Il genere anthurium, chiamato anche anturio, comprende centinaia di specie di piante tropicali, spesso ammirate come piante d'appartamento per i loro fiori splendenti quasi tutto l'anno. L’anturio è originario delle foreste pluviali tropicali dell'America centrale e meridionale. Nonostante la sensibilità alla temperatura e all’umidità, le piante del genere anturio sono relativamente resistenti e facili da curare se tenute al chiuso. Sono di solito vendute come talee o piante adulte, ma è possibile coltivarle anche dai semi.

Parte 1 di 2:
Prendersi Cura di un Anturio

  1. 1
    Prepara una miscela di terriccio. L’anturio predilige un terreno ben drenante, grossolano. Prova una miscela in parti uguali di perlite, torba e corteccia di pino.[1] In alternativa, combina una miscela di tre parti con una parte di materiale grossolano come corteccia di orchidea o roccia lavica.[2]Se la pianta di anturio ha almeno un anno di età, può preferire un materiale ancora più grossolano, ottenuto aggiungendo una manciata di carbone sbriciolato per acquario, sabbia di fiume grossolana, o piccoli pezzi di mattoni spaccati.
    • Le piante di anturio possono crescere all'aperto solo nelle zone USDA 11 e 12, corrispondenti a temperature annuali minime di 4,4° C o più elevate.[3] In qualsiasi altro clima, utilizza un vaso per fiori e tienile al chiuso.
  2. 2
    Pianta un anturio in un vaso riempito per 1/3 di questa miscela di terriccio. La pianta di anturio dovrebbe essere tenuta in un vaso appena leggermente più grande della pianta stessa, diversamente le sue radici possono marcire e morire.[4] Riempi un vaso per 1/3 con la soluzione di terriccio che hai preparato. In genere, le radici della pianta continueranno a crescere al di sopra dello strato del materiale, quindi inizia con questo livello basso di riempimento per ritardare la necessità di trapiantare l'anturio in un vaso più grande.[5]
    • Se utilizzi una soluzione di terriccio con poco materiale grossolano o poco drenante, considera uno o due strati di ciottoli alla base del contenitore per accelerare il drenaggio dell'acqua.
  3. 3
    Mantieni il vaso in un luogo tiepido o caldo, con sole indiretto. Le piante di anturio prosperano in temperature diurne tra 27 – 32° C. Se ciò non è possibile, la pianta sopravvivrà in genere al chiuso a temperature superiori a 15,5° C, ma con temperature più calde è meglio.[6] Evita il sole diretto che può bruciare la pianta, ma tienila in un luogo luminoso per favorire la fioritura. Un davanzale esposto a sud o a est è una buona scelta (esposizione a nord o est se sei nell'emisfero meridionale).[7]
    • Se le temperature di notte scendono sotto 4,4° C, le foglie possono ingiallire e probabilmente la crescita sarà rallentata. La pianta raramente sopravvive a lungo se le temperature cadono sotto lo zero.[8]
    • Non tenere le piante direttamente davanti a stufe e ventole per il riscaldamento, che possono bruciarle.
  4. 4
    Mantieni l'aria umida. Riproduci l'ambiente umido, tropicale delle piante di anturio mantenendo la camera con l’80% di umidità o più.[9]Gli acquari o i vassoi bassi con ciottoli e acqua aiuteranno a raggiungere questo risultato, se posizionati vicino alla pianta. Nebulizza la pianta settimanalmente, o giornalmente se vivi in un clima asciutto, facendo attenzione a spruzzare le porzioni del fusto che sono cresciute sopra il bordo del vaso.[10]
  5. 5
    Mantieni il terreno umido, ma non inzuppato. Dai piccole quantità d’acqua come necessario per evitare che il suolo si asciughi. Anche nella stagione calda, il terreno non ha bisogno di essere innaffiato più di una volta ogni due o tre giorni, perché la pianta non assorbire grandi quantità d'acqua dalle sue radici.
    • Se le foglie diventano gialle (ma non marrone e appassite), questo può essere un segno di eccesso d’acqua. Lascia asciugare il terreno prima di ridare acqua in questo caso.[11]
  6. 6
    Assicura un sostegno se l'anturio tende a piegarsi. La maggior parte delle piante di anturio in natura, ma probabilmente la minoranza di quelle vendute come piante da appartamento, sono "epifite", cioè cresce su altre piante anziché sul suolo. Se la tua pianta ha viticci con cui riesce a sostenersi, utilizza un paletto o un altro oggetto in legno per consentire alla pianta di arrampicarsi. Non è necessario spostare l’anturio epifita fuori dal terreno; questo non gli causerà danni.[12]
  7. 7
    Fertilizza con cautela la tua pianta di anturio. Appena piantato, l’anturio non necessita di fertilizzante per almeno un paio di mesi. Se decidi di applicare il fertilizzante per incoraggiare la crescita e i colori vivaci, utilizzane uno a lento rilascio con composizione 3:1:2 e diluisci a 1/4 la concentrazione consigliata prima di applicare secondo le istruzioni.[13]
  8. 8
    Trasferisci in un vaso più grande ogni volta che è necessario. Le piante di anturio spesso costruiscono un monticello di radici sopra la superficie del terreno. Circa una volta l'anno, o se il terreno comincia a asciugarsi rapidamente fra le innaffiature, metti uno strato di torba o muschio di sfagno sopra la metà inferiore, o i 2/3, del fusto esposto. Mantieni questo strato umido e attendi che le radici fuoriescano dalla parte sepolta del gambo. Una volta che si sono diffuse in tutto questo strato, taglia il gambo con un coltello affilato, pulito, alla base della miscela di terriccio e trasferisci il gambo sepolto in un vaso nuovo, con il gambo interrato sotto il livello del suolo.[14]
    • Ricorda, invasa l’anturio in un contenitore pieno di terriccio solo per 1/3 del vaso, in modo che lo stelo resti sotto il bordo del vaso.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Coltivare l’Anturio dai Semi

  1. 1
    Inizia dai semi per una nuova sfida. L’anturio coltivato per essere commercializzato in genere è propagato utilizzando talee e innesti. Si può coltivare l'anturio dai semi, ma la pianta risultante può avere caratteristiche imprevedibili se i semi sono stati prodotti da una pianta madre ibrida, e può essere più difficile da coltivare. Al di fuori delle zone tropicali, può inoltre essere difficile procurarsi semi freschi di anturio.
    • Se stai coltivando una talea di anturio o una pianta adulta, vai all’inizio dell'altra sezione.
  2. 2
    Raccogli i frutti maturi di anturio. I semi di anturio devono essere freschi e umidi quando li pianti.[15]Se non possiedi una pianta di anturio, chiedi a un altro giardiniere o a un negozio di giardinaggio se è possibile raccogliere alcuni frutti delle loro piante, che si usano raramente. Se vivi in una regione tropicale del nuovo mondo, può raccogliere i frutti delle piante selvatiche di anturio. Ci sono centinaia se non migliaia di specie di anturio, quindi è consigliabile fare riferimento a un opuscolo riportante l’identificazione delle piante locali.
    • Avvertenza: I frutti, insieme a tutte le altre parti della pianta di anturio, sono tossici e non dovrebbero essere mangiati.
  3. 3
    Elimina la polpa. La polpa del frutto che circonda il seme, può impedire al seme di crescere o causare muffa. Asporta tutta la polpa che puoi con le dita, poi metti il seme in una tazza d'acqua. Lascialo lì per un giorno o due mentre il materiale della polpa si stacca e galleggia alla superficie.[16]
    • Avvertenza: alcune specie di anturio possono irritare la pelle. È consigliabile utilizzare guanti.
  4. 4
    Prepara una miscela di terriccio per i semi. Trita il muschio di sfagno, disponibile nei negozi di giardinaggio, in fibre minute, per farne un materiale fine, soffice. Mescola tre parti di questo muschio tritato con 1 parte di sabbia di fiume o perlite e aggiungi una spolverata di carbone in scaglie per acquario.[17][18]
  5. 5
    Pianta i semi nella soluzione di terriccio in un vaso per fiori o in un vassoio, con un rivestimento trasparente. Le piante di anturio sono native dei tropici e richiedono ambienti caldi, umidi. Ci sono alcuni diversi modi che consentono di ricreare quest’ambiente:
    • Metti la miscela di terriccio in vasi da 10 centimetri. Metti un seme sulla superficie del suolo, uno per ogni vaso di fiori e metti un barattolo di vetro capovolto sopra ogni vaso.[19]
    • Oppure disponi uno strato del mix di terriccio che hai preparato sul fondo di un vassoio di terracotta poco profondo. Spargi i semi in modo uniforme sopra, e copri il vassoio con del vetro o della plastica, lasciando un vuoto d'aria tra il suolo e la copertura.[20]
  6. 6
    Inumidisci leggermente il terriccio. Bagna leggermente il terriccio, quindi copri con una copertura trasparente come descritto sopra per mantenere l'ambiente umido. Bagnare la miscela con il muschio può anche aiutare a evitare che il seme affondi sotto la superficie, impedendogli di germinare.
    • Se l'acqua della tua zona è dura, utilizza acqua in bottiglia.
  7. 7
    Tieni in un ambiente caldo, lontano dalla luce diretta del sole. Mantieni la miscela di terriccio a una temperatura di circa 27° C, in una zona con sole indiretto o con ombra parziale. Entro circa 20 – 30 giorni, i semi dovrebbero germinare e formare la loro prima radice e le foglie, dopo di che puoi spostarli in un contenitore più grande e curarli normalmente.[21]
    • Sposta la piantina giovane con molta attenzione, perché le radici possono essere molto fragili. Idealmente, usa una paletta per raccogliere il materiale di muschio che circonda la pianta e mettilo delicatamente nel nuovo vaso.
    Pubblicità

Consigli

  • L’anturio è sensibile ai comuni parassiti come gli acari e gli afidi, ma eliminare questi delicatamente dalle foglie con un panno bagnato è spesso sufficiente a liberarsene dopo pochi trattamenti. Per le infezioni più gravi, consulta un botanico locale o un esperto di giardinaggio.

Pubblicità

Avvertenze

  • Tieni tutte le piante di anturio, fuori dalla portata di animali domestici e bambini. Contatta un veterinario o un medico se sospetti che un animale o un bambino hanno ingerito qualunque parte dell’anturio.
  • Tutte le parti dell’anturio sono leggermente tossiche, in tutte le specie. L’ingestione e anche il contatto con la pelle per alcune specie, può causare irritazione, indolenzimento o dolore, ma un medico non è necessario se non sono state ingerite grandi quantità, o se la deglutizione o la respirazione non sono alterate.[22]
  • Non tentare di coltivare l'anturio in un contenitore d'acqua, come alcune guide online consigliano erroneamente.[23]
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Contenitore per piante
  • Sfagno
  • Carbone attivo per acquario
  • Vaso per piante domestiche piccolo
  • Terriccio per vasi
  • Fertilizzante 3:1:2

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 470 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 5 470 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità