La fava, conosciuta anche come Vicia faba, è effettivamente una veccia (Vicia sativa L.), un tipo di legume che ha le sue radici in Asia occidentale. È una pianta che ama il tempo fresco e il pieno di sole, può svilupparsi in una varietà di climi ed è un'ottima fonte di proteine oltre che di vitamine A, C e B. Deliziosa e ricca di fibre, vale di sicuro la pena coltivarla in giardino. Puoi imparare a piantarla, prendertene cura e a raccoglierla. Per ulteriori informazioni, vedi i passaggi seguenti.

Parte 1 di 3:
Seminare le Fave

  1. 1
    Scegli una varietà di fave di provare. Le fave sono disponibili in diverse varietà, alcune più adatte rispetto ad altre secondo lo spazio che hai a disposizione. Se vuoi coltivare le fave in un piccolo orto di cucina o in una grande estensione prossima alla casa, troverai sicuramente la pianta giusta per lo spazio che hai a disposizione.[1] Alcune varietà eccellenti e resistenti sono:
  2. 2
    Scegli una data per seminare le fave basandoti sul clima. In generale, è consigliabile piantare le fave nel tardo autunno, dopo che hai ripulito il tuo giardino dalle coltivazioni estive, questo significa che potrai iniziare la raccolta in primavera quando si è pronti per iniziare a piantare altre varietà. Nelle regioni con inverni molto freddi, tuttavia, è essenziale attendere fino alla primavera.
    • Zone temperate: nella maggior parte delle aree, è preferibile avviare le fave all’inizio della primavera per assicurare un raccolto a fine estate. È meglio piantarle con una temperatura compresa tra 15,5 e 18 °C, mentre soffrono a temperature superiori a 26,5 °C.
    • Climi temperati mediterranei: nelle aree con inverno mite, puoi tenere le fave d’inverno. Possono restare in buona salute fino a temperature di circa -9 °C, il che le rende perfette per sopravvivere all’inverno in alcuni climi. A causa del lungo periodo di maturazione, piantare le fave nel tardo autunno può garantire la raccolta all'inizio della primavera.
    • Zone Molto Fredde o Molto Calde: avvia le fave al chiuso nelle regioni con improvvisi sbalzi di temperatura. Se vivi nel Midwest americano o nel South East, il passaggio dall'inverno all'estate è spesso abbastanza improvviso mettendo a dura prova le varietà di fave, perciò conviene avviare le piante in casa, diverse settimane prima di metterle a dimora nel terreno.
  3. 3
    Prepara il terreno con il fertilizzante. Ogni volta che pianti le fave, fallo in un terreno ben lavorato che sia stato correttamente fertilizzato con concime di tua scelta. Poiché le fave sono produttrici di azoto, non devi necessariamente fertilizzare. Se lo fai, utilizza una varietà di fertilizzante a basso contenuto di azoto.
    • Scegli un punto ben esposto al sole, lontano da tutte le piante della famiglia delle cipolle; ara la zona in cui pianti in profondità, aggiungendo del compost mentre lavori il terreno.
  4. 4
    Prendi in considerazione di inoculare i semi per promuoverne la crescita. Le fave possono crescere in qualsiasi tipo di terreno, in quanto i legumi si auto-fertilizzano. Per aiutarle a convertire l’azoto, tuttavia, è una buona idea usare batteri del genere Rhizobium per aiutare le radici a fissare l'azoto e per favorirne la crescita. La polvere nera necessaria a questo scopo è disponibile presso qualsiasi negozio di giardinaggio.[2]
    • Bagna i semi senza esagerare e mettili in un barattolo di caffè o in una tazza con l’inoculante, poi agita delicatamente per ricoprire i semi uniformemente prima di piantarli. Fai questo pochi minuti prima di mettere i semi nel terreno.
  5. 5
    Interra direttamente i semi o avviali in un terreno umido ben lavorato. Inumidisci il terreno moderatamente con acqua prima di piantare. Non è consigliabile che l’acqua ristagni, un po' di umidità è sufficiente per iniziare.
    • Utilizza il dito per fare buchi di circa 5 cm di profondità nel terreno. Falli a 20 cm di distanza in doppia fila, con la stessa distanza tra le due file. Se stai piantando una varietà nota per le dimensioni, potresti lasciare un po' più di spazio tra loro.
    • Trova la macchia scura – l'occhio del seme – e piantalo verso il basso. Alcuni giardinieri consigliano di piantare il doppio di semi rispetto alle piante che desideri, per tenere conto dei semi che non germineranno.[3]
  6. 6
    Avvia la semina all’interno nei climi più freddi. Se hai bisogno di avviare le fave all’interno, un ottimo modo per iniziare è usare vecchi tubi di carta igienica, un tubo per ogni pianta che speri di coltivare. Utilizza un vassoio da semina, disponibile presso qualsiasi negozio di giardinaggio, per allineare i tubi e avviare le fave.
    • Disponi i tubi nel vassoio rivolti verso l’alto, fissati bene. Riempi i tubi per 2/3 o 3/4 con terriccio. Probabilmente ne verserai un po’ in mezzo, ma non preoccuparti per il disordine.
    • Metti una fava in cima al terriccio in ogni tubo. Se hai già messo le fave in ammollo per favorire la germinazione, metti il seme con l’occhio in basso. Innaffia i tubi dall'alto per compattare un po' il terreno, quindi riempi un po' di più ogni tubo con terriccio, coprendo le fave.
    • Metti il vassoio in un luogo a temperatura ambiente in casa tua. Una volta che le fave germogliano, sposta il vassoio in un luogo soleggiato. Le temperature fredde vanno bene, purché non calino troppo sotto lo zero per troppo tempo.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Prendersi Cura delle Fave

  1. 1
    Picchetta le piante quando cominciano a guadagnare altezza. I piccoli cespugli che le fave svilupperanno rapidamente saranno sovraccarichi di baccelli pesanti e si incurveranno senza un adeguato supporto. Per questo motivo, è importante piantare dei pali lungo la fila delle fave e utilizzarli per sostenerle quando iniziano a crescere in altezza.
    • Utilizza piccoli tasselli distanziati ogni 30 o 60 cm lungo la fila, legando dello spago tra loro per dare alle piante qualcosa cui appoggiarsi. Puoi utilizzare spago o vecchie strisce di lenzuolo per legare delicatamente le piante e tenerle in posizione verticale, in modo che i baccelli non finiscano per terra.
    • Non aspettare di avere piante enormi e che siano troppo piegate per picchettare. È molto facile danneggiare le radici e promuovere la muffa se la pianta trascorre troppo tempo inclinata verso terra prima di essere picchettata.
  2. 2
    Innaffia senza esagerare e in profondità. Le fave possono sopportare periodi di siccità, ma tieni le piante ben irrigate, specialmente se vivi in un clima particolarmente caldo. Innaffia il suolo profondamente nella parte più fresca della giornata – la prima cosa da fare al mattino o alla sera dopo cena – ed evita di innaffiare in eccesso. Non si dovrebbe vedere acqua stagnante intorno alle fave.
    • Evita l'irrigazione dall’alto, quindi non innaffiare le cime delle piante lasciando gocciolare l’acqua giù nel terreno. Questo promuoverebbe la muffa e altri problemi. Innaffia direttamente il suolo.
  3. 3
    Elimina le erbacce in modo determinato, soprattutto se le piante devono svernare. Le radici delle fave sono relativamente poco profonde e sono molto facili da sradicare accidentalmente con una zappa, se sei distratto. Quindi togli le erbacce intorno alle fave a mano, mantenendo la zona priva di concorrenza. Una volta che la pianta si è stabilizzata, puoi anche non diserbare alcune infestanti.
  4. 4
    Quando la pianta inizia a produrre i baccelli, stacca i nuovi germogli pizzicandoli. La pianta continuerà a svilupparsi e andrà in sovrapproduzione se non arresti la crescita pizzicando i nuovi germogli appena vedi che producono altri baccelli. A questo punto, puoi raccogliere alcune delle foglie per mangiarle, infatti sono perfette per un’insalata sorprendentemente tenera.
    • Stacca le punte con due foglie quando le giovani fave appaiono alla base. Rimuovi le punte con due foglie attaccate dalle cime delle piante. Se non vuoi mangiarle, mettile nel compost.
  5. 5
    Prendi in considerazione l'utilizzo di una copertura per le piante. Se hai problemi con roditori, marmotte, conigli o altri animali che creano disordine in giardino, proteggi le fave con appositi teli, se necessario. Puoi scegliere tra teli in plastica o di stoffa che puoi picchettare delicatamente, drappeggiandoli sulle piante. Questo lascia abbastanza spazio per la crescita, la circolazione dell'aria e anche del calore.
    • I teli protettivi possono essere anche una grande idea se si pianta in autunno, perché aiuteranno a intrappolare il calore vicino al suolo e a proteggere le piante dal gelo.
    • Se utilizzi coperture, lascia le piante scoperte per un po' in pieno giorno, magari mentre togli le erbacce, per consentire all'aria di circolare più facilmente. Controlla eventuali malattie fungine e il marciume alla base delle piante. Se vedi chiazze biancastre o giallastre, innaffia meno ed esponi le piante all’aria più spesso.
  6. 6
    Guardati dagli afidi. Gli afidi amano le piante di fave e si raccolgono di solito nella parte superiore, vicino ai nuovi germogli. Alcuni giardinieri utilizzano insetticidi spray per tenere gli afidi lontano dalle piante, ma un metodo più semplice è recidere le cime dove gli afidi si raccolgono, non appena li vedi. Se sei un giardiniere diligente, dovresti essere in grado di eliminarli prima che facciano molti danni.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Raccogliere le Fave

  1. 1
    Raccogline alcune presto per mangiarle intere. Come altri legumi, le fave possono essere tenere e commestibili appena nate, quindi si possono mangiare crude, come le taccole, oppure cotte a vapore intere come contorno. Le fave sono note per il guscio esterno cereo, ma raccogliendole giovani quei gusci esterni saranno morbidi e commestibili.
    • Cerca un baccello sottile verde brillante. I baccelli dovrebbero essere sottili e stretti, senza rigonfiamenti, il che significa che le fave sono mature all'interno. Se mostrano questi rigonfiamenti, lasciale maturare completamente.
    • Non eccedere nel raccogliere le fave giovani, perché il vero sapore è nella varietà adulta. Va bene prenderne alcune da ogni pianta, se non puoi aspettare, ma risparmia la maggior parte per la piena maturazione.
  2. 2
    Raccogli le fave mature quando i baccelli sono verde brillante e non hanno troppe sporgenze. Le fave sono pronte per essere raccolte quando i baccelli sono rotondetti, le fave piene e distinte in ogni baccello. Quando i baccelli sono pronti per la raccolta appariranno grassocci e avranno la tendenza a piegarsi per il peso delle fave.
    • Secondo la varietà che stai coltivando, su ogni pianta troverai numerosi baccelli che vanno dai 15 ai 35 centimetri di lunghezza, con parecchie fave grandi e cicciottelle all'interno. Se li raccogli con costanza per tutta la stagione, dovresti dare spazio anche a una maggiore produzione, se ti capita una buona annata agevolata dal tempo.
  3. 3
    Sgrana le fave. Per prendere le fave, devi sgranarle dal baccello. Tenendo ogni baccello con la punta verso l’alto, tira il filo lungo il lato per aprirlo.
    • Ancora una volta, in base alla varietà, ogni baccello dovrebbe avere 5-10 fave all’interno, le quali hanno un guscio ceroso spesso che deve essere rimosso prima di mangiarle. Ci vuole un po’ di lavoro, ma organizzandosi il processo potrà svolgersi più velocemente.[4]
    • Il modo più semplice per farlo è quello di sbiancarle, lasciando cadere le fave in acqua bollente, contare fino a cinque e poi rimuoverle immediatamente con una schiumarola, mettendole subito in acqua ghiacciata. Questo allenterà i gusci di ogni fava.
  4. 4
    Goditi le fave in zuppe, insalate e altri piatti. Il modo migliore per mangiare le fave è il più semplice: cuocile a vapore e servile semplicemente condite con sale e pepe. Sono grandi, carnose e deliziose, ideali se abbinate a carni rosse. Ma sono anche un'ottima base per le zuppe di fave o in aggiunta ad abbondanti insalate.
  5. 5
    Restituisci l'intera pianta al terreno quando le fave finiscono. Poiché le piante di fave forniscono grandi quantità di azoto, è una buona idea restituirle al terreno e lasciare che i loro nutrienti arricchiscano il suolo. Taglia ogni pianta alla base e mescola le radici nel terreno. Coprile di terra e, possibilmente, effettua una rotazione delle colture nel tuo orto affinché le piante che necessitano di azoto possano sfruttare il terreno arricchito dalle fave.
    Pubblicità

Consigli

  • Le fave crescono bene nella maggior parte dei tipi di suolo, ma più è ricco il suolo, più abbondante sarà il raccolto.
  • Non conservare i baccelli delle fave in frigo, si annerirebbero rapidamente e diventerebbero viscidi. Si conservano bene per alcuni giorni in un ambiente fresco, asciutto e arieggiato.
  • Le fave possono anche essere essiccate. Rimuovi le fave dai baccelli, mettile in un luogo asciutto e lasciale a essiccarsi completamente. Le fave secche possono essere conservate in un contenitore ermetico, potrai mangiarle in seguito o usarle per la nuova semina.
  • Per una conservazione più lunga, congela le fave; rimuovile dai baccelli, mettile in un sacchetto di plastica e congelale.

Pubblicità

Avvertenze

  • La mosca nera ama le fave.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 63 058 volte
Categorie: Il Tuo Orto
Questa pagina è stata letta 63 058 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità