Come Cercare un Appartamento a New York City

Molti ti diranno che cercare un appartamento a NYC è una delle esperienze più stressanti, spaventose e imprevedibili che proverai nella tua vita – e hanno ragione. La grossa mole di richieste rende il mercato immobiliare di NYC uno dei più instabili al mondo. Se non vedi l’appartamento oggi, domani potrebbe non esserci più.

Per accertarti di trovare l’offerta più adatta a te nel vicinato (o distretto), devi essere furbo, pragmatico e disposto a rischiare. Ecco una guida su come trovare un appartamento a New York City senza passare per un’agenzia immobiliare.

Passaggi

  1. 1
    Impara a conoscere NYC. È importante soprattutto per chi si sta trasferendo qui per la prima volta. È difficile immaginare ogni distretto e quartiere senza aver mai “messo piede” in città. Eppure, è estremamente importante comprendere com’è fatto ogni distretto e vicinato, come sono gli abitanti e qual è il prezzo medio di un appartamento. Sarebbe una buona idea trovare un amico così gentile da ospitarti un paio di settimane mentre raccogli le informazioni e cerchi un appartamento, ma in caso tu non riesca, dovresti studiarti il più possibile ogni distretto, sui libri e persino in internet, e sfogliare gli elenchi degli appartamenti disponibili per farti un’idea dell’offerta relativa a ogni distretto e quartiere.
    • Studia la cultura. Anche se non sei del posto, studia e comprendi meglio che puoi la cultura newyorkese in ogni sua parte. Scopri le tematiche sociali ed economiche, così come la composizione etnica di ogni quartiere e distretto (il New York Times[1] è un ottimo punto di partenza). I problemi che affronta il Bronx possono essere completamente diversi da quelli di Manhattan o del Queens. Nonostante siano uno affianco all'altro, la composizione etnica ed economica dell’Upper East Side è molto diversa da quella della parte spagnola di Harlem. Le varie culture potrebbero essere troppo vaste e magari impossibili da capire all’inizio, ma fai del tuo meglio per vedere quanti più quartieri possibili prima d’iniziare la ricerca, per sapere in quali zone potresti essere più a tuo agio.
    • Studia la geografia. Innanzitutto chiediti: “In quale distretto voglio vivere?”. Spesso si tratta più di economia che di desideri. Molti vorrebbero vivere a Manhattan, ma pensano sia troppo costoso. In generale, gli appartamenti in altre zone della città sono più grandi e più a buon mercato rispetto a quelli di Manhattan. Se non puoi permetterti l’isola, pensa a ciò che cerchi da un distretto. Vuoi trasporti economici da e verso Manhattan? Quanto lontano vuoi vivere rispetto al centro? A volte si tratta di scegliere tra le culture di ciascun distretto e la convenienza dei trasporti da e verso Manhattan. Dopodiché, prendi confidenza coi confini di ciascun quartiere, poiché potrebbero costituire una grossa differenza rispetto alla vera posizione del tuo appartamento.
    • Fai una passeggiata. Se hai tempo, cammina per i quartieri e i distretti che t’interessano, a qualsiasi ora. In questo modo ti farai un’idea chiara di come sarebbe vivere lì in pianta stabile. Ti piacerebbero i tuoi vicini? Ci sono lavanderie e supermercati economici? Ti sentiresti al sicuro camminando da solo di notte o coi tuoi figli? I rumori del traffico sono tollerabili? Quanto vuoi stare vicino al tuo luogo di lavoro? Cerca d’immaginare come sarebbe vivere in questo quartiere per l’anno che viene.
    • Impara, impara, impara. È estremamente importante acquisire più informazioni e aneddoti possibili, sia tramite amici e conoscenti che consultando internet. Quanto paga il tuo amico per il suo appartamento nell’East Village (Manhattan)? Cosa preferisce e cosa non gli piace dell’East Village? Quali altri appartamenti aveva visto? Dove? Quali erano le condizioni e quanto costavano? Ha usato un’agenzia o ha contattato direttamente i proprietari? Se affitta direttamente dal padrone di casa, può darti il numero per chiedere se ci sono altri appartamenti disponibili a breve? Riguardo alla ricerca di un appartamento, ha sentito storie terrificanti o con esiti positivi? Di che tipo? Conosce qualcuno che odia il proprio quartiere? Le domande possono continuare all’infinito, ma hai colto il punto. L’obiettivo è capire quanto più possibile le condizioni e le scelte degli altri nella ricerca di un appartamento, e quali risorse possono offrirti ora.
  2. 2
    Scegli una data per il trasloco. Spesso è il passo più semplice, ma anche uno dei più importanti, perché ti consente di pianificare attentamente prima di muoverti sotto i migliori auspici. Molti affitti iniziano il primo del mese, ma puoi sempre trattare e trasferirti più tardi, facendoti scontare le prime settimane del pagamento del canone. È importante sapere se ti stai trasferendo all’inizio, a metà o alla fine del mese, perché in base a questa decisione è opportuno iniziare la ricerca con almeno tre settimane d’anticipo. Tuttavia, dovresti sapere che l’appartamento giusto potrebbe saltar fuori una settimana, due settimane o persino due giorni prima della data programmata per il trasloco. Come sempre, il tempismo è importante. In generale, non avrai molto tempo per decidere se vuoi un appartamento tra quando lo vedi e quando versi l’acconto. Molti padroni di casa e agenti immobiliari vogliono che tu decida su due piedi, altrimenti passano al candidato successivo. Perciò ricordarlo, se hai dubbi sul fatto che quello SIA l’appartamento che desideri. Decidendo troppo presto, potresti precluderti qualche soluzione migliore. Decidendo troppo tardi, è possibile che ti debba accontentare. Sii saggio.
  3. 3
    Non dimenticare il tuo budget. Qual è il tuo reddito netto? Tieni presente che le tasse a NYC sono particolarmente alte, poiché le ritenute fiscali includono le tasse federali, statali, distrettuali e cittadine, per non parlare dell’assicurazione sanitaria e di altre percentuali. Potresti “perdere” un buon 35% dei tuoi ricavi mensili. Per esempio, prendendo $30,000 all’anno (20000€), non ti entreranno $2500 (1800€) al mese; sei più vicino ai $1500-1600 (1000-1100€) al mese. In linea di massima, dovresti guadagnare 40 volte il tuo affitto mensile (lordo). Quindi, se il tuo guadagno è di 20000€ l’anno, per l’affitto dovresti spendere al massimo $750 (540€). A Manhattan, i padroni di casa e gli agenti immobiliari sono molto rigidi su questa regola, ma non è così negli altri distretti (nota: se hai un garante, ad esempio un amico o un parente nell’area metropolitana di NYC, che guadagna 80 volte il tuo affitto, sarai più facilmente considerato idoneo per l’appartamento). Inoltre ricorda che, a parte l’affitto mensile, devi pagare anche le utenze telefoniche, in caso ti servissero. Per comodità, dovresti attenerti a questa regola “x40”, soprattutto se intendi mangiare fuori e vivere la città (concerti, bar, locali…).
  4. 4
    Guarda gli annunci a fine mese. È generalmente noto che gli annunci siano pubblicati principalmente a inizio e fine mese. Molti sono disponibili già dai primi giorni del mese successivo o immediatamente. I padroni di casa diventano leggermente disperati verso fine mese, perché vogliono occupare gli appartamenti vuoti. Non troverai molti annunci di qualità a metà mese, perciò in generale dovresti attendere almeno il 23 di ogni mese per cercare gli annunci, se intendi trasferirti entro l’1 o il 15 del mese successivo. Chiedi sempre di avere accesso. A Manhattan, vedere gli appartamenti di domenica può essere molto complicato, a meno che il tuo budget non ti consenta di cercare in un palazzo di lusso con portineria. I proprietari più modesti organizzeranno gli incontri tramite un intermediario e spesso consentono l’accesso o sono chiusi di domenica.
  5. 5
    Riconosci quando un affare sembra troppo bello per essere vero. Dopo aver cercato per qualche settimana, dovresti avere chiari i prezzi dei tuoi quartieri ideali per l’appartamento che cerchi. Per esempio, è possibile, benché molto raro, trovare un bilocale a Park Slope (Brooklyn) per meno di $2200 (1500€) al mese. Perciò, se l’annuncio parla di un “bilocale a Park Slope per $1500 (1000€)”, scopri l’incrocio dove si trova l’appartamento. Molto probabilmente sarà nella parte bassa del quartiere e non proprio Park Slope (ovvero Sunset Park o Kensington). In modo analogo, se un appartamento è sopra la 110ima strada a Manhattan, non è più nell’Upper West Side, ma è più plausibile che sia ad Harlem, Inwood, o Washington Heights. Accertati di conoscere i confini di ogni quartiere a cui sei interessato. Sbagliando i confini, potresti credere di fare un affare in una zona buona, mentre non è così. Anche Wikipedia ha degli ottimi articoli su ogni quartiere e i confini ufficiali del catasto. Se non sai riconoscere le strade o i quartieri, usa Google Maps per trovare l’appartamento e la modalità "Street View" per farti un’idea più chiara della strada. Capita che due isolati distinti nello stesso quartiere abbiano aspetti totalmente diversi.
  6. 6
    Diventa un investigatore. Se l’annuncio riporta l’indirizzo esatto del palazzo, cerca d’indagare su internet per trovare qualsiasi cosa correlata a quella proprietà specifica. Per esempio, visita il sito del Dipartimento Urbanistico di NYC[2] e consulta i vari permessi, le violazioni e le lamentele relative a quel fabbricato. Se ha avuto molte violazioni e reclami, potrebbe essere trascurato o gestito male dai padroni di casa, nel qual caso non è consigliabile vivere. Con Google Maps “Street View” puoi persino vedere la zona circostante. Se vedi un cantiere nei pressi dell'edificio, cerca di ricavare l’indirizzo e inseriscilo su Google. Vai sul sito del Dipartimento[3] e indaga sui permessi e sulle violazioni riportate. Ci sono anche molti blog collegati ai distretti che tengono i residenti aggiornati sui vari accadimenti, inclusi gli sviluppi immobiliari. Per esempio, a Brooklyn: “The Brownstoner”[4] ha un ampio archivio di notizie sul distretto. Certamente non vorrai mai trasferirti in un palazzo di otto piani, per poi scoprire che stanno costruendo di fianco un condominio di sedici piani, che potrebbe impedire completamente l'ingresso della luce nel tuo appartamento.
  7. 7
    Cogli l’attimo. Se vedi un appartamento che t’interessa, scrivi o chiama immediatamente. Non aspettare un’ora. Non aspettare di uscire dal lavoro. Contattali e pianifica un incontro, preferibilmente il giorno stesso. Soprattutto se lavori, cerca di prendere gli appuntamenti appena esci dall’ufficio. Carpe diem. Se non prendi il toro per le corna, qualcun altro si accaparrerà l’appartamento. Purtroppo, molte volte chi intende cercare casa non ha ancora un lavoro, perciò ha a disposizione molto tempo libero durante il giorno per vedere e scegliere un appartamento, prima ancora che tu lo possa vedere. Ricordalo.
  8. 8
    Senti l’appartamento. Sembra molto new-age, ma è vero. Una volta entrato, prendi le misure complessive e di ogni singola stanza. Senti di poter vivere qui? Ascolta la tua pancia, non il padrone di casa o l’agente immobiliare. Spesso cercheranno di addolcire la pillola e saranno molto insistenti, enfatizzando il numero di altre persone interessate. Che sia vero o meno, e se anche ci fosse una discreta competizione, non farti convincere a chiudere le trattative senza tener conto di altri appartamenti nella stessa fascia di prezzo, nello stesso quartiere, distretto, ecc. Il prezzo è onesto? Accertati sempre di pagare almeno il prezzo di mercato. È il quartiere ideale in cui vorresti vivere? Lo stai prendendo solo perché sei stanco di cercare? Cerca di rispondere a tutte queste domande sinceramente prima di dire “sì” e versare il deposito.
  9. 9
    Agisci come un attore. Senza dubbio, durante una visita a un appartamento, il padrone di casa o l’agente ti chiederanno a quanto ammonta il tuo budget. Digli una somma di poco inferiore a quello effettivo (circa $50-100 in meno = 50-70€). Per esempio, se l’appartamento costa $3200 (2300€) al mese, digli che il tuo budget equivale a “$3100 (2250€) trattabili”. Dal momento che di fronte a lui sei già un potenziale inquilino, non vorrà perderti per $100 (70€), soprattutto se mostri interesse ma sei titubante a causa del prezzo. Digli che l’appartamento ti piace, ma che non puoi proprio permettertelo. Negozierà. A seconda del mercato, del padrone di casa e del momento, potresti avere un reale vantaggio ed essere in grado di scendere a $3000 (2100€). Sii furbo e segui il tuo istinto. Non aver paura di abbassare il prezzo più possibile (ma sii ragionevole).
  10. 10
    Lascia fare al destino. Trovare un appartamento è una questione di destino. Se non riesci a prendere quello che ti piaceva, o se qualcun altro versa il deposito prima di te, non disperarti. In parole povere, non era destino. Ci sono dozzine di altre soluzioni che ti aspettano, e magari sono anche meglio di quello che pensavi fosse il tuo appartamento ideale. Ma giocando bene le tue carte, pianificando la strategia, e con un po’ di fortuna, puoi trovare quello giusto – senza nemmeno pagare la percentuale dell’agenzia! In bocca al lupo per la tua ricerca!
    Pubblicità

Consigli

  • Alcune agenzie immobiliari raggiungono accordi coi proprietari di casa per mostrare l’appartamento senza che l’inquilino debba pagare il prezzo della mediazione, che è corrisposto dal padrone di casa. Spesso, questo genere di appartamenti sono meno desiderabili per quanto riguarda l’aspetto e la posizione, e gli agenti li usano per attirare i clienti verso case su cui prendono la provvigione. Tuttavia, gli agenti sono un’ottima via per accedere ad elenchi di abitazioni che potrebbero non essere disponibili online o in giro. Sii furbo: usa gli agenti per vedere gli appartamenti senza provvigione e poni l'accento sul fatto che NON vuoi vedere quelli che prevedono il pagamento della mediazione. Se non ti vanno bene, cerca un’altra agenzia. Esiste una marea di agenzie immobiliari per ogni esigenza, e meriti un agente che ti ascolti. Non è sempre vero che le soluzioni immobiliari senza provvigione siano meno desiderabili, perciò abbi fede e dai una possibilità a ogni appartamento. Ricorda: carpe diem.
  • Porta con te tutti i documenti necessari ogni volta che vedi un appartamento. Se ti piace, devi esibire i documenti e versare un deposito cauzionale (solitamente un mese d’affitto) sull’unghia (vedi “Cose che ti Serviranno”).
  • Nell’economia attuale, negozia sempre la provvigione dell’agente. Chiedi un mese d’affitto gratis. L’agente non ha più il coltello dalla parte del manico.
  • Spesso le società di gestione e sviluppo possiedono molti palazzi e appartamenti, perciò se riuscissi a contattarle, potresti avere più possibilità di affittare un appartamento direttamente da loro, senza la necessità di rivolgerti a un agente.
  • Un “appartamento ferrovia” (railroad apartment) è un appartamento in cui tutte le stanze sono collegate in fila, perciò devi passare da una stanza per raggiungere la successiva. Sono considerati bilocali, ma in genere sono più economici. Sono più adatti alle coppie o agli amici stretti a causa della minore privacy delle stanze.
  • Spesso è utile avere uno o due coinquilini con cui condividere i costi d’affitto e utenze, poiché un monolocale o studio in un quartiere più ambito può spesso essere costoso, soprattutto per chi guadagna meno di $40000 (28000€) all’anno. Per le dimensioni e i costi di un appartamento, val la pena condividere, piuttosto che pagare tutto di tasca propria.

Pubblicità

Avvertenze

  • Spesso i padroni di casa cercheranno di creare competizione, programmando più appuntamenti alla stessa ora. Se suggerisce un orario (senza chiedere), tieni conto che quello potrebbe essere il suo piano.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Documento d’identità valido
  • Estratto conto degli ultimi 3 mesi
  • Lettera d’impiego (su carta intestata e con il guadagno annuo specificato)
  • Dichiarazioni dei redditi degli ultimi 2 anni
  • Referenze (padroni di casa precedenti, datori di lavoro, ecc.)
  • Deposito cauzionale in contanti (di solito $500 – 360€)
  • Soldi sufficienti sul conto corrente per versare l’affitto del primo e dell’ultimo mese, così come una cauzione di un mese (un totale di 3 mesi d’affitto)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 28 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Viaggiare | Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 6 074 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità