Come Coltivare le Zucche Non Commestibili

In questo Articolo:Prepararsi a PiantarePreparare i SemiPianta le tue ZuccheRaccogli le ZuccheRiferimenti

Le zucche non commestibili sono usate da secoli come ornamenti e per fare strumenti e utensili. Sia che tu voglia coltivarle per scopi artistici sia perché ti piace vedere il tocco colorato che danno al tuo giardino, potrai farlo in modo molto semplice.

Parte 1
Prepararsi a Piantare

  1. 1
    Scegli la varietà di zucche non commestibili. Esistono dozzine di specie, ognuna con forma, colore e dimensioni peculiari. Le zucche non commestibili si possono suddividere in tre grandi categorie: ornamentali (del genere cucurbita), funzionali (del genere lagenaria) e quelle da cui si ricava la spugna vegetale (del genere luffa).
    • Le ornamentali hanno forme stravaganti e colori brillanti e di solito vengono usate per fare decorazioni. Hanno fiori gialli e arancio.
    • Le zucche funzionali sono verdi durante la crescita, mentre quando si seccano prendono le tonalità del marrone. Di solito sono utilizzate per realizzare strumenti e utensili grazie alla della buccia molto resistente.
    • Le zucche da cui si ricava la spugna vegetale si possono facilmente sbucciare e rivelano un interno spugnoso. Durante la crescita hanno fiori gialli.[1]
  2. 2
    Stabilisci quando piantare. Le zucche crescono praticamente in tutte le zone climatiche anche se meglio nei climi caldi. Se nella tua zona le temperature sono rigide per la maggior parte dell'inverno, è meglio iniziare a far germogliare i semi al chiuso, prima di trasferirli all'esterno. Ci vogliono circa 180 giorni da quando vengono piantati i semi per ottenere il frutto maturo, a causa del lungo processo di germinazione. Ricordati che se vivi in una zona fredda devi iniziare la germinazione dei semi 6-8 settimane prima dell'ultima gelata della stagione.
    • Le zucche crescono a una temperatura ottimale compresa tra i 24° e i 30° Celsius.
    • Far germogliare i semi al chiuso non vuol dire altro che piantarli in contenitori singoli e annaffiarli ogni giorno.
  3. 3
    Decidi se usare o meno un graticcio. I graticci sono strutture di legno o in fil di ferro che servono per sostenere le piante rampicanti e, nel caso delle zucche, principalmente per favorire la composizione di forme particolari. Non sono necessari per coltivare le zucche perché crescono benissimo anche a terra. Tuttavia, le zucche che crescono a terra saranno piatte dalla parte dove appoggiano, mentre crescendo sui graticci manterranno la loro forma arrotondata. Se decidi di usare un graticcio, preparalo prima di piantare le zucche e poi fissa sopra la pianta man mano che cresce.
    • Le tipologie di zucche grandi e pesanti (come quelle a bottiglia) hanno bisogno di un graticcio fatto di legno e fil di ferro che ne sostenga il peso.
    • Per quelle più piccole andrà benissimo una gabbia da pomodori piuttosto larga.
    • Le zucche del genere luffa (quelle da cui si ricava la spugna vegetale) di solito necessitano di un graticcio.
  4. 4
    Scegli il luogo dove piantare. Le zucche devono essere piantate all'esterno in pieno sole e in modo che abbiano molto spazio per espandersi. In alternativa, possono essere piantate in vaso, cosa che ne ridurrà notevolmente le dimensioni e la produzione. Se pianti le zucche senza un graticcio, assicurati che abbiano sufficiente spazio per crescere. Altrimenti, fissa il graticcio all'esterno in un'area piuttosto ampia, con molta luce e poco ombreggiata.
  5. 5
    Prepara il terreno. Non è molto complicato avere un terreno adatto alla crescita delle zucche, ecco perché si possono coltivare quasi ovunque. Necessitano di un terreno molto umido, più argilloso che sabbioso (significa che non cresceranno bene in un terreno sabbioso). Controlla il pH del terreno del tuo giardino per verificare se è ottimale per la crescita delle zucche; preferiscono un terreno acido con valori di pH compresi tra 5,8 e 6,4. Se il pH della terra dovesse essere troppo alto, aggiungi del muschio di torba per aumentarne l'acidità.[2]

Parte 2
Preparare i Semi

  1. 1
    Raschia i semi. Le zucche sono note per la buccia dura e resistente che ricopre i loro semi e che è in parte responsabile del loro lungo periodo di germinazione. Per evitare che i semi marciscano a causa sua, puoi raschiarli per accelerare il processo. Usa una limetta per unghie di cartone o della carta vetrata sottile per grattare la superficie esterna dei semi. Non ci vorrà molto tempo: la carta abrasiva dovrà solo levigare il rivestimento esterno dei semi da entrambi i lati.
  2. 2
    Bagna i semi. Dopo averli raschiati, metti i semi a bagno in una ciotola di acqua tiepida. Dovresti lasciarli immersi per 24 ore per accelerare il processo di germinazione.
  3. 3
    Fai asciugare i semi. Dopo averli tenuti a bagno per 24 ore, togli i semi dall'acqua e mettili ad asciugare su un pezzo di carta cerata. Lasciali asciugare del tutto per evitare che marciscano prima ancora di germogliare.
  4. 4
    Fai germogliare i semi. Anche se vivi in una zona più calda, è vantaggioso far germogliare i semi piantandoli in appositi set formati da piccoli vasetti singoli. Riempi i contenitori con il terreno che hai preparato, inserisci un piccolo graticcio e pianta un seme in ogni vasetto. Annaffia tutti i giorni fino a che non sarai pronto a trapiantare le piantine all'esterno, di solito dopo l'ultima gelata dell’inverno.

Parte 3
Pianta le tue Zucche

  1. 1
    Scava i buchi. Nel posto che hai scelto per piantare le zucche, prepara dei buchi dove seminare le zucche usando una paletta da giardiniere o una vanga. Se stai piantando molte zucche insieme, fai in modo che tra due file ci siano circa 1,5 m di distanza e che tra due zucche in una stessa fila ci siano circa 60 cm.
    • Disponi le file vicino ai graticci se li stai usando.
  2. 2
    Pianta le zucche. Metti solo una piantina o un seme in ogni buco. Copri i semi con poco più di un centimetro di terra, mentre le piantine fino alla base di crescita.
  3. 3
    Prenditi cura delle zucche appena seminate. Dopo averle piantate, annaffia le zucche abbondantemente in modo che non subiscano lo shock del trapianto. Le zucche amano i terreni molto umidi, quindi assicurati di annaffiarle ogni giorno se necessario. Strappa le erbacce perché sottraggono nutrienti preziosi e spazio per crescere. Se usi i graticci, man mano che le zucche crescono puoi fissarle ai paletti con un po' di corda in modo che abbiano lo spazio giusto per crescere.
    • Ricopri il campo con uno strato di pacciame per mantenere l'umidità e impedire la crescita delle erbacce.
    • Prendi in considerazione di aggiungere al terreno un concime complesso equilibrato (tipo 10-10-10) una volta ogni 2-3 mesi.
    • Annaffia di più le zucche quando il clima è particolarmente secco e caldo per mantenere un buon livello di umidità nel terreno.
  4. 4
    Dai una forma alle zucche ornamentali. Chi coltiva zucche ornamentali di solito ne guida la crescita in modo da ottenere forme e strutture particolari. Questo si fa principalmente in due modi: piegandole periodicamente mentre crescono e usando dei contenitori. Puoi piegare delicatamente una parte della zucca per avere una forma sinuosa e serpeggiante. Puoi anche creare una forma particolare mettendo il frutto ancora piccolo in un contenitore fragile (ad esempio un vaso). Quando la zucca cresce, riempirà il contenitore e ne prenderà la forma; dovrai semplicemente rompere il recipiente.[3]

Parte 4
Raccogli le Zucche

  1. 1
    Lascia che le zucche si induriscano sulla pianta. Quando le zucche hanno raggiunto la maturazione, la pianta su cui sono cresciute inizia a morire. A questo punto sono pronte per essere raccolte, ma sarà tutto molto più facile se lascerai che le zucche si secchino e si induriscano direttamente sulla pianta. Il processo impiegherà da qualche settimana a un mese per completarsi. Man mano ti accorgerai che le zucche diventano sempre più leggere. Non marciranno né andranno a male, a meno che non ci siano animali o insetti che le mangiano.
    • Se devi raccogliere le zucche prima che sia completato il processo, aspetta fino a quando la parte di pianta vicina al frutto non diventa marrone e secca.
    • Gira e sposta le zucche periodicamente in modo che non si tocchino.
  2. 2
    Raccogli le zucche. Il tempo di essiccazione varia da zucca a zucca a seconda delle dimensioni (e quindi del contenuto d'acqua). Controlla le zucche ogni settimana per capire se sono pronte. Tasta la buccia e verificane la compattezza: se sono molli o appiccicaticce sono marce e devono essere buttate via. Quando la buccia è dura e leggermente cerosa, sono pronte per essere tagliate. Come test finale, scuoti le zucche per capire se si sono essiccate completamente: se sono pronte, sentirai come un rumore di maracas con i semi che si muovono all'interno. Usa un paio di forbici o di cesoie per tagliare il frutto dalla pianta.
  3. 3
    Tratta la buccia della zucca. Anche se non è obbligatorio, puoi trattare la buccia della zucca per cambiarne l'aspetto e aumentarne la durata. Lava la zucca con detersivo per piatti e acqua calda in modo da uccidere i batteri. Puoi usare della carta vetrata o della lana d'acciaio per lucidare l'esterno della zucca e aggiungere uno strato di cera o di gommalacca per rifinire la lucidatura. Puoi anche decorare la zucca dipingendola.
  4. 4
    Prendi in considerazione di conservare i semi. Le zucche dureranno per moti anni con i semi all'interno, ma se vuoi conservare i semi per le prossime coltivazioni, dovrai tagliarle per estrarli. Segui, dunque, il processo di preparazione dei semi descritto prima per farli crescere. Puoi conservare i gusci delle vecchie zucche e nello stesso tempo avere i semi per piantarne di nuove.[4]

Consigli

  • Il processo per dare una forma al genere luffa (quello delle spugne vegetali) è un po' diverso da quello per le zucche ornamentali e funzionali. Per rimuovere la buccia dovrai metterle a bagno in acqua per 24 ore dopo l'essiccamento. Togliendo la buccia troverai all'interno una spugna malleabile.

Cose che ti Serviranno

  • Semi di zucche non commestibili
  • Limetta per unghie o carta vetrata
  • Ciotola
  • Acqua
  • Vasetto di torba o rotolo di carta igienica
  • Mix per germinazione
  • Vanga
  • Compost
  • Annaffiatoio e acqua
  • Graticci di legno
  • Detersivo

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Il Tuo Orto

In altre lingue:

English: Grow Gourds, Русский: вырастить тыквенные культуры, Español: cultivar calabazas, 中文: 种植葫芦, Deutsch: Flaschenkürbisse anbauen, Français: faire pousser des courges, Português: Cultivar Cabaças, Bahasa Indonesia: Menanam Labu Botol, Nederlands: Kalebassen kweken

Questa pagina è stata letta 15 435 volte.
Hai trovato utile questo articolo?