Scarica PDF Scarica PDF

I meravigliosi fiori dai colori brillanti dell'ibisco sono molto apprezzati dai giardinieri che vogliono aggiungere un tocco tropicale alle loro progettazioni. Esistono alcune centinaia di specie di ibisco, alcune sono varietà nane che arrivano fino a 60-90 cm mentre altre sono in grado di superare i 2 metri e mezzo di altezza. Per molte persone, la soluzione più semplice è piantare l'ibisco in vaso all'aperto, in modo da poterlo spostare in casa quando arrivano le gelate invernali. Che tu decida di coltivare l'ibisco in un vaso o in giardino, dovrai piantarlo, prenderti cura della pianta e mantenerla al caldo durante l'inverno per farla prosperare all'aperto.

Parte 1 di 3:
Piantare l'Ibisco

  1. 1
    Coltiva le varietà di ibisco più resistenti e non quelle tropicali. Esistono diverse varietà di questa pianta: tra le più comuni, ci sono quella tropicale e una varietà ben più resistente. Se hai intenzione di far crescere l'ibisco all'aperto, la varietà più resistente si adatterà più facilmente al clima nostrano. Questo tipo di ibisco è in grado di sopravvivere in condizioni climatiche pari alla zona 4 della classificazione USDA.[1] Per ottenere i risultati migliori, piantalo in primavera, estate o autunno.[2]
    • Se vuoi piantare l'ibisco in una zona in cui fa caldo tutto l'anno, come la Sicilia, l'ibisco tropicale potrebbe riuscire a superare l'inverno.
    • Tutte le specie di ibisco non sopravvivono a temperature inferiori ai 13 °C. Puoi potare le parti morte della pianta vicino al livello del terreno.[3]
    • Puoi anche prendere in considerazione l'idea di coltivare la rosa di Sharon, una varietà di ibisco resistente e a cespuglio che cresce bene in aree climatiche comprese tra la zona 5 e la zona 9 della classificazione USDA.[4]
  2. 2
    Acquista e fai germogliare i semi di ibisco all'interno di un fazzoletto bagnato e un sacchetto di plastica. Recati al vivaio locale e acquista semi di ibisco, poi bagna con l'acqua un fazzoletto di stoffa o di carta e usalo per avvolgere i semi. Metti il fazzoletto all'interno di un sacchetto di plastica e controlla lo stato dei semi periodicamente nei giorni seguenti. Una volta germogliati, sono pronti alla semina.[5]
  3. 3
    Acquista piantine giovani in un vivaio. Acquistare una pianta invece di coltivare l'ibisco a partire dai semi è una buona soluzione se sei un giardiniere principiante. Dovresti essere in grado di trovare diverse varietà di ibisco nei vivai locali.
  4. 4
    Metti in un vaso o nel giardino compost e terriccio. L'ibisco cresce bene in molti tipi diversi di terreno, quindi è meglio procurarsi un terriccio semplice in cui piantarlo. Assicurati di aggiungere un po' di compost, che aiuterà a bilanciare il pH. Riempi i vasi con questi materiali, oppure aggiungi il compost al tuo giardino, nel punto in cui hai deciso di piantare l'ibisco.[6]
  5. 5
    Trasferisci i germogli in un vaso. È meglio piantare i semi germogliati in un vaso e lasciarli crescere finché non saranno abbastanza grandi da essere trasferiti nel terreno. Una volta preparato il terriccio, prendi i germogli dal sacchetto di plastica. Spingi le loro radici, uno per uno, circa 1 cm sotto la superficie del terreno, usando le dita.[7]
    • Se stai piantando un cespuglio di ibisco, usa vasi da 20 cm.[8]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Fornire le Cure di Base

  1. 1
    Posiziona l'ibisco in modo che riceva 6 ore di luce solare al giorno. Metti le piante in un punto del giardino ben illuminato dal sole, così cresceranno bene. Se possibile, scegli una posizione in cui l'ibisco riceva la luce del sole al mattino o nel tardo pomeriggio, tuttavia deve essere protetto dall'ombra durante le ore più calde e assolate del giorno (da mezzogiorno fino alle 16).[9]
    • Se hai deciso di piantare l'ibisco in vaso, puoi spostarlo in zone più ombreggiate o esposte al sole nel caso notassi che non riceve la quantità adeguata di luce.
  2. 2
    Mantieni bagnato il terreno, ma non troppo. Quando tocchi il terreno e lo senti secco, annaffia l'ibisco. Queste piante crescono meglio nel terreno leggermente umido, ma è importante garantire il giusto drenaggio, in modo che il suolo non diventi troppo saturo d'acqua.
    • Se stai coltivando l'ibisco in un vaso, assicurati che siano presenti i fori di drenaggio sul fondo, in modo che il terreno non resti troppo bagnato provocando così l'avvizzimento delle radici.
  3. 3
    Fertilizza l'ibisco una volta alla settimana durante la primavera, l'estate e l'autunno. Ogni anno, da marzo a ottobre, devi fertilizzare le piante di ibisco tutte le settimane, in modo da essere certo che ricevano le sostanze nutrienti di cui hanno bisogno. Acquista un fertilizzante idrosolubile, diluiscilo con l'acqua, poi versalo o spruzzalo sul terreno.[10]
    • Assicurati di scegliere un prodotto povero di fosforo, per esempio con formula 20-5-20, perché concentrazioni troppo elevate di fosforo possono portare a fioriture ridotte.
  4. 4
    Pota la pianta durante l'inverno per favorire la fioritura. Nei mesi invernali, taglia con le cesoie tutti i rami secondari più piccoli e che si separano dalla struttura principale della pianta. In questo modo, potrebbero comparire molti fiori nei punti in cui si trovavano i rami secondari quando il clima tornerà favorevole.[11]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Mantenere al Caldo l'Ibisco Durante l'Inverno

  1. 1
    Sposta le piante in vaso più vicine alla tua abitazione. Se hai deciso di coltivare l'ibisco in vaso, spostalo più vicino possibile all'esterno della casa durante l'inverno. In questo modo, l'ambiente in cui crescono sarà più caldo di qualche grado.[12]
  2. 2
    Applica uno strato di pacciame sopra il terreno. Per ottenere i risultati migliori, spargi uno strato di materiale protettivo tutto intorno alla base della pianta.[13]
  3. 3
    Copri le piante di ibisco con teli protettivi. Recati al vivaio locale e acquista un telo protettivo pesante per coprire l'ibisco. In questo modo difenderai le tue piante dalle intemperie e farai aumentare di diversi gradi la temperatura dell'ambiente in cui crescono.[14]
  4. 4
    Annaffia l'ibisco con acqua calda. Tipicamente, queste piante crescono meglio quando ricevono acqua calda, a prescindere dal periodo dell'anno. Tuttavia, l'acqua calda diventa fondamentale durante i mesi invernali. Annaffia le piante con acqua a circa 35 °C, in modo da tenerle al caldo e in salute.[15]
    Pubblicità

Consigli

  • Quando l'ibisco è completamente fiorito, puoi tagliare i fiori e metterli in esposizione senza danneggiare la pianta.
Pubblicità

Avvertenze

  • L'ibisco è vulnerabile alle infestazioni di afidi e funghi. Se noti che le foglie ingialliscono, usa un fungicida per eliminare il problema. Se noti la presenza di parassiti sulla pianta, puoi eliminarli spruzzando sulle foglie un flusso d'acqua intenso, una volta ogni due giorni. Puoi anche provare a realizzare da solo un insetticida naturale da usare sulla pianta.
  • Se tentassi di far crescere l'ibisco in zone in cui le gelate sono frequenti, probabilmente la pianta morirebbe. Se vivi in una zona dal clima molto rigido, pianta l'ibisco in vasi che puoi spostare. In questo modo, potrai portarli al coperto quando la temperatura scende e di notte si avvicina ai 4 °C.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Semi di ibisco
  • Fazzoletti di stoffa o di carta
  • Sacchetti di plastica
  • Compost
  • Terriccio
  • Vaso (facoltativo)
  • Acqua
  • Fertilizzante (facoltativo)
  • Cesoie
  • Pacciame
  • Teli protettivi

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Togliere le Spine dei CactusTogliere le Spine dei Cactus
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Ravvivare un'Orchidea che non FiorisceRavvivare un'Orchidea che non Fiorisce
Raccogliere il BasilicoRaccogliere il Basilico
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Raccogliere i Semi di GirasoleRaccogliere i Semi di Girasole
Prendersi Cura delle OrchideePrendersi Cura delle Orchidee
Potare e Raccogliere la LavandaPotare e Raccogliere la Lavanda
Fare un Irrigatore a Goccia con una Bottiglia di Plastica
Coltivare il Bamboo della FortunaColtivare il Bamboo della Fortuna
Potare l'OrtensiaPotare l'Ortensia
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lauren Kurtz
Co-redatto da:
Orticoltrice
Questo articolo è stato co-redatto da Lauren Kurtz. Lauren Kurtz è una Naturalista e Specialista in Orticoltura nella città di Aurora, in Colorado. Gestisce attualmente il Water-Wise Garden presso il Centro Comunale di Aurora per il Dipartimento di Conservazione dell’Acqua. Questo articolo è stato visualizzato 7 117 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 7 117 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità