Come Collaborare

In questo Articolo:Come SquadraCome IndividuoRiferimenti

Collaborazione è l'atto dell'unirsi per rendere possibile ciò che altrimenti non si riuscirebbe ad ottenere da soli.[1] Che tu stia collaborando sul luogo di lavoro, a scuola o come parte di un progetto creativo, la collaborazione può sia aiutare che danneggiare il progetto, a seconda di come viene portata avanti.

1
Come Squadra

  1. 1
    Tieni presente l'obiettivo. Assicurati che tutte le persone coinvolte capiscano qual è e lo ritengano valido. L'obiettivo principale della collaborazione è quella di arrivare assieme ad un risultato che altrimenti non sarebbe possibile. A volte è nella natura del prodotto finito, mentre altre è una questione di acquisizione. In un modo o nell'altro, chi collabora dovrebbe avere comunque una sorta di visione condivisa.
  2. 2
    Crea una struttura improntata al risultato all'interno del tuo gruppo, che sia adatta allo scopo che volete ottenere. Ci sono tre tipi di squadre che si possono formare a seconda del risultato desiderato:
    • Team per la risoluzione del problema- Ossia chi troverà la soluzione. Perché funzioni, è importante che ogni membro abbia fiducia nei propri colleghi, che l'atmosfera sia tranquilla e tutti si sentano rispettati. Il brainstorming andrebbe incoraggiato, ossia ciascuno dovrebbe poter suggerire delle idee senza temere di essere criticato.
    • Team creativo - Gli innovatori. Questo team ha bisogno di essere indipendente rispetto a procedure e sistemi già stabiliti, per poter esplorare nuove possibilità e alternative.
    • Team tattico- Coloro che mettono in atto. Ha bisogno di un piano ben delineato.
  3. 3
    Dai a ciascun membro del progetto un modo per definire il proprio ruolo all'interno del team. Un metodo per farlo è scrivere ogni compito che va svolto. Per ciascuno, domanda chi è interessato e assegnaglielo. Idealmente, ciascuno graviterà attorno a ruoli diversi, ma molte volte qualche ruolo in particolare sarà molto richiesto, al contrario di altri. Una soluzione è ruotare i ruoli meno appetibili (solitamente i più monotoni). Un'altra idea è assegnarli direttamente.
  4. 4
    Stabilisci un sistema di comunicazione. Assicurati che permetta ai collaboratori di discutere i problemi del team in un ambiente rilassato. Crea dei modi per documentare le questioni che nascono e le decisioni prese. Usare la condivisione dei documenti può aiutare a tenere tutti in pista.
  5. 5
    Stabilisci dei modi per controllare la performance e fornire un feedback. Periodicamente, incontratevi per discutere dei metodi per migliorare il progetto. Ci dovrebbe essere un metro per monitorare i progressi. Può essere semplice tanto quanto ad esempio stabilire quante pagine sono state scritte, oppure complesso come una serie di analisi del traffico. Cerca di identificare possibili intoppi, ossia aree nelle quali qualcosa non è stato fatto e che stanno rallentando il resto del progresso. Se questo intoppo riconduce ad un singolo elemento, non attaccarlo, domandagli cosa gli rende il compito difficile e cerca dei modi per semplificarglielo.
  6. 6
    Cerca un consenso. I disaccordi sono comuni in qualsiasi sforzo cumulativo. Quando nascono i conflitti, cerca il consenso fra tutti i membri per una pronta soluzione. È importante che ogni persona nel gruppo dia il proprio contributo alla decisione, che sia d'accordo o meno.

2
Come Individuo

  1. 1
    Crea un clima collaborativo. Dai prova di essere affidabile. Rispetta gli altri. Sii costante nel modo di comportarti e di rispondere agli altri.
  2. 2
    Sii umile e aperto alle idee e ai suggerimenti altrui. L'opposto della collaborazione è una forma di dittatura, dove una persona dice agli altri cosa fare e non ci sono aperture per una discussione. Mentre una dittatura vera e propria è guidata dall'ego, la collaborazione si sviluppa dal dominio del proprio ego. Devi accettare che per quanto le tue idee siano buone, quelle di qualcun altro possono essere alla stregua delle tue e a volte anche meglio.
  3. 3
    Delegare i compiti. Invece che cercare di fare tutto, meglio dividere e conquistare. Lascia che ciascuno trovi la propria forza e lavori per contribuire all'obiettivo comune. Se ti senti oppresso, parlane.
  4. 4
    Pensa in buona fede. La collaborazione si basa sul bene comune e si lavora più efficacemente insieme se si è in buona fede reciproca. Se qualcuno agisce in modo contrario, presto si svelerà per ciò che è. Ma se punti il dito per errore, lo spirito di collaborazione può facilmente svanire.

Consigli

  • Rivedi sempre il tuo lavoro
  • Non aspettare l'ultimo momento per fare dei miglioramenti
  • Le decisioni andrebbero prese assieme
  • Non avere fretta. Prenditi il tuo tempo
  • Fai revisioni multiple
  • Quando non dei d'accordo, non diventare violento o iroso
  • Dividi il lavoro in modo che nessuno sia troppo oberato

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 17 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Interazioni Sociali

In altre lingue:

English: Collaborate, Español: colaborar, Português: Colaborar, Русский: научиться сотрудничать, Français: collaborer, Deutsch: Kollaboration, 中文: 合作, Bahasa Indonesia: Berkolaborasi, Čeština: Jak spolupracovat, Nederlands: Samenwerken, العربية: تسيير العمل في التعاونيات, हिन्दी: मिल जुल कर काम (Collaborate) करें, Tiếng Việt: Cộng tác, ไทย: ประสานความร่วมมือระหว่างกัน, 한국어: 협력하는 방법

Questa pagina è stata letta 2 191 volte.
Hai trovato utile questo articolo?