Scarica PDF Scarica PDF

I gigli asiatici sono facili da coltivare e crescono bene in molte zone climatiche diverse. Hanno bisogno di un periodo con temperature più fresche per svernare, quindi non sono le scelte migliori per le località calde tutto l'anno. Per metterli nelle migliori condizioni nei giardini all'aperto, piantali in una zona dal buon drenaggio che riceve molta luce del sole. Pianta i bulbi in autunno, in modo da rispettare il normale ciclo di fioritura dei gigli. Puoi anche far crescere questi fiori in vaso in qualunque periodo dall'inizio della primavera alla fine dell'autunno; assicurati solo che il vaso che scegli sia abbastanza profondo, in modo che le radici possano svilupparsi bene e diventare forti.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Piantare in Giardino

  1. 1
    Scegli piante adatte alla tua zona. I gigli asiatici di solito sono fiori piuttosto resistenti, ma hanno bisogno di un periodo di temperature basse per svernare. Per questo motivo, non sono la scelta migliore per un giardino all'aperto in una regione in cui gli inverni sono comunque caldi.[1]
    • I vivai locali hanno probabilmente piante adatte alla tua zona geografica. Chiedi consiglio al personale per scegliere le varietà che crescono meglio nel clima in cui vivi.
    • Puoi anche fare visita a un giardino pubblico o a un orto botanico locale. Le piante sono spesso etichettate e questo ti aiuta a scegliere le varietà per il tuo giardino.
  2. 2
    Scegli un punto del giardino dal buon drenaggio che riceve sei ore di luce al giorno. La zona di impianto deve avere un drenaggio sufficiente da non creare pozze dopo le piogge intense. Dovrebbe anche ricevere sei ore di luce al giorno, preferibilmente di primo mattino o tardo pomeriggio.[2]
    • I gigli possono sopravvivere con meno di sei ore di sole al giorno, ma se sono esposti meno alla luce hanno la tendenza a diventare lunghi e sottili, a produrre pochi fiori e a inclinarsi verso i raggi.
  3. 3
    Pianta i bulbi in autunno e non conservarli. Con questa scelta le piante seguiranno il normale ciclo di fioritura. Pianta i bulbi appena arrivi a casa, altrimenti si seccheranno molto in fretta, perché non hanno quel rivestimento simile a carta noto come tunica.[3]
    • Puoi piantare i bulbi all'inizio della primavera; in questo caso probabilmente fioriranno più tardi nell'anno e riprenderanno il normale ciclo di fioritura nell'anno seguente.
  4. 4
    Aggiungi al terreno della materia organica che drena bene. Rimuovi le pietre, gli altri detriti e se il terreno è molto compatto, allentalo con una zappa. Zappa in modo da inserire uno strato di materia organica, come torba, ad almeno 15 cm di profondità. Questo aiuta a garantire che il terreno dreni a sufficienza per i gigli.[4]
  5. 5
    Pianta i gigli in gruppi ben distanziati di tre o cinque bulbi. Scegli tre-cinque bulbi di dimensioni simili e piantali a circa 15 cm di profondità, misurando a partire dalla punta. Distanziali di circa 20 cm. Assicurati che le radici siano rivolte verso il basso.[5]
    • Puoi individuare la parte superiore di un bulbo notando la punta affusolata in alto e le radici simili a capelli in basso.
    • Continua a piantare i bulbi a gruppi fino a esaurirli. Distanzia ciascun gruppo di circa un metro.
  6. 6
    Copri i bulbi con del pacciame per isolarli. Se hai deciso di piantarli in autunno, coprili con 10-15 cm di pacciame, senza compattarlo troppo, prima delle gelate invernali. Questo strato protettivo impedisce al terreno di congelare subito, dando ai bulbi più tempo per creare radici forti. Inoltre, aiuta anche a ridurre al minimo le variazioni di temperatura, in modo che i fusti siano più resistenti quando arriverà la primavera.[6]
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Coltivarli nei Vasi

  1. 1
    Scegli un vaso profondo. Per la salute della pianta, è importantissimo che il vaso in cui decidi di piantare un giglio asiatico sia profondo. Trova un contenitore di almeno 23 cm di diametro e 20 cm o più di profondità.[7]
    • Un vaso delle dimensioni minime descritte può ospitare un grande bulbo di 10-12 cm di diametro o tre-quattro bulbi più piccoli di meno di 8 cm di diametro.[8]
  2. 2
    Metti uno strato di materiale drenante sul fondo del vaso. Devi farlo prima di riempirlo con il terriccio. Spargi 5 cm di sassolini, ghiaia o un altro materiale poco compatto alla base del contenitore.[9]
    • Se hai appena rotto un vaso, puoi usare i cocci come parte dello strato drenante.
  3. 3
    Riempi il contenitore con terriccio dal buon drenaggio. I gigli asiatici non richiedono un terreno molto particolare, ma il drenaggio deve essere buono. Per ottenere i risultati migliori, cerca della terra specifica per i gigli nel vivaio locale. Se hai a disposizione della terra che ti sembra troppo umida e densa, mescolane quattro parti con una parte di torba o ghiaia agricola.[10]
  4. 4
    Pianta un gruppo di bulbi a una profondità pari almeno alla loro altezza. Misura approssimativamente l'altezza dei bulbi che vuoi piantare. Scava una buca profonda almeno il doppio di quella misura. In questo modo, potrai coprirli con della terra per una profondità pari alla loro altezza, misurata dalla punta.[11]
    • Se vuoi piantare più di un bulbo, distanziali di circa 5 cm.
  5. 5
    Metti il vaso in una zona bene illuminata. Se lo tieni in casa, scegli un punto a meno di un metro da una finestra, che riceve sei-otto ore di luce diretta al giorno.[12]
    • Se tieni il vaso all'aperto, scegli una zona bene illuminata in cui non piove troppo. Trova una zona coperta o protetta da una parete.
  6. 6
    Trasferisci i gigli nei vasi in giardino o in una zona più fredda per svernare. Non dovresti tenere i gigli in casa al caldo per tutto l'anno. Puoi lasciarli nel vaso fino alla fine dell'autunno, poi dovresti trapiantarli in giardino, all'aperto.[13]
    • Se vivi in una zona in cui gli inverni sono caldi, puoi far svernare i gigli asiatici in frigo alla temperatura di 4,5 °C.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Prenderti Cura dei Gigli Asiatici

  1. 1
    Fertilizza i gigli quando compaiono i germogli e le gemme. I gigli piantati all'aperto inizieranno a produrre germogli all'inizio della primavera. Quando è passata anche l'ultima gelata, rimuovi lo strato di pacciame invernale, poi spargi cinque cm di fertilizzante a lento rilascio ricco di fosforo appena vedi comparire i primi germogli.[14]
    • Fertilizza di nuovo le piante quando iniziano a produrre delle gemme.
  2. 2
    Annaffia le piante una volta a settimana, sia che si trovino all'aperto o in casa. Il terreno dovrebbe seccare leggermente, ma non del tutto. Evita anche di bagnarlo troppo o creare delle pozze d'acqua.[15]
    • Annaffia le piante da vicino al terreno, in modo da non bagnare le foglie. In questo modo puoi prevenire le malattie.
  3. 3
    Elimina i fiori quando iniziano a sbiadire e a cadere. Fallo rompendoli o tagliandoli delicatamente. Fai attenzione a rimuovere solo quelli appassiti, lasciando intatti gli steli e le foglie.[16]
    • Eliminare i fiori morti permette alle piante di non sprecare energie a produrre semi.
  4. 4
    Pota i gambi e le foglie quando non sono più verdi. Dopo la fioritura, non toccare steli e foglie finché restano verdi. Quando diventano gialli o marroni, potali, in modo che la pianta possa svernare.[17]
    • È molto importante non potare le foglie verdi, perché producono l'energia che permette alla pianta di sopravvivere all'inverno.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Bulbi di giglio asiatico
  • Zappa
  • Torba
  • Pacciame
  • Fertilizzante a lento rilascio ad alto contenuto di fosforo
  • Vaso profondo
  • Terra
  • Sassolini o ghiaia
  • Annaffiatoio o pompa dell'acqua

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Prendersi Cura di un Cactus di NatalePrendersi Cura di un Cactus di Natale
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Far Rifiorire gli AmarilliFar Rifiorire gli Amarilli
Far Crescere i Tulipani in VasoFar Crescere i Tulipani in Vaso
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Coltivare un Ulivo da un Nocciolo d'OlivaColtivare un Ulivo da un Nocciolo d'Oliva
Preparare all'Inverno un Ibisco PerennePreparare all'Inverno un Ibisco Perenne
Coltivare il Bamboo della FortunaColtivare il Bamboo della Fortuna
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Potare l'IbiscoPotare l'Ibisco
Coltivare una Quercia partendo da una GhiandaColtivare una Quercia partendo da una Ghianda
Piantare i Bulbi di Tulipano
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Staff di wikiHow - Redazione
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 1 980 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 1 980 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità