompere un vetro causa dei danni e crea un pericolo per la sicurezza.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Nessun test è preciso al 100%. Per nascondere una telecamera fish-eye basta un piccolo foro nel muro e non ci sarà alcuna illuminazione dall’altra parte, nessun rumore “a vuoto” e non sarai in grado di vedere nulla mettendo le tue mani a coppa per limitare l’illuminazione ambientale. Anche se lo specchio fosse del tutto normale, sappi che ci sono molti altri posti dove nascondere dei dispositivi di controllo.
  • Ricorda che la maggior parte delle persone non vuole correre rischi e affrontare i problemi e gli sforzi necessari per spiare qualcuno. Alcune eccezioni sono i proprietari di negozi, che spesso usano la tecnologia di videosorveglianza per limitare i furti interni e il taccheggio, e le agenzie governative.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Capire Se Ti Stanno Mentendo

Come

Ingannare un Test del Poligrafo (Macchina della Verità)

Come

Vendere la Propria Casa da Privato

Come

Riconoscere gli Euro Falsi

Come

Calcolare la Percentuale del Tasso di Crescita Annuo

Come

Fare un'Indagine di Mercato

Come

Calcolare il Valore del Tuo Oro

Come

Cercare delle Sponsorizzazioni

Come

Calcolare i Rendimenti Annualizzati del Tuo Portafoglio Investimenti

Come

Calcolare il VAN

Come

Calcolare la Retribuzione Lorda

Come

Cambiare Identità

Come

Calcolare la Percentuale di Aumento di un Costo

Come

Comprare un Terreno
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 49 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 22 897 volte
Questa pagina è stata letta 22 897 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità