Scarica PDF Scarica PDF

Il melo selvatico è un albero che fiorisce e regala piacevoli colori a ogni tipo di paesaggio naturale; trascorsa l'estate, inoltre, produce frutti commestibili e sfoggia una chioma autunnale che lo rende un elemento decorativo in ogni stagione. Puoi coltivarlo partendo dai semi o acquistando una giovane piantina presso un vivaio; tuttavia, la cosa più importante da fare per ottenere un albero forte e sano è assicurarti che riceva molto sole e innaffiarlo con cura.

Parte 1
Parte 1 di 4:
Trattare i Semi

  1. 1
    Mescola i semi con il compost. Metti una manciata di semi di melo selvatico in un vaso o in un altro contenitore adatto per il giardinaggio; aggiungi due o tre manciate di compost senza torba e mescola accuratamente i due elementi.[1]
    • Se lo desideri, puoi usare il compost con foglie umide.
  2. 2
    Bagna la miscela. Una volta mescolati i semi con il compost, versa un po' d'acqua per idratarli; devi aggiungerne una dose sufficiente per far sì che, strizzando una manciata di terriccio e semi, escano solo poche gocce d'acqua.[2]
    • Se versi troppa acqua, aggiungi un po' più di compost per cercare di farla assorbire.
  3. 3
    Inserisci la miscela di compost e semi in un sacchetto di plastica. Una volta che si è ben idratata, devi trasferirla in un sacchetto, assicurandoti di chiudere l'estremità in maniera lasca con un nodo.[3]
  4. 4
    Conserva il sacchetto in frigorifero per circa 3 mesi. Dopo aver riposto la miscela nel sacchetto e chiuso quest'ultimo, devi tenerla al fresco; il luogo ideale è il cassetto in cui riponi le verdure fresche, ma evita la cella del congelatore. Lascia che il composto si raffreddi per circa 12-14 settimane o fino a quando i semi non iniziano a germogliare.[4]
    • Tale processo viene chiamato stratificazione. Rimanendo diversi mesi nel frigorifero, la miscela con i semi viene esposta al freddo e all'umidità, favorendo una germinazione più efficace.
    • Raggiunta la decima settimana, controlla regolarmente i semi per vedere se si sviluppano; se iniziano a germogliare, significa che è arrivato il momento di interrarli.
    • In teoria, devi organizzare il periodo della stratificazione dei semi in modo che siano pronti all'interramento all'inizio dell'estate o dell'autunno.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 4:
Interrare i Semi

  1. 1
    Scegli un'area assolata e ben drenante in cui piantarli. La scelta del luogo adatto rappresenta un aspetto cruciale della coltivazione del melo selvatico; questa pianta ha bisogno di molto sole, devi quindi evitare zone in ombra. Inoltre, devi trovare anche un terreno ben drenante affinché le radici non si inzuppino troppo.[5]
    • Per capire se il suolo drena bene, scava una buca profonda e larga circa 30-45 cm e riempila con dell'acqua. Se questa viene assorbita in non più di 10 minuti, il terreno è perfetto; se invece impiega un'ora o anche di più, il suolo non drena bene e non è adatto a questa coltivazione.
  2. 2
    Diffondi i semi su tutta l'area. Una volta trovato il luogo ideale in cui piantare i tuoi meli, rastrella il terreno per creare dei piccoli solchi e distribuisci delicatamente la semenza in uno strato sottile sopra la terra, in modo che cada nelle tracce che hai preparato.[6]
  3. 3
    Premi i semi nel terreno. Una volta sparsi su tutta la zona, fai scorrere un rullo per semina vuoto su tutta l'area; in questo modo, li pressi nel terreno e aumenti le probabilità che possano germinare in maniera efficace.[7]
    • Eventualmente, puoi anche noleggiare questo strumento presso una ferramenta o un centro per il giardinaggio della tua zona.
    • Se non hai un rullo per la semina, puoi premere i semi nella terra usando un'asse.
  4. 4
    Coprili con della sabbia. Dopo averli fatti penetrare nel terreno, spargi uno strato di sabbia per orticoltura su tutta la zona interessata alla coltivazione; fai in modo che i semi siano coperti da un manto spesso 5-10 mm.[8]
    • La sabbia per orticoltura è una sostanza appunto a base di sabbia che arricchisce il terreno migliorandone la struttura e il drenaggio grazie alla creazione di "sacche" che trattengono l'aria e l'acqua; a volte viene venduta come copertura per il terreno o sabbia lavata.
  5. 5
    Innaffia accuratamente. Una volta coperto lo strato di terra e semi con la sabbia, prendi un annaffiatoio per bagnare l'area; il suolo deve essere umido ma non si devono formare delle pozzanghere superficiali.[9]
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 4:
Piantare le Giovani Piante Acquistate nei Negozi

  1. 1
    Trova un'area assolata e con terreno ben drenante. Il melo selvatico ha bisogno di almeno 6 ore di luce solare diretta ogni giorno; scegli pertanto una zona che soddisfi tale requisito e che non sia molto in ombra. Inoltre, verifica che il suolo sia ben drenante, in modo che le radici possano rimanere sane.[10]
    • Per controllare che il terreno dreni bene, scava una buca profonda e larga 30-45 cm e riempila d'acqua; osserva quindi quanto tempo il liquido impiega a defluire. Se sono sufficienti non più di 10 minuti, il terreno è adatto al tuo scopo; se invece ci vuole un'ora o più, il suolo non drena bene e devi scegliere un'altra zona.
  2. 2
    Pulisci il terreno. Prima di interrare il giovane melo devi assicurarti che il suolo sia privo di erbacce e altri elementi indesiderati; rimuovi ogni sasso, pianta infestante e qualsiasi altro elemento che potrebbe interferire con la crescita dell'albero.[11]
  3. 3
    Scava una buca profonda quanto l'apparato radicale ma più ampia. Esamina la zolla radicale prima di piantare l'albero; usa un badile per creare una buca nell'area di tua scelta che abbia la stessa profondità delle radici, ma che sia 2-3 volte più ampia.[12]
    • Quando posizioni l'albero nella buca, la parte superiore della corona radicale deve essere allo stesso livello o leggermente sopra la superficie del terreno.
    • Se stai interrando più di un melo selvatico, distanziali di almeno 3-6 metri l'uno dall'altro.
  4. 4
    Aggiungi un po' di compost nel terreno. Se il suolo non presenta le caratteristiche migliori per coltivare il melo, è una buona idea aggiungere qualche prodotto che lo arricchisca; versa una piccola quantità di compost nella terra che hai tolto dalla buca e crea una miscela con la quale circondare la giovane piantina.[13]
    • Se invece il terreno presenta le condizioni ottimali per coltivare l'albero, non è necessario aggiungere alcunché.
  5. 5
    Inserisci l'albero nella buca e riempi quest'ultima per metà con terra e acqua. Rimuovi il piccolo melo dal vaso o dal sacco di juta e mettilo nella buca che hai scavato; riempila per circa la metà con del terriccio e innaffia con cura, in modo che il suolo si assesti bene.[14]
  6. 6
    Aspetta che l'acqua dreni, quindi riempi la buca con il resto del terreno. Lascia indisturbato l'albero per diversi minuti finché l'acqua non è stata completamente assorbita, dopodiché aggiungi della terra, in modo da coprire completamente tutta l'area circostante la base della piantina.[15]
    • Non compattare eccessivamente il suolo attorno alla pianta.
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 4:
Prendersi Cura dei Meli Selvatici

  1. 1
    Applica compost e pacciame in primavera. Per assicurare una crescita sana della pianta, devi diffondere uno strato di compost a ogni primavera. Spargilo su tutta l'area coperta dalla chioma, fin dove si estendono i rami; in seguito, aggiungi uno strato di circa 5 cm di pacciame per aiutare il terreno a trattenere l'umidità ed evitare che si sviluppino erbacce infestanti.[16]
    • Tieni il pacciame a una distanza di circa 7-10 cm dal tronco, in modo che le radici non si inzuppino eccessivamente.
  2. 2
    Innaffia la piantina al mattino presto. Durante la stagione calda il melo ha bisogno di essere bagnato regolarmente se le piogge sono inferiori a 2,5 cm a settimana. Versa 3-5 cm d'acqua una volta a settimana durante il primo anno; evita però di innaffiare nelle ore pomeridiane o serali, quando le temperature sono più fresche, perché potrebbe formarsi della muffa.[17]
    • Trascorso il primo anno di vita il melo non ha bisogno in genere di essere innaffiato, a meno che non ci sia un periodo di particolare siccità.
    • Controlla regolarmente il terreno sotto l'albero per verificare se è umido; se ti sembra asciutto, è arrivato il momento di innaffiare.
  3. 3
    Pota i rami danneggiati. Per evitare malattie e altri problemi, dovresti eliminare i rami morti, spezzati o malati nel tardo inverno. Usa un paio di cesoie da giardinaggio per tagliarli, in modo che l'albero possa continuare a crescere sano.[18]
    • Per potare i rami più spessi potrebbe essere necessario usare una sega.
  4. 4
    Sostieni l'albero con un palo, se la tua zona è particolarmente ventilata. Interrane uno a circa 60 cm di profondità nel terreno e a 15 cm di distanza dal tronco; lega quindi l'albero al palo usando una fascetta per giardinaggio. Questa accortezza permette di proteggere il melo dal vento e da altri agenti atmosferici.
  5. 5
    In inverno, copri il giovane albero con un telo. Le piante sono sensibili alle scottature solari, in inverno; per evitare tale rischio e prevenire il danno, acquista un telo specifico per avvolgere il tronco, che puoi acquistare presso i vivai o i centri per il giardinaggio.[19]
    Pubblicità

Consigli

  • Il melo selvatico produce fiori rosa e bianchi in primavera, oltre a frutta commestibile in autunno; in questo modo, il suo valore paesaggistico rimane invariato durante tutto l'anno.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Semi di melo selvatico
  • Vaso
  • Compost senza torba
  • Sacchetto di plastica
  • Rastrello
  • Rullo per semina
  • Sabbia per orticoltura
  • Badile
  • Pacciame
  • Sega
  • Cesoie per giardinaggio

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Prendersi Cura di un Cactus di NatalePrendersi Cura di un Cactus di Natale
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Far Rifiorire gli AmarilliFar Rifiorire gli Amarilli
Far Crescere i Tulipani in VasoFar Crescere i Tulipani in Vaso
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Coltivare un Ulivo da un Nocciolo d'OlivaColtivare un Ulivo da un Nocciolo d'Oliva
Preparare all'Inverno un Ibisco PerennePreparare all'Inverno un Ibisco Perenne
Coltivare il Bamboo della FortunaColtivare il Bamboo della Fortuna
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Potare l'IbiscoPotare l'Ibisco
Coltivare una Quercia partendo da una GhiandaColtivare una Quercia partendo da una Ghianda
Ottenere una Pianta di Aloe da una Foglia
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lauren Kurtz
Co-redatto da:
Orticoltrice
Questo articolo è stato co-redatto da Lauren Kurtz. Lauren Kurtz è una Naturalista e Specialista in Orticoltura nella città di Aurora, in Colorado. Gestisce attualmente il Water-Wise Garden presso il Centro Comunale di Aurora per il Dipartimento di Conservazione dell’Acqua. Questo articolo è stato visualizzato 1 921 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 1 921 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità