Come Coltivare Erbe

In questo Articolo:IniziareSemi per IniziareMettere a Dimora le ErbeRiferimenti

Se ami insaporire le tue pietanze con erbe fresche, coltivarle è una scelta non costosa e appagante. Le erbe sono piante che possono crescere all’esterno e all’interno, in vasi o nel terreno – tutto ciò di cui hai bisogno è di un luogo caldo e soleggiato e di poche altre cose.

Parte 1
Iniziare

  1. 1
    Scegli le erbe da coltivare. Quali erbe vorresti usare in cucina? Quando scegli le erbe da coltivare, inizia pensando alle tue preferenze. Poiché le erbe sono semplici e divertenti da coltivare, potresti voler provare con un’erba o due che compri abitualmente nei negozi di generi alimentari. Quando hai deciso quali coltivare, compra qualche pacchetto di semi nei vivai locali oppure online.
    • Il basilico, l’aneto, la salvia, il rosmarino, il timo, l’origano e la menta sono erbe favolose usate in molte cucine. Se vuoi coltivare un certo numero di erbe, queste sono una base solida per un giardino di erbe. Se vuoi, puoi anche coltivare un giardino di erbe per il tè.
    • Se hai intenzione di coltivare le erbe all’esterno, devi tenere conto delle caratteristiche del terreno e del clima della tua regione. Stabilisci in che fascia climatica ti trovi e assicurati che le erbe che scegli possano crescere nella tua zona.
  2. 2
    Decidi dove coltivare le erbe. Le erbe crescono facilmente sia all’interno sia all’esterno. Puoi anche scegliere se piantarle direttamente nel terreno oppure usare contenitori. La maggior parte delle erbe ha bisogno del pieno sole, per cui scegli un posto senza ombra.
  3. 3
    Scegli la terra per il vaso. La composizione del terreno è un fattore importante per coltivare con successo le erbe. Le erbe crescono in ambiente neutro (pH tra 6,5 e 7), tuttavia il terreno non deve essere particolarmente fertile. Infatti, se è troppo ricco, si guadagna in sviluppo, ma si perde in sapore. Più importante della fertilità è il drenaggio. Il terreno deve essere sciolto e friabile in modo che dreni bene.
    • Se stai iniziando dai semi, cerca terra da invaso adatta ai semi che non sia stata arricchita con nutrienti extra, poiché i semi contengono il nutrimento necessario per crescere e fare le radici.[1]
    • Per le piantine meno giovani scegli della terra che non sia stata trattata con pesticidi.
    • Puoi mischiare terra commerciale da invaso con del compost per aiutare le erbe a crescere vigorose e sane.[2]

Parte 2
Semi per Iniziare

  1. 1
    Inizia all’inizio della primavera. Il periodo migliore per piantare semi è quando la temperatura è ancora fredda e la stagione di crescita deve ancora arrivare. Questo dà ai semi il tempo di germogliare e di stabilizzarsi; dovrebbero essere pronti per la messa a dimora quando la temperatura inizia ad aumentare.
  2. 2
    Prepara i contenitori per i semi. I semi delle erbe possono essere coltivati in qualunque tipo di piccolo contenitore, come un vecchio cartone di uova, coppette di yogurt o contenitori specifici disponibili presso i vivai. Marca i contenitori per tenere traccia dei semi che contengono. Riempili con terra da invaso, quindi inumidiscila con un po’ d’acqua. Sistema il contenitore in un’area soleggiata con una temperatura costante di circa 21 gradi. A questo stadio di crescita i semi non dovrebbero essere esposti ai raggi solari per evitare sovra riscaldamento.
    • Anche se hai deciso di coltivare le erbe all’esterno, è più semplice avviare i semi all’interno dove puoi controllare la temperatura e l’acqua.
    • La maggior parte delle erbe ha bisogno di un ambiente umido per germinare. Se vivi in una zona con l’aria molto secca, copri i vasi di semi con pellicole di plastica. Tuttavia non avvolgere troppo strettamente perché i semi hanno bisogno d’aria per germinare.
  3. 3
    Metti in ammollo i semi. Questo passaggio prepara i semi alla germinazione. Sistema i semi in uno strato piano tra due fogli di carta inumidita. Lascia in ammollo per circa 4 ore il giorno che devi piantarli.[3]
  4. 4
    Pianta i semi. Controlla le buste dei semi per sapere come ciascun tipo di erba deve essere piantato. Alcuni semi devono essere semplicemente sparsi a caso sulla superficie del terreno, mentre altri non germineranno se non sono posizionati sotto la superficie. In poche settimane i semi germineranno e inizieranno a crescere e mettere foglie. Mantieni costante la temperatura e l’esposizione al sole, e assicurati che il terreno non si inaridisca.
  5. 5
    Dirada le piantine. Una volta che le piantine hanno messo su le foglie, hai bisogno di rimuoverne alcune dal vaso in modo che le più forti abbiano spazio per crescere. Elimina quelle meno sviluppate e lascia circa tre centimetri di spazio tra le rimanenti.[4]

Parte 3
Mettere a Dimora le Erbe

  1. 1
    Prepara l’aiuola per mettere a dimora. Usa un rastrello da giardino per allentare e pulire e spargi con il rastrello la terra da invaso che hai preparato per le erbe fino a un’altezza di 15 cm. Spargi acqua sul terreno per inumidirlo. Scava buchi a una certa distanza per mettere a dimora le piantine.
    • Se stai piantando le erbe in vaso, stabilisci quante ce ne possono stare in ogni vaso. Molte erbe occupano molto spazio quando crescono, in questo caso è meglio non mettere più di 2 – 3 piantine in ciascun contenitore.
    • Puoi aggiungere un po’ di fertilizzante al terreno, ma non esagerare perché le erbe potrebbero non attecchire.
  2. 2
    Metti a dimora le piantine. Le erbe sono pronte per essere messe a dimora quando sono ben stabilizzate e hanno molte foglie adulte. Piantale quando la temperatura esterna è al di sopra di 10 gradi, e non ce rischio di gelate. Con delicatezza solleva le piantine dai vasi, libera le radici, e sistemale nel terreno. Consolida il terreno alla base dei gambi, quindi inumidisci il terreno con acqua.
    • Se pianti le erbe all’esterno, è una buona idea farle “rafforzare” transitandole, per qualche giorno, in un garage o in altro spazio esterno al coperto prima di metterle a dimora nel terreno.
  3. 3
    Prenditi cura delle erbe. Una volta che le erbe sono messe a dimora, ti devi solo preoccupare che abbiano abbastanza sole e acqua. Fai attenzione al livello di umidità del terreno, e non farlo inaridire mai. Le erbe cresceranno forti e in salute, e presto sarà tempo di coglierle.

Consigli

  • Alcuni giardinieri vanno un po’ oltre nel perseguire un perfetto drenaggio e creano piazzole sollevate alcuni cm dal terreno. Un bordo di mattoni, ciocchi di legna, o pietre serve allo scopo, e, in più, delimita l’aiuola. Un vantaggio delle piazzole sopraelevate è che possono essere realizzate in fretta. Puoi profilare la forma a tua scelta proprio sopra il prato. Metti in ogni sezione da 10 a 15 cm di terra da invaso preparata per le erbe. Il tappeto erboso sotto la terra da invaso morirà per mancanza di aria e di luce, e con la sua decomposizione formerà materia organica. Copri i percorsi con 10 – 15 cm di pacciamatura ed elimina l’erba che cerca di sopravvivere. Una combinazione di esposizione e di terreno con buon drenaggio favorirà uno sviluppo rigoglioso e terrà lontane le malattie da funghi mantenendo le piante sane. La temperatura secca concentrerà inoltre gli oli essenziali nelle foglie migliorando l’aroma.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Il Tuo Orto

In altre lingue:

English: Grow Herbs, Deutsch: Kräuter anbauen, Português: Cultivar Ervas para Tempero, Español: cultivar hierbas aromáticas, Français: planter des herbes aromatiques, 中文: 种植香草, Русский: вырастить пряные травы, Bahasa Indonesia: Menanam Tanaman Rempah

Questa pagina è stata letta 1 721 volte.
Hai trovato utile questo articolo?