Come Caricare un Orologio Automatico

In questo Articolo:Caricare l'OrologioUsare un CaricatoreCura e Protezione dell'Orologio

Gli orologi automatici, o quelli che fanno affidamento su un meccanismo interno per funzionare, sono tornati di moda dopo il successo di quelli al quarzo. Questi modelli si caricano da soli grazie ai movimenti naturali del braccio e del polso della persona che li indossa. Il movimento trasferisce energia al meccanismo e permette all'orologio di funzionare. Non sono necessarie batterie e quindi l'orologio è considerato “a energia pulita”. Anche se quelli automatici non devono essere caricati quotidianamente, è sempre una buona idea controllarli di tanto in tanto per mantenerli in piena efficienza e prolungarne la vita.

Parte 1
Caricare l'Orologio

  1. 1
    Mantieni il braccio in movimento. L'orologio automatico è progettato con un peso interno oscillante, il rotore, che tiene traccia dei tuoi movimenti. Il rotore è collegato ai meccanismi interni che sono fissati alla molla principale. Quando il rotore oscilla, muove i cerchi dentati che, a loro volta, ricaricano la molla. Questo consente alla molla di immagazzinare energia e di mantenere in funzione l'orologio. Se non viene mosso o indossato con regolarità ogni giorno, la molla perde la sua carica. Se indossi l'orologio e muovi normalmente il braccio, non dovrebbe essere necessaria alcuna altra ricarica. Questo, però, non significa che devi muovere costantemente il braccio, gli orologi sono costruiti per reagire al movimento naturale nell'arco di una giornata.
    • Solitamente i modelli automatici sono in grado di conservare l'energia per 48 ore di autonomia.
    • Le persone che non sono molto attive, come gli anziani, o coloro che sono allettati, dovranno caricare l'orologio a mano più spesso. Se sei malato e confinato a letto, allora dovrai caricare con una certa costanza l'orologio, dato che non puoi muoverti con regolarità ogni giorno.
    • Evita di indossare l'orologio quando fai uno sport che prevede molto movimento del braccio o della mano (come il tennis, lo squash o la pallacanestro). Questi movimenti esagerati interferiscono con il meccanismo automatico dell'orologio che è costruito per caricarsi con un'oscillazione regolare.
  2. 2
    Togli l'orologio dal polso. Anche se un modello automatico è pensato per ricavare energia grazie all'oscillazione del rotore che la trasferisce alla molla principale, è comunque necessaria una carica periodica manuale per mantenere in tensione la molla stessa. Per evitare di sottoporre a inutili tensioni la corona, devi togliere l'orologio prima di procedere. In questo modo puoi girare la corona in maniera corretta, estraendola con la giusta angolazione.
  3. 3
    Individua la corona. Si tratta in un piccolo bottone che, solitamente, viene collocato sul lato destro dell'orologio. Questo bottone si estrae per regolare l'ora e la data. Tuttavia, per caricare il meccanismo, non deve essere estratto, in quanto deve restare collegato alle ruote dentate interne. La corona, solitamente, ha tre posizioni, ognuna delle quali le consente una funzione specifica. La prima posizione prevede che la corona sia completamente premuta contro la cassa dell'orologio e ne permette il normale funzionamento. Per raggiungere la seconda posizione bisogna tirarla finché raggiunge un primo “tic”: in questo modo si possono regolare ora e data (ma dipende dal modello di orologio). Nella terza posizione la corona è completamente estratta e si usa per la regolazione dell'ora e del datario, anche in questo caso varia in base al tipo di orologio.
    • Se il tuo modello è resistente all'acqua, la corona potrebbe essere avvitata per garantire una maggiore tenuta idrorepellente. In tal caso devi svitarla ruotandola con grande cura per 4-5 volte. Quando hai caricato l'orologio, premi la corona e riavvitala per chiuderla.
  4. 4
    Ruota la corona in senso orario. Afferrala fra indice e pollice e ruotala con delicatezza in senso orario (dal fondo verso ore 12 se guardi l'orologio direttamente sul quadrante). Fai circa 30-40 rotazioni o fino a quando la lancetta dei secondi inizia a muoversi. In questo modo hai caricato l'orologio. La carica consente alla molla di tendersi e di accumulare energia che, a sua volta, mantiene l'orologio funzionante.
    • Contrariamente a quanto si pensa, non puoi “sovraccaricare” un orologio automatico. I modelli moderni sono costruiti per evitare che questo accada. Devi sempre eseguire movimenti molto delicati quando ruoti la corona e fermarti al primo segnale di resistenza.
  5. 5
    Imposta l'ora muovendo sempre le lancette in avanti. Quando carichi l'orologio, potresti accidentalmente modificare la posizione delle lancette. Se questo dovesse accadere, sistema l'ora muovendole sempre in avanti. Il tuo orologio è costruito per assecondare un movimento orario delle lancette, quindi è meglio non forzare i meccanismi.
  6. 6
    Accertati che la corona sia inserita completamente nella prima posizione. Spingila contro la cassa dell'orologio. Se hai un modello impermeabile, devi controllare bene che sia correttamente avvitata al suo posto. Prendila con pollice e indice e stringila mentre la premi.
  7. 7
    Confronta il movimento del tuo orologio con un altro modello funzionante. Se è stato ben caricato, dovrebbe mantenere l'ora senza problemi. Se noti delle anomalie, dovresti recarti da un orologiaio che può testarlo con le sue macchine di comparazione. Questi strumenti misurano la velocità del meccanismo dell'orologio per capire se si muove troppo in fretta o troppo lentamente.
  8. 8
    Se non lo indossi da un po' di tempo, carica l'orologio completamente. I modelli automatici devono muoversi per funzionare, quindi potrebbero esaurire la carica se sono rimasti nella scatola o nel cassetto per qualche giorno. Ruota la corona per 30-40 volte per caricarlo del tutto e per essere certo che sia pronto a essere indossato. Gira la corona finché la lancetta dei secondi inizia a muoversi, così puoi controllare che mantenga l'ora esatta. Dovrai anche regolare la data e l'ora.

Parte 2
Usare un Caricatore

  1. 1
    Scegli il caricatore adatto al tuo modello di orologio. Il caricatore è uno strumento che mantiene la carica degli orologi automatici quando non vengono indossati. Oscilla in senso circolare imitando i movimenti naturali del polso umano. Il suo prezzo è molto variabile (dai 50 ai 500 euro), ma esistono anche dei modelli top di gamma che possono arrivare anche a 8000 euro. In tal caso si tratta di caricatori stravaganti, eleganti, quasi da esposizione.
    • I caricatori funzionali possono essere anche belli da vedere ma sappi che sono costruiti per uno scopo specifico e non per essere sfoggiati. Questi modelli, di solito, sono i più economici. Quelli davvero molto economici possono essere anche imprecisi e il loro acquisto non è mai un grande affare.
    • I caricatori eleganti sono costruiti spesso con legni pregiati o pelle, sono belli da mostrare e fanno una bella figura su una mensola o sul comò. Sono anche abbastanza piccoli da poter essere messi in cassaforte o in un cassetto.
    • I caricatori particolari sono quelli più costosi. Sono costruiti con materiali molto ricercati e possono caricare anche più orologi contemporaneamente. Hanno delle funzioni per il controllo della temperatura, per sincronizzare i quadranti, possono essere messi nei cassetti e hanno anche una connessione USB.
  2. 2
    Decidi quanti orologi vuoi caricare in una sola volta. Esistono dei caricatori per un solo orologio oppure multipli. Se hai diversi orologi che indossi a rotazione con una certa frequenza, dovresti pensare a un modello multiplo. Se hai un solo orologio automatico che indossi spesso, allora un caricatore singolo è sufficiente.
    • Se hai più orologi che indossi di rado, come nelle occasioni speciali, allora non devi spendere del denaro per comprare un caricatore. Se sai che indosserai l'orologio per un matrimonio, toglilo dal cassetto il giorno prima e caricalo manualmente invece di complicarti la vita e inserirlo in un caricatore per 30 minuti al giorno.
    • I caricatori sono strumenti molto utili per i collezionisti di orologi automatici, soprattutto per coloro che ne hanno molti esemplari e che vogliono indossarne uno senza programmazione.
  3. 3
    Valuta la direzione di rotazione del caricatore. Molti orologi automatici hanno bisogno di un movimento orario per caricarsi, altri invece di uno antiorario, altri modelli ancora non fanno alcuna differenza. Controlla il manuale d'uso del produttore per capire come caricare correttamente il tuo.

Parte 3
Cura e Protezione dell'Orologio

  1. 1
    Tieni l'orologio lontano dalle calamite. All'interno del meccanismo c'è una molla a bilanciere, un componente molto delicato, che mantiene l'ora corretta. Esporre la molla ai magneti rende le sue spirali più fitte e l'orologio inizia a girare più velocemente. Sebbene non sia un problema proteggere l'orologio dai magneti comuni, ricorda però che esistono dei dispositivi elettronici (come la televisione, gli altoparlanti e l'iPad) che hanno delle calamite interne. Se noti che il tuo orologio inizia a “correre” o è cinque minuti avanti, allora potrebbe essere stato esposto a dei campi magnetici che hanno interferito sulla molla a bilanciere. Porta l'orologio in un negozio di fiducia e chiedi che venga riparato.
  2. 2
    Proteggi l'orologio dall'acqua. La maggior parte dei modelli può resistere a profondità di circa 30 metri, quindi l'orologio non si rovinerà per una caduta accidentale nel lago. Ma se devi esporti regolarmente all'acqua, opta per un modello al quarzo impermeabile che sia in grado di sopportare grandi profondità.
  3. 3
    Controlla la temperatura. Gli orologi possono subire gravi danni dalle temperature estreme (freddo e caldo). La maggior parte dei modelli moderni resiste agli sbalzi termici ma se devi recarti in un luogo davvero molto caldo o molto freddo, prendi tutte le necessarie precauzioni.
  4. 4
    Pulisci il cinturino con una certa frequenza. I cinturini sono fatti di diverso materiale, dalla pelle al metallo fino alla gomma. Questo dipende da questioni estetiche e dall'utilizzo dell'orologio. I cinturini in gomma, per esempio, sono montati su orologi che possono essere usati per nuotare, andare in barca e fare immersioni. Verifica che non ci siano tagli o crepe sulla gomma e sostituisci il cinturino quando mostra segni di cedimento. Quelli in pelle sono piuttosto sensibili all'acqua, ai profumi, alle creme solari e agli altri liquidi. Strofinali con un olio specifico di tanto in tanto per migliorarne l'aspetto e prolungarne la vita. I cinturini metallici andrebbero lucidati con un panno morbido.
  5. 5
    Pulisci l'orologio ogni 2 o 3 mesi. Se lo indossi ogni giorno o comunque molto spesso, accumula sporco, cellule morte della pelle e altro sudiciume che deve essere eliminato. Usa un vecchio spazzolino da denti e acqua calda per strofinarne la superficie, soprattutto nei punti dove il cinturino si unisce alla cassa. Se il cinturino è in metallo, usa lo spazzolino per pulirlo.
  6. 6
    Riponi l'orologio. Se prevedi di non usarlo per un po' di tempo, dovresti riporlo in modo accurato per proteggerlo dalla polvere, dall'umidità e dai ladri. Potrebbe essere anche utile usare un lubrificante specifico per evitare che si blocchi o si deteriori. Conservalo nella sua scatola originale o in un contenitore ermetico. Se si tratta di un modello particolarmente costoso, dovresti metterlo in cassaforte. Puoi anche riporlo in un caricatore automatico.
  7. 7
    Verifica con regolarità le guarnizioni e i sigilli ermetici se il modello è idrorepellente. Gli orologi resistenti all'acqua perdono le loro caratteristiche con l'utilizzo, l'esposizione alla sabbia e altri elementi. Verifica i sigilli del quadrante, della corona e sul retro della cassa per essere sicuro che non possa entrare acqua. Se noti dei segni d'usura, sostituisci le guarnizioni. In tal caso è meglio portare l'orologio in un negozio per provvedere alle riparazioni, dato che è indispensabile l'intervento di un tecnico specializzato.
  8. 8
    Fai regolare manutenzione ogni 5 anni. I modelli molto costosi devono fare un “tagliando”, proprio come le automobili, ogni cinque anni. Gli ingranaggi possono avere dei grumi di lubrificante che li blocca oppure dei dentelli usurati. Porta il tuo orologio da un artigiano esperto e qualificato per provvedere alle riparazioni. Questa manutenzione, probabilmente, può costare anche fino a un migliaio di euro (in base al tipo di orologio). Ma è indispensabile per conservare l'orologio al meglio, prolungarne la vita e mantenere in perfette condizioni un cimelio di famiglia che vuoi lasciare in eredità.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Gioielleria & Orologi

In altre lingue:

English: Wind an Automatic Watch, Русский: завести автоматические часы, Português: Dar Corda em um Relógio Automático, Español: darle cuerda a un reloj automático, Deutsch: Eine Automatikuhr aufziehen, Bahasa Indonesia: Menggerakkan Jam Tangan Otomatis, Français: remonter une montre automatique, Čeština: Jak natahovat automatické hodinky, Nederlands: Een automatisch horloge opwinden

Questa pagina è stata letta 74 926 volte.
Hai trovato utile questo articolo?