Come Citare la Bibbia

In questo Articolo:Formato Modern Language Association (MLA)Formato APAFormato TurabianLinee Guida Generali

La Bibbia è una fonte molto utilizzata per alcune ricerche, ma devi sapere come citarla correttamente sia negli elaborati che nella bibliografia, dato che non si fa riferimento a essa come a un normale testo. Impara a citare la Bibbia con il formato MLA, APA o Turabian.

1
Formato Modern Language Association (MLA)

  1. 1
    Sappi come inserire la prima citazione all’interno del testo. La prima volta che citi la Bibbia in un elaborato usando il formato MLA, devi elencare per primo il nome della traduzione e poi il riferimento biblico; fra i due interponi una virgola.
    • Per esempio: " ‘Così risplenda la vostra luce nel cospetto degli uomini, affinché veggano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è ne’ cieli’. (New Living Translation, Matt. 5.16)".
  2. 2
    Sappi come inserire le citazioni successive. Quando inserisci per la seconda volta un passaggio della stessa traduzione della Bibbia, devi solo riportare il riferimento alle Scritture.
    • Ad esempio: (Matt. 5.16).
  3. 3
    Scrivi le abbreviazioni per i libri della Bibbia. Quando citi i libri biblici, accertati di utilizzare le abbreviazioni corrette, come definite nel formato MLA.
    • Ad esempio, la Genesi si indica con "Gen.", il Levitico con "Lev." e il Primo Libro dei Corinzi con "1 Cor.".
  4. 4
    Usa il punto per differenziare fra loro i capitoli e i versi della Bibbia. Sebbene in alcuni manuali sia offerta una certa flessibilità e si possano usare indifferentemente il punto o i due punti, nel formato MLA è necessario attenersi al punto. Controlla accuratamente la tua relazione per essere sicuro che tutte le citazioni siano espresse in questo modo.
    • Ad esempio, invece di usare i classici due punti per separare il capitolo dal verso (5:15), il formato MLA prevede il punto (5.15).
  5. 5
    Non sottolineare mai e non scrivere mai in corsivo i libri singoli o le versioni della Bibbia. Quando fai riferimento a versioni comuni di questo testo o a dei suoi libri specifici, non c’è bisogno di differenziarli in corsivo, di sottolinearli o di richiuderli fra virgolette. Ad esempio: "La Versione della Bibbia di Re Giacomo è stata pubblicata, in origine, nel 1611".
    • Tuttavia, i titoli delle singole edizioni pubblicate andrebbero scritte in corsivo. In questo caso: "Lo Studio NIV della Bibbia (New International Version) include un'introduzione per ogni libro della Bibbia".
  6. 6
    Sappi come fare riferimento alla Bibbia nella "Bibliografia" del tuo elaborato. Con il formato MLA devi anche inserire i riferimenti della Bibbia che hai utilizzato nella pagina della "Bibliografia". Questi dovrebbero includere: la traduzione e/o la versione della Bibbia che hai utilizzato come fonte, il nome dell’autore o dell’editore, le informazioni in merito alla pubblicazione e se si tratta di una copia cartacea oppure se è possibile accedervi online. Ecco alcuni esempi:
    • The New Oxford Annotated Bible. Ed. Michael D. Coogan. New York: Oxford University Press, 2007. Cartacea.
      • Quello riportato appena sopra è un classico esempio di riferimento MLA della Bibbia, con il titolo in corsivo seguito dal nome dell’editore.
    • Peterson, Eugene H. The Message: The Bible in Contemporary Language. Colorado Springs: NavPress, 2002. Cartacea.
      • Questo riferimento è leggermente diverso, perché questa pubblicazione ha un autore al posto dell’editore. In tal caso, il nome dell’autore viene anteposto al titolo della versione della Bibbia.
    • English Standard Version. Bible Gateway. Online. 25 Ott. 2012.
      • Questo è un esempio di riferimento a una versione online della Bibbia.

2
Formato APA

  1. 1
    Sappi come inserire la prima citazione nel testo. Secondo il formato APA, il primo riferimento a una particolare scrittura deve riportare il libro, il capitolo e il verso seguiti dalla versione della Bibbia da cui è estratta la citazione.
    • Per esempio: "Così risplenda la vostra luce nel cospetto degli uomini, affinché veggano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è ne’ cieli" (Matt. 5:16 New Living Translation).
    • Nota che non ci sono virgole fra la scrittura e la versione.
  2. 2
    Sappi come inserire le citazioni successive. Una volta che hai esplicitato la versione della Bibbia che stai usando come fonte, non hai bisogno di ripeterlo.
    • Puoi lasciare semplicemente il riferimento alle Scritture, come (Matt. 5:16), per tutte le altre citazioni, a meno che non cambi traduzione o versione della Bibbia.
  3. 3
    Usa i due punti o un punto per separare i capitoli dai versi. Entrambi i segni di punteggiatura sono accettabili finché ti attieni costantemente alla tua scelta in tutto l’elaborato.
    • Quindi puoi usare indifferentemente: (Matt. 5:16) o (Matt. 5.16).
  4. 4
    Sappi che, solitamente, non è necessario inserire la Bibbia nella pagina della bibliografia. Secondo gli standard APA, non devi provvedere a questa ulteriore citazione e ciò vale anche per gli altri testi molto famosi.
    • Tuttavia, se stai scrivendo una tesina per una lezione, il tuo insegnante potrebbe chiedere che vengano citate tutte le informazione di pubblicazione, quindi è meglio chiedere prima al professore che cosa preferisce.

3
Formato Turabian

  1. 1
    Elenca prima i riferimenti alle Scritture e poi alla traduzione. Quando segui il formato Turabian, per prima cosa devi scrivere il libro, il capitolo e il verso a cui fai riferimento e poi la versione della Bibbia che stai utilizzando. Metti una virgola per separare i due generi di informazione.
    • Ad esempio: " 'Così risplenda la vostra luce nel cospetto degli uomini, affinché veggano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è ne’ cieli' (Matt. 5:16, New Living Translation)".
  2. 2
    Usa i due punti per separare i capitoli biblici dai versi. Sebbene sia abbastanza classico usare i due punti, altri formati prevedono invece il semplice punto. Gli standard Turabian impongono i due punti.
    • Ad esempio: (Matt. 5:16).
  3. 3
    Sii costante con le abbreviazioni. Il formato Turabian consente due tipi di abbreviazioni nelle citazioni dei libri biblici. Il primo è tradizionale, il secondo più breve; scegline uno e utilizzalo per tutto il tuo elaborato. Valuta di chiedere al tuo insegnante quale preferisce.
  4. 4
    Ricorda che lo standard Turabian non richiede di inserire le citazioni bibliche nella bibliografia. A meno che il tuo professore lo richieda esplicitamente, non devi inserire le informazioni della pubblicazione della Bibbia che utilizzi.

4
Linee Guida Generali

  1. 1
    Sappi quando sottolineare una citazione e quando scriverla in corsivo. Ci sono delle occasioni in cui devi sottolineare un riferimento e altre in cui lo devi riportare in corsivo, infine ci sono delle situazioni in cui devi evitare entrambi questi elementi.
    • Quando citi la Bibbia all’interno della tua relazione o presentazione, non dovresti mai differenziarla dal resto del testo, se non scrivendo in maiuscolo la parola ‘Bibbia’ o il nome del libro a cui ti riferisci, come Matteo, Marco o Luca.
    • Quando fai riferimento a una edizione specifica, scrivi in corsivo il titolo, proprio come gli altri libri. Per esempio: The NIV Study Bible.
  2. 2
    Includi la Bibbia nella tua bibliografia solo quando devi fare riferimento ai contenuti editoriali. Usare dei versi delle Scritture nella tua relazione non significa che tu debba inserirla fra le fonti bibliografiche. Tuttavia, se citi delle note specifiche o dei commenti che si rifanno a determinati studi, allora sei tenuto a farlo. Ricorda di annotare il titolo, l’edizione, l’editore, il luogo e l’anno.
  3. 3
    Utilizza le abbreviazioni per i libri. Quando riporti specifici passaggi della Bibbia, usa le abbreviazioni corrette per indicare il libro. Ad esempio, invece di scrivere "Matteo 5:16", dovresti indicare "Matt. 5:16". Trova le abbreviazioni giuste usando le guide che puoi trovare online o nella maggior parte delle Bibbie cartacee.
  4. 4
    Usa i numeri arabi. In alcuni scritti tradizionali si possono trovare i numeri romani per indicare i libri: Giovanni II. Invece di ripercorrere questo stile, attieniti ai numeri arabi: Giovanni 2.
  5. 5
    Identifica la traduzione che stai utilizzando. La maggior parte delle tesine si attiene a una sola traduzione (per esempio: New Living Translation, New International Version, English Standard Version). Semplicemente, scrivi nella prima citazione qual è la versione che stai utilizzando senza più ripeterla. Se, invece, cambi continuamente fonte di riferimento, devi inserire questa informazione ogni volta.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Religione

In altre lingue:

English: Cite the Bible, Español: citar la Biblia, Deutsch: Die Bibel zitieren, Português: Citar a Bíblia, Français: citer la bible, Nederlands: De Bijbel citeren

Questa pagina è stata letta 17 991 volte.
Hai trovato utile questo articolo?