Come Catturare un Topo

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Scegliere le Trappole e Mettere l'EscaSistemare la TrappolaCostruire una Trappola non LetaleSommario dell'Articolo9 Riferimenti

Hai forse visto i tipici escrementi a pellet o hai sentito squittii e rumore di unghie nelle pareti? Senza dubbio hai un ospite sgradito e forse anche più di uno. I topi sono animali infestanti che rosicchiano i materiali della casa e diffondono malattie potenzialmente mortali. Puoi gestirli con delle trappole meccaniche commerciali o costruirne una non letale. Scegli un'esca appetitosa (come del burro di arachidi) e appoggia la trappola vicino a una parete o a un secchio per catturare il roditore, di cui potrai in seguito liberarti.

Parte 1
Scegliere le Trappole e Mettere l'Esca

  1. 1
    Acquista diverse trappole. In genere sono disponibili vari modelli, inclusi quelli tradizionali a molla, adesivi o elettrici; hanno meccanismi di funzionamento differenti per sbarazzarsi dell'animale, ma si utilizzano quasi sempre nella stessa maniera. Puoi comprare le trappole online o in ferramenta; devi procurartene diverse per catturare un solo roditore, ma dato che questi animali si diffondono rapidamente, è probabile che ci sia più di un esemplare in casa.[1]
    • Evita il veleno. Il ratto lo mangia e va a morire in un nascondiglio da qualche parte; inoltre, il veleno può essere involontariamente mangiato dai bambini e dagli animali domestici.
    • Le trappole adesive sono le più crudeli. L'animale può morire di fame o arrivare a mordersi via le zampe per liberarsi e andare a morire in un nascondiglio.
  2. 2
    Scegli un'esca. Dimentica il luogo comune per cui i ratti mangiano il formaggio. Sebbene si tratti di un alimento efficace, in realtà questi animali in natura si cibano di cereali, frutta e semi; il burro di arachidi è un alimento per umani che i topi amano. In generale, qualsiasi prodotto ricco di grassi, proteine e zucchero è in grado di attirarli, così come il cioccolato e la pancetta. Più è intenso l'odore e più morbida è la consistenza, più l'esca è efficace.[2]
  3. 3
    Metti l'esca nella trappola. Fai attenzione a non esagerare, basta una quantità grande come un pisello ben inserita nella trappola. Molte persone fanno l'errore di inserire molto cibo, cosa che permette al topo di rosicchiarlo senza far scattare il meccanismo (soprattutto nei modelli a molla).[3]
    • È meglio collocare l'alimento prima di impostare la trappola; per esempio, i dispositivi a molla sono molto sensibili e potrebbero scattarti sulle dita mentre cerchi di inserire l'esca.
    • Usando un boccone piuttosto piccolo obblighi il topo a lavorare di più per raggiungerlo e mangiarlo; ad esempio, il burro di arachidi spalmato in uno strato sottile inizia a seccarsi.
  4. 4
    Individua il posto in cui credi che ci siano i topi. Questi animali amano i nascondigli bui e ristretti, come i mobiletti della cucina o gli spazi dietro i mobili. Quando corrono da un luogo all'altro rimangono vicino ai muri; puoi trovarli anche grazie alla presenza di escrementi o alla puzza di urina.

Parte 2
Sistemare la Trappola

  1. 1
    Colloca la trappola. Ritorna sul luogo in cui hai notato i segni della presenza del ratto. Spingi la trappola completamente contro il muro, perché la parte con l'esca o l'apertura deve essere a contatto con la parete. I modelli classici a molla devono invece essere disposti in modo che l'esca sia lontana dalla parete. I topi camminano lungo i battiscopa ed è quindi probabile che vengano attirati dal cibo; se la trappola è perpendicolare al muro, è più difficile che il meccanismo si attivi prematuramente.[4]
  2. 2
    Disponine diverse. Collocane un'altra a non più di 60-90 cm dalla prima lungo la parete. Ripeti questa procedura su entrambi i lati della prima finché non hai "tappezzato" di trappole i percorsi più utilizzati dal topo. Ovviamente, anche se hai un solo "ospite indesiderato", la presenza di più dispositivi aumenta le probabilità di cattura; tuttavia, se ne prendi uno, un altro potrebbe avere la possibilità di riprodursi rapidamente.
    • Potrebbero esserci diverse zone molto frequentate dai roditori, non dimenticare di mettere le trappole anche in questi punti.
  3. 3
    Controllale ogni giorno. Torna spesso nelle aree in cui le hai disposte per verificare se sono state attivate. Se hai catturato un ratto, devi buttarlo via in fretta altrimenti inizia a decomporsi rilasciando odori sgradevoli, attirando altri parassiti e batteri.
  4. 4
    Smaltisci la carcassa. Indossa dei guanti di protezione e una mascherina. Getta via le trappole monouso e porta il sacco nel cassonetto per evitare che restino cattivi odori in casa.[5]
    • Quando non hai molte possibilità economiche, puoi valutare di riutilizzare le trappole. Lavale accuratamente con acqua e sapone indossando dei guanti monouso, assicurandoti però di buttarli prima di impostare nuovamente i dispositivi di cattura.
  5. 5
    Pulisci le zone contaminate. Lavati le mani dopo aver maneggiato il ratto e pulito la casa; raccogli gli escrementi con della carta da cucina, lava i tessuti e strofina le superfici con acqua saponata per evitare l'esposizione ai batteri pericolosi.

Parte 3
Costruire una Trappola non Letale

  1. 1
    Prendi il tubo di un rotolo di carta da cucina. Conserva quello della carta igienica o quello della carta assorbente; puoi utilizzare anche oggetti analoghi, purché siano abbastanza grandi da permettere al ratto di entrare e piuttosto leggeri da non sostenerne il peso.
    • In certi casi, puoi anche trovare delle trappole di questo tipo in commercio; fai una ricerca online oppure rivolgiti alla ferramenta.
  2. 2
    Appiattisci un lato del tubo. Fai scorrere le dita per tutta la sua lunghezza schiacciandone il bordo. Al termine, il tubo dovrebbe appoggiarsi sul ripiano del tavolo o del bancone con il lato piatto.[6]
  3. 3
    Inserisci l'esca. Metti una cucchiaiata di burro di arachidi, delle briciole di cracker o una fetta di pancetta all'estremità del tubo; questi alimenti dovrebbero essere sufficienti per attirare il roditore. In genere, il burro di arachidi è piuttosto efficace perché resta appiccicato alla trappola.
  4. 4
    Metti il tubo in equilibrio sul ripiano. Scegli un'area a 60-90 cm dal pavimento e che non abbia ostacoli sotto di essa; assicurati che il tubo sia appoggiato sul lato piatto e che la porzione con l'esca si trovi oltre il bordo del tavolo. Spingilo poi leggermente finché ne resta solo la metà sul ripiano.[7]
    • Se hai qualche difficoltà a mantenere il tubo fermo o in equilibrio, puoi mettere un piccolo pezzo di nastro adesivo, verificando che non abbia una presa molto forte e che non sia in grado di sostenere il peso dell'animaletto.
    • Se non hai un tavolo o un piano di lavoro adeguato, puoi costruire una rampa che conduce alla sommità del secchio. Puoi usare diversi oggetti, ad esempio della legna o dei cartoni impilati, per realizzare una rampa abbastanza robusta da resistere al peso del ratto.
  5. 5
    Prendi un secchio o un bidone della spazzatura. Trova un recipiente vuoto che possa intrappolare l'animaletto; fai in modo che sia profondo almeno 60 cm, altrimenti il topo potrebbe riuscire a scappare.
  6. 6
    Appoggia il secchio sotto il tubo. Il contenitore deve trovarsi esattamente sotto l'estremità con l'esca che penzola oltre il bordo del tavolo; quando il topo entra nel "tunnel" per raggiungere il cibo, il suo stesso peso lo fa cadere nel recipiente.[8]
  7. 7
    Controlla spesso la trappola. Ispezionala almeno una volta al giorno per sapere se il tubo si trova ancora al suo posto, se l'esca è stata mangiata o se il ratto è caduto nel secchio. Apporta delle modifiche, ad esempio alla posizione d'equilibrio del tubo. Se hai catturato l'animale, devi ricollocarlo in fretta prima che muoia di fame; i topi che patiscono la fame arrivano ad atti di cannibalismo.
  8. 8
    Libera il roditore all'esterno. Devi portarlo ad almeno un paio di chilometri da casa per evitare che possa tornare nella tua abitazione. Assicurati che il luogo in cui lo liberi sia privo di predatori e che non si trovi a più di 5 km dalla zona in cui l'hai catturato. Trova un posto in cui ci sia un rifugio, ad esempio una regione boschiva, con cataste di legno o un terreno roccioso, e valuta di lasciare del cibo, in modo che l'animale vi si stabilizzi.[9]
    • Puoi lasciare avena cruda, burro di arachidi, mangime per uccelli o crocchette per animali domestici.
  9. 9
    Disinfetta le superfici che sono entrate in contatto con il ratto. Potrebbero essersi ricoperte di batteri pericolosi che vivono sull'animale. Togli le feci usando della carta da cucina e strofina l'area con acqua saponata; non dimenticare di lavarti le mani.

Consigli

  • Indossare i guanti quando maneggi le esche e le trappole permette di attirare ancora di più il roditore, perché non lasci tracce del tuo odore.
  • Ungi il fondo del secchio per impedire all'animale di saltare fuori.
  • Se sai che il topo è grosso, usa un secchio più grande.
  • Mantieni la casa pulita e in ordine per evitare future infestazioni; presta particolare attenzione ai contenitori del cibo che devono essere sigillati e non lasciare gli alimenti scoperti durante la notte.
  • La presenza di feci e di macchie di urina può aiutarti a individuare i luoghi in cui il roditore si nasconde; sappi che l'urina è visibile al buio con l'aiuto di una lampada UV.
  • I ratti sono attratti dal cibo per animali domestici. Per evitare di dover gestire un'infestazione di questo tipo, tieni i mangimi e gli alimenti in contenitori sigillati, spazza spesso il pavimento per eliminare le briciole e solleva da terra le ciotole quando i tuoi amici a quattro zampe hanno finito il pasto.
  • Ricorda di ispezionare la casa per trovare l'accesso che ha utilizzato il roditore; sigilla i fori anche se non sei sicuro di esserti sbarazzato di tutti i topi.
  • Elimina i potenziali ambienti favorevoli che si trovano all'esterno dell'abitazione, inclusi i posti all'ombra e quelli angusti, come le fessure nei muri, le prese d'aria e i tubi.

Avvertenze

  • Non usare il veleno; non uccide rapidamente il topo e potresti non trovare il cadavere finché non inizia a puzzare. Inoltre, può essere facilmente ingerito da bambini e animali domestici.
  • Evita le trappole adesive; sono davvero crudeli e inefficaci perché il topo può arrivare a staccarsi le zampe e morire altrove, se non muore prima di fame.
  • Lava sempre scrupolosamente la casa dopo esserti sbarazzato del topo e lavati le mani dopo averlo maneggiato.

Cose che ti Serviranno

Trappola tradizionale:

  • Trappola per topi
  • Esca, come il burro di arachidi

Trappola casalinga non letale:

  • Tubo del rotolo di carta igienica
  • Esca
  • Secchio o bidone dell'immondizia
  • Bordo libero del tavolo o del ripiano

Sommario dell'ArticoloX

Per catturare un topo, inizia acquistando diverse trappole per topi online, oppure da un supermercato o da un negozio di ferramenta. Le trappole a molla sono un'opzione efficace ed economica e sono più umane rispetto a quelle adesive. Metti l'esca nelle trappole scegliendo tra cibi ricchi di grassi, zuccheri e proteine. Anche se il formaggio può andare bene come esca, scelte migliori sono il burro di arachidi, la pancetta, il cioccolato, oppure il cibo per animali domestici. Il burro di arachidi, in particolare, è molto efficace per via della consistenza appiccicosa. Prepara le trappole, quindi disponile dove hai notato tracce del passaggio di topi e controllale ogni giorno per vedere se ne hai catturato uno. Per realizzare una trappola per topi artigianale, inizia appiattendo parzialmente il tubo di un rotolo di carta da cucina in modo che possa rimanere su una superficie piatta senza rotolare. Quindi, metti un'esca che non possa cadere, come il burro di arachidi, all'interno di un'estremità del tubo. Una volta messa l'esca, posiziona il tubo in equilibrio sul bordo di un ripiano o di un tavolo nei pressi del punto in cui hai visto il topo. Posiziona un secchio alto o un bidone per la spazzatura direttamente al di sotto. Aspetta che il topo entri nel tubo per raggiungere l'esca, cosa che lo farà cadere nel secchio o nel bidone. Controlla il contenitore tutti i giorni o ogni volta che ti accorgi che il tubo è caduto. Una volta catturato il topo nel secchio, portalo fuori e liberalo a un'adeguata distanza dalla casa. Se vuoi imparare come usare le classiche trappole per catturare un topo, continua a leggere!

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Disinfestazione

In altre lingue:

English: Catch a Mouse, Español: atrapar un ratón, Deutsch: Mäuse fangen, Português: Pegar um Camundongo, Français: attraper une souris, Русский: поймать мышь, 中文: 捕鼠, Bahasa Indonesia: Menangkap Tikus, Nederlands: Een muis vangen, العربية: اصطياد فأر

Questa pagina è stata letta 166 166 volte.
Hai trovato utile questo articolo?