Scarica PDF Scarica PDF

Dopo aver comprato i mirtilli al supermercato per anni, potresti chiederti se puoi coltivarli in casa. È facile far crescere in giardino una delle tre principali varietà di mirtilli, scegliendole in base al clima in cui vivi. I cespugli dei mirtilli resistono a molti parassiti e malattie, inoltre possono produrre frutti tutte le estati per 20 anni. Le bacche sono ricchissime di antiossidanti salutari, hanno un sapore delizioso e abbelliscono il tuo giardino.[1] Per coltivarli, inizia scegliendo una varietà, poi prepara un punto del giardino in cui li farai crescere e ti prenderai cura di loro.

Parte 1 di 4:
Scegliere una Varietà di Mirtillo

  1. 1
    Scegli il mirtillo gigante americano se vivi in una zona dal clima caldo. Questa varietà cresce bene nelle zone 4-7 della classificazione USDA. La varietà a fusto alto (highbush) è la più comune e produce bacche grosse e scure su cespugli alti 1,8-2,5 metri.
    • Pianta i cespugli a 1,8 metri di distanza l'uno dall'altro.
    • Questa varietà è la migliore se desideri mangiare mirtilli freschi o preparare dolci.
  2. 2
    Pianta i mirtilli a fusto basso se il clima nella tua zona è freddo. Questa varietà, detta anche lowbush resiste al freddo ed è più adatta alle zone climatiche 2-6 della classificazione USDA; è molto resistente e cresce vicina al terreno, con cespugli alti da 15 a 45 cm.
    • Pianta i cespugli a 60 cm di distanza l'uno dall'altro.
    • Le bacche delle piante a fusto basso sono piccole e dolci. Sono ideali per preparare muffin e pancake.
  3. 3
    Se il clima nella tua zona è molto caldo, scegli la varietà rabbiteye. Questa varietà cresce meglio nelle zone 7-9 della classificazione USDA ed è in grado di sopravvivere al caldo e alla siccità. Di solito, le bacche sono più piccole rispetto a quelle delle varianti a fusto alto e maturano leggermente più tardi in estate.
    • Pianta i cespugli di mirtilli rabbiteye a 4,5 metri di distanza l'uno dall'altro.
    • Se non hai molto spazio per piantare questa varietà, è meglio sceglierne un'altra rispetto alla rabbiteye.
  4. 4
    Preparati a favorire l'impollinazione. I fiori dei mirtilli hanno sia gli organi maschili che quelli femminili, ma non sono in grado di autoimpollinarsi. Se vuoi essere sicuro che le tue piante vengano impollinate, posizionane varietà diverse a meno di 30 metri di distanza l'una dall'altra. In questo modo, le api potranno spostarsi da un fiore all'altro e favorire l'impollinazione incrociata.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Creare le Condizioni Ideali per la Crescita delle Piante

  1. 1
    Costruisci un'aiuola sopraelevata, esposta alla luce diretta del sole. Le piante da frutto hanno bisogno di quanta più luce solare possibile, specie quando le bacche iniziano a crescere. In particolare, i mirtilli crescono meglio in aiuole larghe 90-120 cm e alte 20-30 cm. Realizza una semplice aiuola sopraelevata con due tavole di cedro lunghe 20 cm e spesse 2,5 cm. Il cedro è una buona scelta per questo progetto, poiché invecchiando, non marcisce.[2]
    • Per la tua aiuola, scegli un punto che si trova in alto nel giardino, o che sia sopraelevato. Evita le zone basse e gli spazi in cui l'acqua tende a raccogliersi.
  2. 2
    Aggiungi al terreno torba di sfagno. Mescolando lo sfagno al terreno, ne migliori il drenaggio; infatti, questo materiale può assorbire e trattenere una quantità d'acqua pari a 10-20 volte il proprio peso. Scava zone di impianto di circa 75 cm di diametro e profonde 30 cm. Rimuovi non più di metà del terreno e mescolalo in parti uguali con la torba di sfagno. In seguito, rimetti nella zona di impianto il mix di sfagno e terriccio.
    • Ricorda che la torba di sfagno può essere dannosa per l'ambiente ed è piuttosto costosa. La produzione di questo materiale comporta elevati costi ambientali, inclusi l'uso di carburanti per scavare le trincee di drenaggio, per falciare ed essiccare la torba, per imballarla e spedirla a lunga distanza.
  3. 3
    Controlla il pH del terreno. Molti frutti crescono meglio nei terreni leggermente acidi, con un pH che va da 5,5 a 6,5. I mirtilli preferiscono un terreno ancora più acido, con un pH tra 4,09 e 5.
    • Nei vivai, dovresti trovare kit per il test del pH del terreno, con allegati sacchetti e istruzioni.
    • Se il pH del terreno supera 5, arricchiscilo per aumentarne l'acidità utilizzando un mix di terriccio o compost acido.
    • Se il pH del terreno è superiore a 4,5, aggiungi dello zolfo granulare per farlo avvicinare a 4,09.
    • Una volta modificata la composizione del terreno, testa nuovamente il pH.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Piantare i Mirtilli

  1. 1
    Usa piante di mirtillo di 2 o 3 anni. In questo modo, inizieranno rapidamente a produrre bacche. Se sceglierai esemplari più giovani, passeranno anni prima che diano i primi frutti.
    • Pianta i cespugli all'inizio della primavera. I frutti saranno maturi alla fine dell'estate.
  2. 2
    Libera le radici delle piante. Per farlo, colpiscile con il palmo della mano. Continua per tutto il diametro del contenitore, poi giralo di lato e lascia scivolare fuori la pianta, colpendo il fondo del vaso. Prendi la pianta con la mano prima che cada a terra.[3]
    • Evita di afferrare la pianta dai rami, perché potresti staccare le radici e danneggiarla.
  3. 3
    Scava una piccola buca per ciascuna pianta. Non è necessario che sia molto profonda, perché la parte più alta delle radici deve trovarsi a 2,5-5 cm sopra il livello del terreno (per le piante di circa 2 anni, dovrebbero bastare 50 cm di profondità e 45 cm di larghezza). Per realizzare le buche, basta usare una paletta.[4]
    • Scava le buche a una distanza superiore ai 75 cm, ma inferiore a 1,8 m. Se le buche fossero più vicine, otterresti una fila continua; se fossero più lontane, otterresti cespugli separati.
  4. 4
    Pianta i mirtilli. Compatta il terreno sopra la pianta, in modo da coprire le radici esposte con 1 cm di terreno. A quel punto, aggiungi 5-10 cm di pacciame. Questo favorisce l'idratazione del terreno, lo arricchisce e previene la crescita delle erbacce.[5]
    • Il pacciame di corteccia, di segatura e di sfalci d'erba sono i migliori per i mirtilli. Applicali nuovamente una volta ogni due anni.
    • Annaffia sempre bene il terreno dopo aver piantato i mirtilli.
  5. 5
    Coltiva i mirtilli a partire dai semi. Se preferisci non usare piante adulte, puoi coltivarle anche dai semi. Piantale in un contenitore profondo 7,5 cm, riempito con sfagno umido e tritato finemente. Mantieni lo sfagno umido in una stanza calda tra i 15,5 °C e i 21 °C, coperto da un foglio di giornale.[6]
    • I semi dovrebbero germogliare entro un mese. Esponi le piantine alla luce solare diretta e continua a farle crescere nello sfagno, finché non diventano alte 5-7,5 cm. A quel punto, potrai trasferirle in un vaso più grande o nel giardino.
    • Annaffia bene le piantine e tienile in una posizione ben illuminata dal sole. Dopo due o tre mesi, fertilizza il terreno con un prodotto liquido, a metà della concentrazione consigliata.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Prendersi Cura delle Piante di Mirtillo

  1. 1
    Annaffia le piante. Utilizza 2,5-5 cm d'acqua a settimana. Fai attenzione a non annaffiare troppo, in modo da non allagare i mirtilli.[7]
  2. 2
    Pota le piante tutti gli inverni. Il primo anno in cui coltivi i mirtilli, taglia tutti i fiori. Questo consente alla pianta di diventare resistente prima di iniziare a produrre frutti. Inoltre, serve a eliminare i rami che non crescono bene o che sono troppo fitti, consentendo alle parti produttive della pianta di diventare più forti.[8]
    • In seguito, dovrai potare i rami più bassi lungo la base del cespuglio ogni anno, praticando un taglio diagonale all'inizio di ciascun ramo. Elimina tutti i rami morti e secchi dalla pianta, oltre alle parti decolorate e macchiate.
    • Pota i mirtilli a fusto basso tagliando i gambi al livello del terreno, ma evita di farlo su tutta la pianta, perché i rami potati non producono frutti nella stagione seguente. Per assicurarti che il mirtillo produca le bacche tutti gli anni, pota solo metà pianta, una volta l'anno.
    • La potatura dovrebbe eliminare circa un terzo o metà delle parti legnose della pianta. Se necessario, dirada ulteriormente i rami.
    Consiglio dell'Esperto

    Potando la pianta, ne controlli la crescita e stimoli lo sviluppo dei rami laterali. Con il tempo, questo ti permette di renderla più fitta e resistente.

    Steve Masley

    Steve Masley

    Specialista in Orti di Verdura Biologica
    Steve Masley si occupa della progettazione e della manutenzione di orti finalizzati alla produzione di verdure biologiche nella San Francisco Bay Area da oltre 30 anni. Nel 2007 e nel 2008 ha dato un corso di pratiche agricole sostenibili a livello locale sul campo all'Università di Stanford.
    Steve Masley
    Steve Masley
    Specialista in Orti di Verdura Biologica
  3. 3
    Fertilizza le piante. Se i cespugli di mirtillo crescono meno di 30 cm l'anno (o meno di 10 cm per le piante a fusto basso), prova a usare un fertilizzante naturale per stimolarne la produttività. Se possibile, scegline uno organico, in modo da evitare di danneggiare le radici e distribuire l'azoto ai mirtilli efficacemente.
    • Le farine di semi di soia o di erba medica sono ottime opzioni organiche. Utilizza da 60 ml a 500 ml di fertilizzante per pianta, in base alle loro dimensioni.
    • Anche le farine di sangue e di semi di cotone possono essere utilizzate come fertilizzante.
    • Per ottenere i risultati migliori, fertilizza le piante all'inizio della primavera e di nuovo prima dell'estate. Ricorda sempre di annaffiare bene prima di applicare il trattamento.
  4. 4
    Testa il livello del pH del terreno dopo due anni. Ricorda, se il valore supera 5, puoi arricchire il terreno per renderlo più acido, utilizzando compost o terriccio acido. Se invece supera 4,5 aggiungi al terreno zolfo granulare, in modo da abbassare il pH.[9]
  5. 5
    Raccogli i mirtilli. Dovresti farlo alla fine di luglio o all'inizio di agosto. Alcune varietà, inclusa la rabbiteye, richiedono un po' più di tempo per maturare completamente. Ogni anno, il raccolto arriverà in un periodo leggermente diverso, in base alle condizioni climatiche.[10]
    Pubblicità

Consigli

  • Congela i mirtilli maturi in eccesso oppure utilizzali per preparare marmellate, perché si conservano per poco tempo, una volta raccolti.
  • Copri i mirtilli con reti per proteggerli dagli uccelli all'inizio dell'estate. In questo modo, eviterai che i frutti siano mangiati dagli animali.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Steve Masley
Co-redatto da:
Specialista in Orti di Verdura Biologica
Questo articolo è stato co-redatto da Steve Masley. Steve Masley si occupa della progettazione e della manutenzione di orti finalizzati alla produzione di verdure biologiche nella San Francisco Bay Area da oltre 30 anni. Nel 2007 e nel 2008 ha dato un corso di pratiche agricole sostenibili a livello locale sul campo all'Università di Stanford. Questo articolo è stato visualizzato 27 105 volte
Categorie: Il Tuo Orto
Questa pagina è stata letta 27 105 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità