Scarica PDF Scarica PDF

Chiunque può trarre beneficio migliorando il proprio modo di porgere le scuse. È difficile farlo quando si arreca un torto perché bisogna avere una sensibilità tale che tenga conto del contesto sociale ed emotivo. Che sia dovuto alla propria natura o all'educazione ricevuta, oppure a una combinazione di entrambi gli aspetti, ragazzi e ragazze tendono ad avere esigenze diverse quando si tratta di ricevere delle scuse. La ricetta per porgerle a un uomo nella maniera più adeguata comprende sincerità, concisione, rimorso e impegno a voltare pagina.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Prepararsi a Porgere le Proprie Scuse nel Modo più Appropriato

  1. 1
    Fai passare un po' di tempo dopo il litigio. Se in circolo hai ancora troppa adrenalina, probabilmente non riuscirai a esprimerti in modo adeguato quando devi scusarti. La maggior parte degli uomini capisce se hai bisogno di prenderti un momento, anche se sei in torto.[1]
    • Per esempio, prova a dire: "Mi sento piuttosto agitata in questo momento. Avrei bisogno di un po' di un momento per calmarmi, ma possiamo riparlarne quando torno".
  2. 2
    Immedesimati in lui. Prova a riflettere su come ti senti. Se hai sbagliato, cerca di capire come ti sentiresti nei panni di chi ha subito un torto. È essenziale immedesimarsi nella persona ferita per potersi riconciliare.[2]
  3. 3
    Non assumere un atteggiamento passivo-aggressivo. Uno degli errori più comuni che tanto gli uomini quanto le donne commettono durante una relazione è aggiungere alle scuse un ulteriore motivo al proprio comportamento. Se dici "Mi dispiace, ma...", non ti stai effettivamente scusando.[3]
    • L'atteggiamento passivo-aggressivo può emergere in svariati modi, usando il sarcasmo, per esempio: "Mi dispiace, sono una persona orribile", o cercando di addossare la colpa sull'altro, magari dicendo: "Mi dispiace che ti senta ferito".
  4. 4
    Solleva l'argomento. Dopo aver raccolto i tuoi pensieri ed esserti preparata a chiedere scusa, dovrai pensare a come iniziare la conversazione. Trova un momento in cui non avete distrazioni, magari quando siete soli e non avete fretta. Potrebbe andar bene mentre girate in macchina o state cenando la sera. Prova a dirgli: "Se per te è buon momento, mi piacerebbe chiederti scusa per quello che ho fatto". Arriva dritta al punto.
    • Se ti risponde che non è il momento adatto, non insistere. Ti basta aspettare un'occasione migliore. Se il motivo di questa risposta dipende dal fatto che è ancora piuttosto arrabbiato per riprendere a discutere, digli rapidamente che comprendi il suo stato d'animo e che sarai disposta a parlarne quando è pronto e ne ha voglia.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Esprimere il Proprio Pentimento

  1. 1
    Esprimi il tuo pentimento e il tuo rimorso. Guardalo negli occhi e digli che ti dispiace esponendo il motivo. Precisa di aver capito bene in che modo lo hai ferito. Chiarendo quanto è successo, gli farai rendere conto che hai ascoltato e preso in considerazione il suo punto di vista.[4]
    • Per esempio, se gli domandi scusa perché hai urlato contro di lui per qualcosa di cui non aveva alcuna colpa, potresti dirgli: "Mi dispiace averti aggredito l'altra sera per qualcosa di cui non avevi nessuna responsabilità. Capisco che tu abbia avuto l'impressione di avere di fronte una persona insensibile nei tuoi confronti e che ti stava usando egoisticamente solo per scaricarti addosso tutta la sua rabbia".
  2. 2
    Assumiti la completa responsabilità delle tue azioni. Invece di spiegare il motivo del tuo comportamento, cerca di non esternare subito ciò che pensi della situazione. Trovando una giustificazione per il tuo atteggiamento, darai l’impressione di non essere veramente dispiaciuta.[5]
    • Per esempio, invece di dire: "Mi dispiace di aver agito in quel modo. Ero solo molto frustrata per la situazione al lavoro e avevo un violento mal di testa che non mi dava pace", dovresti semplicemente dichiarare: "Mi dispiace per quel che ho fatto. Non avevo alcun diritto di comportarmi in quel modo con te".
    • Se intende conoscere le ragioni del tuo comportamento, te le chiederà. Allora potrai spiegargli perché lo hai maltrattato.
    • Spesso, quando le scuse non sono sincere, esprimono solo il dispiacere di essere stati scoperti, piuttosto che un vero pentimento.[6]
  3. 3
    Riconosci le conseguenze, se ce ne saranno. Ad esempio, dicendo "Capisco che avrai difficoltà a fidarti di me", gli farai capire che hai considerato le conseguenze delle tue azioni. Sarebbe saggio spiegargli che non ti aspetti nell'immediato un totale perdono da parte sua.
  4. 4
    Non dilungarti. Riassumi tutto quello che vuoi dire in poche, semplici frasi. Esprimi tutto il tuo rimorso, la tua comprensione e il tuo riconoscimento senza troppe parole. In questo modo gli darai più tempo per esternare tutto ciò che ha da dire ed eviterai anche ogni tipo di fraintendimento.[7]
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Andare Avanti

  1. 1
    Proponiti di rimediare. Anche se non è possibile applicare questo suggerimento per i piccoli errori, può essere utile nelle situazioni più gravi. Il modo migliore per trovare un rimedio è spiegare come hai intenzione di migliorare il tuo comportamento o le tue abitudini in futuro.[8]
    • Un altro modo per porre rimedio è chiedere: "Cosa posso fare per migliorare da questo punto di vista?". Dopodiché comunicagli che presterai attenzione ai suoi suggerimenti.[9]
  2. 2
    Dagli la possibilità di parlare. Cerca di porgere le tue scuse con dolcezza, ma senza dilungarti eccessivamente. Farai meno confusione e non complicherai la conversazione. Il modo migliore per scusarsi non è fare un monologo, ma stabilire un dialogo.[10]
  3. 3
    Cerca di non metterti sulla difensiva. È molto probabile che sia ancora arrabbiato. In questi casi è importante mantenere la calma mentre porgi le tue scuse. Prestagli ascolto ed esprimi ancora una volta il tuo rammarico, se lo ritieni necessario, ma non rovinare questo momento riprendendo a litigare.
  4. 4
    Volta pagina. Una volta che avrà accettato le tue scuse, non riprendere il discorso. Gli uomini trovano più facile accettare le scuse per ciò che sono e andare avanti, senza rancore. Quindi, non parlarne più, a meno che non si ripresenti di nuovo lo stesso problema.
    Pubblicità

Consigli

  • Talvolta è meglio chiedere perdono piuttosto che porre rimedio con le azioni. Tuttavia, se chiedi a qualcuno di metterci una pietra sopra prima che sia realmente pronto, vuol dire che non ti stai scusando nel suo interesse. Se non sai come chiederlo, prova a dire, per esempio: "Spero che, in seguito, sarai in grado di perdonarmi".
Pubblicità

wikiHow Correlati

Farsi Perdonare da una Ragazza Estremamente ArrabbiataFarsi Perdonare da una Ragazza Estremamente Arrabbiata
Capire se Dovresti Perdonare un RagazzoCapire se Dovresti Perdonare un Ragazzo
Confondere un NarcisistaÈ possibile mandare in crisi un narcisista? 11 suggerimenti su come confonderlo e disarmarlo
Rispondere Quando un Ex Ti RicontattaCome rispondere a un ex quando cerca di ricontattarti
Discutere con un NarcisistaCome discutere con un narcisista: 12 consigli per gestire il conflitto
Dire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere RespintoDire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere Respinto
Capire se un Ragazzo ti Cerca solo per il SessoCapire se un Ragazzo ti Cerca solo per il Sesso
Sapere Quanto Tempo Aspettare Per Inviare un Messaggio di Testo alla Tua Ex RagazzaQuanto tempo bisognerebbe aspettare prima di ricontattare una ex?
Tornare Subito Insieme al Tuo Ex con Messaggi di TestoVuoi tornare insieme al tuo ex? 12 modi per riconquistarlo con i messaggi di testo
Comportarti quando Ti Senti EsclusoComportarti quando Ti Senti Escluso
Capire se un Ragazzo Non è Più Interessato a TeCapire se un Ragazzo Non è Più Interessato a Te
Capire se l'Ex Tiene Ancora a TeCapire se l'Ex Tiene Ancora a Te
Scoprire Se la Tua Ragazza Ti TradisceScoprire Se la Tua Ragazza Ti Tradisce
Capire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun AltroCapire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun Altro
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Michelle Shahbazyan, MS, MA
Co-redatto da:
Life Coach e Fondatrice di The LA Life Coach
Questo articolo è stato co-redatto da Michelle Shahbazyan, MS, MA. Michelle Shahbazyan è la fondatrice di The LA Life Coach, un servizio di life, family e career coaching su richiesta con sede a Los Angeles. Ha più di 10 anni di esperienza nell'ambito di life coaching, consulenze, discorsi motivazionali e organizzazione di incontri. Ha una laurea di primo livello in Psicologia Applicata e una laurea di secondo livello in Costruzione di Edifici e Gestione delle Strutture conseguita presso la Georgia Tech University. Ha inoltre conseguito una laurea di secondo livello in Psicologia incentrata su matrimonio e terapia familiare presso la Phillips Graduate University. Questo articolo è stato visualizzato 29 978 volte
Questa pagina è stata letta 29 978 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità