I mirtilli sono delle aspre bacche rosse, molto usati in una varietà di salse, torte e succhi di frutta. Molti li aggiungono nelle insalate o li essiccano come spuntino. Negli ultimi anni, sono anche diventati noti per le loro qualità curative, dovute in gran parte all'alta concentrazione di vitamina C e di antiossidanti. Sebbene siano coltivati più facilmente su scala commerciale, i mirtilli possono però crescere anche in casa. Continua a leggere per imparare a coltivarli.

Parte 1 di 3:
Piantare i Mirtilli

  1. 1
    Scegli una varietà di mirtillo. Ce ne sono diverse che possono essere coltivate in casa. La varietà che scegli dipende dallo scopo per cui intendi raccogliere questi frutti.
    • I mirtilli Vaccinium oxycoccus sono delle piccole bacche rosse. Sono facili da coltivare e restano freschi per molto tempo dopo la raccolta, se conservati correttamente.
    • I mirtilli rossi americani (Vaccinium macrocarpon), conosciuti anche con il termine “Stevens” sono una varietà ibrida progettata per la produttività e la resistenza alle malattie. Sono grandi e di un colore rosso acceso.
    • Altri due tipi di mirtilli della varietà Vaccinium macrocarpon sono “Ben Lear” (grandi acini di colore bordeaux-nero) ed “Early Black” (piccole bacche di un rosso intenso). Tuttavia, queste varietà non sono raccomandate per i principianti in quanto sono più difficili da curare e più inclini a malattie e infestazioni rispetto ad altre.
  2. 2
    Pianta i mirtilli al momento giusto dell'anno. Questi frutti crescono meglio nei climi più freschi. Possono essere piantati in diversi momenti in base all'età della pianta.
    • Le talee e le piantine possono essere piantate durante tutto l'autunno, da ottobre ai primi di novembre, oppure in primavera, da metà aprile a fine maggio.
    • Le piante radicate con 3 anni di vita, che sono ancora in fase di crescita, a volte possono essere piantate in estate, a condizione che siano acquistate in vaso.
  3. 3
    Prepara il terreno. In fatto di suolo, le piante di mirtillo richiedono dei requisiti unici: hanno bisogno di terreno con un pH basso e un alto livello di sostanze organiche. Pertanto, spesso è necessario sostituire completamente il terreno presente piuttosto che cercare di modificarlo.
    • La dimensione media di una zolla da dedicare ai mirtilli va dai 1,2 ai 2,4 m. Tuttavia, se vuoi coltivare una sola pianta, è sufficiente uno spazio di 0,20 m2.
    • Scava il terreno fino a una profondità di 18-25 cm. Riempi lo spazio con torba e mescola 230 g di farina d'ossa e 460 g di farina di sangue.
    • Come opzione, puoi anche aggiungere 1 tazza di sali di Epsom e 460 g di fosfato — queste quantità sono indicate per un appezzamento di 3 m2, quindi regolati di conseguenza.
    • Prima di piantare, bagna il terreno a fondo (ma non saturarlo). Puoi usare un tubo da giardino, muovendo periodicamente il terreno per favorire l'assorbimento.
  4. 4
    Interra le talee o le piantine. Le piante di mirtillo non vengono coltivate dai semi, ma da talee di un anno di età o piantine di tre anni.
    • Sappi che le piante non cominciano a produrre frutti fino al loro terzo o quarto anno, quindi decidere se usare le talee o le piantine dipende da quanto velocemente vuoi raccogliere i frutti.
    • Se opti per le talee, interrale nel terreno umido preparato, lasciando circa 30 cm di spazio tra ogni pianta. La struttura radicale di ciascuna deve trovarsi a circa 5 cm sotto la superficie del terreno.
    • Se scegli di coltivare le piantine di tre anni, lascia circa 1 m di spazio tra una e l'altra.
  5. 5
    In alternativa, puoi coltivare i mirtilli in un contenitore. Crescono indubbiamente meglio in un orto, dove hanno molto spazio per diffondere le loro radici. Tuttavia, puoi anche coltivare una sola pianta in un grande vaso, se preferisci.
    • Riempi il vaso con della torba e aggiungi la piantina di tre anni. Lascia che sviluppi le radici all'interno del contenitore (in quanto attecchiscono e formano i sostegni per i frutti), ma taglia qualunque prolungamento che si estende oltre. Puoi anche concimare il terreno con un fertilizzante a basso contenuto di azoto, in modo da limitare la crescita radicale.
    • Le piante di mirtillo rosso in vaso devono essere trapiantate ogni due anni (a differenza di quelle nel terreno che restano a tempo indefinito).
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Prendersi Cura delle Piante di Mirtillo

  1. 1
    Tieni controllata la presenza di erbacce. Le piante di mirtillo non sono in grado di combattere contro le erbe infestanti, quindi è molto importante eliminarle regolarmente, soprattutto durante il primo anno. Fortunatamente, il muschio di torba utilizzato nel suolo inibisce la crescita di molti infestanti.
  2. 2
    Mantieni le piante bagnate. Durante il primo anno (e non solo) hanno bisogno di irrigazione costante per mantenere il terreno regolarmente umido. Se le radici si seccano, le piante moriranno.
    • È un malinteso comune che le piante di mirtilli devono essere sature o immerse nell'acqua durante la crescita. Sebbene il terreno debba essere sempre bagnato (o almeno umido) al tatto, non dovrebbe essere impregnato di acqua.
    • Troppa acqua può rallentare la crescita delle radici e impedire loro di raggiungere la profondità necessaria.
  3. 3
    Concima il terreno. Ben presto, dalle piante iniziano a spuntare i primi rametti (simili a quelli delle piante di fragola), che occupano tutto il terreno prima di mettere le radici e germogliare i "montanti", ossia quella parte della pianta sulla quale crescono i fiori e la frutta. Per favorire la crescita di questi primi rametti, il terreno deve essere ben concimato.
    • Durante il primo anno dopo la semina, applica un concime ad alto contenuto di azoto, che incoraggia la diffusione dei rami. Fertilizza il terreno tre volte: una all'inizio della crescita, una volta quando spuntano i boccioli dei fiori e la terza quando iniziano a formarsi le bacche.
    • Per contenere la diffusione dei rametti nello spazio assegnato ai mirtilli, dovresti delineare il perimetro con qualche bordatura di legno o di plastica.
    • Dopo il primo anno, è necessario ridurre l'apporto di azoto, in questo modo i rametti tendono a non diffondersi più e a concentrare le proprie energie nel formare i “montanti”. Usa un fertilizzante non-azotato dal secondo anno in poi.
    • All'inizio del secondo anno (e in seguito ad anni alterni) sarà necessario coprire il suolo con un sottile strato di sabbia (1,25 cm). In questo modo aiuti i rametti a radicare ed eviti la crescita di erbacce.
  4. 4
    Tieni controllate le piante per la presenza di parassiti e malattie. Le piante di mirtilli sono sensibili a determinati parassiti e malattie, ma questi sono relativamente facili da affrontare, purché tu sappia cosa cercare.
    • I vermi sono un problema comune, in quanto le falene grigie depongono le uova all'interno degli acini stessi. Se noti la loro presenza intorno alle tue piante, devi spruzzare il terreno con un insetticida per uccidere le uova.
    • Se non catturi i vermi in tempo, le uova si schiuderanno e i parassiti mangeranno i mirtilli dall'interno verso l'esterno. Ti accorgi dell'infestazione perché le bacche diventano rosse prima di maturare. Puoi affrontare questo problema togliendo i frutti prematuramente rossi (oltre a quelli adiacenti) e smaltendoli in modo adeguato.
    • Altre due malattie comuni sono le macchie rosse (si sviluppano sulle foglie della pianta) e la marcescenza dei frutti. Il trattamento per entrambe queste malattie è lo stesso: spruzzare un fungicida organico a base di rame tra la fine di giugno e i primi di agosto, in base alle istruzioni riportate sulla confezione del prodotto.
  5. 5
    Pota i rami che si diffondono a partire dal terzo anno di crescita. Da questo momento in poi, è necessaria la potatura ogni primavera per controllare i rami e incoraggiare lo sviluppo dei montanti.
    • Puoi ordinare la trama dei rami con un rastrello, indirizzandoli in un'unica direzione. Questo rende più facile individuare quelli più lunghi e tagliarli. Non potare i montanti esistenti.
    • Col passare del tempo, le piante possono iniziare a diffondersi oltre i confini dell'area prefissata in origine. In questo caso puoi potare ciascuna pianta in primavera, finché ci saranno solo 5 cm di crescita al di sopra della linea del terreno. Quell'anno le piante di mirtillo non produrranno frutti, ma riprenderanno normalmente l'anno successivo.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Raccogliere i Mirtilli

  1. 1
    Raccogli i frutti. Se hai coltivato le piantine di tre anni, potrai raccogliere dei frutti già nell'autunno seguente. Ma, se hai piantato le talee di un anno, potrebbe essere necessario aspettarne tre o quattro prima che inizino a dare frutti.
    • Quando la pianta inizia a produrre i mirtilli, puoi raccoglierli nei mesi di settembre e ottobre di ogni anno. Quando i frutti sono maturi diventano di colore rosso chiaro o scuro (a seconda della varietà) e i semi all'interno sono marroni.
    • Anche se i coltivatori commerciali raccolgono i mirtilli inondando i campi per farli galleggiare (e quindi rendere più facile la raccolta), questo metodo non è necessario per una coltivazione a casa. I mirtilli possono semplicemente essere raccolti direttamente dalle piante a mano.
    • È importante raccogliere tutti i frutti prima del gelo invernale, in quanto non resistono a temperature inferiori a -1°C.
  2. 2
    Conserva la frutta. Una volta raccolti, i mirtilli restano freschi fino a due mesi, se conservati in un contenitore ermetico in frigorifero; questo è un periodo molto più lungo rispetto alla maggior parte della frutta.
    • I mirtilli cotti (o la salsa di mirtilli) si conservano in frigorifero per un massimo di un mese, mentre i mirtilli secchi (che hanno una struttura simile all'uva passa) si conservano fino a un anno.
  3. 3
    Proteggi le piante durante l'inverno. È importante proteggerle durante i mesi invernali per evitare che si congelino e si secchino. Puoi coprire il terreno con un pesante strato di pacciamatura (come foglie o aghi di pino) prima dell'arrivo dell'inverno.
    • Puoi scoprirle in primavera (ai primi di aprile), ma devi essere preparato a coprirle nuovamente tutte le notti quando è previsto il gelo; anche una sola notte gelida potrebbe uccidere eventuali nuovi germogli e impedire la crescita dei frutti di quell'anno.
    • Non coprire però le piante con plastica trasparente o nera, perché può aumentare la temperatura del terreno sottostante e potenzialmente uccidere le piante.
    Pubblicità

Consigli

  • Le piante di mirtilli di solito producono circa mezzo chilo di frutta ogni 0,10 mq di superficie coltivata.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Pala
  • Torba
  • Piante di mirtilli (talee di 1 anno o piantine di 3 anni)
  • Farina di sangue
  • Farina di ossa

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 30 147 volte
Categorie: Il Tuo Orto
Questa pagina è stata letta 30 147 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità