Scarica PDF Scarica PDF

Le Sarracenie sono piante carnivore in grado di utilizzare le loro foglie a forma di tubo per intrappolare e digerire gli insetti.[1] Gli insetti vengono fatti annegare con un nettare dolce e con richiami visivi. L'interno del tubo è spesso troppo scivoloso perché consenta all'insetto di arrampicarsi. Quando gli insetti cadono nella pozza all'interno, sono digeriti da enzimi o batteri. Il motivo per cui queste piante si alimentano con il metodo descritto, è perché il suolo in cui crescono manca di minerali o è molto acido, e in questo modo sono in grado di compensare prendendo dagli insetti i nutrienti che occorrono. È possibile coltivare queste piante affascinanti a casa, basta seguire i seguenti passaggi.

Passaggi

  1. 1
    Fai ricerche sui requisiti di ciascuna specie. Le Sarracenie si trovano dappertutto, così i requisiti per farle crescere variano secondo la regione di provenienza. Leggi alcuni libri di qualità sull'argomento per acquisire una solida conoscenza di queste piante e delle loro necessità. Di seguito trovi una breve panoramica dei vari tipi di Sarracenie:
    • Nepente, sono piante carnivore tropicali, note come le tazze delle scimmie - Ci sono circa 120 specie appartenenti al genere Nepente e si sviluppano nei tropici del vecchio mondo (principalmente nell'arcipelago malese). La maggior parte di queste specie richiede elevata umidità, moltissima acqua e livelli di luce medio-alti (simili a quelli richiesti dalle orchidee).[2] Queste non sono piante ideali per i "principianti".[3]
    • Sarraceniaceae - questa famiglia di piante carnivore cresce nel nuovo mondo e può essere suddivisa in tre generi (gruppi di specie):
      • Sarracenia - tutte queste specie crescono in America settentrionale. Esse richiedono stagioni ben marcate, un forte irraggiamento solare diretto, e moltissima acqua.
      • Darlingtonia - queste specie sono presenti quasi esclusivamente nell’Oregon e nella California del Nord e sono difficili da coltivare. Le radici devono essere mantenute più fresche rispetto al resto della pianta, perché si sviluppano in ambienti con acqua corrente fredda.
      • Heliamphora - tutte queste specie sono originarie dell’America meridionale. Anch’esse sono difficili da coltivare.
    • Cephalotus - c'è solo una specie appartenente a questo genere (Cephalotus folicularis) e può essere coltivata come qualsiasi pianta subtropicale.
    • Bromeliaceae - questa è la stessa famiglia cui appartiene l’ananas. Una o due specie di questa famiglia sono ritenute carnivore. Esse non formano i caratteristici ascidi.
  2. 2
    Procurati le piante. Una volta che hai deciso quali specie vuoi far crescere, inizia la ricerca di una fonte di approvvigionamento. La cosa migliore è trovare una serra affidabile per acquistare una pianta carnivora sana. Chiedi agli assistenti di vendita consigli per la coltivazione della specie che acquisti.
    • È anche possibile ordinare on-line le piante carnivore, ma possono essere facilmente danneggiate e morire durante il trasporto.
    • Anche se è possibile coltivare piante carnivore da semi o talee, questo non è consigliato per i principianti.
  3. 3
    Sistema la pianta in posizione soleggiata in modo che riceva almeno sei ore di luce solare diretta. Le temperature ideali sono comprese tra 15,5º C e 29,6º C). La bellissima colorazione della pianta carnivora sarà molto più intensa se la pianta riceve almeno un paio d'ore di pieno sole ogni giorno, ma crescerà anche abbastanza bene in zone parzialmente ombreggiate. La maggior parte delle persone coltiva le piante carnivore in serra o in un contenitore in vetro per allevare piccoli animali o piante.[4] Si può fare una versione poco costosa utilizzando un sottovaso e una bottiglia di soda; taglia la parte superiore della bottiglia e mettila capovolta sopra la pianta su un sottovaso.[5] Il giardino sarà adatto solo se si replica l'ambiente preciso dove le piante carnivore crescono naturalmente.
    • L’illuminazione inadeguata è una causa comune che uccide le piante carnivore nell'ambiente di casa. Se non hai una serra o uno spazio umido, soleggiato per le piante, considera l'utilizzo dell’illuminazione artificiale. Illuminare con diverse lampadine fluorescenti di colore bianco freddo o caldo, sistemate a 30 cm dalla pianta, aiuterà.[6]
    • Sistema solo le piante carnivore più resistenti sul davanzale di una finestra, e anche allora, soltanto se hai umidità e sole adeguati. Mentre i bagni sono meravigliosamente umidi, le loro finestre sono di solito troppo scure per fornire la quantità di luce richiesta dalla pianta carnivora.[7] Le piante carnivore più resistenti comprendono le drosera, le otricolarie e le pinguicole. Una dionea di Venere probabilmente non gradirà di essere messa su un davanzale.[8]
    • L’aria condizionata rende l’aria troppo secca per le piante carnivore.
  4. 4
    Dopo aver sistemato la pianta in modo appropriato, riempi gli ascidi con acqua per circa 1,5 cm per mantenere l’umidità all'interno. Durante il viaggio, il liquido già presente negli ascidi a volte cade, e se gli ascidi si seccano, la pianta potrebbe morire.
  5. 5
    Procurati un terreno con un buon drenaggio. Un buon terreno è uno composto da una miscela di torba acida di sfagno e perlite in rapporto di uno a uno o una miscela di sfagno, carbone e corteccia. Il tipo di terreno e la sua composizione, tuttavia, dovrebbe essere studiato molto attentamente in base al tipo di pianta carnivora che hai. Se la tua pianta carnivora non gradisce il terreno, essa non prospererà e morirà. Non utilizzare una miscela di terra normale o fertilizzanti – le piante carnivore sono preparate ai terreni poveri e un suolo ricco sarà un sovraccarico.
  6. 6
    Mantieni il terreno molto umido durante il periodo vegetativo, da maggio a ottobre. Un vaso drenante deve restare in 2,5 cm di acqua stagnante. Non lasciare asciugare completamente le piante. Assicurati che l'acqua che usi sia acqua piovana o distillata, con bassi livelli di sali. Aerare l'acqua prima di innaffiare la pianta può aiutarla a crescere. Per aerare l'acqua, riempi un contenitore pieno a metà con acqua, sigillalo e scuotilo vigorosamente.
  7. 7
    Mantieni l'habitat umido. Le piante carnivore possono tollerare la bassa umidità, ma di solito smettono di formare gli ascidi, se l'umidità è inadeguata. Circa il 35 per cento di umidità va bene per le piante. Serre e terrari possono fornire l'umidità necessaria, ma assicurati di fornire la ventilazione appropriata, così l'aria non si surriscalda o diventa stagnante.
  8. 8
    Nutri la pianta. Se le piante carnivore crescono da qualche parte in cui non ci sono insetti per un periodo prolungato di tempo, aggiungi qualche piccolo insetto, come una mosca, o uno scarafaggio, a una pianta adulta. Tuttavia, questo solitamente non è necessario. Molti tipi beneficiano dell'aggiunta di una piccola quantità di fertilizzante solubile bilanciato per gli ascidi (per esempio Miracid - 1/8 di cucchiaino per litro d'acqua). Aggiungi questa soluzione solo per gli ascidi finché sono riempiti per 3/4.[9]
  9. 9
    Preoccupati del benessere della pianta carnivora. Oltre a innaffiare, mantenere l’umidità e alimentarla, tenerla in buona forma richiede che si garantisca lo spazio per crescere e che sia protetta:
    • Taglia tutte le foglie morte con le forbici quando inizia il periodo di letargo invernale. Il loro periodo dormiente varia secondo la specie, ma è normalmente di circa 3-5 mesi durante l'inverno. Durante questo periodo, dovrebbero essere mantenute al fresco e in condizioni più secche del normale.
    • Proteggi le piante carnivore all'aperto. Lasciale in vaso o garantiscigli una spessa pacciamatura di foglie e copri con la plastica o con un contenitore nelle zone climatiche da sei a otto durante i mesi invernali, se sono all’aperto.
    • Dividi e riinvasa la pianta carnivora quando esce dalla dormienza, prima della rapida crescita di nuove piante e dell’inizio di un nuovo ciclo. Le piante carnivore possono vivere per parecchi anni se curate adeguatamente.
    Pubblicità

Consigli

  • Non toccarle perché l’unto della pelle delle mani sarà una morte lenta per le piante.
  • Le piante carnivore tropicali, come le Nepente o le tazze delle scimmie hanno bisogno di una serra per crescere correttamente. Una serra in cui crescono con successo le orchidee produce l'ambiente giusto per le Nepente.
  • Le piante carnivore possono essere divise e rinvasate quando cessa il letargo invernale, ma questo deve essere fatto prima dell'inizio della nuova vigorosa crescita.
  • Acquista solo piante coltivate in vivaio per ottenere i migliori risultati. Contatta il tuo vivaio locale per conoscere la disponibilità o ordina online dai fornitori di piante carnivore.
  • Quando la pianta cresce all'interno mettila in una finestra esposta a sud o forniscile da 12 a 14 ore di luce artificiale.
  • Sposta la pianta in vaso nello scantinato o in altra zona fredda durante i mesi di letargo nelle zone più fredde e mantieni il terreno umido. Le temperature più adatte sono intorno ai 4 o 5 gradi durante questo periodo di tre-quattro mesi.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non utilizzare terra per giardini - uccide la pianta.
  • Non lasciare mai che il terreno si asciughi, anche durante la dormienza tieni acqua nel sottovaso di drenaggio.
  • Le piante carnivore crescono in altezza da circa 10 cm (la carnivora pappagallo) a più di 1 m (la carnivora gialla). Fai attenzione a scegliere una varietà che si adatti alle tue esigenze.
  • Le piante carnivore possono essere coltivate all'aperto durante la stagione di crescita. Esse vanno in letargo durante l'inverno. Le piante carnivore tropicali non sopportano temperature di congelamento. Le piante carnivore dell'America settentrionale possono essere lasciate all'esterno secondo la zona di crescita USDA.
  • Non concimare mai una pianta carnivora; la pianta prende il suoi nutrienti dagli insetti che cattura. Se l'alimenti con insetti, non esagerare perché l'eccesso può farla appassire e morire.
  • Devi utilizzare solo acqua distillata o acqua piovana per innaffiare le piante carnivore.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Un vivaio - una pianta carnivora in crescita (preferita ma anche i semi vanno bene)
  • Un giardino
  • Una serra (opzionale)
  • Un bel posto soleggiato (opzionale)

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Piantare i Semi di CiliegioPiantare i Semi di Ciliegio
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Raccogliere il BasilicoRaccogliere il Basilico
Ravvivare un'Orchidea che non FiorisceRavvivare un'Orchidea che non Fiorisce
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Eliminare le Formiche dalle Piante in VasoEliminare le Formiche dalle Piante in Vaso
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Rinvigorire una Pianta di Aloe Vera AppassitaRinvigorire una Pianta di Aloe Vera Appassita
Prendersi Cura delle OrchideePrendersi Cura delle Orchidee
Ottenere una Pianta di Aloe da una Foglia
Potare e Raccogliere la LavandaPotare e Raccogliere la Lavanda
Far Rifiorire gli AmarilliFar Rifiorire gli Amarilli
Pubblicità

Riferimenti

  1. Wisegeek, What are Pitcher Plants?, http://www.wisegeek.com/what-are-pitcher-plants.htm
  2. http://www.pitcherplant.com/care_sheets/nepenthes_care.html
  3. The International Carnivorous Plant Society, Nepenthes, http://www.sarracenia.com/faq/faq3068.html
  4. The International Carnivorous Plant Society, Do I need a terrarium?, http://www.sarracenia.com/faq/faq3040.html
  5. The International Carnivorous Plant Society, Will a bottle terrarium work?, http://www.sarracenia.com/faq/faq3050.html
  6. The International Carnivorous Plant Society, The Carnivorous Plant FAQ, http://www.sarracenia.com/faq/faq3020.html and http://www.sarracenia.com/faq/faq3410.html
  7. The International Carnivorous Plant Society, What can I grow on my windowsill?, http://www.sarracenia.com/faq/faq3025.html
  8. The International Carnivorous Plant Society, What can I grow on my windowsill?, http://www.sarracenia.com/faq/faq3025.html
  9. http://www.pitcherplant.com/care_sheets/nepenthes_care.html

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 23 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 11 194 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 11 194 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità