Come Colorare il Metallo

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 17 Riferimenti

In questo Articolo:Colorare con la Vernice SprayAnodizzare il MetalloPatinare il MetalloUsare il Calore

Per colorare una superficie in metallo puoi usare diversi metodi. La scelta dipende dalla lega metallica di cui è composta e dal risultato che intendi ottenere. Puoi far tornare un oggetto come nuovo dandogli una mano di vernice fresca, creare una patinatura antichizzata o cambiare colore con il processo di anodizzazione. Quello che determina il valore di un oggetto è la sua finitura, quindi scegli un metodo adatto alle esigenze del tuo lavoro.

1
Colorare con la Vernice Spray

  1. 1
    Elimina la muffa. Inizia immergendo l'oggetto nella candeggina in modo da togliere la muffa e le alterazioni di colore. Crea una soluzione unendo 3 parti di acqua e 1 di candeggina. Lascialo in ammollo per circa 20 minuti. Dopodiché risciacqualo con acqua pulita. Se il metallo è nuovo o non presenta tracce di muffa, puoi procedere senza immergerlo nella candeggina.[1]
  2. 2
    Rimuovi la ruggine. Gratta la superficie con una spazzola metallica. Per rimuovere tutte le tracce, puoi anche utilizzare una levigatrice elettrica con disco a grana grossa, un trapano elettrico o un utensile rotante. Scegli una carta abrasiva tra 36 e 100 in modo da eliminare la ruggine e scartavetrare qualsiasi imperfezione.[2]
    • Indossa una protezione per gli occhi e una maschera antipolvere per evitare che i frammenti di metallo penetrino negli occhi o nei polmoni. Utilizza un paio di guanti da lavoro per scongiurare il rischio di lesioni.
    • Se devi trattare un oggetto di grosse dimensioni, puoi togliere la ruggine, i residui e la vernice vecchia con un prodotto liquido antiruggine.
  3. 3
    Pulisci l'oggetto con l'acquaragia. Si tratta di un diluente per vernici che non contiene trementina. Pulisci la superficie in metallo con uno straccio imbevuto di acquaragia. Rimuovi la polvere e i residui prodotti dalla levigatura. Affinché il primer aderisca, assicurati che l'oggetto sia completamente pulito e asciutto.
    • Tieni presente che l'acquaragia elimina qualsiasi traccia di vernice fresca.
    • Inoltre, ricorda che può togliere solo la vernice ancora fresca. Se desideri rimuovere quella vecchia che non viene via con l'acquaragia, prova a pulire il metallo con la trementina.[3]
  4. 4
    Applica il primer. Spruzzalo sulla superficie in modo da creare uno strato uniforme e omogeneo. Dovresti pretrattare l'oggetto con questo prodotto subito dopo aver pulito la superficie per evitare che si accumulino di nuovo la polvere o la ruggine.[4] Scegli un primer formulato appositamente per il metallo che devi colorare.
    • Se puoi, comprane uno in spray dello stesso colore della finitura.
    • Prova ad acquistare un primer della stessa marca della vernice, in quanto è più probabile che i colori siano simili e compatibili chimicamente.
    • Acquista un primer resistente alla ruggine.
    • È molto difficile applicare il primer con un pennello senza lasciare strisce. Utilizzane uno in spray per ottenere risultati migliori.
    • Leggi le istruzioni del prodotto per sapere quanto tempo devi aspettare prima che si asciughi.
  5. 5
    Applica uno strato uniforme di vernice. Assicurati di agitare prima la bomboletta. Tieni premuto l'ugello e colora le zone che desideri. Utilizza del nastro adesivo di carta per coprire i punti che non intendi verniciare. Tieni la bomboletta a circa 30 cm di distanza dall'oggetto. Inizia a spruzzare lateralmente e sposta lo spray lungo la superficie senza fermarti. Fai asciugare il primo strato.
    • Esamina l'ambiente circostante. Se devi colorare un oggetto di piccole dimensioni, puoi metterlo in una scatola di cartone e applicare la vernice.
    • Se interrompi l'erogazione, potrebbe formarsi una macchia. Utilizza immediatamente un panno per eliminare la pittura ancora fresca, prima che si asciughi. Lascia asciugare il resto della vernice prima di ricominciare.
    • Il metallo galvanizzato ha uno sottile strato di zinco cromato. Il motivo per cui la vernice si sfalda o non aderisce su questo tipo di materiale è che si lega al rivestimento di zinco o ai residui accumulati in superficie, anziché al metallo.[5] In questo caso, procurati un prodotto che non contiene resine alchidiche,[6] altrimenti le sostanze a base di olio di cui è composto potrebbero reagire con il rivestimento di zinco.
  6. 6
    Applica un secondo strato di vernice. Una volta che la prima mano sarà asciutta, applicane un'altra. In questo modo, la vernice durerà più a lungo. Dopodiché aspetta che si asciughi.
    • Per ottenere risultati migliori, attendi sempre 24 ore tra un'applicazione e l'altra.[7]

2
Anodizzare il Metallo

  1. 1
    Informati sul processo di anodizzazione. L'anodizzazione forma uno strato protettivo di ossido sulle superfici metalliche. L'ossido di alluminio anodizzato è inalterabile e incredibilmente resistente alla corrosione. Inoltre, è più poroso rispetto all'alluminio non anodizzato e permette l'assorbimento di molti pigmenti per metalli.
    • Il processo di anodizzazione richiede l'uso della corrente elettrica e l'immersione del metallo in un acido forte. Il metallo da anodizzare viene collegato a un circuito e immerso nell'acido, che funge da anodo (elettrodo positivo). Gli ioni idrossidi negativi presenti all'interno della soluzione acquosa vengono attratti dall'anodo positivo e reagiscono con l'alluminio fino a formare l'ossido di alluminio.[8]
    • Nella soluzione acida viene introdotto anche un pezzo di alluminio, collegato all'altro filo. Funge da catodo (elettrodo negativo), chiudendo il circuito.
    • L'alluminio è il metallo prevalentemente usato per questo processo, ma si possono anodizzare anche altri metalli non ferrosi, come il magnesio e il titanio.[9]
  2. 2
    Raccogli l'occorrente. Comincia trovando uno spazio in cui lavorare senza causare danni. Puoi procurarti i seguenti attrezzi singolarmente oppure acquistare un kit per anodizzare il metallo che comprende tutto il necessario.
    • Scegli il metallo. Puoi anodizzare l'alluminio o qualsiasi lega a base di alluminio. Altri tipi di metallo, come l'acciaio, non vanno bene.
    • Avrai bisogno di tre contenitori di plastica. Ognuno dovrebbe essere abbastanza capiente da contenere l'oggetto da anodizzare. Uno sarà destinato al processo di pulizia, un altro all'acido e l'ultimo al bagno di colore. Per questi compiti andranno bene dei secchi di vernice in plastica.
    • Per la soluzione neutralizzante, procurati una caraffa di plastica.
    • Come reagenti, puoi usare l'acido solforico, il bicarbonato di sodio, la soda caustica, la tintura per fibre metalliche e l'acqua distillata.
    • Trova un'adeguata fonte di alimentazione. Devi munirti di un alimentatore capace di produrre una corrente continua di minimo 20 volt. Una batteria per auto è l'ideale.
    • Procurati due cavi elettrici per collegare la batteria dell'auto alla soluzione acida. Dovrebbero essere abbastanza robusti da aggrapparsi all'oggetto metallico e sollevarlo o inserirlo nella soluzione.
    • Devi anche munirti di un altro pezzo di alluminio che funga da catodo all'interno della soluzione.
    • Procurati una pentola di grosse dimensioni e un fornello per riscaldare l'oggetto di metallo.
    • Indossa sempre un paio di guanti di gomma di grosse dimensioni. Dal momento che dovrai manipolare sostanze chimiche aggressive, presta attenzione alla tua sicurezza evitando che entrino in contatto con la pelle.
  3. 3
    Prepara una soluzione neutralizzante. È composta da bicarbonato di sodio che funge da agente alcalino in grado di neutralizzare il pH dell'acido solforico. Devi tenerla a portata di mano per pulire le attrezzature e annullare l'azione dell'acido solforico in caso di emergenza. Se la pelle dovesse entrare a contatto con l'acido, usala per alleviare la bruciatura invece di adoperare l'acqua, che potrebbe aggravare le condizioni della ferita.
    • Versa 360 g di bicarbonato di sodio in 3,8 l di acqua distillata.
  4. 4
    Prepara il metallo. Con questo procedimento puoi anodizzare qualsiasi lega di alluminio. Indossa un paio di guanti di gomma prima di pulire l'oggetto. Tutte le tracce presenti sulla superficie, persino quelle delle impronte digitali, possono influire sui risultati.
    • Lava il metallo con l'acqua e il detersivo per piatti.
    • Inseriscilo in una soluzione di acqua e soda caustica. Versa 420 g di soda caustica per ogni 3,8 l d'acqua. Usa un paio di guanti di gomma, immergi l'oggetto nella soluzione per circa 3 minuti.[10]
    • Sciacqualo con l'acqua distillata. Se sulla superficie non si formano goccioline, l'alluminio è pulito.
  5. 5
    Prepara la soluzione a base di acido solforico. Versa l'acido solforico all'interno di un recipiente di plastica contenente acqua distillata. Il rapporto deve essere rispettivamente 5 a 1.[11]
    • Non utilizzare un contenitore fragile, ad esempio di vetro.
    • Aggiungi sempre l'acido nell'acqua in modo che la soluzione non crei schiuma. Al contrario, potrebbe fuoriuscire dal contenitore.
  6. 6
    Prepara la fonte di alimentazione con i poli positivi e negativi. Prima di attivarla, collega un cavo all'uscita positiva e l'altro a quella negativa.
    • Collega l'altra estremità del cavo negativo all'oggetto metallico e immergi quest'ultimo nel recipiente contenente la soluzione di acido solforico.
    • Collega l'altra estremità del cavo positivo al pezzo di alluminio e immergi quest'ultimo nella soluzione senza toccare l'oggetto metallico.
    • Accendi la fonte di alimentazione. Il voltaggio da usare dipende dalla superficie del metallo che vuoi anodizzare. Controlla l'alimentatore. Inizia con una tensione bassa, di circa 2 ampere, e dopo qualche minuto aumentala fino a 10-12 ampere.
    • Anodizza l'alluminio per 60 minuti. L'alluminio caricato negativamente attirerà l'acido solforico caricato positivamente. Noterai una grande quantità di bollicine formarsi intorno al pezzo di alluminio, ma poche intorno all'oggetto da anodizzare.
  7. 7
    Rimuovi il pezzo di metallo e lavalo accuratamente sotto l'acqua. Fai attenzione a non far gocciolare l'acido. Tieni il recipiente contenente la soluzione neutralizzante sotto il metallo quando lo sposti verso il lavandino. Mettilo sotto l'acqua corrente per alcuni minuti e giralo per pulirlo da ogni lato.
  8. 8
    Prepara la tintura. In un recipiente a parte prepara una soluzione a base di tintura per fibre e acqua distillata in modo da ottenere il colore che desideri. Segui tutte le istruzioni del prodotto che hai acquistato.
  9. 9
    Immergi l'oggetto metallico nel bagno di colore per 20 minuti al massimo. Probabilmente dovrai lasciarlo soltanto per uno o due minuti, a seconda della tonalità che vuoi raggiungere. Puoi anche scaldare leggermente la soluzione per accelerare il processo. All'inizio avrai qualche difficoltà a ottenere il colore che desideri, perciò fai diversi tentativi con vari pezzi dallo stesso materiale.
    • Puoi utilizzare più volte la stessa tintura, quindi se preferisci, puoi conservarla in un contenitore di plastica dopo il primo tentativo.
  10. 10
    Metti l'oggetto nell'acqua bollente per 30 minuti in modo da fissare il colore. Scalda l'acqua in una pentola. Immergi l'oggetto all'interno. Il calore fisserà la tintura, ma la farà anche sbiadire leggermente.[12] Questo è un altro motivo per cui è meglio fare prima una prova.
  11. 11
    Lascia raffreddare il metallo. Toglilo dall'acqua calda e poggialo su un tovagliolo affinché si raffreddi per qualche minuto. Una volta che sarà completamente freddo, avrà assorbito il nuovo colore in modo permanente.
  12. 12
    Pulisci tutti gli attrezzi e i contenitori con la soluzione neutralizzante a base di bicarbonato di sodio. Risciacqua tutto e assicurati che non resti nessuna traccia di acido sugli strumenti con cui è entrato in contatto durante il processo di anodizzazione.

3
Patinare il Metallo

  1. 1
    Prepara la miscela. Esistono vari procedimenti per patinare il metallo. In sostanza, questo metodo modifica il colore mediante una reazione chimica che crea un rivestimento colorato sulla superficie. Se vuoi conferirle un aspetto antichizzato, simile al colore della Statua della Libertà, puoi adoperare questo sistema con qualsiasi oggetto di rame o bronzo. Per ottenere il colore che desideri, cerca le istruzioni precise in base al metallo che intendi patinare oppure acquista il colore in negozio.
    • Per realizzare una patinatura verderame, unisci 3 parti di aceto di mele e 1 di sale.
    • Se vuoi una patinatura nera, aggiungi il fegato di zolfo nell'acqua tiepida.[13]
    • Alcune ricette indicano di riscaldare il metallo prima di procedere alla patinatura, quindi ti conviene acquistare un bruciatore a gas.
  2. 2
    Riempi un contenitore con la miscela che hai creato. Puoi utilizzare un normale secchio di vernice se la soluzione è fredda, mentre ti conviene usare una pentola di metallo di grosse dimensioni se devi riscaldarla. Qualunque tipo di recipiente deve essere abbastanza capiente da contenere l'oggetto insieme alla soluzione. Probabilmente dovrai riscaldarla o raffreddarla, quindi adopera un contenitore adatto alla temperatura raccomandata nelle istruzioni che stai seguendo.
    • Alcune sostanze chimiche possono produrre esalazioni pericolose. Lavora sempre in una zona ben aerata.
    • Se devi colorare un oggetto di grandi dimensioni che fuoriesce dal recipiente, puoi travasare la soluzione in un flacone spray e spruzzarla sulla superficie. Puoi anche versarla su uno straccio e strofinarla oppure applicarla con un pennello. Assicurati soltanto di indossare un paio di guanti di gomma quando maneggi prodotti chimici in modo da evitare il contatto diretto con la pelle.
  3. 3
    Immergi l'oggetto nella miscela. Indossa un paio di guanti di gomma e colloca l'oggetto metallico all'interno del recipiente contenente la miscela per la patinatura. A seconda delle istruzioni che stai seguendo, probabilmente dovrai lasciarlo immerso da qualche minuto a diverse ore. Programma una sveglia e aspetta.
  4. 4
    Togli l'oggetto. Controllalo una volta scaduto il tempo. Se vuoi un colore più intenso, lascialo immerso più a lungo. Metti un paio di guanti di gomma e toglilo dalla soluzione quando ha assunto l'aspetto desiderato.
  5. 5
    Lascialo asciugare completamente. La patinatura continuerà a cambiare man mano che il metallo si asciuga, quindi sii paziente. Se vuoi colorarlo una seconda volta, rimettilo nella miscela e ripeti il procedimento.
  6. 6
    Smaltalo. Scegli uno smalto acrilico spray trasparente in modo da proteggere la superficie e il colore.

4
Usare il Calore

  1. 1
    Pulisci l'oggetto. Prima di iniziare, rimuovi la polvere, lo sporco e le impronte digitali. Lavalo con acqua e sapone. Lascialo immerso in uno sgrassatore. Quindi mettilo ad asciugare su una superficie pulita.
    • Non prenderlo a mani nude dopo averlo lavato. Anche il grasso dalle dita può influire sull'effetto finale del colore.
    • Non è possibile prevedere quale tonalità acquisterà il metallo sottoposto al calore. Il colore varia a seconda della temperatura, dell'umidità, del tempo impiegato e della lega.[14]
  2. 2
    Accendi una fonte di calore. Puoi utilizzare questo metodo su qualsiasi oggetto contenente rame o ferro, come l'acciaio. Una fiamma più piccola e concentrata, come quella prodotta dal becco di Bunsen o un cannello, conferirà una notevole variazione cromatica. Al contrario, con una fiamma aperta la variazione sarà più lieve.[15] A seconda della temperatura raggiunta dal metallo, puoi creare un colore che vira dal giallo chiaro all'azzurro.[16]
    • Adopera un paio di pinze, una chiave inglese o un attrezzo simile per mantenere il pezzo di metallo in modo da evitare il contatto diretto man mano che acquista calore.
    • Se hai un forno, puoi usarlo per riscaldare l'oggetto e conferirgli una tonalità più uniforme.
  3. 3
    Metti il pezzo di metallo sulla fiamma. Non puoi fare molto per gestire le sfumature cromatiche che arriverà ad assumere. Puoi soltanto controllare in che misura si colora in base al tempo di esposizione al calore. Noterai che il colore cambierà man mano che si raffredda. Ad esempio, il rosso potrebbe trasformarsi in un porpora tendente al viola.
    • Assicurati di scaldare il metallo in una zona ben aerata.
    • Fai attenzione a non bruciarti. Indossa un paio di guanti da lavoro.
    • Se la fiamma è sottile e il pezzo di metallo è abbastanza grande, puoi realizzare degli schemi cromatici di varie sfumature.
  4. 4
    Lascialo raffreddare. Spegni la fiamma o la fonte di calore. Dopodiché metti l'oggetto in un luogo sicuro, ad esempio su un pavimento in cemento, in modo che si raffreddi. Potresti tenere a portata di mano un secchio di acqua fredda in cui immergerlo e farlo raffreddare rapidamente.
  5. 5
    Rivestilo con lo smalto o la cera. Se stai trattando un gioiello o un oggetto di valore, potresti applicare un sigillante per conferirgli maggiore lucentezza e copertura. Una volta raffreddato, stendi uno strato di cera d'api o di sigillante acrilico trasparente in modo da preservare il colore e proteggere la superficie.[17] Infine, lascialo asciugare.

Consigli

  • Applica una seconda passata di primer solo se la prima è disomogenea o a chiazze.
  • Lavora in un luogo ben aerato, secco e tiepido (non caldo).

Avvertenze

  • L'acido solforico è pericoloso. Segui le istruzioni di sicurezza e prendi le dovute precauzioni.
  • Utilizza l'attrezzatura di sicurezza mentre levighi, colori e manipoli sostanze chimiche.

Cose che ti Serviranno

Colorare il Metallo

  • Spazzola metallica
  • Carta abrasiva di grana media
  • Lana d'acciaio
  • Acquaragia o trementina
  • Panni e strofinacci
  • Vernice e primer antiruggine in spray
  • Attrezzatura di sicurezza, tra cui guanti speciali, occhiali protettivi e mascherina

Anodizzare il Metallo

  • Fonte di corrente elettrica
  • Acido solforico
  • Tintura per fibre metalliche
  • Pezzo di alluminio
  • Due cavi
  • Soda caustica
  • Bicarbonato di sodio
  • Acqua distillata
  • Attrezzatura di sicurezza
  • Tre contenitori robusti, come secchi di vernice

Patinare il Metallo

  • Occorrente per la patinatura
  • Contenitore
  • Smalto
  • Attrezzatura di sicurezza

Colorare il Metallo con il Calore

  • Materiale per pulire e sgrassatore
  • Fonte di calore
  • Pinze
  • Attrezzatura di sicurezza
  • Smalto

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Fai da Te

In altre lingue:

English: Color Metal, Español: pintar diferentes tipos de metal, Русский: покрасить металл, Français: colorer du métal

Questa pagina è stata letta 6 406 volte.
Hai trovato utile questo articolo?