Come Coltivare le More

In questo Articolo:Selezionare le VarietàPiantare le MoreSostegni e PotaturaProteggere le Tue Piante e Occuparsi del Raccolto

Quando maturano le more, sai che è arrivata l'estate. Anche se crescono selvatiche in molte aree del mondo, le varietà coltivate producono bacche particolarmente scure succose e dolci, solitamente più grande delle controparti selvatiche. Puoi coltivarle in quasi tutti i tipi di terreno, e in tutte le regioni con estati calde e inventi relativamente miti. Puoi imparare a piantare una varietà specifica, allevare i germogli e prenderti cura delle tue piante di more per tutta la stagione di coltivazione e ottenere i raccolti più abbonanti. Inizia dal passaggio 1 per trovare più informazioni.

Parte 1
Selezionare le Varietà

  1. 1
    Scegli una varietà appropriata al clima. Le more selvatiche dell'Himalaya sono una specie resistente invasiva, presente in alcune parti degli Stati Uniti occidentali, ma le varietà coltivate sono spesso più succose, grandi e resistenti delle bacche selvatiche. Se vuoi piantare delle more, la scelta migliore è selezionare una di queste varietà, sulla base della struttura del fusto, dello stile di crescita e della presenza di spine. Esistono centinaia di specie e cultivar tra cui scegliere, e conoscendo le categorie di base potrai arrivare a una decisione informata.
    • Se vivi in una regione dove l'inverno è molto rigido, è meglio scegliere una varietà a fusto eretto con spine. Queste varietà resistono meglio agli elementi e offrono la base più solida possibile per il tuo clima.
    • Se vivi in una regione con estati molto secche e ventose, è meglio piantare varietà a cespuglio, che resisteranno agli elementi soprattutto nei climi aridi e desertici.
    • Quasi tutte le varietà sono in grado di crescere nelle regioni con almeno 200-300 ore per stagione a temperatura inferiore ai 7 °C.[1]
  2. 2
    Considera la resistenza delle varietà a cespuglio. Le tradizionali varietà a cespuglio crescono in modo simile alle more selvatiche, dando vita a polloni ed espandendosi ovunque, e per questo devono essere guidate con cavi e paletti per controllarne la crescita. Dovrai rimuovere i vecchi rami che hanno prodotto frutti, ma non dovrai potare le nuove crescite.[2] Le varietà a cespuglio hanno spesso difficoltà a resistere nelle regioni con inverni molto freddi, e non danno frutti prima del secondo anno di vita.
    • Evergreen, Marion, Obsidian, Chester, Hull, e Black Diamond sono tutte varietà comuni di more a cespuglio.
  3. 3
    Considera la facilità d'impianto delle varietà erette o semi-erette. Queste varietà di more crescono come siepi e devono essere sostenuti da pergole o paletti di qualche tipo. Sono più facili da controllare e contenere, ma richiedono una potatura frequente, perché danno vita a nuovi rami direttamente dalla chioma della pianta, invece di diffondersi a terra. Molti di queste varietà producono frutti nel primo anno di impianto. Le varietà erette spinate sono le più resistenti nei climi freddi.[3]
    • Illini, Kiowa, Shawnee, Apache, Triple Crown, e Natchez sono tutte specie di mora erette e semi-erette comuni.
  4. 4
    Valuta i benefici delle more senza spine. Le varietà a cespuglio, erette e ibride sono ora disponibili in ceppi con spine o senza spine e questo ti permette di rendere il raccolto molto più facile e sicuro per le dita. Le varietà senza spine però hanno la tendenza a essere più sensibili ai climi freddi.[4]

Parte 2
Piantare le More

  1. 1
    Scegli un luogo d'impianto. Le more crescono in quasi tutti i terreni fertili, in particolare in quelli leggermente acidi (tra pH 5,5 e 7) ricchi di humus. I terreni particolarmente sabbiosi o ricchi di argilla sono meno desiderabili. Scegliere un luogo d'impianto con buon drenaggio e massima esposizione al sole ti assicurerà una maturazione uniforme delle bacche, anche se alcune varietà senza spine sono vulnerabili alle bruciature dovute al sole, perciò un po' d'ombra non è un problema nelle regioni particolarmente assolate.
    • Non piantare bacche vicino al solano, o a membri della stessa famiglia, inclusi patate, pomodori e pepe. La verticillosi, una malattia comune delle more, può essere trasmessa attraverso il terreno.
    • Non piantare more in prossimità di altre piante a cespuglio o vicino a more selvatiche. Pianta le more in un terreno privo di altre specie per evitare le malattie comune che possono essere trasmesse.
    • Nei climi più freddi, le more possono prosperare e maturare più rapidamente in una serra. Anche se sono autofertili, beneficiano comunque dall'impollinazione incrociata, e per questo è una buona idea coltivarne due varietà diverse se le tieni al coperto. Dovranno essere esposte per almeno 200 ore sotto i 7 °C, ma tenute tra i 15,5 °C e i 21 °C al coperto.[5]
  2. 2
    Prepara il terreno d'impianto. Quando hai scelto il terreno, dovrai scavare una fossa di almeno 30 centimetri a terra e zappare bene il terreno per aerarlo. Aggiungi uno strato di letame di 5 cm e uno di condizionatore del terreno organico di 5 cm per fertilizzarlo.
    • Solitamente è meglio partire da piccoli impianti. Dato che le more possono davvero espandersi molto nel clima appropriato (lunghe estati secche), è facile trovarsi inavvertitamente invaso dalle more. Se vuoi provare la compatibilità delle more con il tuo clima, inizia con una singola varietà eretta, piantata in un punto dove ha spazio per espandersi. Pianta più filari se non ottieni il raccolto che desideri dopo aver iniziato con una sola pianta.
    • Se pianterai più file di more, distanziale di 180-300 cm. Puoi piantare le varietà erette più vicine di quelle a cespuglio. Puoi piantare i paletti di guida prima o dopo aver piantato le piante. Nella sezione seguente troverai le istruzioni su come impostare le guide.
  3. 3
    Pianta gli arbusti di mora nel tardo autunno o nella prima primavera. Se vivi in un clima con inverni molto freddi, è meglio attendere la primavera prima di piantare le more. Nelle zone con inverni più miti, puoi piantarle in autunno per dare alle piante la possibilità di stabilizzarsi prima della stagione di maturazione.
    • Dovresti piantare le more a una profondità di circa 15 - 20 cm e distanziare le piante di 90-180 cm. Puoi avvicinare di più le piante erette di quelle a cespuglio, che non dovrebbero trovarsi più vicine di 180-210 cm. Dopo aver piantato i germogli, annaffiali con acqua, fino a 5 litri.
    • Le piante di mora acquistate nelle serre avranno tipicamente 15 - 20 cm di crescita dormiente che spunta da una sfera di terreno che protegge le radici. Non sembreranno molto belle, ma inizieranno a produrre arbusti resistenti in primavera.
    • Acquista i germogli di mora in una serra locale, alcuni giorni prima della data d'impianto Se acquisti le piante per posta, cerca di ordinarle un mese o due prima di quando hai intenzione di piantarle, e mantieni le radici umide posandole a terra e coprendole con del terreno se devi attendere qualche tempo prima della data prevista.
  4. 4
    Annaffia le more con 2,5 - 5 cm d'acqua ogni settimane e considera se pacciamare i germogli. Le piante di more hanno bisogno di 2,5 - 5 cm d'acqua a settimana, secondo il clima. Se hai un grande campo di more, può essere una buona scelta installare un impianto d'irrigazione a linea, mentre potrai annaffiare a mano i campi più piccoli. Nei climi più secchi o ventosi, la pacciamatura può aiutare a evitare l'erosione.
    • Pacciamare con corteccia di pino, aghi di pino o fogli di plastica può aiutare a proteggere il terreno nella zona immediatamente circostante le more, dalle erbacce e dalla erosione. Per le more saranno sufficienti circa 5 cm di qualunque tipo di pacciame.[6]

Parte 3
Sostegni e Potatura

  1. 1
    Installa un sistema di pali per le piante erette. Pianta dei pali alti circa 180 cm adiacenti a ogni pianta, con un palo trasversale lungo circa 90 cm, posizionato a circa 90-120 cm dell'altezza del palo. Quando le canne crescono, puoi legare i nuovi polloni (le nuove crescite) al palo per aiutare a sostenere il peso della pianta, delle foglie e delle bacche.
    • Le varietà di more erette e semi-erette cresceranno prevalentemente verso l'alto, in alcuni casi ad altezze considerevoli. Per favorirne la crescita è importante usare un sistema di pali, come faresti per le rose o un altro rampicante. Le more dovranno avere qualcosa su cui arrampicarsi. Tipicamente, non ti serviranno paletti o guide per il primo anno.[7]
    • I pali per le more non devono essere complessi. Pianta lungo recinzioni esistenti, o usa vecchi pali di recinzione. In teoria, i pali dovrebbero essere delle dimensioni di un polso, perciò delle assi 5 x 5 andranno bene.
  2. 2
    Installa dei cavi guida per le more a cespuglio. Quando pianti varietà a cespuglio, è importante offrire alla pianta una superficie orizzontale alla quale appoggiarsi. Pianta paletti alti 120-180 cm ogni 150-180 cm lungo la fila, poi fai correre due file di cavo per recinzioni uno del punto più alto dei pali, l'altro a circa 30 cm da terra.
    • È possibile usare anche spago, corda o legno per collegare i paletti. Usa il materiale che hai a disposizione per dare un sostegno alle more.
    • In teoria, le more a cespuglio si espanderanno in due file, una più alta e una più bassa, lungo ogni cavo. Con una potatura adeguata, potrai guidare le nuove crescite resistenti lungo il pergolato ed eliminare i polloni meno forti. Tenendo la pianta potata, favorirai la produzione di frutti e la salute generale della pianta, permettendo ad acqua e sole di raggiungere le crescite più sane.
  3. 3
    Estirpa le erbacce dal terreno e non toccare le piante per la prima stagione. Estirpa le erbacce che crescono accanto alle more e continua ad annaffiare le piante ogni settimana. Dovresti vedere foglie e magari qualche fiore nella tarda primavera, oppure no, secondo il clima e la varietà. Dovresti notare molte canne e nuove crescite, ma probabilmente nessun frutto.[8]
    • In tarda primavera, dovrebbero nascere molte nuove canne e potrai fare pratica legandole ai paletti. In generale, però, non dovresti preoccuparti della potatura, perché la pianta non produrrà alcun frutto, perciò la scelta migliore è lasciare che la pianta generi un sistema di radici solido.
    • In inverno, dopo la prima stagione, potrai potare le canne a circa 120 cm di altezza e 60 cm di larghezza, per far tornare i nutrienti alle radici. Secondo il tipo di crescita che ottieni durante la stagione di fioritura, potrai preparare la pianta all'inverno di conseguenza. Le indicazioni per questa operazione sono descritte nella sezione seguente.
  4. 4
    Pota le nuove crescite aggressive durante la stagione di crescita della seconda stagione. Gli arbusti meno carichi produrranno più frutti degli stessi arbusti in un gruppo di rovi. Qualunque sia la varietà, è nel tuo interesse potarla regolarmente.
    • Quando la pianta è pronta a dare frutti, impegnati a mantenere in salute gli arbusti più resistenti potando le nuove crescite dalla base della pianta. Lega gli arbusti più carichi di fiori ai paletti e pota le nuove crescite che entrerebbero in competizioni con i rami più fruttiferi per acqua e luce del sole.
    • Non aver paura di potare molto le tue more. I sistemi di rovi troppo carichi non hanno densità di frutti pari a quelle di piante curate e ben potate. La pianta ricrescerà con altrettanta aggressività, se non maggiore, l'anno seguente, perciò sentiti libero di potare molto. È molto difficile far morire una pianta sana potando molto.

Parte 4
Proteggere le Tue Piante e Occuparsi del Raccolto

  1. 1
    Raccogli le bacche nella tarda estate. Nelle prime parti dell'estate, dovrebbero iniziare a nascere bellissimi fiori bianchi lungo i rami sani, che daranno vita a dure bacche verdi, che diventeranno gradualmente rosse e poi di un colore scuro, tendente al nero e al viola.[9]
    • Le bacche sono pronte al raccolto quando si staccano facilmente dal ramo senza sforzo. Non dovrebbero rimanere parti rosse sulla bacca, soprattutto nella parte del gambo.
    • Raccogli le more nelle ore più fredde del giorno, solitamente di mattina, prima che il sole le riscaldi e conservale in frigorifero per tenerle fresche. Le more rimarranno fresche per non più di 4 o 5 giorni, secondo la varietà e si ammorbidiranno molto più velocemente se raccolte calde. Se non puoi mangiare tutte le more che raccogli, congelarle è un'ottima idea.
    • Quando le prime more sono mature, è probabile che dovrai raccoglierle almeno una volta ogni 2 - 3 giorni, secondo il clima. Inizieranno a maturare tutte insieme, ed è importante raccoglierle prima che diventino preda degli uccelli o che maturino troppo sulla pianta.
  2. 2
    Impegnati a tenere gli uccelli lontani dalle more. Chi può biasimarli? Per quanto tu possa amare le more deliziose, ricche e succose, gli uccelli probabilmente le amano ancora di più. Dato che non c'è niente di più frustrante di andare a raccogliere le proprie more e trovare tutte le migliori mezze mangiate, è importante prendere delle misure facili e rapide per eliminare da subito la minaccia degli uccelli.
    • Appendi qualcosa di vistoso al termine di ogni fila. Delle strisce di mylar o dei CD rotti sono usati spesso per tenere lontani gli uccelli. Ti servirà qualcosa che si muova leggermente con la brezza e rifletta la luce del sole, dato che le luci forti e in movimento spaventeranno gli uccelli.
    • Usa un gufo finto. Li troverai spesso nei negozi di articoli per giardinaggio. Puoi piantare i gufi di plastica al limitare del campo di more, e questo spesso basterà a spaventare gli uccelli più piccoli.
    • Prova a usare una rete contro gli uccelli se hai un problema grave. Se gli uccelli non lasciano stare le tue bacche, puoi procurarti della rete con cui coprire le piante. Le piante godranno comunque di luce del sole e acqua, ma gli uccelli non potranno privarle dei frutti. Sfortunatamente, è possibile che gli uccelli più piccoli rimangano intrappolati in alcuni tipi di rete, e questo rende questa opzione sgradita per alcuni coltivatori.
  3. 3
    Fai attenzioni alle malattie più comuni delle more. Come tutte le piante coltivate, le more sono suscettibili a molte malattie, parassiti e infezioni che puoi aiutare a controllare con ispezioni attente e imparando a identificarli.[10] Dovrai eliminare e isolare dalle altre piante i rami e le piante colpite, potandoli o rimuovendoli.
    • La presenza di foglie gialle è un segnale di mancanza di azoto nel terreno; un problema al quale puoi rimediare velocemente spargendo dei chicchi di caffè intorno alla base della pianta che ha questo problema. Dei punti gialli invece, possono essere un sintomo del virus dei cespugli nani o del virus calico delle more, e dovrai rimuovere le piante colpire.
    • Gli acari, le termiti delle canne, gli afidi e i coleotteri giapponesi possono colpire le more, secondo la regione in cui vivi. Cerca la presenza di foglie e bacche masticate e reagisci di conseguenza. Il sapone, l'olio d'arancia e il tabacco sono tutti insetticidi organici che puoi preparare da solo.
    • Molti infezioni fungine possono essere trattate con fungicidi come la poltiglia bordolese o la soluzione zolfo-calce.[11]
  4. 4
    Pota i rami più vecchi durante l'inverno. Dopo la stagione di crescita, i rami e le canne inizieranno a seccare e morire. Solitamente, però, è meglio aspettare di potare finché i rami non saranno piuttosto secchi, nel tardo autunno o in inverno. Questo dà alla pianta tempo sufficiente per risucchiare i nutrienti dai rami alle radici, tenendole sane per l'inverno.
    • Puoi potare le varietà erette a circa 120 cm di altezza, e a non più di 30-60 cm di larghezza, poi coprirle per l'inverno, se prevedi abbondanti nevicate, o in alternativa lasciare le piante esposte. È una buona idea potare le piante ai 3 o 4 rami primari per dare alla pianta la partenza migliore possibile per la prossima stagione di crescita.
    • Puoi potare le piante a cespuglio rimuovendo i rami che hanno dato frutti e lasciando i rami principali intatti se non sono secchi e non producono più rametti con fiori. Tipicamente i rami delle more producono frutti per 2 anni prima di seccare, ma continueranno a nascere nuovi rami dalla base.
  5. 5
    Fertilizza il terreno ogni primavera. Quando le piante hanno superato l'inverno, aiutale spargendo del compost o del fertilizzante di tua scelta intorno alle more prima della stagione di crescita. Le piante di mora, se curate nel modo giusto e rivitalizzate con del fertilizzante, possono continuare a dare frutti per 20 anni. Investi in loro e otterrai molto in cambio.

Avvertenze

  • I rovi di more s’impossesseranno del tuo giardino. Anche se pensi di averle sotto controllo, spargeranno le loro gemme intorno senza che tu te ne accorga; molti le considerano delle piante parassite.

Cose che ti Serviranno

  • Spazio verde adatto
  • Attrezzi da giardino
  • Polloni di more

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Il Tuo Orto

In altre lingue:

English: Grow Blackberries, Español: cultivar moras, Deutsch: Brombeeren pflanzen, Русский: вырастить ежевику, Français: planter des mûriers, 中文: 种植黑莓, Čeština: Jak pěstovat ostružiny, Nederlands: Bramen kweken, 한국어: 블랙베리 재배하는 방법, العربية: زراعة توت العليق

Questa pagina è stata letta 37 519 volte.
Hai trovato utile questo articolo?