Scarica PDF Scarica PDF

Ti sarà capitato di discutere con la tua sorella maggiore per un oggetto particolare che entrambi desiderate, oppure di aver detto delle cose che avrebbero potuto ferirla in un momento di rabbia. Anche se litigare con la sorella maggiore è un fatto abbastanza comune, potresti non sapere come ricucire il rapporto perché chiederle scusa ti può sembrare difficile. Tuttavia, puoi dirle che ti dispiace porgendole delle scuse sincere e dimostrandole che hai intenzione di recuperare, oltre a riflettere su come evitare i conflitti in futuro per non doverti scusare in continuazione.

Parte 1 di 3:
Porgere delle Scuse Sincere

  1. 1
    Trova un posto calmo e riservato. Inizia individuando un ambiente tranquillo della casa dove poter parlare in privato con tua sorella, come la stanza che condividete o la sua. Porgere le scuse in un ambiente sereno e appartato le dimostrerà che hai intenzioni serie e che desideri discutere la questione lontano dagli altri.[1]
    • Cerca di porgere le tue scuse sincere di persona, faccia a faccia, perché inviarle attraverso un messaggio o un'e-mail le farà sembrare meno genuine e non trasmetterà l'impatto emotivo quanto una comunicazione di persona.
    • Scegli il momento più adatto per tua sorella. Non cercare di scusarti con lei quando ha fretta, quando sta per uscire o quando si intrattiene con i suoi amici; opta invece per un momento in cui è da sola e può concentrarsi sulle tue scuse.
  2. 2
    Riconosci i sentimenti di tua sorella.[2] Per prima cosa, nel formulare le tue scuse dovrai ammettere di averla ferita e affermare che desideri parlarne. Quando le parli, non usare i "ma" o i "se", ma sii onesto e riconosci che tua sorella è sconcertata.
    • Per esempio, potresti dire: "Capisco di aver ferito i tuoi sentimenti leggendo il tuo diario senza chiedertene il permesso" oppure: "Riconosco di averti turbato quando ti ho detto quelle cose spiacevoli davanti ai tuoi amici".
  3. 3
    Assumiti la responsabilità delle tue azioni. Devi essere disposto ad ammettere di esserti comportato male o di aver sbagliato; assumendoti la responsabilità delle tue azioni dimostrerai a tua sorella che sei consapevole del tuo errore e che intendi rimediare per il tuo comportamento sbagliato nei suoi confronti.[3]
    • Evita di menzionare i suoi comportamenti e non cercare di darle la colpa o di farla sentire a disagio. Puoi chiedere scusa per le tue azioni, ma non mettere tua sorella sotto processo per le sue, perché incolpandola non farai altro che turbarla ulteriormente.
    • Potresti dire: "So di essermi comportato male leggendo il tuo diario" oppure: "Ora capisco che le mie parole insolenti verso di te sono state offensive e ingiuste". Potresti dire anche: "Ero arrabbiato con te, ma non avrei dovuto sfogare la mia rabbia trattandoti in quel modo".
  4. 4
    Parla in prima persona quando ti scusi. Assicurati di assumerti la responsabilità delle tue azioni parlando in prima persona mentre formuli le tue scuse perché così dimostrerai a tua sorella che sei consapevole di quello che dici e che intendi ammettere di non esserti comportato bene nei suoi confronti.[4]
    • È consigliabile dire "scusa" una volta sola, ma con volontà e sentimento. Evita di ripeterlo più volte perché potrebbe sembrare vano o perdere senso dopo averlo già detto una volta. Mantieni il contatto oculare con tua sorella mentre le porgi le tue scuse perché in questo modo saprà che sei serio e sincero.
    • Per esempio, potresti dirle: "Scusa per quello che ti ho fatto" oppure: "Ti chiedo scusa per essermi comportato male e in modo scorretto verso di te".
  5. 5
    Concedi del tempo a tua sorella per accettare le tue scuse. Non aspettarti che ti perdoni all'istante: potrebbe accettare le tue scuse pur essendo ancora risentita verso di te, oppure potrebbe non rispondere affatto alle stesse perché potrebbe avere bisogno di tempo per sbollire la rabbia; accetterà le tue scuse quando sarà pronta.[5]
    • Tieni presente che tua sorella non è obbligata ad accettare subito o affatto le tue scuse, quindi abbi rispetto per lei e dalle del tempo per perdonarti.
    • Se tua sorella risponde alle tue scuse esprimendo un'opinione o commentando il tuo comportamento, ascolta senza replicare; non ribattere e non arrabbiarti, ma sii invece disponibile ad ascoltare quello che ti dice per migliorare il tuo comportamento verso di lei in futuro.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Dimostrarle che ti Dispiace

  1. 1
    Scrivile una lettera di scuse. A volte è difficile dire "scusa" di persona, specialmente se sai di aver ferito o turbato profondamente tua sorella; in più, potresti sentirti a disagio perché la consideri un modello da seguire. Se ti senti in ansia per il fatto di doverti scusare di persona con tua sorella, prova a scriverle una lettera di scuse e consegnagliela affinché la legga a suo tempo.[6]
    • Inizia la lettera con un "Cara sorella", seguito dalle tue scuse. Per prima cosa, dovrai riconoscere i suoi sentimenti e assumerti la responsabilità delle tue azioni.
    • Concludi con un sentito "Mi dispiace per ciò che ho fatto" e una nota in cui le dici che comprendi che potrebbe volerci del tempo perché accetti le tue scuse. Puoi anche proporle di parlare di persona quando sarà meno arrabbiata e concludere la lettera con un "Ti voglio bene" per farle sapere che tieni a lei.
  2. 2
    Componi una poesia di scuse. Un altro modo per dimostrare a tua sorella che intendi scusarti per il tuo comportamento è comporre una poesia apologetica; si tratta della scelta ideale se ti senti più a tuo agio a esprimere i tuoi sentimenti in modo creativo anziché ricorrere alla lettera che potresti sentire come troppo formale.[7]
  3. 3
    Falle un regalo di scuse. Puoi contribuire a mitigare la rabbia di tua sorella facendole un regalo speciale in segno di scuse. Pensa a qualcosa di originale che le dimostri il tuo rammarico per come l'hai trattata e che dimostri la tua intenzione di rimediare al tuo errore.[8] [9]
    • Per esempio, se le hai rubato il diario, potresti regalargliene uno nuovo con un lucchetto e una chiave migliori oppure, se hai rotto il suo oggetto preferito, potresti ricomprarlo nuovo e regalarglielo.
    • Allegare un regalo alle scuse sincere è un gesto consigliabile. Dire a tua sorella quanto ti dispiace e poi offrirle un regalo di scuse potrebbe permetterti di riconquistarla più facilmente perché potrebbe sentirsi più disposta a perdonarti.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Evitare i Conflitti in Futuro

  1. 1
    Impara alcune tecniche per tenere la rabbia sotto controllo. Se ti accorgi che stai iniziando ad arrabbiarti per qualcosa, è opportuno che ti calmi prima di parlare con tua sorella. La prossima volta che avrai un problema con lei, concediti 15 minuti di pausa per calmarti prima di parlarle. Ecco alcuni esempi di buone tecniche da provare:[10]
  2. 2
    Concentrati sulle qualità positive di tua sorella. Tra fratelli e sorelle si tende spesso a litigare tanto su argomenti futili quanto su questioni serie, anche da adulti. Un modo di evitare i conflitti con lei consiste nel concentrarti per un po' sulle sue qualità positive; spesso, infatti, si tende a ignorarle per concentrarsi invece sui tratti negativi.[11]
    • Per esempio, può capitare che tua sorella brontoli e si lamenti spesso con te sulle tue scelte di vita; concentrandoti sugli intenti positivi del suo comportamento, potresti capire che è semplicemente preoccupata per te perché tiene al tuo benessere.
    • Inoltre, considera che, anche se ti assilla, tua sorella è pronta ad aiutarti quando sei in difficoltà o hai problemi, quindi le sue qualità positive controbilanciano quelle negative, specialmente per quanto riguarda il suo comportamento verso di te.
  3. 3
    Considera il punto di vista di tua sorella. È sempre consigliabile cercare di vedere una situazione dalla sua prospettiva ed evitare di assumere atteggiamenti difensivi; infatti, il conflitto può essere causato proprio dal fatto che avete una prospettiva diversa su una situazione oppure il tuo approccio a una certa questione le sembra sbagliato. Pertanto, sii disposto a considerare e a rispettare il suo punto di vista, anche quando non sei pienamente d'accordo.[12]
    • Per esempio, potresti avere l'impressione che tua sorella sia sempre stata la figlia preferita quando eravate piccoli o che i vostri genitori le riservino un trattamento preferenziale ora. A quel punto, dovresti riconsiderare la tua infanzia attraverso i suoi occhi per accorgerti di quanta pressione e aspettative le erano state messe addosso mentre cresceva. Vedere le situazioni dal suo punto di vista accrescerà la tua empatia nei suoi confronti.
  4. 4
    Sforzati di compiere buone azioni per tua sorella. Cerca di fare almeno un gesto gentile per tua sorella, qualcosa di semplice come metterle il dentifricio sullo spazzolino al mattino o chiederle come è andata la giornata a scuola. Compiere una buona azione nei suoi confronti può aiutarla a vederti come la sorellina o il fratellino premuroso e ti permetterà di instaurare una relazione più amorevole e altruista con lei. Se vi trattate con considerazione e rispetto reciproci, entrambi tenderete a discutere e a litigare di meno.[13]
    • Sii disposto a dire a tua sorella le cose che ammiri o che apprezzi di lei. Potresti dirle: "Mi piace il tuo buon senso dell'umorismo che non perdi neanche quando hai una giornata difficile", oppure: "Sono contento quando mi difendi dai bulli a scuola". Facendole i complimenti per il suo comportamento contribuirai a instaurare un rapporto rispettoso e onesto con lei.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Capire se Piaci a una RagazzaCapire se Piaci a una Ragazza
Capire se Piaci a un RagazzoCapire se Piaci a un Ragazzo
Fingere di avere la FebbreFingere di avere la Febbre
Scambiare Messaggi con il Ragazzo Che Ti PiaceScambiare Messaggi con il Ragazzo Che Ti Piace
Fingere di Stare Male per non Andare a ScuolaFingere di Stare Male per non Andare a Scuola
Capire se ti Piace un RagazzoCapire se ti Piace un Ragazzo
Capire se un Ragazzo ha una Cotta per TeCapire se un Ragazzo ha una Cotta per Te
Riconoscere i Genitori TossiciRiconoscere i Genitori Tossici
Eccitare il Tuo RagazzoEccitare il Tuo Ragazzo
Capire se per un Ragazzo sei più di un'AmicaCapire se per un Ragazzo sei più di un'Amica
Fare Soldi (per Adolescenti)Fare Soldi (per Adolescenti)
Dare il Primo BacioDare il Primo Bacio
Saltare la Scuola e Rimanere a CasaSaltare la Scuola e Rimanere a Casa
Convincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi CosaConvincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi Cosa
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lena Dicken, Psy.D
Co-redatto da:
Psicologa Clinica
Questo articolo è stato co-redatto da Lena Dicken, Psy.D. La Dottoressa Lena Dicken è una psicologa clinica che vive a Santa Monica, in California. Con oltre otto anni di esperienza, è specializzata in terapia per ansia, depressione, transizioni di vita e difficoltà relazionali. Utilizza un approccio integrativo che combina terapie basate sulla psicodinamica, sul comportamento cognitivo e sulla consapevolezza. Si è laureata in Medicina Integrativa alla University of Hawaii di Manoa. Si è poi specializzata in Psicologia del Counseling presso l'Argosy University di Los Angeles e in Psicologia Clinica alla Chicago School of Professional Psychology di Westwood. È anche la fondatrice di Saltwater Sessions, un programma basato sulla sua tesi di dottorato che combina surf, consapevolezza e rivalutazione positiva. Del lavoro della Dottoressa Dicken si è parlato su GOOP, The Chalkboard Magazine e in numerosi altri articoli e podcast. È una psicologa abilitata dallo stato della California. Questo articolo è stato visualizzato 1 882 volte
Categorie: Gioventù
Questa pagina è stata letta 1 882 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità