Come Ciaspolare

In questo Articolo:Camminare con le Ciaspole (o Racchette da Neve)Escursionismo con le CiaspoleScegliere le Ciaspole (o Racchette da Neve)

Ciaspolare - ossia camminare con le racchette da neve ai piedi - è una bellissima attività all'aperto, che è possibile svolgere in tutte le località in cui ci sia della neve. Per iniziare, basta indossare un paio di ciaspole (racchette da neve) e passeggiare, ma comincia con sentieri già battuti. Dopo aver fatto un po' di pratica, avrai un'idea più precisa della resistenza necessaria per ciaspolare, e quindi potrai organizzare una camminata più lunga con gli amici o magari cercare sentieri in montagna dove poter correre, fare alpinismo e altre attività.

1
Camminare con le Ciaspole (o Racchette da Neve)

  1. 1
    Allaccia le ciaspole. Per prima cosa indossa gli scarponcini, poi mettiti le ciaspole e allacciale bene. Posiziona l'avampiede sul perno. Verifica la lunghezza totale della ciaspola per allacciare bene le cinghie, le quali dovranno essere strette in modo da non far uscire lo scarponcino.
  2. 2
    Fai passi ampi. Probabilmente avrai bisogno di tenere i piedi ben distanziati mentre cammini, per non sovrapporre le ciaspole; in questo modo le tue anche lavoreranno più del solito.[1] Mantieni un ritmo normale, appoggiando prima il tallone, poi l'avampiede e infine la punta del piede.
  3. 3
    Per togliere la neve dalla ciaspola, basta sollevarne la punta. Se la neve è fresca e farinosa, anziché essere compatta, alza la punta della ciaspola sopra il livello della neve ad ogni passo.[2] Non cercare di sollevare la gamba più del necessario, perché dopo un po' diventa faticoso.
  4. 4
    Utilizza i bastoncini per rendere la passeggiata più agevole (opzionale). Camminare con uno o due bastoncini da neve aiuta a mantenere l'equilibrio e a darsi maggiore spinta, oltre a far lavorare anche i muscoli della parte alta del corpo. I bastoncini sono particolarmente utili quando si cammina sulla neve profonda, tuttavia le persone che in genere percorrono i sentieri battuti non le utilizzano affatto.
    • Non è importante se le racchette siano da sci o per ciaspolare, basta che siano della lunghezza giusta per permettere una camminata comoda.
  5. 5
    Se cammini in salita, spingi la punta dei piedi nella neve. In questo modo conficcherai le ciaspole e potrai fare una leva maggiore per salire. Se dovessi creare un solco profondo con la spinta data anziché appigliarti saldamente, cerca una via alternativa per superare quella salita.[3]
    • Molti utilizzano l'alzatacco, uno spessore da inserire sotto il tallone, che permette un minore affaticamento del polpaccio e garantisce maggiore stabilità durante le salite.
  6. 6
    Fai pratica prima di andare in discesa. Alcuni modelli di ciaspole sono dotati di ramponi in corrispondenza del tallone, che si conficcano nella neve quando si sposta il peso del corpo all'indietro, durante le discese. Se i ramponi delle tue racchette da neve sono posizionati troppo in avanti, dovresti cercare di mantenere il peso al centro del piede, per far sì che lavorino come dovrebbero.
    • Cerca di non inarcarti mentre scendi. Se perdi l'equilibrio, cerca di sederti invece di precipitare lungo la discesa.[4]
  7. 7
    Quando scendi, punta il fianco della ciaspola nella neve. Quando fai una discesa in diagonale, anziché andare su e giù, spingi i lati delle ciaspole nella neve per avere un migliore appiglio ad ogni passo. Mantieni il peso del corpo a monte per restare in equilibrio.[5]
    • I bastoncini renderanno la traversata più facile.

2
Escursionismo con le Ciaspole

  1. 1
    Indossa degli scarponcini adatti. Ci sono dei modelli di ciaspole che sono ideati appositamente per correre, ma che sono scomodi per camminare. Se pensi di andare su sentieri ripidi, prendi un paio di racchette da neve che abbiano un ottimo sistema di sollevamento del tallone. In caso di neve più farinosa o molle, potresti avere bisogno di un modello più largo.
    • Trovi informazioni più dettagliate nella terza sezione di questo articolo, dedicata alla scelta del modello più adeguato.
  2. 2
    In viaggio con gli amici. È sempre meglio ciaspolare con amici, soprattutto per camminate lunghe, anche se conosci bene la zona. Informa chi resta in città sulla meta che intendi raggiungere, così, in caso di incidente, l'intervento dei soccorsi sarà più tempestivo.
  3. 3
    Vestiti a strati. Minimizza il rischio di congelamento o di accaldarti troppo vestendoti "a cipolla", in modo da poter togliere o aggiungere strati di abbigliamento a seconda delle necessità. Comincia indossando magliette intime e calze che siano comode e termiche; prosegui con almeno due strati di abbigliamento. Quello più esterno dovrà essere impermeabile.
    • Portati un cambio nel caso dovessi sudare o se i vestiti dovessero bagnarsi.
    • Evita l'abbigliamento in cotone, specialmente a contatto con la pelle, perché impiega molto più tempo ad asciugarsi. Indossa tessuti sintetici o di lana, perché eliminano più facilmente l'umidità e il sudore dalla pelle, mantenendoti più caldo.[6]
  4. 4
    Non ciaspolare sulle piste da sci. È una buona regola quella di non passeggiare sulle piste da sci, perché le ciaspole lasciano dei solchi che le rovinano. Puoi, invece, percorrere i lati esterni delle piste, cercando di stare al largo dai tracciati su cui passano gli sciatori con gli sci da fondo.
  5. 5
    Se percorrete un tracciato non battuto, fate i turni per aprire la strada. Se vai con i tuoi amici fuori pista, cercate di camminare in fila indiana; il primo della fila terrà il ritmo della camminata aprendo la strada sulla neve fresca. Ciaspolare su sentieri non battuti è decisamente più faticoso, quindi bisogna alternarsi in prima fila per suddividere la fatica.[7]
  6. 6
    Portati qualcosa da mangiare e da bere. È un'attività sportiva che può risultare più faticosa di quanto sembri, perciò portati qualcosa di sostanzioso e nutriente da mangiare per non esaurire le energie. È molto importante mantenersi idratati, anche se è inverno.[8]
  7. 7
    Non metterti in pericolo. Prima di iniziare la marcia, verifica le previsioni meteorologiche e cerca informazioni sul pericolo di valanghe nella zona. Considera, inoltre, che l'equipaggiamento per le camminate lunghe include un dispositivo GPS, una bussola, una torcia e una pala da neve portatile.

3
Scegliere le Ciaspole (o Racchette da Neve)

  1. 1
    Scegli il modello di ciaspola adatto all'attività che vuoi fare. Ci sono svariati modelli di racchette da neve, con caratteristiche e funzionalità diverse. Prima di procedere all'acquisto, pensa bene per quale genere di attività vuoi farne uso, e trova i modelli corrispondenti:[9][10][11][12]
    • Per terreni pianeggianti e camminate non impegnative è meglio preferire racchette lunghe. Hanno una certa aderenza, anche se non troppa.
    • Per sentieri più impegnativi ed escursioni, è meglio avere delle ciaspole con materiali durevoli e con maggiore aderenza, che vadano bene anche per occasionali escursioni fuori pista.
    • Ci sono poi modelli adatti per escursioni lunghe, fuori pista e alpinismo. In questo caso, assicurati che abbiano molta aderenza sia nella parte anteriore che in quella posteriore, soprattutto se pensi di percorrere discese ripide.
    • Infine, puoi trovare modelli adatti per correre su sentieri stretti e battuti, che sono particolarmente leggeri ma che, per questo, non sono adatti per i fuori pista.
  2. 2
    Pesati con tutta l'attrezzatura e i vestiti che indosserai durante la ciaspolata. Più peso avrai addosso, più la racchetta deve essere lunga e larga per supportarti.
  3. 3
    Seleziona la misura esatta. Se le ciaspole hanno un limite di peso, consideralo bene per restringere il campo di ricerca. Altrimenti, puoi fare riferimento alle indicazioni seguenti per i modelli più generici:[13]
    • Le ciaspole da 20x64 cm sono solitamente impiegate per pesi da 54 a 82 kg.
    • Quelle da 23x76 cm supportano pesi tra i 73 e i 100 kg.
    • Quelle da 25x91 cm vanno bene per pesi superiori ai 91 kg.
  4. 4
    Scegli le ciaspole in base alla tipologia della neve. Una volta selezionati i modelli che vanno bene per il tuo peso (ne troverai due o tre), pensa al tipo di neve che incontrerai sul tuo percorso. Se solitamente preferisci andare dove c'è neve profonda e farinosa, prediligi il modello con una base più larga. Se preferisci sentieri piani o battuti, puoi orientarti verso un tipo più piccolo che sia più maneggevole.
  5. 5
    Scegli un modello con attacchi comodi. Gli attacchi che legano lo scarponcino alla racchetta dovrebbero essere abbastanza stretti da farti sentire sicuro e ben bilanciato durante la camminata. Oltre alla misura della scarpa, ci sono altri due importanti fattori da considerare:
    • Gli attacchi fissi, che si trovano sotto alla punta e al calcagno, possono essere più o meno larghi, agevolano la tenuta e permettono una falcata sicura. Gli attacchi snodabili consentono una camminata più naturale e libera dalla neve.[14]
    • Le ciaspole si possono suddividere in modelli da uomo, donna o bambino, a seconda della diversa forma e misura. Se hai difficoltà a trovare quelle che fanno per te, prova a cercarle tra le altre categorie.
  6. 6
    Informati sui vari materiali. Puoi cercare informazioni sui materiali impiegati per le ciaspole se vuoi capire meglio il prodotto. Ecco alcune indicazioni utili:
    • Molti modelli di ultima generazione sono fatti in alluminio leggero; se sono verniciati a polvere, accumuleranno meno neve ma, presto o tardi, si formeranno delle crepe nella vernice. Quelli di legno sono un classico, ma sono più soggetti a rotture.[15] Un modello particolarmente leggero per i sentieri tracciati potrebbe non avere il telaio.[16]
    • Il materiale di cui è composto il telaio è importante per quanto riguarda la leggerezza del passo. È fatto solitamente da materiale sintetico, come l'Hypalon, o con un più rigido rivestimento di materiale plastico composito.[17] Se vuoi informazioni più dettagliate, puoi chiedere al produttore.

Consigli

  • Se vai a ciaspolare con un gruppo di persone, resta in fila e cerca di mettere i piedi nelle impronte che gli altri hanno già creato. Dai il cambio al primo della fila, perché tracciare il percorso è molto faticoso.

Avvertenze

  • Cerca di non trascinare i piedi, perché potresti accumulare neve sotto le scarpe, tra i ramponi e ridurre l'aderenza.
  • Non accavallare le ciaspole mentre cammini e cerca di non farle scontrare tra di loro, perché potrebbero rompersi e/o non permetterne più un utilizzo ottimale.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Attività all'Aperto

In altre lingue:

English: Snowshoe, Español: caminar con raquetas de nieve, Deutsch: Schneeschuh wandern, Русский: ходить на снегоступах, Français: utiliser des raquettes (à neige), Português: Andar com Raquetes de Neve

Questa pagina è stata letta 1 993 volte.
Hai trovato utile questo articolo?