L'igname è una pianta deliziosa, sana e piuttosto semplice da coltivare. Cresce meglio nei climi tropicali, ma con la giusta pianificazione può essere coltivata facilmente anche nelle zone più fredde. Puoi ottenere i germogli da piantare, poi coltivare i tuoi ignami, coglierli ed essiccarli.

Parte 1 di 4:
Far Crescere i Germogli da Piantare

  1. 1
    Inizia a coltivare i germogli. Gli ignami non nascono dai semi come molte altre verdure, bensì da germogli tagliati da piante adulte. Per ottenerne uno, taglia un igname a metà e immergilo in parte in un bicchiere di acqua fredda. Inserisci tre stuzzicadenti al centro del tubero e tienilo sospeso sopra il contenitore, immerso per metà nell'acqua.[1]
    • Assicurati di scegliere un igname in salute. Se noti decolorazioni o lesioni sulla buccia, la pianta potrebbe essere malata e trasmettere il problema ai germogli.
    • Scegli una varietà di igname resistente alla brusca, una malattia micotica che provoca macchie e lesioni, come TDA 291 o TDA 297.[2]
  2. 2
    Tieni i germogli caldi. Il processo di crescita richiede alte temperature, quindi metti il bicchiere vicino a una fonte di calore. Se possibile, posizionalo vicino a una finestra, in modo che riceva anche la luce del sole diretta. Altrimenti, scegli un punto vicino a un termosifone.[3]
  3. 3
    Lascia sviluppare i germogli. Rabbocca l'acqua nel bicchiere, in modo da tenere il livello costante. Attendi che sull'igname si formino dei germogli; solitamente serviranno un paio di settimane. Una volta che producono foglie, prendili e staccali dalla pianta.[4]
    • Un igname può produrre fino a 50 germogli.
  4. 4
    Fai mettere radici ai germogli. Mettili in contenitori bassi, riempiti per metà con acqua. Lascia che le foglie restino fuori dal contenitore. Dopo un paio di giorni, dovresti veder comparire delle radici sul fondo di ciascuna piantina. Quando le radici raggiungono i 2-3 cm di lunghezza, i germogli sono pronti per essere piantati.[5]
    • Puoi anche acquistare dei germogli su internet.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Piantare gli Ignami

  1. 1
    Allenta il terreno. Per assicurarti che le radici non incontrino resistenza quando si espandono, verifica che il terreno in cui desideri piantare gli ignami non sia troppo compatto e dreni bene. Quando la terra inizia a seccare in primavera, ara il terreno per circa 20-30 cm di profondità e rimuovi i detriti (rocce, pezzi di radice, ecc.), in modo da migliorarne la struttura. Spargi del compost o del letame, poi rastrella la zona, spruzzala con dell'acqua e attendi 2-3 giorni prima dell'impianto.[6]
  2. 2
    Fai spazio. Assicurati che ci sia spazio sufficiente per i germogli che vuoi piantare. I grandi tuberi hanno bisogno di molto spazio per crescere, così come la parte esterna della pianta, che si sviluppa rapidamente. In teoria, dovresti lasciare circa un metro di spazio tra una pianta e l'altra.[7]
  3. 3
    Aspetta la temperatura giusta. Gli ignami non crescono bene quando fa freddo, quindi è meglio attendere un paio di settimane dopo l'ultima gelata prima di piantare i germogli. A metà primavera è il momento ideale. Gli ignami richiedono stagioni lunghe per maturare, quindi non attendere che la primavera o l'estate siano troppo inoltrate prima di piantarli.[8]
    Consiglio dell'Esperto
    Maggie Moran

    Maggie Moran

    Orticoltrice
    Maggie Moran lavora come Giardiniera Professionale in Pennsylvania.
    Maggie Moran
    Maggie Moran
    Orticoltrice

    Gli ignami si sviluppano meglio in calde condizioni climatiche. Maggie Moran, orticoltrice, dice: "Gli ignami sono delle piante semplici da coltivare alle condizioni giuste. Puoi ottenere un ottimo raccolto anche con qualche pianta. Tuttavia, richiedono almeno 4 mesi di temperature calde per raggiungere la maturità."

  4. 4
    Interra i germogli. Scava delle buche di 10-15 cm, larghe 7-8 cm. Metti i germogli nelle buche (che dovresti scavare a distanza di circa 20 cm l'una dall'altra), con le radici in basso e le foglie fuori dal terreno. Riempi molto delicatamente le buche con la terra, facendo attenzione a non danneggiare le piantine.[9]
    • Compatta leggermente il terreno per eliminare le sacche d'aria.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Prenderti Cura delle Piante

  1. 1
    Annaffiale abbondantemente. Dovresti annaffiare tutti i giorni per una settimana i germogli appena piantati, una volta ogni due giorni nella seconda settimana e sempre meno man mano che crescono. Non risparmiare l'acqua, ma fai attenzione a evitare che il terreno sia troppo saturo. Gli ignami maturano meglio al sole, quindi se il terreno si secca, regola di conseguenza l'irrigazione.[10]
  2. 2
    Fertilizza le piante. Usa un fertilizzante nel periodo di crescita, in modo da migliorare lo stato della pianta. Acquista un prodotto ricco di fosforo e povero di azoto, perché questo elemento può compromettere lo sviluppo delle radici. L'ideale è fertilizzare gli ignami una volta ogni due-quattro settimane.[11]
  3. 3
    Usa dei supporti per le piante. I rampicanti degli ignami non sono resistenti e hanno bisogno di supporto per produrre raccolti abbondanti. Tieni d'occhio le piantine e installa i supporti circa quattro settimane dopo che emergono i primi rampicanti. Usa delle canne di bambù per sostenere i rampicanti, che possono crescere fino a un metro di altezza.[12]
  4. 4
    Fai attenzione alle malattie. Gli ignami possono attirare vari parassiti e malattie di tanto in tanto. Tieni d'occhio i problemi seguenti quando coltivi questi tuberi e scegli i germogli migliori:
    • Malattia del mosaico degli ignami. Questa patologia provocata dagli afidi causa una decolorazione gialla e verde chiara delle foglie. Per prevenirla, estirpa tutte le erbacce dalla zona di coltivazione e usa germogli sani. Se noti piante malate, rimuovile immediatamente.[13]
    • Cancrena secca. Questa patologia provoca lesioni gialle chiare sulla buccia del tubero, che con il tempo diventa completamente nero. Per prevenirla pianta solo germogli sani. Se noti questa malattia, immergi i tuberi in acqua calda per un'ora dopo averli raccolti, in modo da limitare gli effetti.[14]
    • Cocciniglie farinose. Questi insetti hanno un aspetto ovale, bianco e simile al cotone. Possono interferire con la crescita della pianta e attirare le formiche. Tratta il problema rimuovendo le piante infette e usando dell'insetticida spray per le infestazioni gravi.[15]
    • Cocciniglie. Questi insetti creano minuscole scaglie bianche sulla buccia degli ignami e possono rallentarne la crescita. Tratta le piante infette con un sapone insetticida.[16]
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Raccogliere gli Ignami

  1. 1
    Tieni d'occhio le piante. Gli ignami di solito maturano in 14 settimane. Dovresti raccoglierli quando la parte superiore della pianta inizia a diventare gialla e ad avvizzire, solitamente in autunno.[17]
  2. 2
    Prendi gli ignami da terra. Usa un forcone o un utensile da giardino simile per scavare delicatamente il terreno e scalzare i tuberi da sotto la superficie. Inizia a scavare da una distanza di sicurezza dal gambo. Fai attenzione a non bucare la buccia durante l'operazione.[18]
  3. 3
    Fai essiccare gli ignami. Evita di lavarli dopo averli raccolti. Tienili invece in cestini o scatole per circa due settimane, in modo da farli essiccare prima di metterli via definitivamente. Per farlo, tienili in un luogo buio e tiepido, con buona ventilazione e lasciali indisturbati. Questo processo permette alle lesioni sui tuberi di guarire e serve anche a eliminare muffe e batteri.[19]
  4. 4
    Conserva gli ignami. Una volta raccolti, puoi conservare questi tuberi per diversi mesi. Tienili in un ambiente fresco e secco, come la dispensa della cucina. Cerca ricette con l'igname e goditi i frutti (in questo caso i tuberi) del tuo lavoro di giardinaggio.[20]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Vivere Senza Elettricità

Come

Alzare il pH di una Piscina

Come

Calcolare le Ore Necessarie al Filtraggio della Piscina

Come

Diagnosticare e Pulire l'Acqua Torbida in una Piscina

Come

Scassinare una Serratura con una Forcina

Come

Togliere le Macchie dagli Indumenti Bianchi

Come

Ritrovare degli Oggetti Smarriti

Come

Sbarazzarsi dell'Acqua Verde in Piscina

Come

Usare un Deumidificatore

Come

Eliminare e Prevenire le Alghe Verdi in una Piscina

Come

Eliminare il Troncone di un Albero

Come

Uccidere una Vespa

Come

Potare la Menta

Come

Prendersi Cura degli Spatifilli
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Maggie Moran
Co-redatto da
Orticoltrice
Questo articolo è stato co-redatto da Maggie Moran. Maggie Moran lavora come Giardiniera Professionale in Pennsylvania. Questo articolo è stato visualizzato 1 016 volte
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 1 016 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità