I ravanelli maturano in tempi incredibilmente rapidi (per alcune varietà sono sufficienti solo 3 settimane dalla semina alla maturità della pianta) e sono molto resistenti. Il loro gusto piccante arricchisce il sapore di zuppe e insalate, e richiedono poco spazio nell’orto. Continua a leggere se vuoi sapere come coltivare i ravanelli con successo!

Parte 1 di 3:
Preparativi

  1. 1
    Stabilisci quale varietà desideri coltivare. Come molte altre verdure, ci sono innumerevoli varietà di ravanelli che puoi trovare, sia ibride che impollinate naturalmente. Se sei un giardiniere principiante, puoi prendere in considerazione i ravanelli Cherry Belle che maturano in soli 22 giorni e hanno un sapore delicato.
    • I ravanelli primaverili sono la varietà che le persone trovano più familiare (come il Cherry Belle, che è rosso all'esterno e bianco all’interno). Devi essere certo di coltivare questa varietà in primavera o in autunno. Anche questo tipo di ravanello ha una crescita molto rapida.
    • In genere il ravanello estivo è simile a quello primaverile, ma tende a crescere più lentamente, dato che impiega circa 6-8 settimane per maturare.
    • Il ravanello invernale è molto più grande e amidaceo rispetto alle varietà primaverile ed estiva, e ha bisogno di più tempo per crescere. Il periodo ideale per seminarlo è in tarda estate, per poterlo raccogliere in autunno o inverno. Tra i ravanelli invernali si trovano il Daikon e il Champions; il primo può crescere fino a 45 cm di lunghezza e richiede 60 giorni per maturare.
  2. 2
    Scegli il sito giusto dove farli crescere. Questi ortaggi dovrebbero essere piantati in una zona con pieno sole o ombra parziale e in un terreno smosso e ben drenante. Elimina eventuali pietre dal terreno, dato che le radici si biforcano e si aggrovigliano attorno alle rocce che incontrano sul loro cammino. Aggiungi del materiale organico nel suolo prima di piantarli.
    • Assicurati che siano sempre esposti a molta luce solare; in caso contrario, tendono a svilupparsi molto nella parte superiore e invece molto meno a livello della radice. Tuttavia, è importante sapere che più è caldo il terreno e più sarà piccante il ravanello, che è uno dei motivi per cui non dovresti piantarli in piena stagione estiva. Inoltre, se li esponi a troppo sole vanno in inflorescenza.
    • Il terreno deve essere libero da rocce, ben drenante e avere un livello di pH compreso tra 5,8 e 6,8. Assicurati che il terreno sia ricco di materiale organico (come il compost).
  3. 3
    Programma il momento per seminare i ravanelli. Questa è una verdura che predilige il clima fresco, e sarebbe meglio piantarla in primavera o in autunno. Coltivare questi ortaggi durante i caldi mesi estivi li farà andare in semenza. Puoi valutare di piantare la tua prima produzione almeno due settimane prima dell'ultima gelata di primavera, dato che i ravanelli sopportano bene il gelo.
    • È consigliabile non seminarli quando inizia a fare caldo. Ciò significa che se ci sono alcuni giorni consecutivi con una temperatura di 16 °C o superiore, dovresti aspettare a piantarli finché il clima non diventa più fresco.
    • Tieni presente che una varietà tipica di ravanello primaverile richiede circa 5 giorni per germinare, e il raccolto può essere fatto dopo 3-4 settimane.
    • Dato che i ravanelli crescono così in fretta, fungono anche da comodi separatori nel tuo orto, quindi puoi valutare di coltivarli in filari alternati con quelli di altre verdure a crescita lenta.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Coltivazione

  1. 1
    Interra i semi. Devi piantarli a circa 1,5 cm di profondità e distanziati tra loro almeno 3 cm. Quando germinano, dirada le piantine più forti distanziandole tra loro a circa 5 cm, ma lascia più spazio per le varietà più grandi. I filari dovrebbero essere a circa 30 cm di distanza uno dall’altro.
    • Devi diradarli quando sono cresciuti di circa 2-3 cm. È sufficiente tagliarne la parte apicale con un paio di forbici piccole e affilate fino a pareggiarla con il terreno.
    • Se vuoi coltivare una varietà grande di ravanello i semi vanno interrati a circa 2-4 cm di profondità.
    • I ravanelli crescono meglio in consociazione con altre piante, perché in questo modo allontanano molti insetti e parassiti delle piante normali e crescono più rapidamente. Piantali quindi vicino alle carote, pastinache e cavoli.
  2. 2
    Innaffia i ravanelli man mano che crescono. Mantieni il terreno umido, ma non inzupparlo troppo. Bagnarli spesso e in modo uniforme garantisce una crescita rapida; se si sviluppano troppo lentamente, diventano piccanti e legnosi. Aggiungi del compost nel terreno, se lo desideri.
    • Se non li innaffi in modo uniforme (ad esempio, non li bagni per un paio di giorni e poi li impregni con troppa acqua) i ravanelli possono spezzarsi.
  3. 3
    Raccogli i tuoi ortaggi. I ravanelli sono pronti per la raccolta quando le radici hanno un diametro di circa 2,5 cm, anche se dovresti sempre controllare la confezione dei semi per sapere con certezza quando maturano. Per raccoglierli è sufficiente tirare con le mani l’intera pianta dal terreno.
    • Puoi spostare un po’ di terra per vedere se la radice ha formato un bulbo; in questo caso, raccogli un paio di ravanelli e assaggiali. Questo ti permette di sapere se sono pronti per essere raccolti.
    • A differenza di molti altri ortaggi a radice, i ravanelli non possono essere lasciati nel terreno, altrimenti diventano duri e raggrinziti.
  4. 4
    Puliscili e conservali. Togli con le mani le tracce di terra e altri residui e poi riponi i ravanelli in un luogo fresco e buio per un massimo di due settimane. Lavali con acqua prima di mangiarli.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Risoluzione dei Problemi

  1. 1
    Affronta i problemi dei funghi. Ci sono diversi tipi di funghi che possono uccidere questo ortaggio o rovinarne il gusto al punto da renderlo immangiabile. Generalmente i segni di un’infezione fungina sono molto visibili e puoi osservarli facilmente, in modo da trovare un trattamento adeguato e tempestivo.
    • Se appaiono delle macchie di colore giallo e grigio chiaro sulle foglie, i tuoi ravanelli potrebbero avere la septoria, una malattia fungina che crea appunto delle macchie sulle foglie. Se vedi che le tue piante ne soffrono, devi assicurarti che il terreno sia ben drenante (l'acqua non deve restare stagnante) e aggiungere materia organica (come il compost), quindi devi eliminare i ravanelli infetti. Per evitare questo problema, devi effettuare la rotazione delle coltivazioni in modo da non piantare lo stesso tipo di ortaggio nello stesso punto ogni volta. Inoltre, elimina dall’orto ogni residuo vegetale (piante morte o erbacce che hai strappato).
    • Se noti che iniziano a formarsi delle macchie di colore verde chiaro sul lato superiore delle foglie e vedi una specie di peluria viola sul lato inferiore, si potrebbe trattare della peronospora, un altro tipo di fungo. In questo caso, sbarazzati delle piante infette e fai in modo di non innaffiare troppo le altre. Evita che i ravanelli siano troppo addossati l’un l’altro e dirada le piantine. Per evitare la peronospora, assicurati di ruotare le colture e mantieni l’orto libero da residui vegetali.
    • Se le foglie ingialliscono tra le venature, i bordi diventano marroni e si arricciano verso l'alto, la base del gambo diventa marrone scuro o nero e viscido, allora potrebbe trattarsi della Leptosphaeria maculans, una malattia fungina. Anche in questo caso, aggiungi nel terreno del materiale organico, come il compost, e assicurati che il suolo dreni adeguatamente (non deve trattenere troppa acqua e non devi innaffiare troppo). Per evitare che i ravanelli possano ammalarsi di questa micosi, assicurati di attuare la rotazione delle colture.
  2. 2
    Sbarazzati dei parassiti infestanti. I funghi non sono l’unica fonte di problemi per questo ortaggio. Alcuni insetti possono entrare nelle piante e nutrirsene fino al punto da farle morire. Molte volte è possibile evitare queste infestazioni mantenendo la base del terreno pulita e libera da residui vegetali ed erbacce. Se comunque noti la loro presenza, ci sono dei modi per affrontarli ed eliminarli.
    • Se le foglie assumono un aspetto sbiadito e noti delle scanalature e gallerie nelle radici, la pianta potrebbe avere i vermi delle radici. Queste creature minuscole sono piccole, di colore grigio/bianco e senza zampe. Le mosche depongono le uova nel terreno accanto alla pianta. Per liberartene devi aggiungere calce o cenere di legno alla base delle piante. Aspetta a piantare i ravanelli finché il clima diventa più secco, in modo da evitare il ciclo di vita del verme.
    • Se noti dei piccoli fori che appaiono sulle foglie, potrebbero essere i crisomelidi. Queste piccole creature hanno la corazza color bronzo o nero e sono lunghe circa 1,5 mm. Se ti accorgi che le tue piantine sono infestate da questi insetti, spargi della farina fossile, un tipo di roccia sedimentaria morbida che si sgretola facilmente in una fine polvere bianca, che agisce come un “killer” naturale per questi infestanti. Dovresti anche tenere il terreno sempre attivo, coltivando ogni anno, in modo da interrompere il ciclo di vita di questi coleotteri.
    • Se le piante hanno delle macchie biancastre o gialle, le foglie sono deformate o le piante sono appassite, potrebbe trattarsi della Murgantia histrionica. Questo insetto, di colore nero con macchie gialle o rosse o arancioni, succhia la linfa dal tessuto vegetale del ravanello. Raccogli e distruggi tutti gli insetti e le masse di uova. Per cercare di tenerli lontani dal tuo orto, assicurati di mantenere il terreno libero e pulito dagli habitat che prediligono per riprodursi, come i residui delle colture e le erbacce.
    • Se le foglie diventano di colore giallo opaco, si arricciano e diventano fragili, la pianta potrebbe avere contratto l’“Aster Yellow”, una malattia diffusa dal micoplasma Cicalina. Se questo è il tuo caso, sradica la pianta o le piante infestate e controlla la popolazione di questi parassiti tenendo il terreno libero da erbacce e residui organici.
  3. 3
    Controlla il terreno. La temperatura e la tipologia del suolo, oltre alle modalità di irrigazione, sono fattori fondamentali per coltivare i ravanelli nel modo ottimale. Ricordati che devi cercare di bagnare il terreno in modo uniforme (non bagnarlo mai troppo) e assicurare un livello di pH corretto.
    • Se i ravanelli prendono un gusto troppo piccante o troppo pungente, probabilmente significa che il terreno è troppo asciutto o la temperatura del suolo è troppo alta (oltre 32 °C). Per proteggere le radici e raffreddare il terreno, aggiungi 5-7 cm di pacciame organico. Irriga i ravanelli 2-3 ore alla volta e quindi aspetta che il terreno si sia asciugato almeno fino a 10 cm di profondità.
    • Se le radici sono raggrinzite e legnose significa che la temperatura del suolo probabilmente è troppo elevata e l’irrigazione irregolare. Assicurati che le radici siano coperte dal terreno per mantenerle fresche, e che vengano bagnate in modo uniforme. Inoltre, assicurati di raccogliere i ravanelli appena raggiungono una grandezza adeguata, per evitare che si sviluppino eccessivamente e possano spezzarsi.
    Pubblicità

Consigli

  • I ravanelli possono anche essere coltivati nei vasi e in casa, se ci sono le condizioni adeguate.
  • Se i ravanelli vanno in inflorescenza, non eliminarli immediatamente. Quando i fiori sono appassiti, producono dei semi piccanti e croccanti, se li raccogli quando sono morbidi e verdi.

Pubblicità

Avvertenze

  • Ricorda: il fatto che i ravanelli maturino in tempi rapidi significa che in tempi altrettanto veloci superano il picco di maturazione, quindi fai attenzione!
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Semi di ravanello
  • Compost
  • Vanga
  • Acqua

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 43 729 volte
Categorie: Il Tuo Orto
Questa pagina è stata letta 43 729 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità